Decima giornata di A1 maschile: Modena aggancia Piacenza al secondo posto, perdono Macerata e Treviso

08/11/2009

L'esultanza di Dennis e KooistraL'esultanza di Dennis e Kooistra
L'esultanza di Dennis e Kooistra
Serie A1 TIM 10a giornata
Quante sorprese. Vibo Valentia e Prisma Taranto superano Macerata e Treviso. Modena accarezza la vetta: vince a Piacenza e giovedì sera sogna nel recupero con i campioni del Mondo di Trento. In coda Forlì cresce e ferma Perugia

ESSE-TI CARILO LORETO - BRE BANCA LANNUTTI CUNEO 0-3 (19-25, 10-25, 18-25)
ESSE-TI CARILO LORETO: De Angelo Freitas 4, Marra (L), Marzola, Diachkov 9, Visentin, Vigilante 9, Belcecchi, Paoli 1, Cester 3, Shumov 4. Non entrati Dolfo. All. Moretti Luca.
BRE BANCA LANNUTTI CUNEO: Wijsmans 13, Henno (L), Parodi 10, Fortunato 8, Nikolov 16, Grbic 3, Mastrangelo 8. Non entrati Ariaudo, Nuti, Jeroncic, Peda, Patriarca, Pieri. All. Giuliani Alberto.
ARBITRI: Vittorio Sampaolo, Massimo Pessolano. NOTE - Spettatori 1200, incasso 8000, durata set: 24', 19', 22'; tot: 65'.

La Bre Banca Lannutti non lascia scampo a Loreto che ritrova Diachkov nello starting six ma smarrisce la caparbietà e la grinta delle prime uscite. Incontro praticamente senza storia, dominato sin dai primi punti dalla formazione piemontese, orchestrata impeccabilmente in cabina di regia da Nikola Grbic (premiato Mvp della gara) e devastante soprattutto nel fondamentale del muro (ben 16 quelli vincenti).

Simone Parodi (Bre Banca Lannutti Cuneo): "Abbiamo tenuto molto elevata la concentrazione perchè sapevamo che Loreto in casa è una squadra temibile. Siamo stati bravi a mantenere costante l'aggressività in tutti i fondamentali anche nella parte conclusiva dell'incontro, quando il risultato era ormai acquisito".

Luca Moretti (Esse-ti Carilo Loreto): "E' indubbiamente la nostra peggior partita di quest'anno. Non abbiamo avuto capacità di reazione di fronte alle difficoltà e la squadra si è abbattuta, perdendo subito fiducia e sbagliando anche le cose più semplici, facilitando ulteriormente il compito a Cuneo".

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA - LUBE BANCA MARCHE MACERATA 3-2 (19-25, 25-23, 25-19, 20-25, 15-11)
TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Contreras 12, Gonzalez 8, Marquez 4, Andrae 14, Saraceni, Moltò 7, Simeonov 13, Tencati 10, Barone, Cicola (L). Non entrati Cannistrà, Corvetta, Ferraro. All. Uriarte Jon.
LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lebl 15, Raymaekers 8, Cisolla 7, Paparoni 2, Vermiglio 2, Bartoletti, Fantin 1, Martino 6, Monopoli, Corsano (L), Omrcen 31. Non entrati Smerilli, Swiderski. All. De Giorgi Ferdinando.
ARBITRI: Stefano Cesare, Daniele Rapisarda. NOTE - Spettatori 1900, incasso 8700, durata set: 24', 25', 25', 26', 15'; tot: 115'.

Splendida vittoria della Tonno Callipo, ottenuta contro una corazzata del campionato, che però sul campo di Vibo Valentia ha dimostrato limiti che ha pagato a caro prezzo. Non ci fossero stati in campo Vermiglio ed Omrcen, per i marchigiani il passivo poteva essere davvero molto più pesante. Un punto è oro colato, venuto contro una squadra che ha solo mollato la presa nel quarto set dopo i primi tre giocati bene.

Fefè de Giorgi (Lube Banca Marche Macerata): "Anche oggi a Vibo abbiamo davvero giocato a sprazzi, come sta succedendo da un bel po' di tempo e questo non fa altro che penalizzarci in maniera molto pesante. Dopo un primo set giocato in quella maniera speravamo in un'altra conclusione della gara. Comunque brava alla Tonno Callipo che ci ha creduto ed ha vinto con merito".

