Berghem de ura

di Luciano Pedullà

07/03/2011

La sfida Bergamo-Novara caratterizzerà la Coppa Italia di mercoledìLa sfida Bergamo-Novara caratterizzerà la Coppa Italia di mercoledì
La sfida Bergamo-Novara caratterizzerà la Coppa Italia di mercoledì
Bergamo, in testa al campionato, sfida Novara terza in classifica, realtà giovane, quest’ultima, e novità della stagione. Non sto parlando di calcio, dove le due protagoniste del campionato in serie B stanno infiammando la stagione, bensì dell’incontro che vedrà incrociare le armi mercoledì, in Coppa Italia, due storiche rivali pallavolistiche di tanti indimenticabili incontri. Nella giornata appena terminata le due compagini si sono attestate ai primi posti della classifica facendo presagire che quella di mercoledì sarà una bella e importante partita. Novara sarà ancora senza il suo condottiero Caprara, la cui squalifica è stata giustamente ridotta e terminerà con la prossima di campionato; Bergamo guarda tutti dall’alto in basso, forte anche del recupero in campo della sua leader Lo Bianco che ha giocato tutta la gara contro Pesaro. Nella partita al vertice, in terra lombarda, le marchigiane hanno lasciato a riposo Hooker, già apparsa non al top in Champions League, anche in previsione delle Final Four che la vedranno impegnata soltanto tra due settimana in Turchia. Il peso di tanti impegni, peraltro tutti condotti magistralmente fino a questo momento, con una panchina corta, ricca giustamente di giovani giocatrici, sta condizionando il regolare rendimento di questa squadra, che sta gestendo bene i riposi delle atlete più affaticate, ma che potrebbe dover fare delle scelte sugli obiettivi della stagione. Mercoledì, in Coppa Italia, affronterà Piacenza e potrebbe apparire plausibile un ulteriore turn over per la formazione Campione d’Italia che dovrà successivamente giocare 5 incontri in 10 giorni. Novara, battendo Pavia, mettendo in mostra anche le giocatrici meno impegnate nel corso di questa parte della stagione, sta dando un segnale forte alle altre squadre: nelle partite per i trofei che contano quest’anno vogliono esserci anche loro! Nel 2011 la formazione piemontese ha perso un solo incontro, proprio contro Bergamo, centrando una serie di otto successi, tra i quali spiccano le vittorie per 3 a 0 con Pesaro e Busto. I prossimi dieci giorni ci diranno qual è lo spessore di questa giovane, ma già incisiva, formazione: il doppio scontro diretto con Bergamo in Coppa Italia, inframmezzato dalla partita contro Villa Cortese a Castellanza, rappresenta un buon banco di prova ma non l’ultimo appello. Per un novarese come me è bello rivedere questa squadra nuovamente protagonista. Nelle altre due gare Busto se la vedrà con Urbino e Villa Cortese con Conegliano. Le lombarde sembrerebbero favorite dalla condizione atletica e di gioco. Conegliano senza l’apporto di Turlea, nella gara giocata domenica, è sicuramente una squadra incompleta; Urbino non ha potuto realizzare, quest’anno, una settimana piena di lavoro per gli impegni in Coppa Cev. Villa Cortese e Busto, invece sembrano in netta ripresa, rispetto al travagliato mese di Gennaio, permettendosi di alternare le registe della squadra, chi per motivi fisici e chi tattici. Ma è difficile fare pronostici questa stagione, anche se più volte ho ribadito che Villa Cortese, Pesaro e Bergamo sembrano le squadre più accreditate al banchetto finale: le out sider saranno ben liete di smentire le previsioni.
Sigla.com - Internet Partner