Busto Arsizio è in finale scudetto femminile, Conegliano superata al tie break in gara 2 di semifinale

21/04/2014

L'esultanza delle giocatrici di Busto ArsizioL'esultanza delle giocatrici di Busto Arsizio
L'esultanza delle giocatrici di Busto Arsizio
La Unendo Yamamay Busto Arsizio è la prima finalista dei Play Off Scudetto della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1. Al termine di una partita da favola per emozioni e intensità di gioco, le farfalle superano 18-16 al tie-break l'Imoco Volley Conegliano e chiudono la serie sul 2-0. Dopo due anni - e l'eliminazione dello scorso anno proprio in semifinale e proprio per mano delle pantere - le biancorosse tornano a giocarsi il tricolore. In attesa di contendersi il titolo con la vincente della sfida tra Rebecchi Nordmeccanica Piacenza e Igor Gorgonzola Novara (Campionesse in carica in vantaggio 1-0) è sicura per le bustocche la qualificazione alla Champions League del prossimo anno. Le pantere mettono in campo tutto l'animo possibile, recuperano da 1-2 e -4 nel quarto set e quasi sbancano il Palayamamay strapieno, ma al terzo match point cedono definitivamente e abbandonano il sogno Scudetto.
Anne Buijs, splendida protagonista di un quinto set da batticuore, è la top scorer con 25 punti e il 39% in attacco. L'olandese, insieme alla capitana Marcon (16 punti con il 40% e il solito apporto in seconda linea), trascina la squadra alla quarta vittoria consecutiva nella post-season. Valentina Arrighetti applaude la compagna: "In una serata in cui né io né Serena (Ortolani, ndr) abbiamo brillato, lei ci ha prese per mano e ci ha portato in finale. Sono felicissima per questo risultato, non abbiamo giocato al meglio ma abbiamo vinto e il resto poco importa. Non mi soffermo più su quello che non funziona in questa squadra, ma piuttosto su tutto il buono che sappiamo esprimere". L'Imoco ha 24 punti da Nikolova, ultima ad arrendersi, 18 da Fiorin e 13 con sei muri da Barazza. Impetuosi il finale di quarto set e la prima metà del tie-break (9-6 il parziale), quindi nel concitato finale ha la meglio l'ardore bustocco. Onore alle trevigiane, protagoniste - seppur non fino in fondo - di una stagione sempre al vertice.

