Del Monte Supercoppa maschile: Perugia raggiunge Modena in finale

01/11/2019

Risultato 2a Semifinale Del Monte® Supercoppa 2019:
Sir Safety Conad Perugia – Itas trentino 3-1
(21-25, 25-23, 25-21, 25-22)

Sir Safety Conad Perugia – Itas Trentino 3-1 (21-25, 25-23, 25-21, 25-22)
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Leon Venero 19, Russo, Atanasijevic 20, Lanza 12, Ricci 9, Burnelli (L), Podrascanin 5, Zhukouski 0, Colaci (L), Plotnytskyi 1. N.e. Hoogendoorn, Taht, Piccinelli. All. Heynen.
Itas Trentino: Giannelli 5, Kovacevic 14, Candellaro 4, Vettori 18, Russell 16, Lisinac 13, De Angelis (L), Grebennikov (L), Codarin, Cebulj 1. N.e. Daldello, Sosa Sierra, Djuric. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Rossella Piana e Alessandro Cerra. NOTE – durata set: 26′, 33′, 27′, 25′; tot: 111′. Spettatori: 4.120. Incasso 64.648 euro

La Sir Safety Conad Perugia ha battuto l’Itas Trentino 3-1 in rimonta all’Eurosuole Forum. I Block Devils giocheranno per la terza volta una Finale di Del Monte ® Supercoppa, la seconda contro la Leo Shoes Modena. La resa dei conti è in programma domani alle 18.00 con diretta su RAI Sport. Nel 2016 le due squadre si sono già trovate faccia a faccia per l’assegnazione del trofeo al PalaPanini di Modena e in quell’occasione la formazione di casa si impose al tie break in rimonta.

Anche la seconda Semifinale della giornata è stata appassionante, con una buona partecipazione costante sugli spalti degli oltre 4000 spettatori festanti, coinvolti a più riprese grazie ai giochi interattivi come Credem Schiaccia e Bongas Cam.

La partita.

Nel sestetto iniziale dei trentini Lorenzetti schiera Giannelli in diagonale con Vettori, l’MVP dell’europeo Kovacevic e l’ex Russell in posto quattro, Lisinac e Candellaro come centrali, il libero è Grebennikov mentre il coach iridato Vital Heynen manda in campo gli umbri con De Cecco in regia e Atanasijevic opposto, Leon e Lanza martelli, Ricci e Russo al centro, stante anche le non perfette condizioni di Podrascanin.

La Sir inizia bene (4-2) ma i trentini non si fanno intimorire: Giannelli, Vettori e soprattutto il turno al servizio di Russel costringono Heynen al time out (9-12). Sul 14-17 Heynen getta nella mischia Podrascanin al posto di Russo, a riavvicinare i ragazzi umbri è un ace di Leon (16-17). L’ex Russell chiude un lunghissimo scambio che dà il +4 all’Itas (16-20), vantaggio incolmabile per i perugini (21-25). Da notare i 6 muri a 1 per il sestetto del presidente Mosna.

Ace di Kovacevic per il primo break del secondo set (2-4), il pareggio è di Atanasijevic dopo un’azione lunghissima (6-6). Il punto a punto prosegue tra due squadre che giocano a colpi di sorpassi e controsorpassi fino alla parallela vincente di Vettori (16-18, time out Heynen). Lorenzetti avvicenda Russell con Cebulj proprio quando Leon spara dai nove metri la palla del 19-19. Podrascanin va a segno ancora dal servizio per il 21-20 (time out Lorenzetti). Entra Plotnitsky in battuta dopo un’interminabile interruzione per problemi sui cambi e mette a terra la palla del 24-22. Chiude un errore al servizio dell’Itas (25-23).

Anche nel terzo set c’è equilibrio pressoché totale nella prima fase (10-10): a romperlo ci pensa sempre il servizio di Leon (13-10, time out Lorenzetti) che tuttavia non scava il solco decisivo perché due magie di Kovacevic rimettono Trento in carreggiata (13-13). Altro strappo perugino con Ricci (17-13): Lorenzetti avvicenda Candellaro e Kovacevic con Codarin e Cebulj senza ottenere grandi miglioramenti. La Sir Safety Conad si porta così a condurre per 2-1 (25-21).

