Domenica al via lo spettacolo dei Mondiali, a Roma ore 19.30 su Rai 2 Italia-Giappone. Tutte le info sull'evento

08/09/2018

Domenica al via lo spettacolo dei Mondiali, a Roma ore 19.30 su Rai 2 Italia-Giappone. Tutte le info sull'evento
Roma. Mancano appena due giorni all’esordio della Nazionale Maschile nei Campionati del Mondo.
I ragazzi di Gianlorenzo Blengini dopo l’ultimo test match giocato a Siena ieri nel tardo pomeriggio, sono a Roma dove domenica sera alle ore 19.30 affronteranno il Giappone nell’ouverture del grande evento atteso dal pubblico pallavolistico e non solo di tutto il mondo.
La formazione tricolore e quella nipponica avranno quindi la possibilità di essere protagoniste di uno spettacolo che si preannuncia unico, in una cornice di pubblico meravigliosa con il Foro Italico che ha fatto registrare il sold out già molti mesi fa.
Per tutti coloro che non sono riusciti ad acquistare il prezioso tagliando sarà comunque possibile vedere il match in diretta su Rai 2 con la tv di stato che garantirà un’ampia visibilità alla rassegna iridata.
MEDIA MEETING - In attesa di scendere in campo il CT Gianlorenzo Blengini e il capitano azzurro Ivan Zaytsev domani alle ore 14, assieme all’allenatore e al capitano della Nazionale del Sol Levante incontreranno i media presso il Courtyard Rome Central Park Via Giuseppe Moscati 7, 00168
(Maps)

Campionato del Mondo di Pallavolo Maschile
Italia- Bulgaria 2018
9 - 30 settembre
Cartella Stampa a cura dell’Ufficio Stampa Fipav
 
Campionato del Mondo di Pallavolo maschile, Italia-Bulgaria2018
La XIX edizione del Campionato del Mondo maschile inizierà ufficialmente il 9 settembre 2018, quando nello splendido scenario del Foro Italico di Roma si giocherà la partita inaugurale tra Italia e Giappone (ore 19.30).   
Dopo il match di apertura gli azzurri di GianlorenzoBlengini si sposteranno a Firenze, sede di gioco della Pool A. Nel capoluogo toscano Giannelli e compagni troveranno sulla propria strada Rep.Dominicana, Belgio, Argentina e Slovenia. Per l’Italia sarà fondamentale raccogliere nella prima fase il maggior numero di vittorie e punti, considerando che nella pool successiva le squadre si porteranno dietro il risultato di ogni gara disputata. 
Presentarsi a Milano con un’ottima classifica significherebbe avere più chances di superare un girone che si preannuncia molto combattuto.           
Dopo la seconda fase solo sei squadre rimarranno in corsa per aggiudicarsi una medaglia e il teatro delle sfide decisive sarà Torino.  
L’edizione del 2018 presenta una peculiarità, rispetto alle precedenti edizioni per la prima volta nella storia un Mondiale di pallavolo sarà co-organizzato da due differenti paesi: Italia e Bulgaria. Una formula che con il passare degli anni sembra prendere sempre più campo, anche in altre discipline sportive.       
Per l’Italia si tratta del terzo Mondiale maschile ospitato in casa, dopo la rassegna iridata del 1978, passata alla storia con il nome di “Gabbiano d’Argento” e quella più recente del 2010.      

Gli azzurri per il Mondiale
Palleggiatori: Michele Baranowicz, Simone Giannelli.
Centrali: Davide Candellaro, Daniele Mazzone, Enrico Cester, Simone Anzani.
Martelli/Opposti: Ivan Zaytsev, OsmanyJuantorena, Filippo Lanza, Gabriele Nelli, Luigi Randazzo, Gabriele Maruotti.
Liberi: Massimo Colaci, Salvatore Rossini.
Lo staff della Nazionale Italiana
Allenatore: GianlorenzoBlengini
Vice allenatore: Antonio Valentini
Assistente allenatore: Francesco Mattioli
Preparatore atletico: Alberto Di Mario
Medico: Piero Benelli
Fisioterapista: Davide Lama
Assistente fisioterapista: Gabriele Cavalieri
Scoutman: Matteo Morando
Videoman: Fabio Dalla Fina
Team manager: Stefano Sciascia