Jon Uriarte (Tonno Callipo Vibo Valentia): "Grazie a tutti dalla squadra ai tifosi, ai nostri dirigenti. Abbiamo giocato una grandissima partita dopo una settimana intesa di lavoro. Siamo felici per quello che abbiamo fatto e per questa vittoria che ci consente di stare in alto in classifica."

COPRATLANTIDE PIACENZA - TRENKWALDER MODENA 1-3 (14-25, 22-25, 25-20, 33-35)
COPRATLANTIDE PIACENZA: Rak 2, Meoni, Marshall 18, Grassano 3, Boninfante 3, Sequeira, Zlatanov 22, Durante (L), Oivanen 2, Urnaut 14, Bjelica 6. Non entrati Mazza. All. Lorenzetti Angelo.
TRENKWALDER MODENA: Manià (L), Ciabattini (L), Kooistra 8, Dennis 21, Pagni 7, Kooy 3, Biribanti, Esko 4, Meszaros 14, Casoli 2, Diaz Mayorca 14. Non entrati Soli, Piscopo. All. Prandi Silvano.
ARBITRI: Massimo Cinti, Gianni Bartolini. NOTE - Spettatori 4000, incasso 20000, durata set: 22', 30', 26', 40'; tot: 118'.

La Trenkwalder Modena espugna il PalaBanca: 1-3. Fanno tutto bene i canarini trascinati da un'ottimo Esko e da un Diaz in grande spolvero. Piacenza non pervenuta nel primo set, è riuscita in fretta a dimenticare la debacle provando a portare la partita al tie-break dopo aver vinto il terzo set. Il quarto parziale combattutissimo però è andato nelle mani dei modenesi con un punteggio incredibile (33-35). Modena trova una vittoria importante prima di tutto per il morale perché battere i campioni in carica è sempre significativo, in secondo luogo per la classifica dato che la formazione di Prandi con i tre punti agguanta Piacenza al secondo posto.

Angelo Lorenzetti (CoprAtlantide Piacenza): "Non salvo niente della gara odierna. Oggi non abbiamo mai giocato, siamo rimasti in gara grazie solo agli errori dei nostri avversari. Abbiamo perso ancora una volta con una squadra di alta classifica. Dovremo interrogarci perché accada, staremo assieme e lavoreremo di più per superare questo problema".

Silvano Prandi (Trenkwalder Modena): "Piacenza ha giocato male, non ha avuto continuità e ci ha lasciato spazio. Io sono arrabbiato, perché sull'otto a zero nel quarto set abbiamo rimesso in gara CoprAtlantide ed in occasioni come queste quasi sempre le paghi".

ACQUA PARADISO MONZA - ARAN CUCINE ABRUZZO PINETO 3-0 (25-21, 25-22, 26-24)
ACQUA PARADISO MONZA: Rauwerdink 12, Krumins 1, Forni 9, Molteni 9, Buti 8, Travica 1, Gavotto 18, Exiga (L). Non entrati Sivula, Pesenti, Haldane, Tuominen, De Luca. All. Berruto Mauro.
ARAN CUCINE ABRUZZO PINETO: Ravellino 6, Perez Moreno 6, Roberts 12, Modica, Lampariello (L), Henrique 2, Sborgia 8, Di Franco, Ereu 12, Gradinarov 2. Non entrati Perazzolo, Armeti. All. Brutti Alessandro.
ARBITRI: Matteo Cipolla, Simone Santi. NOTE - Spettatori 820, incasso 1600, durata set: 24', 26', 28'; tot: 78'.

L'Acqua Paradiso Monza torna a vincere tra le mura amiche, battendo in soli 3 set l'Aran Cucine Abruzzo Pineto. Miglior in campo il palleggiatore Dragan Traviuca capace di centellinare ogni pallone al meglio, soprattutto gestendo con autorevolezza i suoi attaccanti. Sigillo dell'incontro a un solo punto dalla fine, 25-24, il centesimo muro in carriera di Simone Buti.

Dragan Travica (Acqua Paradiso Monza): "Questi tre punti sono molto importanti per noi, fanno bene soprattutto al morale. Abbiamo meritato di vincere, anche se non abbiamo brillato abbiamo dimostrato carattere, soprattutto nel secondo e terzo set, in cui abbiamo difeso ogni singolo punto e giocato ogni palla. Era importante vincere anche visto il risultato dell'altra volta, l'abbiamo fatto e siamo molto soddisfatti del risultato".

