Bello, bello e incredibile

di Luciano Pedullà

13/12/2010

Bello, bello e incredibile
Agonisticamente ed emozionalmente bello, il campionato di serie A, quest’anno. Dopo appena tre giornate, solo una squadra a punteggio pieno e una sola senza punti e senza vittorie, poi tanta incertezza. Brava Bergamo: con una prestazione in crescendo, ha saputo fermare la prestazione di Pesaro, in trasferta, nonostante l’inserimento di Hooker, nella formazione marchigiana, in campo dal secondo set. Una partita non sempre bella, quella vista sabato scorso alla televisione (a proposito cosa dobbiamo pensare della concomitanza, su Rai 1 e 2 Sport, del campionato di A1 di pallavolo maschile e femminile!!?), ma sicuramente, interessante: così il muro e la difesa della squadra di Mazzanti, ha preso il sopravvento sulle campionesse d’Italia, che, evidentemente, soffrono molto le gare con le orobiche. Bravissima Castellana: non ho mai avuto dubbi sulle abilità tattiche di Radogna, tecnico delle baresi, e lo avevo già espresso in precedenze, però la vittoria conquistata a Modena deve avere per lui un sapore particolare. In casa di una neo promossa, che arrivava da una brillante vittoria addirittura per 3 a 0 dal palazzetto di Bergamo: ora il calendario delle Baresi offre partite impossibili, ma la formazione Castellanesa, già da tre anni, ci ha abituato a risultati a sorpresa, derivati da grande determinazione ed umiltà. Ottimo il risultato di Conegliano che, a piccoli passi, grazie anche a un calendario leggermente favorevole, ha sfruttato magistralmente le sue opportunità e adesso si trova a guardare quasi tutti dall’alto verso il basso. Carmen Turlea è una giocatrice che ha trovato l’elisir di lunga vita, e che, anno dopo anno, naviga costantemente nelle prime posizioni delle top scorer; chi ce l’ha in squadra, se la tiene stretta, perché ha sempre un arma in più. Un omaggio anche a Villa Cortese, Busto e Novara: il pronostico era dalla loro parte, ma hanno dovuto sovvertire un inizio gara, giocato con degli avversari agguerritissimi, che non si sono dimostrati arrendevoli e che avranno ancora molto da dire, nel prosieguo del campionato. Poi l’A2: complimenti a Parma, ovviamente, alla sua nona vittoria consecutiva e che ora viaggia con ben otto punti di vantaggio, sulla seconda in classifica. Chieri ha sofferto con Pontecagnano poi, nei momenti importanti della partita, ha saputo avere il sopravvento: prova di carattere e di forza. Molto positive anche le reazioni di Crema e Pomezia: la prima dopo due sconfitte brucianti con Chieri e Parma, che sembravano ridurre le aspettative della formazione, neo promossa ma rinforzatasi notevolmente durante l’estate. Per la squadra laziale, invece, arriva la quarta vittoria nelle ultime cinque gare, con l’unica sconfitta con, per ora inarrestabile, Parma. La squadra di Cristofani si è decisamente tolta dalle zone scomode ed ora pensa in grande. Adesso ci rigettiamo nella pallavolo internazionale con la Champions, che già da Lunedì riempirà i nostri televisori, e a fine settimana con il Campionato del mondo per Club, che vedrà la pallavolo italiana rappresentata da Bergamo. Sapremo farci rispettare ancora!
Sigla.com - Internet Partner