Champions League maschile: vittoria per Perugia e Trento, sconfitte per Civitanova e Modena

10/02/2021

In Champions League maschile Perugia si aggiudica il derby della Pool B battendo Civitanova con un perentorio 3-0. Nella Pool B Modena perde a Varsavia al tie break. nella Pool E Trento vince in trasferta a Karlovarsko 3-1.

CEV Champions League Volley 2021 - Men - Pool B
Sir Sicoma Monini Perugia - Cucine Lube Civitanova 3-0 (25-21, 25-18, 25-21)

Sir Sicoma Monini Perugia: Ricci 6, Vernon-Evans 0, Travica 0, Ter Horst 10, Leon Venero 17, Zimmermann 0, Solè 9, Russo 0, Colaci (L), Plotnytskyi 14. N.E. Piccinelli, Biglino, Sossenheimer, Atanasijevic. All. Heynen.
Cucine Lube Civitanova: Marchisio 0, Juantorena Portuondo 10, Balaso (L), Leal Hidalgo 6, Rychlicki 7, Diamantini 0, Simon Aties 9, De Cecco 2, Anzani 3, Hadrava 0, Yant Herrera 0. N.E. Kovar, Falaschi, Larizza. All. De Giorgi.
ARBITRI: Gradinski, Makshanov. NOTE - durata set: 30', 26', 26'; tot: 82'.

Nella seconda e ultima gara della bolla di Perugia la Cucine Lube Civitanova esce sconfitta per 3-0 dal derby italiano con i padroni di casa della Sir Sicoma Monini Perugia (21-25, 18-25, 21-25) e deve dunque attendere il risultato del match di domani tra la medesima formazione umbra e i francesi del Tours per sapere se chiuderà la fase a gironi della CEV Champions League al primo o al secondo posto del Pool B (attualmente è prima con 5 vittorie in 6 partite, 15 punti, 15 set vinti e 5 persi). 
I campioni d’Europa in carica, che avevano conquistato la sicurezza della qualificazione ai quarti di finale già ieri sera, superando i francesi del Tours VB, conosceranno poi i propri avversari della fase Playoffs questo venerdì, con il sorteggio programmato in Lussemburgo alle 12.00. 
I quarti si giocheranno con gare di andata (dal 23 al 25 febbraio) e ritorno (dal 2 al 4 marzo).
La partita
Nel parziale d’apertura i padroni di casa, in campo con Ter Horst opposto e ricci al centro con Solé, recuperano per ben due volte il tentativo di fuga della Cucine Lube (da 6-10 a 10 pari, poi da 16-19 a 19 pari), per poi sferrare il colpo decisivo con la battuta di Ter Horst. Sul servizio del tedesco (e Marchisio inserito nella metà campo cuciniera per rafforzare la ricezione) arrivano infatti contrattacchi vincenti di Solé e Leon che consentono agli umbri di mettere il muso davanti trovando addirittura il break (21-19). Quindi i suoi due ace che scrivono il 23-19, chiudendo di fatto ogni discorso in favore della formazione di Heynen (finirà 25-21).
A senso unico il secondo set, nel quale i padroni di casa staccano la Lube già in avvio (7-2), per poi amministrare grazie ad un cambio palla che risulta efficace sia passando dalle bande (protagonista il solito Leon, autore di ben 7 punti) che dal centro, con Solé quasi infermabile sui primi tempi (100% su 4 attacchi). La Sir raggiunge il suo massimo vantaggio sul 21-14, al cospetto di una Cucine Lube sofferente in ricezione (35% di positività, 78% per Perugia) e stranamente poco efficace in attacco (44% contro il 68% della Sir) ad eccezione del solo Simon (5 punti, 71%). 
Finisce 25-18 per gli umbri, che dominano anche nel terzo parziale: la fuga vincente arriva come nel primo set con le battute di Ter Horst e Plotnytskyi, che dopo un muro vincente di Solé su Juantorena spediscono la Sir sul 17-12, quindi verso il 3-0. Finirà 25-21, con Leon top scorer del match a quota 18 punti (61% in attacco, 1 ace e 3 muri).

