Curiosità dalle varie sedi dei Mondiali maschili

24/09/2010

Curiosità dalle varie sedi dei Mondiali maschili
Hanno detto
ANDRAE – Andrae, martello tedesco, capitano della nazionale di Raul Lozano, ha dato un commento favorevole alla nuova formula del Mondiale, sulla quale da giorni si è aperto un dibattito: “Si può diventare campioni del Mondo anche perdendo più di una partita, ma chi ci riuscirà avrà lo stesso una grande merito, perché vuol dire che si sarà imposto in tutti gli incontri più importanti. Sono convinto che alla fine le squadre che saliranno sul podio saranno le migliori. Non mi aspetto particolari sorprese.”
AMARCORD - Raul Lozano, il coach italo-argentino che guida la Germania, proprio in Friuli ha iniziato la sua avventura da allenatore. Erano gli anni ottanta e come prima esperienza, guidò il Pordenone: “La ricorderò sempre con grande affetto - racconta lo stesso Lozano -. Fu decisamente una annata tra le più difficili per una serie di diverse problematiche, ma non dimenticherò la grande unione con la squadra, ragazzi meravigliosi come Zanzani, il povero Filipponi e tutti gli altri che mi aiutarono in quella difficile annata. Era la prima volta lontano da casa, volevo allenare e l'occasione di Pordenone era l'ideale per iniziare e capire. Ricordo le difficoltà per trovare una palestra dove allenarsi, quelle per avere sempre tutto il team a disposizioni, la società giornalmente impegnata a cercare soldi: che momenti. E poi anche e soprattutto, rivedo il risultato sportivo. Ci salvammo in A2 dopo un campionato carico di problemi e fu un traguardo ancora più bello.”

Dal Mondo
SETTE – Sette sono i giocatori della Itas Diatec Trentino (campione del mondo per club), che giocheranno il Mondiale: Andrea Bari, Emanuele Birarelli ed Andrea Sala con l’Italia; Valentin Bratoev, Matey Kaziyski e Tsvetan Sokolov con la Bulgaria; Jan Stokr per la Repubblica Ceca.
ASSENTI – La Spagna di Julio Velasco si presenta al via del Mondiale senza tre dei suoi giocatori più importanti ed esperti, il martello Israel Rodriguez ed i fratelli Falasca: Miguel Angel alzatore e Guillermo opposto)

Dalle sedi
MILANO – Tra i 10mila che assisteranno all’esordio degli azzurri nel Mediolanum Forum di Assago ci saranno anche il presidente del Coni Giovanni Petrucci ed il segretario generale dell’ente Raffaele Pagnozzi, che hanno presenziato anche allo spettacolo della serata inaugurale, che si è svolto al Piccolo Teatro.
TRIESTE - E alla fine è arrivata. La bandiera del mondiale di pallavolo ha sventolato davanti al PalaTrieste attorno alle 19 di ieri sera. Dopo un lungo tour circa quattrocento chilometri, l'ultimo tedoforo Adriano Pavlica, triestino Doc, uno dei grandi del volley di questa città ha consegnato la bandiera a Abdelhzadi Ghzali “events director” del girone F del mondiale di volley 2010. La bandiera è arrivata con puntualità quasi cronometrica se solo si guarda al suo cammino iniziato all'inizio della settimana da Pordenone, la provincia della Regione Friuli Venezia Giulia più lontana da Trieste.
MODENA - Modena darà il benvenuto al Mondiale con uno splendido spettacolo piro-musicale. Questa sera, sabato 25 settembre, al termine della partita delle 21 Australia-Portorico, andrà in scena uno spettacolo di fuochi d’artificio con accompagnamento musicale: Symphony of fire. Musica e fuoco dipingeranno il cielo di Modena!
Sigla.com - Internet Partner