La formula di Italia - Bulgaria 2018
Prima fase - Le 24 squadre classificate verranno suddivise in quattro pool da 6 squadre (due si giocheranno in Italia e due in Bulgaria), che si disputeranno con il round robin (60 match complessivi).
Al termine della prima fase la 5a e la 6a classificata di ogni raggruppamento verranno eliminate.
Le prime quattro di ogni girone accederanno alla seconda fase conservando le vittorie e i punti conquistati in tutti e cinque gli incontri disputati.       
Sedi prima fase: gara di apertura in Italia a Roma, in Bulgaria a Varna, pool A a Firenze, pool B a Ruse, pool C a Bari, pool D a Varna.    
Trasferimenti e riposo (19 e 20 settembre 2018)          
Seconda fase - Le sedici squadre rimaste in gara verranno suddivise in quattro pool (2 si giocheranno in Italia e 2 in Bulgaria) da quattro squadre, che si disputeranno con il round robin (24 match complessivi).           
La suddivisione nelle singole pool avverrà secondo la seguente griglia:
Pool E (Milano) - 1A 2B 3C 4D      
Pool F (Bologna) - 1B 2A 3A 4C   
Pool G (Sofia) - 1C 2D 3D 4B        
Pool H (Varna) - 1D 2C 3B 4A      
Sedi seconda fase: Milano, Bologna, Sofia, Varna.   
Nel caso l’Italia si classifichi al 1° o al 2° o al 3° posto nella prima fase giocherà a Milano. Nel caso la Bulgaria si classifichi al 1° o al 2° o al 3° posto nella prima fase giocherà a Sofia.
Alla conclusione degli incontri verranno stilate delle classifiche delle quattro pool, che terranno conto delle vittorie e dei punti conquistati da ogni singola squadra nella prima e nella seconda fase.     
Le quattro vincitrici delle pool della seconda fase accederanno alla terza fase, insieme alla migliore delle seconde dei raggruppamenti giocati in Italia ed alla migliore delle seconde dei raggruppamenti giocati in Bulgaria. 
Trasferimenti e riposo (24 e 25 settembre 2018)          
Terza fase - Le sei squadre rimaste in lizza verranno suddivise tramite sorteggio in due pool da 3 squadre che si disputeranno con il round robin (6 match complessivi).   
Le prime due di ciascuna pool accederanno alla quarta fase.    
Sede terza fase: Torino.    
Quarta fase - Le quattro squadre rimaste gara si affronteranno nelle classiche semifinali incrociate e nelle finali per la medaglia di bronzo e per il titolo Mondiale.        
Sede quarta fase: Torino.