CEV Champions League Volley 2021 – Men – Pool D
Verva Warszawa Orlen Paliwa – Leo Shoes Modena 3-2 (20-25, 27-25, 22-25, 25-18, 15-10)
Verva Warszawa Orlen Paliwa: Kwolek 25, Trinidad De Haro 3, Wrona 8, Nowakowski 13, Grobelny 13, Superlak 11, Wojtaszek (L), Szalpuk 0. N.E. Kowalczyk, Krol, Ziobrowski, Kozlowski, Fornal. All. Anastasi.
Leo Shoes Modena: Estrada Mazorra 0, Petric 8, Porro 0, Stankovic 11, Grebennikov (L), Christenson 6, Karlitzek 6, Vettori 10, Buchegger 7, Mazzone 14, Lavia 12. N.E. Iannelli, Sanguinetti, Bossi. All. Giani.
ARBITRI: Akinci, Mokry. NOTE – durata set: 24′, 32′, 32′, 23', 16'; tot: 127′.

Modena parte con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Petric e Lavia, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Jenia Grebennikov.  Varsavia risponde con Kozlowski-Superlak in diagonale, al centro ci sono Nowakowski-Wrona, in banda Szapluk e Kwolek, libero Wojtaskek. L’inizio del match è punto a punto serrato con le due squadre che giocano un volley di grande qualità, 7-6. Mette il break Modena che arriva al 12-9 con un Grebbenikov superlativo. Non si fermano Christenson e compagni che spaccano il set e vanno sul 18-15. Modena chiude il set 25-20, è 1-0. Anche il secondo set è tiratissimo, 9-9 con Varsavia che tiene altissimi i giri del motore. Servono alla grande i gialli che anche col muro-difesa performano in modo importante, 21-20. Mette la freccia Varsavia che chiude 25-27 il set, è 1-1. Nel terzo set va sull’11-9 la Leo Shoes ancora trascinata da Grebennikov e Christenson. Piazza il break Modena che arriva al 16-12. Si arriva al 20-18 con Buchegger che entra al servizio per Modena. La Leo Shoes chiude il parziale 25-22, è 2-1. Il quarto set è a senso unico con Varsavia che va sul 11-17. Non si ferma Varsavia che va sul 14-20. Il quarto set si chiude 18-25, è tie-break. Varsavia vince 15-10 il set e 3-2 il match.

Moritz Karlitzek: "Domani con Roeselare dobbiamo giocare come una finale, è importante vincere per ottenere la qualificazione. Cosa è mancato questa sera? è difficile dare una lettura della partita così a caldo, domani la rivedremo e capiremo cosa non ha funzionato".

CEV Champions League Volley 2021 - Men - Pool E
Cez Karlovarsko - Trentino Itas 1-3 (22-25, 25-23, 20-25, 22-25)
Cez Karlovarsko: Fiser 0, Pfeffer (L), Tichacek 0, Balaz 0, Keemink 1, Lux 14, Vasina 7, Wilson 4, Wiese 12, Patocka 5, Rimal 0, Kocka (L), Indra 14. N.E. Houda. All. Novak.
Trentino Itas: Argenta 0, Michieletto 11, Sperotto 0, Rossini (L), Santos De Souza 13, Giannelli 5, Abdel-Aziz 20, Sosa Sierra 0, Podrascanin 5, Lisinac 14. N.E. Cortesia, Kooy, De Angelis. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Adler, Guillet. NOTE - durata set: 25', 27', 26', 27'; tot: 105'.

