Completamento organici A1 femminile: nessuna norma di Lega vieta il ripescaggio di Piacenza

04/07/2011

Completamento organici A1 femminile: nessuna norma di Lega vieta il ripescaggio di Piacenza
In riferimento all’articolo pubblicato in data odierna da La Cronaca ed. Piacenza dal titolo “Per la Fipav è Piacenza a essere ripescata” in merito alle richieste di iscrizione nella lista delle società di riserva per l’integrazione in Serie A1, la Lega Pallavolo Serie A Femminile tiene a precisare che in nessun regolamento della Lega Pallavolo Serie A Femminile è prevista una norma secondo la quale una società non possa essere ripescata avendo già usufruito della stessa opportunità nella stagione precedente.
L’Assemblea delle consorziate dello scorso 13 giugno ha anzi approvato, al fine di favorire il completamento degli organici, un’ulteriore modifica delle norme di ammissione ai campionati 2011/12 secondo la quale “se nessuna tra le società avente titolo presenta domanda quale riserva potranno essere iscritte al campionato di Serie A1, su proposta del CdA, altre Società appartenenti al Consorzio”.
Per quanto riguarda invece il sistema di reintegrazione quadri e ripescaggi, il vigente Regolamento Gare FIPAV all’articolo 11.4 lettera b) recita che “non possono essere ripescate, salva contraria espressa disposizione del Consiglio Federale […] le squadre retrocesse e già reintegrate la stagione precedente”.
Il punto contenuto nelle Norme generali campionati nazionali 2011-2012 cui si fa riferimento nell’articolo de La Cronaca ed. Piacenza è un’attuazione dei regolamenti federali, già in vigore anche nella passata stagione, e si riferisce solamente alle società retrocesse dai campionati di Serie B1 e B2 femminili che abbiano disputato il campionato 2010/11 con tutte atlete Under 21.
Sigla.com - Internet Partner