Il Calendario del Mondiale
Prima fase (9-18 settembre)
Pool A ( Firenze,  Incontro inaugurale a Roma): Italia, Giappone, Rep.Dominicana, Belgio, Argentina, Slovenia.
Pool B (Ruse): Olanda, Canada, Brasile, Egitto, Francia, Cina.
Pool C (Bari): Camerun, Tunisia, Australia, Russia, Stati Uniti, Serbia.
Pool D (Varna): Bulgaria, Finlandia, Iran, Porto Rico, Cuba, Polonia.
Seconda Fase a 16 squadre (21-23 settembre)
Terza Fase a 6 squadre(26-28 settembre)
Semifinali e Finali (29-30 settembre)
Le gare della prima Fase
Pool A (Firenze, incontro inaugurale a Roma)
9 settembre 2018 (a Roma): ore 19.30 Italia-Giappone.        
12 settembre 2018: ore 17 Dominicana-Slovenia; ore 20.30 Belgio-Argentina.   
13 settembre 2018: ore 17 Dominicana-Giappone; ore 21.15 Italia-Belgio.Riposano
Argentina e Slovenia.       
14 settembre 2018: ore 17 Argentina-Dominicana; ore 20.30 Giappone-Slovenia. Riposano Italia e Belgio.          
15 settembre 2018: ore 17 Belgio-Slovenia; ore 21.15 Italia-Argentina. Riposano Giappone e Dominicana.
16 settembre2018: ore 17 Giappone-Belgio; ore 21.15 Dominicana-Italia. RiposanoArgentina e Slovenia.                       
17 settembre 2018: ore 17 Belgio-Dominicana; ore 20.30 Argentina-Slovenia. Riposano Giappone e Italia. 
18 settembre 2018: ore 17 Giappone-Argentina; ore 21.15 Italia-Slovenia. Riposano Belgio e Dominicana.
Pool B (Ruse)
12 settembre 2018: ore 14 Olanda-Canada; ore 17 Brasile-Egitto; ore 20.30 Francia-Cina.
13 settembre 2018: ore 17 Egitto-Canada; ore 20.30 Brasile-Francia. Riposano Olanda e Cina.
14 settembre 2018: ore 17 Cina-Olanda; ore 20.30 Francia-Egitto. Riposano Brasile e Canada.
15 settembre 2018: ore 17 Canada-Cina; ore 20.30 Olanda-Brasile. Riposano Francia ed Egitto.
16 settembre 2018: ore 17 Cina-Egitto; ore 20.30 Olanda-Francia. Riposano Brasile e Canada.
17 settembre 2018: ore 17 Egitto-Olanda; ore 20.30 Brasile-Canada. Riposano Cina e Francia.
18 settembre 2018: ore 17 Cina-Brasile; ore 20.30 Canada-Francia. Riposano Egitto ed Olanda.

Pool C (Bari)
12 settembre 2018: ore 14 Camerun-Tunisia; ore 17 Australia-Russia; ore 20.30 Stati Uniti-Serbia.
13 settembre 2018: ore 17 Australia-Stati Uniti; ore 20.30 Camerun-Serbia. Riposano Russia e Tunisia.
14 settembre 2018: ore 17 Australia-Camerun; ore 20.30 Russia-Tunisia. Riposano Stati Uniti e Serbia.
15 settembre 2018: ore 17 Serbia-Tunisia; ore 20.30 Stati Uniti-Russia. Riposano Australia e Camerun.
16 settembre 2018: ore 17 Camerun-Stati Uniti; ore 20.30 Serbia-Australia. Riposano Russia e Tunisia.
17 settembre 2018: ore 17 Russia-Camerun; ore 20.30 Australia-Tunisia. Riposano Stati Uniti e Serbia.
18 settembre 2018: ore 17 Stati Uniti-Tunisia; ore 20.30 Serbia-Russia. Riposano Australia e Camerun.
Pool D (Varna)
9 settembre 2018: ore 19.30 Bulgaria-Finlandia.
12 settembre 2018: ore 17 Iran-Porto Rico; ore 20.30 Cuba-Polonia.
13 settembre 2018: ore 17 Porto Rico-Polonia; ore 20.30 Iran-Bulgaria. Riposano Cuba e Finlandia.
14 settembre 2018: ore 17 Finlandia-Cuba; ore 20.30 Bulgaria-Porto Rico. Riposano Polonia ed Iran.
15 settembre 2018: ore 17 Cuba-Iran; ore 20.30 Polonia-Finlandia. Riposano Bulgaria e Porto Rico.
16 settembre 2018: ore 17 Porto Rico-Finlandia; ore 20.30 Cuba-Bulgaria. Riposano Iran e Polonia.
17 settembre 2018: ore 17 Cuba-Porto Rico; ore 20.30 Iran-Polonia. Riposano Bulgaria e Finlandia.
18 settembre 2018: ore 17 Finlandia-Iran; ore 20.30 Bulgaria-Polonia. Riposano Cuba e Porto Rico.

