Domenica scatta gara 1 della finale scudetto femminile: tutto esaurito al Palaverde

03/05/2013

La gioia delle giocatrici di Conegliano per la conquista della finale scudettoLa gioia delle giocatrici di Conegliano per la conquista della finale scudetto
La gioia delle giocatrici di Conegliano per la conquista della finale scudetto
E' tutto pronto per l'ultimo scatto. Rebecchi Nordmeccanica Piacenza e Imoco Volley Conegliano sono le finaliste dei Play Off Scudetto di Serie A1 Femminile e da domenica 5 maggio si daranno battaglia per conquistare il titolo di Campione d'Italia.
Un atto conclusivo che si annuncia spettacolare per il valore delle squadre in campo e per il calore con cui le due tifoserie le avvolgeranno. Si comincerà al Palaverde, si traslocherà al PalaBanca e poi chissà: per cucirsi sulle maglie il tricolore, sarà necessario vincere tre partite sulle cinque in programma.
Da una parte le fortissime biancoblù di Giovanni Caprara, detentrici della Coppa Italia, finaliste di Challenge Cup e seconde classificate in Regular Season. Dall'altra l'Imoco Conegliano, splendida sorpresa del Campionato 2012-2013. Le trevigiane, in caso di affermazione finale, eguaglierebbero il primato della Despar Perugia, unico team a prendersi lo Scudetto (2006-07) dopo aver terminato al quinto posto la Regular Season.
In attesa dell'inizio dei duelli sul campo (al via con Gara 1 domenica 5 maggio alle ore 15.00, in diretta su Rai Sport 2), alcune curiosità sulle due formazioni, entrambe alla propria prima Finale Scudetto.

IL PERCORSO NEI PLAY OFF. Le due squadre hanno iniziato il proprio percorso di avvicinamento alla Finale partendo dai Quarti. In questa fase della competizione l'Imoco Volley ha eliminato la MC Carnaghi Villa Cortese, imponendosi nella sfida decisiva al PalaBorsani (mai violato in incontri di post-season) e chiudendo la serie sul 2-1. Altra impresa in semifinale, con il successo sulla detentrice del trofeo Unendo Yamamay Busto Arsizio, anch'essa sconfitta nella 'bella' al Palayamamay, dal quale nessuna squadra quest'anno in Italia era uscita da vincitrice. La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, invece, ha eliminato in due partite sia la KGS Robursport Pesaro, ai quarti, sia la Foppapedretti Bergamo in semifinale. Curiosamente le emiliane hanno faticato più in casa (rimonta da 1-2 contro le colibrì, addirittura due match point annullati a Bergamo), mentre doppio 3-0 esterno.

I PRECEDENTI E LE EX. I due precedenti tra le squadre, nel corso della stagione regolare, hanno visto vincere le emiliane per 3-0 in casa nella gara d'andata e per 3-1 al Palaverde nel match di ritorno. L'unica ex in campo è Carmen Turlea, che ha militato a Conegliano (ma nella Spes) nella stagione 2010-11.

LE ATLETE VINCENTI. Piacenza può contare su un gruppo di giocatrici che ha già assaporato la gioia di vincere le Finali Play Off: Martina Guiggi e Francesca Ferretti sono tra le atlete più medagliate, avendo già entrambe festeggiato ben tre scudetti con Pesaro (nel 2008, 2009 e 2010). Segue a ruota la trevigiana Manuela Secolo, detentrice di due titoli ottenuti con Bergamo (2004 e 2006). Infine, il capitano Manuela Leggeri ha all'attivo uno scudetto con Modena (nel 2000), così come Carmen Turlea, Lucia Bosetti (entrambe con Bergamo, rispettivamente nel 2002 e nel 2011) e Floortje Meijners (con Busto Arsizio, lo scorso anno). Tra le giocatrici di Conegliano, invece, l'unica campionessa d'Italia a oggi è Jenny Barazza, che ha vinto lo scudetto con Bergamo nel 2004 e nel 2006: tra le compagne di squadra di allora, l'attuale avversaria Manuela Secolo.