La cronaca del secondo match del secondo concentramento della Pool E della Main Phase di 2021 CEV Champions League, giocato questa sera alla Zeppelin CAT Halle A1 fra CEZ Karlovarsko e Trentino Itas. Lorenzetti cambia un solo effettivo dello starting six che appena ventiquattrore prima aveva regolato in tre set il Novosibirsk: Giannelli in regia, Nimir Abdel-Aziz opposto, Lucarelli e Michieletto (di nuovo titolare al posto di Kooy) in banda, Lisinac e Podrascanin al centro, Rossini libero. Il Karlovarsko risponde con Keemink al palleggio, Indra opposto, Lux e Wiese schiacciatori, Wilson e Patocka centrali, Pfeffer libero. In avvio la Trentino Itas fa subito intendere i suoi propositi, spingendo forte con battuta (ace di Lisinac), attacco (break di Michieletto) e muro (Giannelli); in pochi minuti è 7-3 per i gialloblù. Dopo il time out, i cechi si rifanno sotto con Indra scatenato a rete e dai nove metri (9-8); Lucarelli riaccelera (11-8), ma poi un paio di imprecisioni gialloblù consegnano la parità agli avversari a quota dodici. Un ace di Lux consegna il primo vantaggio del match al Karlovarsko, costringendo Lorenzetti ad interrompere il gioco (15-16). Alla ripresa, un muro di Giannelli su Wiese inverte la situazione (18-17), poi lo stesso Capitano offre un altro break point (muro su Wiese per il 20-18); il finale di set è quindi senza affanni anche perché Nimir mette a terra il pallone con continuità (23-20) e firma il 25-22 con cui le squadre vanno al cambio di campo.
Nel secondo set il Karlovarsko (che mantiene in campo Tichacek in regia) prova immediatamente a fare la voce grossa col servizio (1-4); Trento si disunisce subito, anche perché soffre in ricezione (4-9). Nimir con attacco e muro cerca di suonare la carica (8-11), ma nella parte centrale i gialloblù non riescono a ricucire lo strappo (10-15). Servono allora un muro di Lucarelli su Indra ed un ace di Michieletto per far partire la riscossa (14-16), con la Trentino Itas che piano piano risale la china (17-18 e 18-18). Nel finale però la squadra di Lorenzetti va ancora in difficoltà sul servizio di Tichacek (20-23) e sugli attacchi di Indra; i gialloblù annullano due palle set ma cadono alla terza, realizzata da Wiese: 23-25 e 1-1.
La lotta colpo su colpo prosegue anche nel terzo periodo (3-1, 6-5), poi Nimir e Lucarelli accelerano con i loro attacchi potenti (10-6). Il Karlovarsko soffre l’esuberanza gialloblù a rete e non riesce a recuperare punti nella parte centrale (13-9 e 15-10); Trento ha però il demerito di abbassare l’intensità e farsi recuperare in seguito buona parte del vantaggio (18-16); il time out di Lorenzetti schiarisce le idee ai suoi, che in seguito non concedono più nulla (23-19) e con Lisinac e Michieletto si portano sul 2-1 col punteggio di 25-20.
La Trentino Itas vuole chiudere i conti in quattro set e, dopo il cambio di campo, riparte a spron battuto, issata sul +4 (9-5) da Lucarelli. Il Karlovarsko stavolta non riesce a replicare (14-10), almeno sino al 18-14, poi si rianima anche perché Trento le concede qualcosa (18-16 e 22-21). Michieletto e Giannelli, entrambi a segno in fase di break, tolgono definitivamente le castagne dal fuoco: 25-22 e 3-1 finale. 

“Non abbiamo messo in campo la stessa determinazione che avevamo mostrato nel match di martedì con Novosibirsk - ha commentato l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti al termine del match – . Il primo set, vinto in maniera piuttosto semplice, forse non ci ha aiutato ad entrare effettivamente in partita, cosa che invece è successa dal secondo periodo quando gli avversari ci hanno messo in difficoltà anche grazie al cambio di regista. Nel terzo e nel quarto set siamo riusciti ad esprimerci nuovamente a buoni livelli, con maggiore intensità difensiva e un servizio più accorto. Siamo felici per aver chiuso il girone senza sconfitte”.
La Trentino Itas rientrerà in Italia già questa notte e riprenderà ad allenarsi solo nel weekend, dopo aver conosciuto il nome dell’avversario che affronterà nei quarti di finale della massima competizione europea. Il sorteggio è previsto per venerdì 12 febbraio alle ore 12 in Lussemburgo.
Sigla.com - Internet Partner