Il calendario della seconda Fase italiana
Pool E (Milano) *
21 settembre 2018: ore 17 2B - 3C; ore 21.15 1A - 4D
22 settembre 2018: ore 17 2B - 4D; ore 21.15 3C - 1A
23 settembre 2018: ore 17 3C - 4D; ore 21.15 3C - 1A
* Se l’Italia nella prima fase chiuderà al 1° posto la Pool A, la Pool E si giocherà a Milano.
In caso l’Italia si classifichi al 2° o 3° posto della Pool A, la Pool E si disputerà a Bologna.
L’orario di gioco degli azzurrini sarà sempre alle 21.15.
Pool F (Bologna) *
21 settembre 2018: ore 17 1B - 4C; ore 20.30 2A - 3A
22 settembre 2018: ore 17 4C - 2A; ore 20.30 3A - 1B
23 settembre 2018: ore 17 3A - 4C; ore 20.30 2A - 1B
* Se l’Italia nella prima fase chiuderà al 1° posto la Pool A, la Pool F si giocherà a Bologna.
In caso l’Italia si classifichi al 2° o 3° posto della Pool A, la Pool F si disputerà a Milano.
L’orario di gioco degli azzurrini sarà sempre alle 21.15.

Il tecnico azzurro Gianlorenzo Blengini
Nato a Torino il 29 dicembre 1971 ha iniziato la carriera d’allenatore nelle giovanili dello Sporting Parella Torino e in seguito di Cuneo, per poi svolgere in A2 e A1 il ruolo di vice allenatore al fianco di Mauro Berruto (Pallavolo Torino, Piacenza e Montichiari) e di Julio Velasco (Piacenza, Modena e Montichiari).
Nel 2009-2010 ha debuttato come primo allenatore in A2 alla Lupi Pallavolo Santa Croce, vincendo la stagione seguente la Coppa Italia di categoria. Al 2011-2012 risale il suo passaggio alla Callipo Sport di Vibo Valentia mentre nel 2014-2015 è stato protagonista di un ottimo campionato con la Top Volley Latina, guidata a una storica semifinale scudetto. Dal 2015 è stato alla guida della Cucine Lube Civitanova con la quale nel 2016 ha conquistato Coppa Italia e lo scudetto.   
Nell’agosto 2015 è stato nominato CT della Nazionale Italiana maschile e ha guidato la squadra alla conquista della medaglia d’argento nella World Cup, risultato che ha permesso all’Italia di qualificarsi ai Giochi Olimpici di Rio 2016. La stagione internazionale si è poi conclusa con la medaglia di bronzo nei Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria.
Il 2016 è iniziato con la World League, in cui l'Italia ha raggiunto la FinalSix classificandosi al quarto posto. Ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro ha condotto gli azzurri ad una splendida medaglia d’argento, la seconda nella storia del volley italiano.          
La stagione internazionale 2017 è stata caratterizzata da una World League non proprio brillante conclusa con un 12esimo posto; successivamente nei Campionati Europei l’Italia si è piazzata quinta per poi salire sul podio della Grand Champions Cup dove Blengini e i suoi ragazzi hanno conquistato la medaglia d’argento.        
Nel 2018 il tecnico torinese alla guida della Nazionale Italiana ha partecipato alla prima edizione della Volleyball Nations League piazzandosi all’ottava posizione.
GianlorenzoBlengini sulla panchina azzurra
Esordio: Trento, amichevole, 27/08/15 Italia - Argentina 3-0
Gare totali: 91
Vittorie: 57
Sconfitte: 34
Percentuali vittorie:62,6%
Palmarès con gli azzurri:
2017: Argento Grand Champions Cup
2016: Argento Giochi Olimpici Rio 2016
2015: Argento World Cup
2015: Bronzo Campionati Europei

