Conegliano campione d'Italia, Civitanova avanti su Perugia nello sprint tricolore

22/04/2021

L'Imoco Conegliano è campione d'Italia per la quarta volta nella sua storia. La squadra di Daniele Santarelli ha chiuso il discorso con l’Igor Novara in due sole partite di finale: dopo essersi imposta 3-2 in gara 2 al termine di una sfida ricca di pathos durata quasi tre ore di pallavolo-spettacolo, martedì sera è andata a violare il campo piemontese per 3-1 in gara 2. Le venete hanno così centrato il terzo obiettivo stagionale dopo aver festeggiato la Supercoppa battendo in finale Busto e la Coppa Italia, piegando in finale Novara, degna co-protagonista di questa stagione.

PLAY OFF FEMMINILI. Non c’è che dire: Conegliano ha confermato la sua forza incredibile, mettendo in luce tante varianti di organico e una potenza offensiva impressionante: il suo principale terminale offensivo è indiscutibilmente Paola Egonu, capace di mettere a segno ben 35 punti (dopo i 47 da record di sabato). Il formidabile opposto azzurro ha così meritato il riconoscimento di mvp mettendo in bacheca il suo primo scudetto personale. Per l’Imoco si tratta del quarto titolo tricolore dopo quelli conquistati nel 2016, nel 2018 e nel 2019. Il prossimo obiettivo per completare un poker incredibile è la Champions League: sabato primo maggio affronterà a Verona il VakifBank Istanbul di Giovanni Guidetti, fresco di titolo turco dopo essersi imposta in finale sul Fenerbahce. Sognare in grande a questo punto è d’obbligo.

PLAY OFF SCUDETTO MASCHILI. Interpretando il terzo atto della finale scudetto in maniera impeccabile, Civitanova si è portata avanti 2-1 nella serie che assegna il tricolore numero 76 della storia. La Lube ha espugnato con un netto 3-0 il campo di Perugia, trovando nell’mvp Leal il suo trascinatore non solo in virtù dei suoi 15 punti e del suo 71% in fase offensiva. La formazione del ct Chicco Blengini ha attaccato con il 61% di positività ottenendo anche 7 ace dal servizio, arma sempre determinante nel volley moderno “tutto fisico e botte al fulmicotone”. Dopo la grande prestazione offerta nelle Marche qualche giorno fa, che ha consentito alla Sir Safety di imporsi 3-2 pareggiando in tal modo la situazione, questa volta gli umbri di Carmine Fontana hanno sbagliato troppo: ben 26 errori (12 in battuta), non riuscendo a trovare la necessaria lucidità e continuità per contrastare i biancorossi nonostante l’utilizzo di Atanasijevic, che ha chiuso con 12 punti al pari di Leon. Sabato si gioca nelle Marche gara 4, con la Lube fermamente intenzionata a chiudere il discorso festeggiando in tal modo lo scudetto numero della sua storia. Vedremo quante risorse fisiche e mentali avrà ancora Perugia per andare alla quinta, eventuale e decisiva gara 5 programmata per martedì 27 al Palabarton.

PLAY OFF CHALLENGE. Archiviata la prima fase, è tempo di semifinali del mini-torneo che assicura l’ultimo posto per l’Europa nella prossima stagione (Civitanova, Perugia e Trento disputeranno la Champions LeagueMonza invece sarà impegnata in Coppa Cev). Piacenza e Milano hanno chiuso affiancate in vetta con 16 punti dopo aver battuto rispettivamente Ravenna per 3-1 e Vibo in trasferta per 3-0. La squadra di Lorenzo Bernardi è però prima grazie al miglior quoziente set. Terza è Verona, vincitrice di Cisterna per 3-1, e quarta Modena, capace di imporsi 3-1 su Padova. Giovedì vanno in scena le due semifinali in gara unica: alle 18.00 Piacenza-Modena e alle 19.00 Milano-Verona. Il bello viene adesso.

PLAY OFF PROMOZIONE. La prima delle due semifinali ha già regalato una grande sorpresa: Siena è stata infatti sconfitta in casa ad opera di Brescia 15-13 al tie break: nonostante 27 punti di Romanò, la squadra di Spanakis ha dovuto arrendersi a quella diZambonardi, che ha avuto 19 punti da Bisi, 16 da Esposito e 15 dall’eterno Cisolla. Anche Taranto ha faticato 5 set prima di domare Cuneo 15-13 al tie break. Dopo essersi trovato avanti 2-0, il sestetto di Vincenzo di Pinto si è aggiudicato lo sprint decisivo trovando 25 punti da Padura Diaz e 16 da Gironi. Domenica 25 va in scena gara 2 in terra lombarda e piemontese, poi gara 3 si giocherà domenica 2maggio, l’eventuale gara 4 mercoledì 5 e la decisiva gara 5 domenica 9 maggio. Con la speranza di ritrovare nel frattempo il pubblico.

INTERVISTE LIVE SU INSTAGRAM. Noi ci vediamo ogni lunedì per parlare di pallavolo con il sorriso sulle labbra sulla mia pagina personale Instagram @dallarilorenzo. Stiamo raccontando tante storie bellissime, che poi vi riproponiamo nei giorni seguenti su dallarivolley.com. Lunedì 19 aprile saranno con noi dalle 21.00 Simone Santi, grande arbitro che ha chiuso la carriera con la finale femminile, Teodoro Fischetto, allenatore della nazionale italiana sordi, e Piero Garbelotto, presidente di Conegliano. Vi aspetto: vi assicuro che ci divertiremo.

Buona pallavolo e buona vita a tutti!

Sigla.com - Internet Partner