Azzurri vincenti contro il Giappone nell'esordio a Pechino 2008

10/08/2008

L'esultanza degli azzurri per la vittoria contro il GiapponeL'esultanza degli azzurri per la vittoria contro il Giappone
L'esultanza degli azzurri per la vittoria contro il Giappone
ITALIA-GIAPPONE 3-1 (25-19, 25-18, 23-25, 25-17)
ITALIA: Birarelli 15, Fei 19, Cisolla 14, Mastrangelo 16, Vermiglio 4, Paparoni 9, Corsano (L), Gavotto, Bovolenta, Meoni, Martino, Zlatanov. All. Anastasi.
GIAPPONE: Koshikawa 13, Matsumoto 3, Yamamoto 7, Ishijima 9, Yamamura 7, Tomonaga, Tsumagari (L), Fukuzawa 1, Usami, Shimizu 12, Saito 2, Ogino 1. All. Ueda.
ARBITRI: Salas (Mex) e Rodriguez (Pur)
Durata set: 23 23 27 23. Italia: bs 17, a 3, m 18, e 7 ric 56% (perf. 32%). Giappone: bs 14, a 2, m 3, e 7 ric 60% (perf 36%).

Pechino. Anche la nazionale azzurra maschile è partita con il piede giusto superando per 3-1 il Giappone nel match d’esordio. Cisolla e compagni hanno fornito una buona prestazione, controllando agevolmente l’avversario (che soltanto due mesi or sono a Tokyo nel torneo di qualificazione li aveva duramente impegnati) nei primi due set, lasciando nelle mani degli asiatici il terzo prima di chiudere con personalitá nel quarto.
L’Italia ha giocato molto bene a muro, fondamentale in cui si è esaltato Gigi Mastrangelo, che ne ha piazzati ben otto vincenti, ha cui ha aggiunto un 7 su 8 in attacco ed un ace. Accanto a lui tutta la squadra, ben orchestrata da Vermiglio, ha fatto pienamente il suo dovere.
Anastasi ha mandato in campo Vermiglio in regia, con Fei opposto, Mastrangelo e Birarelli al centro, Cisolla e Paparoni martelli, Corsano in panchina. Il ct azzurro ha tenuto in campo per tutti e quattro i parziali la stessa formazione, pienamente soddisfatto per come si stavano comportando i singoli.
Il Giappone tornava a giocare una Olimpiade dopo 16 anni e l’ultimo match a Barcellona lo aveva disputato nella finale per il quinto posto contro l’Italia di Velasco. Per due set la squadra di Ueta è stata in balia degli azzurri, poi nel terzo, rinvigorita da alcune sostituzioni da qualche errore di troppo in battuta degli italiani, ha trovato la forza per riaprire il match. L’Italia è tornata solida nel quarto ed ha portato a casa il primo successo.
Domani riposo, gli azzurri scenderanno nuovamente in campo martedí alle ore 6.30 italiane contro gli Stati Uniti. Gli Usa, ancora sotto choc per l’uccisione del suocero del tecnico McCutcheon hanno vinto per 3-2 con il Venezuela, dopo essersi trovati in vantaggio per 2-0.
COMMENTI - Soddisfatto della prova dei suoi il ct Anastasi ha dichiarato: “Era importante iniziare bene. Abbiamo dimostrato di avere una buona condizione. Adesso dobbiamo pensare ai prossimi avversari.” Contento della sua prova anche Gigi Mastrangelo: “Stasera abbiamo giocato una bella partita ed anche personalmente sono soddisfatto. Noi centrali giochiamo bene quando le cose funzionano al meglio ed oggi Valerio Vermiglio è stato molto bravo nello smarcarci.” Paparoni ha giocato da titolare al posto del giovane Martino: “Avevo intuito qualcosa da un paio di giorni, perchè Anastasi nelle partitelle tra di noi mi schierava tra i titolari. All’inizio ero teso, questa è la mia prima Olimpiade, poi ho acquisito sicurezza e credo di aver fatto una buona gara. Era importante vincere e ci siamo riusciti. Vermiglio rende merito agli avversari battuti: “Loro sono una buona squadra e se li lasci giocare possono darti fastidio. Nel terzo set abbiamo sbagliato troppo e loro ne hanno subito approfittato, poi ci siamo ripresi ed abbiamo vinto bene.”

Questa la situazione nel torneo maschile: Pool A Italia-Giappone 3-1; Stati Uniti-Venezuela; Bulgaria-Cina. Pool B Serbia-Russia 1-3; Brasile-Egitto; Polonia-Germania. Domani tornano in campo le ragazze: Pool A Usa – Cuba, Cina – Polonia; Giappone – Venezuela. Pool B Algeria – Serbia; Kazakhstan – Italia; Brasile-Russia.

Sigla.com - Internet Partner