I 14 azzurri in campo al Mondiale (Dati aggiornati al 7 settembre 2018)
N.1 Davide Candellaro: Nato a Padova, il 7 giugno 1989. Altezza 200 cm. Centrale. Gioca nella Diatec Trentino. 26 presenze in Nazionale. Esordio il 17 maggio 2016 a Cavalese Italia - Australia 2-3.
N.2 Luigi Randazzo: Nato a Catania, il 30 aprile 1994. Altezza 198 cm. Schiacciatore. Gioca nella Kioene Padova. 73 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia di bronzo nella World League 2014. Esordio il 23 maggio 2014 Jaraguà Do Sul(Brasile), Brasile - Italia 1-3.
N.4 Michele Baranowicz: Nato a Mondovì (CN), il 5 agosto 1989. Altezza 195 cm. Palleggiatore. Svincolato. 79 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia di bronzo nella FIVB Grand Champions Cup 2013. Esordio il 27 maggio 2011 a Lione Francia-Italia 0-3.
N.5 OsmanyJuantorena: Nato a Santiago de Cuba (CUBA), il 12 agosto 1985. Altezza 200 cm. Schiacciatore. Gioca nella Cucine Lube Civitanova. 50 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d'argento alla World Cup 2015, conquistando l'accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Qualche settimana dopo ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria. Ai Giochi Olimpici di Rio ha conquistato la medaglia d'argento. Esordio il 27 agosto 2015 a Trento, Italia-Argentina 3-0.
N.6 Simone Giannelli: Nato a Bolzano, il 9 agosto 1996. Altezza 199 cm. Palleggiatore. Gioca nella Diatec Trentino. 98 presenze in Nazionale. In azzurro ha conquistato la medaglia d'argento alla World Cup 2015, e di conseguenza l'accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Qualche settimana più tardi ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria. Ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro è stato tra i protagonisti della splendida medaglia d’Argento ottenuta dagli azzurri. Esordio il 29 maggio 2015 ad Adelaide Italia - Australia 1-3.
N.7 Salvatore Rossini: Nato a Formia (LT), il 13 luglio 1986. Altezza 184 cm. Libero. Gioca nell’ Azimut Modena. 132 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia di bronzo nella World League 2013, la medaglia d’argento ai Campionati Europei 2013 e la medaglia di bronzo nella FIVB Grand Champions Cup 2013. Ha inoltre conquistato la medaglia di bronzo nella World League 2014, e nei Campionati Europei 2015, mentre ha conquistato la medaglia d’argento nella World Cup 2015.  Ai giochi Olimpici di Rio è stato tra i protagonisti della splendida medaglia d’Argento ottenuta dagli azzurri. Esordio il 16 giugno 2012 a Lione Francia-Italia 3-1.
N.8 Daniele Mazzone: Nato a Chieri (TO), il 4 giugno 1992. Altezza 207 cm. Centrale. Gioca nell’Azimut Modena. 42 presenze in Nazionale. In maglia azzurra ha vinto la medaglia di bronzo nella World League 2013 e la medaglia d’argento ai Campionati Europei 2013. Esordio il 7 settembre 2013 a Cavalese, Italia-Slovacchia 3-0.