La cronaca. La tensione è palpabile sin dall'avvio. Insolito errore in ricezione di Marcon che arma la slash di Barazza (4-6), Nikolova spedisce lungo l'attacco e consente il sorpasso bustocco sull'8-7. Sbaglia anche Gibbemeyer in fast, il secondo muro di Ortolani su Fiorin vale il 12-9 al time out tecnico. Gaspari chiede pazienza in attacco, la centrale statunitense obbedisce con due colpi vincenti. Se Lloyd e le compagne appaiono distratte in alcuni gesti tecnici, la costruzione dell'azione biancorossa è fluida: Wolosz si affida a un'esplosiva Ortolani e a Buijs (16-12). Anche in difesa le farfalle sono più intense. Muro di Barazza e fast out di Arrighetti, le pantere si riavvicinano al -3 (15-18). Parisi inserisce Sloetjes, che realizza immediatamente il 21-16. Gaspari cambia Lloyd con Bechis: due attacchi di Fiorin e l'ace di Nikolova significano 19-21. Importantissimo il mani out di Marcon dopo il volo di Leonardi. La capitana si ripete per il 23-19. Fiorin a segno, ma il diagonale di Ortolani fissa il 24-20. Attacco in rete da parte delle gialloblù e il primo set è della Unendo Yamamay.
'Cisky' Marcon è protagonista anche all'inizio del secondo set, due punti tengono avanti le farfalle 6-5. L'Imoco, spalle al muro, ingrana con Barcellini e Nikolova: l'ace della novarese scolpisce il 10-7. In situazione di vantaggio le trevigiane appaiono più sciolte e più consapevoli nelle scelte. Il muro di Fiorin sulla pipe di Marcon fa 12-8. Ortolani va larga, Nikolova trova l'incrocio delle righe per il +6. Parisi sfrutta anche il secondo time out discrezionale per risvegliare le sue atlete dall'improvviso torpore. La bulgara scuote la ricezione bustocca con l'ace del 16-9, quindi altra botta da seconda linea e 17-9. Con Ortolani la Unendo Yamamay torna a -5 (12-17). Time out gialloblù e mini parziale di 2-0 che ridà fiato alle pantere. Diagonale stretto di Barcellini per il 20-13, primo tempo appena out di Michel e 22-15. Parisi toglie la britannica e fa esordire nella serie Garzaro. Il set è compromesso, con un ace e mezzo di Barcellini l'Imoco fa 25-16 e riporta il match in parità.
Busto Arsizio aggredisce subito al rientro in campo, Buijs e Michel fissano il 4-0 in un attimo. Conegliano ha il merito di non lasciarsi stordire, la banda olandese però si scalda con una parallela e il mani out. Quando Nikolova pesta la linea (4-8), il coach delle ospiti ferma il gioco per non perdere la bussola. Non sortisce buon effetto, perché Lloyd e Gibbemeyer non s'intendono sulla fast e Wolosz mura Barcellini: il 12-4 è pesante. Gaspari prova Tirozzi per Barcellini e l'ex Pesaro, insieme a Nikolova, si riaffaccia sul -5 (8-13). Anche Fiorin passa oltre il muro e l'Imoco è viva sul 13-16. Arrighetti prova a rintuzzare la rimonta ospite con un primo tempo spinto. Tirozzi ha la palla del -2, ma l'alzata di Lloyd è complicata da gestire. Attacco out, cui seguono il tracciante di Marcon e la saetta di Arrighetti per il 20-14 che indirizza il terzo parziale verso le biancorosse. L'invasione di Barcellini e il primo tempo in rete di Barazza certificano la resa delle pantere, sotto 24-15. Un altro errore di Barcellini spedisce le farfalle a un set dalla finale: 25-17.
Nel quarto si parte punto a punto. L'Imoco non riesce a trovare continuità: invasione di Gibbemeyer e pipe in rete di Fiorin (4-6), poi attacco di Nikolova e muro di Barazza (6-6). Tirozzi, stabilmente in sestetto, è straripante sull'8-8, quindi sbaglia il servizio al salto. Di nuovo Fiorin e Barazza spediscono oltre le righe e al time out tecnico Busto Arsizio sfugge 12-9. Le biancorosse - formato Play Off - non lasciano scappare alcuna occasione e Buijs firma il +4. Sussulto gialloblù fino al -1 con il tocco in precario equilibrio di Nikolova (14-15). Pallonetto di Buijs, replicato da Tirozzi. Equilibrio a quota 17 con il mani out dell'opposta bulgara, sorpasso 19-18 con l'incomprensione in difesa tra Michel e Ortolani. Parisi mette in campo Bianchini, che con due difese strepitose favorisce il sorpasso 20-19. Pari a 20 con il muro di Fiorin. Lo spettacolo è al suo apice. Buijs si prende la responsabilità di due attacchi e non fallisce (22-20). Scambio interminabile, Fiorin sfiora le mani di Arrighetti ed è -1. L'ace di Nikolova riazzera tutto (22-22) e Parisi chiama time out. Al rientro Buijs passa sopra il muro e 23-22, le pantere si salvano con Gibbemeyer dopo una ricezione difficoltosa e di nuovo parità. Donà al servizio sul 23-23 tira fuori una mazzata che consente un contrattacco facile, non fallito da Tirozzi. Primo set point annullato dalla fast di Arrighetti (24-24). Slash di Gibbemeyer e secondo set point. Questa volta Busto non passa, altro mancino di Tirozzi e tutto rimandato al tie-break.
Si riprende dal diagonale di Buijs. Nikolova non può attaccare al meglio e Ortolani punisce per il 2-0. Arrighetti salva con il piede e poi attacca il 3-1. Nikolova scardina il muro, Fiorin con la palla nei tre metri ed è 3-3. Fiorin mura, Buijs la imita (4-4). Il livello di adrenalina è massimo, Marcon non trova le mani avversarie e concede il vantaggio alle gialloblù. Wolosz e Arrighetti fanno la frittata del -2, time out obbligato per Parisi. Piske si riscatta (5-6). Miracolo difensivo di De Gennaro e Gibbemeyer e Buijs sbaglia la pipe. Al cambio campo è addirittura +3 sul muro di Barazza su Marcon: 8-5. Tirozzi prende una botta al viso, ma c'è per il 9-6. Marcon è la più continua in prima linea, a segno anche Buijs e squadre di nuovo a contatto (8-9). Fiorin butta via una ricezione, Buijs non si fa pregare e 9-9. Uno scambio infinito e stupendo è vinto da Conegliano. L'inerzia è gialloblù, Ortolani fuori misura e 11-9 Imoco Volley. Il pallonetto di Fiorin non passa (10-11) e Parisi si gioca la carta Bianchini in battuta. De Gennaro risponde presente e Barazza trasforma il primo tempo. Buijs riporta le farfalle a -1 (11-12), Nikolova sparacchia out e pareggio 12-12. Spirito regala con il servizio, Buijs impatta con un attacco strepitoso. Il tocco di seconda di Lloyd vale il primo match point. Donà rischia il servizio e lo mette out (14-14). Michel non concretizza la slash, ma alza in bagher a Marcon che trasforma il 15-14. Prima palla per la finale, cancellata con un bolide da Tirozzi. Fast di Michel sulla riga e 16-15. Barazza può solo soffiare sul primo tempo, ma Marcon e Wolosz non ci arrivano: 16-16. Ennesimo mani out di Marcon per il 17-16 e la terza palla match. Nikolova è murata da Ortolani e il Palayamamay esplode sul 18-16. Dopo due anni è ancora Finale Scudetto.

