Bruno Da Re spiega la cessione di Kooy a Macerata

21/11/2012

il Direttore Generale di Pallavolo Modena Bruno Da Reil Direttore Generale di Pallavolo Modena Bruno Da Re
il Direttore Generale di Pallavolo Modena Bruno Da Re
“L’operazione di Kooy si è concretizzata nelle ultime ore. Quest’anno non pensavo assolutamente ad una sua cessione, lui e Celitans dovevano essere i nostri principali punti di riferimento – ha spiegato questo pomeriggio il Direttore Generale di Pallavolo Modena Bruno Da ReCredo che Dick non abbia mai accettato fino in fondo la struttura della squadra di quest’anno. Per far parte di gruppi come il nostro bisogna volerlo con tutto sé stessi e crederci fermamente. E in tutto ciò è arrivata la chiamata di Macerata che gli ha prospettato questa opportunità… La situazione non era più sostenibile. Kooy credo potrà avere molti spazi nella Lube e fare buone cose. Io glielo auguro e glielo ho anche detto facendogli pure qualche raccomandazione... Il giocatore resta di nostra proprietà e magari questi mesi serviranno proprio a capire meglio il valore di Kooy. Ne riparleremo a fine stagione. Il mercato? Il bilancio ci direbbe di stare fermi, il lato tecnico invece di fare qualcosa. Cercheremo di coniugare le due esigenze, ci stiamo guardando in giro ed è possibile che qualcosa lo si faccia. La Coppa Italia? La matematica ci dà la possibilità di conquistare ancora la qualificazione, il gioco che abbiamo espresso nelle ultime partite no. Credo che questa squadra abbia dei valori, si allena tanto e con qualità, ora deve riprendere a mostrarlo in campo alla domenica. E dobbiamo mantenere alta le componenti dell’entusiasmo e dell’agonismo. Dobbiamo fare dei punti, ci dobbiamo provare sempre e farlo con il gioco e la determinazione. Il futuro? Stiamo lavorando giorno e notte per il futuro della società. Faccio fatica a pensare Modena senza la pallavolo e la pallavolo senza Modena, certamente abbiamo bisogno di una “governance” che appunto ci garantisca il futuro”.
Sigla.com - Internet Partner