N.9 Ivan Zaytsev: Nato a Spoleto (PG), il 2 ottobre 1988. Altezza 202 cm. Opposto. Gioca nell’ Azimut Modena. 207 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto i Giochi del Mediterraneo 2009 a Pescara, la medaglia d'argento ai Campionati Europei del 2011, la medaglia di bronzo nella World League 2013, la medaglia d'argento ai Campionati Europei 2013, la medaglia di bronzo nella FIVB Grand Champions Cup 2013, la medaglia di bronzo nella World League 2014, la medaglia d'argento nella World Cup 2015 e la medaglia di bronzo ai Campionati Europei 2015. Ai Giochi Olimpici di Rio ha conquistato la medaglia d'argento. Esordio il 21 maggio 2010 ad Ankara Italia - Bielorussia 3-1.
N.10 Filippo Lanza: Nato a Zevio (VR), il 3 marzo 1991. Altezza 196 cm. Schiacciatore. Gioca nella Sir Safety Conad Perugia. 139 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto i Giochi del Mediterraneo 2013 a Mersin, la medaglia di bronzo nella World League 2013, la medaglia d’argento ai Campionati Europei 2013, la medaglia di bronzo nella FIVB Grand Champions Cup 2013 e la medaglia di bronzo nella World League 2014. Nel 2015 ha conquistato la medaglia d'argento alla World Cup 2015, conquistando l'accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Qualche settimana più tardi ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria. Ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro è stato tra i protagonisti della splendida medaglia d’Argento ottenuta dagli azzurri. Esordio il 15 giugno 2012 Lione Italia - Stati Uniti 0-3.
N.12 Enrico Cester: Nato a Motta di Livenza (TV), il 16 marzo 1988. Altezza 204 cm. Centrale. Gioca nella Cucine Lube Civitanova. 44presenze in Nazionale. Esordio il 15 giugno 2012 a Lione, Italia-Usa 0-3.
N.13 Massimo Colaci: Nato a Gagliano del Capo (LE), il 21 febbraio 1985. Altezza 180 cm. Libero. Gioca nella Sir Safety Conad Perugia. 109 presenze in Nazionale. Nel 2015 ha conquistato la medaglia d'argento alla World Cup 2015, conquistando l'accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Qualche settimana più tardi ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria. Ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro è stato tra i protagonisti della splendida medaglia d’Argento ottenuta dagli azzurri. Esordio il 13 giugno 2014 a Katowice Polonia - Italia 3-2.
N.15 Gabriele Maruotti: Nato a Fiumicino (RM), il 25 marzo 1988. Altezza 194 cm. Schiacciatore. Giocanell’Emma Villas Siena. 95 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto i Giochi del Mediterraneo 2009 a Pescara e la medaglia d’argento agli Europei 2011. Esordio il 15 maggio 2009 a Mantova Italia - Slovacchia 2-3.
N.17 Simone Anzani: Nato a Como, il 24 febbraio 1992. Altezza 203 cm. Centrale. Gioca nella Azimut Modena. 79 presenze in Nazionale. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 e la medaglia di bronzo nella World League 2014. Nel 2015 ha conquistato la medaglia d'argento alla World Cup 2015, conquistando l'accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Qualche settimana più tardi ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei disputati in Italia e Bulgaria. Esordio il 20 giugno 2014 a Teheran, Iran-Italia 3-0.
N.20 Gabriele Nelli: Nato a Lucca, il 4 dicembre 1993. Altezza 208 cm. Opposto. Gioca nella Diatec Trentino.30 presenze in Nazionale. Esordio il 14 giugno 2015 a Baku, Slovacchia-Italia3-1.
 
Le partecipazioni degli azzurri ai Campionati del Mondo
2 partecipazioni: Ivan Zaytsev (2010 Italia, 2014 Polonia).     
1 partecipazione: Salvatore Rossini (2014, Polonia), Filippo Lanza (2014, Polonia), Michele Baranowicz (2014, Polonia), Simone Anzani (2014, Polonia), Massimo Colaci (2014, Polonia).           
Il Palinsesto Tv Rai della prima fase
DIRETTE
9/9
: ore 19 su RaiDue Italia-Giappone (Roma)           
12/9: ore 20.20 su RaiSport + HD Belgio-Argentina (Firenze) 
13/9: ore 16.45 su RaiSport + HD Australia-Stati Uniti (Bari); ore 21 su RaiDue Italia-Belgio (Firenze)
14/9: ore 16.50 su RaiSport + HD Argentina-Rep. Dominicana (Firenze); ore 20.20 su RaiSport + HD Giappone-Slovenia (Firenze)      
15/9: ore 16.50 Belgio-Slovenia su RaiSport + HD (Firenze); ore21 su RaiDue Italia-Argentina (Firenze)           
16/9: ore16.50 su RaiSport + HD Giappone-Belgio (Firenze); ore 21 su RaiDue Italia-Rep. Dominicana (Firenze)        
17/9: ore 16.50 su RaiSport + HD Russia-Camerun (Bari)        
18/9: ore 16.50 su RaiSport + HD Canada-Francia (Ruse); ore 21 su RaiDue Italia-Slovenia (Firenze)
*L’orario indicato si riferisce al collegamento televisivo
DIFFERITE
13/9:
ore 00.20 su RaiSport + HD Cuba-Polonia (ore 20.30 del 12, Varna); ore 11 su RaiSport+ HD Stati-Uniti-Serbia (ore 20.30 del12, Bari)
14/9: ore 00.15 su RaiSport + HD Brasile-Francia (ore 20.30 del 13, Ruse)
15/9: ore 00.20 su RaiSport + HD Finlandia-Cuba (ore 17 del 14 a Varna)
16/9: ore 00.15 su RaiSport +HD  Stati Uniti-Russia (ore 20.30 del 15, Bari)
17/9 ore 00.15 su RaiSport + HD Serbia-Australia (ore 20.30 del 16, Bari) 