L’Itas è una squadra che non molla mai e così allunga subito nella quarta frazione (4-7, time out Heynen). Bastano due missili di Leon e due punti di Atanasijevic per riportare Perugia a galla (12-11, time out Lorenzetti). Il momento magico dei Block Devils non si arresta (15-11), Kovacevic lascia il posto a Cebulj. Quando Codarin mette fuori il 17-12 la partita è ormai segnata: nonostante un tentativo di recupero firmato Russell (22-19), i ragazzi di Heynen portano a casa quarto set e ingresso in Finale con l’errore al servizio dei trentini (25-22).

La grande sfida.

Domani andrà in scena un’altra battaglia sportiva. La Leo Shoes vuole la quinta Del Monte® Supercoppa dopo il successo del 1997, le due di fila alzate al cielo nel biennio 2015-2016 e il capolavoro dello scorso anno al PalaBarton contro Trento. A distanza di due stagioni, i perugini tornano a giocarsi il gradino più alto del podio nella kermesse tricolore per mettere in bacheca la seconda Supercoppa della storia dopo quella vinta proprio all’Eurosuole Forum in Finale contro Civitanova.

Il bilancio degli scontri diretti è in favore degli emiliani con 15 vittorie e 10 sconfitte. Nella passata stagione, però, i Block Devils si sono imposti nei due confronti di Regular Season, nella Semifinale di Del Monte ® Coppa Italia e nella tiratissima Serie di Semifinale Scudetto, giocata fino a Gara 5.

In campo ci saranno due ex: Kaliberda ha indossato i colori perugini nella stagione 2015/16, mentre Ivan Zaytsev ha vissuto in maglia Sir il biennio 2016-2017.

Spettatori: 4.120
Incasso 64.648 euro

Vital Heynen (allenatore Sir Safety Conad Perugia): La partita è stata vinta dai giocatori, sia quelli che sono scesi in campo dall’inizio che quelli subentrati dalla panchina come per esempio Plotnitsky, autore di un ace sul 23-22 del terzo set. Abbiamo parlato tanto in questi giorni per acquisire una mentalità vincente e passo dopo passo siamo entrati in partita dopo aver perso il primo set proprio grazie a questa modo di pensare ”.
Filippo Lanza (Sir Safety Conad Perugia): “E’ stata un’altra Sir rispetto a quella vista nelle settimane scorse: nel primo set Trento ci ha messo in grande difficoltà con la battuta, ma noi siamo stati bravi a rimanere attaccati alla partita senza guardare il risultato. Poi, anche quando tenevamo palla staccata da rete, stasera c’erano due terminali offensivi come Bata e Leon che hanno fatto la differenza”.

Angelo Lorenzetti: (allenatore Itas Trentino): L’approccio al match era stato buono, poi ci siamo persi per strada ma senza smettere di lottare. Da parte nostra c’è stato un serio tentativo di recuperare anche l’ultimo set, nonostante il divario, e ci siamo andati vicino. A caldo posso dire che certe cose le sappiamo fare bene, ma serve continuità e dobbiamo saper invertire l’inerzia dei match nelle fasi negative ”.
Lorenzo Codarin (Itas Trentino): Tenevamo molto al match. Siamo partiti alla grande, poi il nostro livello di gioco è calato mentre i nostri avversari hanno alzato il ritmo. I parziali sono stati tutti combattuti e di questo vado fiero perché i nostri tifosi ci hanno visto lottare fino all’ultimo pallone. Dal punto di vista personale la fiducia di tecnico e società mi danno forza e stimoli per lavorare sodo e migliorare in vista dei prossimi impegni. Vogliamo dare tutti un contributo importante ”.

Nell’area media del sito www.legavolley.it sono disponibili le gallery dell’evento.

Gli arbitri designati delle Finale di domani
In occasione della Finalissima di Del Monte® Supercoppa in programma domani, sabato 2 novembre, ecco gli arbitri designati:
1° arbitro: Marco ZAVATER
2° arbitro: Daniele RAPISARDA
3° arbitro: Alessandro CERRA

Del Monte® Supercoppa – Finale
Sabato 2 novembre 2019, ore 18.00

Sir Safety Conad Perugia – Leo Shoes Modena Diretta RAI Sport
Diretta streaming su raiplay.it

Sigla.com - Internet Partner