Emanuele Sborgia (Aran Cucine Abruzzo Pineto): "Non abbiamo fatto una brutta partita, sicuramente il risultato non ci soddisfa anche se tutto sommato penso che non abbiamo giocato male. La differenza in questo caso l'ha fatta la presenza di un giocatore in grado di essere incisivo e un punto di riferimento, a noi è mancato un faro della squadra che gestisse il gioco in tutte le fasi".

YOGA FORLì - RPA-LUIGIBACCHI.IT PERUGIA 2-3 (22-25, 25-20, 22-25, 28-26, 12-15)
YOGA FORLì: Coscione 2, Carrol 22, Popp 14, Stancu 14, Ainsworth, De Pandis (L), Casadei, Loglisci 9, Maric 21. Non entrati Mengozzi, Gjorgiev, Bianchi, Bacci. All. Molducci Piero.
RPA-LUIGIBACCHI.IT PERUGIA: Hubner, Savani 20, Cernic 18, Nemec, Botti 10, Sintini 1, Pippi (L), Lo Bianco, Stokr 23, Bovolenta 11. Non entrati Bucaioni, Ogurcak, Fanuli. All. Sartoretti Andrea.
ARBITRI: Nunzio Caltabiano, Sandro La Micela. NOTE - Spettatori 1400, incasso 6000, durata set: 25', 28', 27', 34', 17'; tot: 131'.

Partita avvincente, combattuta, mai scontata. Forlì e Perugia mettono in campo le loro armi migliori, giocando in equilibrio un match che diverte gli spettatori presenti. Alla fine vince la squadra che sbaglia qualcosa in meno, ed al cui spessore tecnico la squadra di Molducci ha risposto con la difesa e schemi sempre vari. Stokr è votato miglior giocatore, ma bene hanno fatto anche Botti e Savani. Per Forlì, ancora una prestazione significativa di Carroll, con Stancu (4 muri e 71% in attacco su 14 palloni) e De Pandis, che ha chiuso col 74% di positive (54% di perfette).

Marcus Popp (Yoga Forlì): "Abbiamo fatto un'ottima partita contro una squadra di grande spessore. Penso che dopo aver fatto punti in due gare consecutive possiamo andare a Treviso e pensare di fare anche qualcosa di buono".

Massimo Botti (Rpa-Luigibacchi Perugia): "Abbiamo vinto perché siamo stati un po' più furbi ed esperti nei momenti decisivi Ho però visto una buona Yoga, una squadra compatta che ci ha messo in difficoltà".

PRISMA TARANTO - SISLEY TREVISO 3-1 (28-26, 25-21, 21-25, 25-23)
PRISMA TARANTO: De Oliveira 19, Ricciardello (L), Cozzi 7, Moretti, Suxho 8, Westphal, Elia 3, Rodrigo Pinto 20, Abbadi 12, Spescha 3. Non entrati Candellaro, Montagna, Quartarone. All. Montagnani Paolo.
SISLEY TREVISO: Carletti, Fei 16, Horstink 16, Papi 5, Farina (L), Kohut 5, De Togni 1, Bontje 17, Maruotti 5, Garcia 2. Non entrati Sabbi, Vanin, Cuda. All. Piazza Roberto.
ARBITRI: Omero Satanassi, Roberto Boris. NOTE - Spettatori 2200, durata set: 29', 25', 25', 25'; tot: 104'.

La chiave: dire il ritorno di Rivaldo è troppo semplice. L'opposto brasiliano entra con il suo braccio destro in ogni fase finale dei set vinti dalla Prisma Taranto mettendo a terra i palloni decisivi. Il suo rientro è stato determinante ma anche quello di Elia si è fatto sentire. La squadra di Montagnani riacquista equilibrio in ogni fondamentale e sciorina una prestazione quasi perfetta nella quale ogni giocatore ha una parte di merito.