Il bilancio dell’Italia contro le squadre del Mondiale
Argentina: 49 totali, 35 vittorie, 14 sconfitte.
Australia: 27 totali, 23 vittorie, 4 sconfitte.
Belgio: 36 totali, 27 vittorie, 9 sconfitte.
Brasile: 90 totali, 36 vittorie, 54 sconfitte.
Bulgaria: 81 totali, 44 vittorie, 37 sconfitte.
Camerun: 2 vittorie.
Canada: 26 totali, 23 vittorie, 3 sconfitte.
Cina: 66 totali, 55 vittorie, 11 sconfitte.
Cuba: 89 totali, 44 vittorie, 45 sconfitte.
Egitto: 15 totali, 14 vittorie, 1 sconfitta.
Finlandia: 36 totali, 31 vittorie, 5 sconfitte.
Francia: 140 totali, 75 vittorie, 65 sconfitte.
Giappone: 52 totali, 34 vittorie, 18 sconfitte.
Iran: 20 totali, 14 vittorie, 6 sconfitte.
Olanda: 112 totali, 76 vittorie, 36 sconfitte.
Polonia: 75 totali, 31 vittorie, 44 sconfitte.
Porto Rico: 4 totali, 3 vittorie, 1 sconfitta.
Rep. Dominicana: 1 vittoria.
Russia: 62 totali, 28 vittorie, 34 sconfitte.
Serbia: 32 totali, 18 vittorie, 14 sconfitte. 
Slovenia: 3 totali, 1 vittoria, 2 sconfitte.
Stati Uniti: 83 totali, 48 vittorie, 35 sconfitte.
Tunisia: 16 vittorie.
 
L'albo d'oro del Campionato Mondiale
Nelle precedenti sedici edizioni l’Italia ha ottenuto quattro medaglie: tre ori (1990, 1994, 1998) e un argento (1978).

1949  Praga  1.U.R.S.S.  2.Cecoslovacchia  3.Bulgaria  8.Italia
1952  Mosca  1.U.R.S.S.  2.Cecoslovacchia  3.Bulgaria
1956  Parigi  1.Cecoslovacchia  2.Romania  3.U.R.S.S.  14.Italia
1960  Rio de Janeiro  1.U.R.S.S.  2.Cecoslovacchia  3.Romania
1962  Mosca  1.U.R.S.S. 2.Cecoslovacchia  3.Romania  14.Italia
1966  Praga  1.Cecoslovacchia  2.Romania  3.U.R.S.S.  16.Italia
1970  Sofia  1.Germania Est  2.Bulgaria  3.Giappone  15.Italia
1974  Città del Messico  1.Polonia  2.U.R.S.S.  3.Giappone  19.Italia
1978  Roma  1.U.R.S.S.  2.Italia3.Cuba
1982  Buenos Aires  1.U.R.S.S.  2.Brasile  3.Argentina  14.Italia
1986  Parigi  1.U.S.A. 2.U.R.S.S.  3.Bulgaria  11.Italia
1990  Rio de Janeiro1.Italia  2.Cuba  3.U.R.S.S.
1994  Atene  1.Italia 2.Olanda  3.U.S.A.
1998  Tokyo  1.Italia  2.Jugoslavia  3.Cuba
2002  Buenos Aires 1.Brasile 2.Russia 3.Francia 5.Italia
2006 Tokyo 1.Brasile 2.Polonia 3.Bulgaria 5.Italia
2010 Roma 1.Brasile 2.Cuba 3.Serbia 4.Italia
2014 Varsavia 1.Polonia 2.Brasile 3.Germania 13.Italia
Sigla.com - Internet Partner