Civitanova campione d'Italia come Conegliano, Modena in Challenge Cup

25/04/2021

La Lube Civitanova ha battuto in quattro accesissime sfide di finale la Sir Safety Perugia conquistando lo scudetto e iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro del campionato per la sesta volta nella storia. Anche il titolo maschile è così stato assegnato dopo che l’Imoco Conegliano si era laureata qualche giorno prima campione d'Italia per la quarta volta chiudendo il discorso con l’Igor Novara in due sole partite di finale.

CIVITANOVA TRICOLORE. E’ finita con la Lube che ha meritatamente alzato al cielo il Trofeo Credem Banca assegnato alla squadra vincitrice dello scudetto numero 76 della storia del campionato italiano. Civitanova si è imposta 3-1 su Perugia nella decisiva quarta sfida di un avvincente epilogo tricolore, molto combattuto, durante il quale gli umbri hanno cercato di cambiare in corsa registro sostituendo Vital Heynen con il suo vice Carmine Fontana, con l’intento di tenere in campo stabilmente Aleksandar Atanasijevic (restato durante tutta la stagione inspiegabilmente in panchina): non è però bastato per contrastare la forza dei biancorossi affidati da due mesi alla guida tecnica del ct azzurro Chicco Blengini (al secondo tricolore personale), molto più completi, molto più coriacei, molto più gruppo. In una parola: molto più forti, come del resto ha dimostrato il campo, sempre inappellabile. L’ultimo atto è stato chiuso da un preziosismo di Luciano De Cecco, che ha messo terra un pregevolissimo palleggio di seconda intenzione, ma intorno al regista argentino, ex di turno più che mai molto determinato a vincere, hanno brillato Rychlicki (17 punti in gara 4), Leal (16 punti, con la conferma del suo futuro a Modena) e un grandissimo Osmany Juantorena, 17 punti e il riconoscimento di mvp. Un campione straordinario, che ci auguriamo di cuore possa essere il punto di riferimento della nazionale all’Olimpiade di Tokyo. 

SFIDA INFINITA. E’ stato questo l’ennesimo faccia a faccia tra le due squadre che hanno dominato le scene negli ultimi anni, affrontandosi in tutte le occasioni di rilievo. Si sono trovate per la quarta volta una fronte all’altra per il tricolore: 3 volte ha vinto la Lube (2017, 2019 e 2021) e una la Sir Safety (2018). Ma sono state sempre loro le protagoniste della finale della Supercoppa a Verona il 25 settembre (vittoria 3-2 per Perugia, la terza nelle ultime 4 stagioni) e in quella della Coppa Italia il 31 gennaio a Casalecchio di Reno (affermazione di Civitanova per 3-1, la terza nelle ultime due stagioni inframmezzate da due firmate dai perugini). Credo che non necessitino altri commenti. 

PLAY OFF CHALLENGE. Sarà Modena a giocare il prossimo in Challenge Cup: la squadra di Andrea Giani si è aggiudicata la finale dei play off per il 5° posto battendo l’Allianz a Milano per 3-1. Grande protagonista della vittoria degli emiliani è stato l’mvp Micah Chsristenson, che così lascia l’Italia con un grande risultato prima di trasferirsi allo Zenit Kazan in Russia. Bene anche Karlitzek con 17 punti e Vettori con 16, gli stessi messi a segno dall’altra parte della rete da Patry. Per i lombardi di Roberto Piazza è sfumata la possibilità di difendere il trofeo conquistato un mese fa contro i turchi dello Ziraat, mentre gli emiliani affronteranno questa competizione con uno squadrone rinforzato da Bruno, N’Gapeth e Leal. E’ stato dunque assegnato l’ultimo posto per l’Europa nella prossima stagione: Civitanova, Perugia e Trento disputeranno la Champions LeagueMonza sarà impegnata in Coppa Cev e Modena in Challenge Cup. Un bellissimo gruppo rappresenterà la nostra pallavolo, decisamente molto competitivo. 

TUTTI A VERONA, O QUASI. Sabato sarà il palasport scaligero ad accogliere le Superfinals di Champions League, un evento straordinario che assegnerà il trofeo più prestigioso d’Europa al maschile e al femminile. Purtroppo senza il pubblico delle grandi occasioni. In campo vedremo due squadre italiane: tra gli uomini ci sarà Trento, che affronterà i polacchi dello Zaksa guidati da Nikola Grbic (la formazione che ha eliminato Civitanova e Kazan); tra le donne Conegliano che se le vedrà con il temibile Vakifbank Istanbul allenate da Giovanni Guidetti, fresche di titolo turco dopo essersi imposto in finale sul Fenerbahce. La pallavolo italiana insegue una splendida doppietta come quella che è stata festeggiata due anni fa a Berlino grazie a Civitanova e Novara. Sognare è d’obbligo.

CONEGLIANO SUPESTAR. A difendere il nostro movimento rosa a Verona ci sarà l’Imoco Conegliano, che finora sta vivendo una stagione da antologia. Le venete di Daniele Santarelli hanno infatti già centrato tre obiettivi stagionali: dopo aver festeggiato la Supercoppa battendo in finale Busto e la Coppa Italia, piegando in finale Novara, nella finale scudetto hanno avuto ragione in due sole partite di Novara, degna co-protagonista di questa stagione. Conegliano ha confermato la sua forza incredibile, mettendo in luce tante varianti di organico e una potenza offensiva impressionante: il suo principale terminale offensivo è indiscutibilmente Paola Egonu, capace sempre di fare la differenza e anche di mettere a segno ben 47 in gara 2, festeggiando così il suo primo scudetto personale. Grazie alla forza dell’opposto azzurro, l’Italia ambisce a salire sul gradino più alto del podio in Giappone l'8 agosto.

PLAY OFF PROMOZIONE. Entrambe le semifinali vedono la situazione sul 2-0, con il vantaggio che arride a Brescia e a Taranto. I lombardi di Roberto Zambonardi dopo essersi imposti 3-2 a Bergamo, hanno piegato gli orobici di Gianluca Grazioli per 3-1 con 35 punti di un inarrestabile Bisi. I pugliesi di Vincenzo di Pinto hanno invece concesso il bis contro il sestetto di Roberto Serniotti, che dopo essere stato piegato 3-2 a Taranto è stato superato 3-1 in Piemonte grazie a 23 punti di Padura Diaz e a 19 di Simone Parodi. I giochi potrebbero definirsi in gara 3 che si giocherà domenica 2 maggio, anche se ovviamente né Bergamo né Cuneo sono intenzionate a issare bandiera bianca: l’eventuale gara 4 è in programma mercoledì 5 e la decisiva gara 5 domenica 9 maggio. Con la speranza di ritrovare nel frattempo il pubblico.

INTERVISTE LIVE SU INSTAGRAM. Noi ci vediamo ogni lunedì per parlare di pallavolo con il sorriso sulle labbra sulla mia pagina personale Instagram @dallarilorenzo. Stiamo raccontando tante storie bellissime, che poi vi riproponiamo nei giorni seguenti su dallarivolley.com. Lunedì 19 aprile saranno con noi dalle 21.00 Piero Garbelotto, presidente di Conegliano campione d’Italia, Simone Santi, grande arbitro che ha chiuso la carriera con la finale femminile, e Teodoro Fischetto, allenatore della nazionale italiana sordi. Vi aspetto: vi assicuro che ci divertiremo.

Buona pallavolo e buona vita a tutti!

Sigla.com - Internet Partner