IGOR GORGONZOLA NOVARA - REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA
Arbitri: Daniele Zucca - Graziano Gelati
Martedì sera sarà ancora grande volley rosa, con Gara-2 della sfida tra Novara e Piacenza. Diretta su Rai Sport 2 a partire dalle 20.30, telecronaca affidata come di consueto a Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta.
L'accesso della Unendo Yamamay Busto Arsizio all'ultimo atto dei Play Off determina la modifica delle date della Finale Scudetto rispetto al planning definito. Il termine ultimo della serie di finale verrà infatti spostato dal 12 al 9 maggio per consentire a Joanna Wolosz, palleggiatrice polacca delle farfalle, di rispondere alla chiamata della sua nazionale impegnata nel Torneo di Qualificazione agli Europei 2015, il cui inizio è stato improvvisamente anticipato dalla CEV a inizio marzo. In particolare, il risultato della partita tra Igor Gorgonzola e Rebecchi Nordmeccanica stabilirà la sequenza della serie:
- in caso di vittoria delle biancoblù di Caprara (e conseguente chiusura della serie sul 2-0), Gara-1 di Finale Scudetto sarà anticipata al 26 aprile, mentre le successive gare saranno previste il 30 aprile, il 3, il 6 e il 9 maggio;
- in caso di vittoria delle azzurre di Pedullà (e conseguente 1-1, con la decisiva Gara-3 di semifinale a Piacenza il 26 aprile), la Finale Scudetto si disputerà nelle date del 30 aprile, 3-5-7 e 9 maggio.

31^ Play Off Scudetto: gara 2 semifinale scudetto femminile
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3-2 (25-20, 16-25, 25-17, 24-26, 18-16)

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 12, Garzaro, Bianchini, Michel 5, Leonardi (L), Marcon 16, Spirito, Sloetjes 1, Buijs 25, Arrighetti 14, Wolosz 1. N.e. Petrucci. All. Carlo Parisi.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 3, Gibbemeyer 9, Fiorin 18, Donà, De Gennaro (L), Nikolova 24, Bechis, Barcellini 9, Tirozzi 7, Barazza 13. N.e. Daminato, Kauffeldt, Calloni. All. Marco Gaspari.
ARBITRI: Gabriele Balboni e Antonino Genna.
NOTE - Spettatori 4500, durata set: 28', 24', 27', 32', 26'; tot: 137'.

31^ Play Off Scudetto: il tabellone (in grassetto le qualificate alla Finale)
(1) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - (4) Igor Gorgonzola Novara 1-0
(2) Imoco Volley Conegliano - (6) Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-2


31^ Play Off Scudetto: il programma delle semifinali
Gara-1

Venerdì 18 aprile, ore 20.30
Imoco Volley Conegliano - Unendo Yamamay Busto Arsizio 1-3 (25-19, 17-25, 16-25, 15-25)
Sabato 19 aprile, ore 20.30
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Igor Gorgonzola Novara 3-1 (25-21, 25-21, 20-25, 25-20)

Gara-2
Lunedì 21 aprile, ore 20.30
Unendo Yamamay Busto Arsizio - Imoco Volley Conegliano 3-2 (25-20, 16-25, 25-17, 24-26, 18-16)
Martedì 22 aprile, ore 20.30
Igor Gorgonzola Novara - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza DIRETTA RAI SPORT 2

Ev. Gara-3
Sabato 26 aprile, ore 20.30
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Igor Gorgonzola Novara DIRETTA RAI SPORT 1

31^ Play Off Scudetto: la formula
Le formazioni classificate dal 1° all'8° posto al termine della Regular Season disputano i Quarti di finale, che si disputano al meglio delle due partite vinte su tre (Gara1 e l'eventuale Gara 3 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Le Semifinali si giocano al meglio delle due partite vinte su tre con la stessa successione casa-trasferta, mentre la Finale Scudetto si disputa al meglio delle tre partite vinte su cinque (Gara 1, 2 e l'eventuale Gara 5 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Inizio il 9 aprile e conclusione il 12 maggio 2014 con l’eventuale Gara 5 di Finale Scudetto.
Sigla.com - Internet Partner