Chi si merita il bollino blu?

17/01/2011

Lorenzo Dallari al Convegno di ParmaLorenzo Dallari al Convegno di Parma
Lorenzo Dallari al Convegno di Parma
Parma, la suggestiva bellezza dalla Sala Consigliare, un azzeccato convegno nel quale parlare di sport a tutto tondo organizzato da Roberto Ghiretti, grande amico di vecchissima data, per tanti anni direttore generale della Lega Volley maschile e oggi attivissimo Assessore allo Sport della signorile città ducale.

VIVA LO SPORT. Si è declinato lo sport in tanti modi diversi, grazie agli interventi dei relatori coordinati dal mio amico Marco Brunelli, un ottimo dirigente innamorato di pallavolo “prestato” al calcio (è direttore generale della Lega di serie A, mica pizzaefichi…). E così si sono succeduti Maurizio Romano, l’ex segretario della Federvolley oggi direttore delle attività promozione e organizzazione periferica del Coni (“bisogna intensificare l’attività periferica dello sport per fare crescere il vertice”), Massimo Achini, Presidente dello Csi (“molti problemi dello sport di base si risolverebbero se i professionisti più pagati come i calciatori devolvessero alle società l’8 per mille”), Pietro Leonardi, ad del Parma calcio (“vogliamo diventare un modello per il calcio italiano, prestando attenzione ai più giovani e realizzando a breve una Fondazione”), il col. Enzo Parrinello, comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle con il dna pallavolistico (“ormai la gran parte delle medaglie viene dai gruppi sportivi militari, e a Vancouver abbiamo fatto il pieno: da noi gli atleti trovano condizioni ottimali per esprimersi al meglio”), Artemio Carra, vice presidente del Cusi (“l’Università deve pensare anche allo sviluppo sportivo degli studenti non solo al loro accrescimento culturale”). Il sottoscritto ha poi parlato della comunicazione dello sport e nello sport, mutuata nei vari mezzi di ieri, oggi e domani. Una bellissima giornata, che varrebbe la pena di ripetere in giro per l’Italia, vista la qualità degli interventi e le idee che sono scaturite nel corso di una mattinata viva e per nulla banale.

VERO VOLLEY. A proposito di Convegni, Alessandra Fumagalli, frizzante presidente del Vero Volley, ha organizzato un interessante incontro con gli studenti del Master Fifa il 25 gennaio 2011 presso l'Auditorium Rottapharm di Monza. Tra i relatori Aleksandar Boricic, Vice Presidente Esecutivo della FIVB,  la prof.ssa Silvia Ciairano dell'Università di Torino ("Lo sport come attività organizzata e fattore di protezione nell'adolescenza”), il prof. Alberto Minetti dell'Università degli Studi di Milano ("Valutazioni biomeccaniche e fisiologiche delle attività sportive: performance e prevenzione degli infortuni dei pallavolisti"), l'Ing. Aldo Fumagalli, Presidente Esecutivo Candy Hoover Group, la dott.ssa Stefania Nava, Responsabile area eventi
CR FIPAV Lombardia (“Pallavolo-Cultura attraverso lo Sport”), Marco Fumagalli, allenatore di CheBanca! Milano ("La programmazione di un ciclo settimanale di allenamento di una squadra di serie A”). Il tutto coordianto dal Prof. Dino Ruta, direttore del Master SDA Bocconi. Un'occasione da non perdere non solo per i pallavolisti.

BOLLINO BLU. Due provocazioni tra le tante emerse. Una di Ghiretti: “Si presta sempre maggiore attenzione alla selezione: va bene per le società professionistiche, non va bene per l’attività di quartiere e sul territorio, è troppo discriminante”. Concordo appieno. Achini: “Bisogna pensare a un bollino blu per le società sportive più meritevoli: oggi sono circa 95.000 in Italia, forse troppe, sicuramente non tutte in grado di garantire qualità al lavoro svolto”. Ri-concordo appieno, e circoscrivendo il discorso alla pallavolo mi viene spontaneo un dubbio: quante società potrebbero meritarselo, questo bollino blu? Qualcuna di certo no, anche a livello di vertice della piramide. E i nomi sono noti a tutti…

TUTTI A VERONA. Nel week end va in scena al PalaOlimpia la Final Four di Coppa Italia maschile, cui accederanno le squadre che la spunteranno nei confronti diretti in programma mercoledì sera. Una due giorni da non perdere per nulla al mondo, che domenica consentirà di assistere anche alla finale della Coppa Italia di serie A2 tra Santa Croce e Ravenna, due delle principali protagoniste di questo campionato (puntano dichiaratamente alla promozione insieme a Padova e dominano da sempre la classifica). Chi ama il volley non può mancare visita a Verona, dove il presidente della Federazione provinciale Stefano Bianchini ha pure organizzato un’interessante area commerciale nella quale potersi gustare questo sport declinato in mille modi.

TUTTI A BOLZANO. La Cev ha assegnato a Trento l’organizzazione della prossima Final Four di Champions League maschile, e la sede scelta dalla società del presidente Mosna sarà il palasport di Bolzano. Lo ha annunciato giovedì sera in diretta l’ad della Lega maschile Massimo Righi a “Top Volley”, il magazine tv gemellato a “dallarivolley.com”, lo ha ufficializzato venerdì la Cev (rendendo pure noto che la Final Four femminile si svolgerà a Istanbul). Rendo grande merito ad Adelio Pistelli, cui va la primogenitura della notizia: l’aveva infatti annunciata con insospettabile anticipo proprio su questo sito l’8 novembre (controllare per credere…), a conferma dell’indubbio fiuto di un giornalista che negli anni si è guadagnato il riconoscimento di signore delle news pallavolistiche (non solo di mercato). Bravo Adelio, un altro bellissimo colpo messo a segno!

Buon pallavolo a buon anno a tutti!

P.S. La frase scelta questa volta è di Roberto Ghiretti, espressa al Convegno di Parma: “La società moderna deve trovare la capacità di discutere dentro se stessa le proprie linee di crescita, ricordandosi conto che da soli non si va da nessuna parte”. Meditate, gente, meditate.
Sigla.com - Internet Partner