Roberto Piazza (Sisley Treviso): "La Prisma ha vinto con merito anche se nel primo set ha avuto un pizzico di fortuna. Loro hanno trovato la serata positiva dei giocatori brasiliani che hanno messo a terra i palloni più importanti. Complimenti alla Prisma che ha mostrato una grande organizzazione di gioco. La mia squadra ha giocato bene solo nel terzo bene e mi chiedo come mai ci siamo svegliati solo in quel parziale. Siamo stati slegati, a sprazzi e senza compattezza. Questo è un kappao pesante. Non abbiamo giocato da Sisley.

Cleber de Oliveira (Prisma Taranto): "Abbiamo dimostrato tutta la nostra forza, ci siamo messi alle spalle delle settimane difficili, abbiamo conquistato tre punti contro una grande squadra. Questa vittoria ci carica, ci da grande morale, sono contento per la mia prestazione e per quella dei miei compagni, ci siamo allenati tanto ed abbiamo finalmente raccolto i frutti del nostro grande lavoro davanti al nostro pubblico che si è dimostrato meraviglioso."

Itas Diatec Trentino - TURNO DI RIPOSO

Giocata Venerdì 6 Novembre 2009
MARMI LANZA VERONA - ANDREOLI LATINA 3-1 (25-19, 19-25, 25-23, 25-21)
MARMI LANZA VERONA: Latelli (L), Sottile 3, Della Lunga 3, Lasko 21, Kovar 9, Curti 4, Holt 11, Galabinov, Colaci, Kromm 16, Howard 2. Non entrati Groppi, Peslac. All. Bagnoli Bruno.
ANDREOLI LATINA: Van Den Dries, Gitto 6, Giovi (L), Snippe, Nikic 19, Fabroni 4, Vujevic 13, Spairani 8, Giombini 16. Non entrati Cortina, Saitta, Geric. All. Ricci Daniele.
ARBITRI: Fabrizio Padoan, Fabrizio Pasquali. NOTE - durata set: 23', 25', 26', 27'; tot: 101

Risultati
Marmi Lanza Verona-Andreoli Latina 3-1 (25-19, 19-25, 25-23, 25-21) 06/11/2009; Tonno Callipo Vibo Valentia-Lube Banca Marche Macerata 3-2 (19-25, 25-23, 25-19, 20-25, 15-11); CoprAtlantide Piacenza-Trenkwalder Modena 1-3 (14-25, 22-25, 25-20, 33-35); Esse-ti Carilo Loreto-Bre Banca Lannutti Cuneo 0-3 (19-25, 10-25, 18-25) Diretta Rai Sport Più; Acqua Paradiso Monza-Aran Cucine Abruzzo Pineto 3-0 (25-21, 25-22, 26-24); Yoga Forlì-RPA-LuigiBacchi.it Perugia 2-3 (22-25, 25-20, 22-25, 28-26, 12-15); Prisma Taranto-Sisley Treviso 3-1 (28-26, 25-21, 21-25, 25-23)

Recupero 9a giornata - 12/11/2009 Ore: 20.30
Itas Diatec Trentino - Trenkwalder Modena

Prossimo turno - 15/11/2009 Ore: 18.00
Lube Banca Marche Macerata-Acqua Paradiso Monza; Trenkwalder Modena-Prisma Taranto; Itas Diatec Trentino-Marmi Lanza Verona; Bre Banca Lannutti Cuneo-Tonno Callipo Vibo Valentia; Aran Cucine Abruzzo Pineto-CoprAtlantide Piacenza; Sisley Treviso-Yoga Forlì; Andreoli Latina-RPA-LuigiBacchi.it Perugia
Riposa: Esse-ti Carilo Loreto

Classifica
Itas Diatec Trentino 21, Trenkwalder Modena 19, CoprAtlantide Piacenza 19, Bre Banca Lannutti Cuneo 18, Tonno Callipo Vibo Valentia 17, Sisley Treviso 16, Lube Banca Marche Macerata 16, Marmi Lanza Verona 16, Acqua Paradiso Monza 16, RPA-LuigiBacchi.it Perugia 15, Prisma Taranto 13, Esse-ti Carilo Loreto 8, Andreoli Latina 6, Yoga Forlì 6, Aran Cucine Abruzzo Pineto 1.
Note: 1 Incontro in più: CoprAtlantide Piacenza, Tonno Callipo Vibo Valentia, Marmi Lanza Verona, Esse-ti Carilo Loreto, Andreoli Latina; 1 Incontro in meno: Itas Diatec Trentino, Trenkwalder Modena.
Sigla.com - Internet Partner