I DUE ALLENATORI. Marco Gaspari, con i suoi trent'anni (31 a settembre), è il secondo allenatore più giovane ad aver guadagnato l'accesso alle Finali nell'era dei Play Off. Più precoce di lui solo Massimo Barbolini, che nella stagione 1993-94 si laureò Campione d'Italia a 29 anni, alla guida della Latte Rugiada Matera. Un bel risultato per il tecnico anconetano, alla sua seconda stagione sulla panchina di Conegliano come primo allenatore. Alla freschezza di Gaspari, dall'altra parte del campo Giovanni Caprara opporrà la sua esperienza. Il tecnico di Medicina, classe 1962, ha già vinto due scudetti con Bergamo, come vice-allenatore nel 1999 e come head coach nel 2004. Oltre a questi risultati, Caprara può annoverare nel proprio palmares anche 4 Supercoppe Italiane, 3 Coppe dei Campioni, una Coppa Cev e un Mondiale, vinto con la nazionale russa nel 2006. Da quando siede sulla panchina di Piacenza, non ha mai perso entro i confini italiani, inanellando una serie di 10 successi consecutivi in Campionato, a cui aggiungere i due che gli hanno permesso di sollevare la Coppa Italia.
Tutti i risultati live su www.legavolleyfemminile.it. Sulle pagine ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram contenuti in tempo reale dai palazzetti.
A questo indirizzo è disponibile la Cartella Stampa dei Play Off, in formato .pdf, a cura dell'Ufficio Stampa della Lega Pallavolo Serie A Femminile, aggiornata con il programma gare e i precedenti della sfida di finale.

30° Play Off Scudetto - Il programma delle Finali:
Gara-1
Imoco Volley Conegliano - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza domenica 5 maggio, ore 15.00 DIRETTA RAI SPORT 2
Gara-2
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Imoco Volley Conegliano martedì 7 maggio, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1
Gara-3
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Imoco Volley Conegliano giovedì 9 maggio, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1
Ev. Gara-4
Imoco Volley Conegliano - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza sabato 11 maggio, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1
Ev. Gara-5
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Imoco Volley Conegliano mercoledì 15 maggio, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1

30° Play Off Scudetto - Il tabellone (in grassetto le qualificate alla finale):

(1) Unendo Yamamay Busto Arsizio - (5) Imoco Volley Conegliano (1-2 nella serie)
(2) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - (3) Foppapedretti Bergamo (2-0 nella serie)

LA PREVENDITA: TUTTO ESAURITO! - DOMENICA IN VENDITA GLI ULTIMISSIMI TAGLIANDI DALLE 11.00 AL PALAVERDE

Incredibile afflusso alle prevendite per la finale di domenica, gara1 alle 15.00 tra Imoco Volley Conegliano e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, in meno di 48 ore sono stati letteralmente bruciati tutti i biglietti del Palaverde, che quindi sarà "sold out" per l'esordio della finalissima. La gara è compresa in abbonamento.
Domenica verranno aperte le casse del Palaverde a partire dalle ore 11.00, dove verranno venduti gli ultimi 200 biglietti rimasti. Sempre dalle ore 11.00 al Palaverde si potranno ritirare le buste con i biglietti delle prenotazioni on line e dalle ore 13.00 le buste delle società che hanno aderito alla convenzione. Informazioni 0422 1836117 o 1836116.

IL PALAVERDE SI VESTE DI... ROSA - Oggi è stato montato il terreno di gioco rosa che la Lega Volley fornisce ai campi dove si gioca la finale scudetto. Dopo il riposo di ieri, le ragazze di Marco Gaspari oggi hanno ripreso gli allenamenti con una seduta di pesi a San Vendemiano, poi la seduta video al Palaverde e nel tardo pomeriggio l'allenamento sul campo con la nuova colorazione rosa. Tutto a posto per la squadra di Gaspari che avrà tutte le sue Pantere al meglio della condizione per l'esordio.

LE VOCI:
Raffa Calloni, la capitana: "Nessuno scommetteva una lira su di noi, eppure eccoci qua, con il cuore siamo arrivate fino alla finale e ora non vogliamo fermarci. E' un premio al lavoro del gruppo, Marco (Gaspari) che ci ha guidato, la società che ci ha seguito alla perfezione durante tutto l'anno e ha creduto nel gruppo, i nostri fantastici tifosi di Conegliano, di Treviso e di tutto il Veneto. Giocheremo la finale, è un sogno, ma ora che ci siamo vogliamo andare fino in fondo e provare a fare ancora di più, abbiamo dimostrato di poter giocare alla grande contro chiunque. Ho visto che stanno montando il campo rosa, vedo che si abbina bene al verde, bello!"

Marco Gaspari, allenatore: "E' stata una stagione tutta in crescita, dovevamo salvarci, poi abbiamo alzato l'asticella, obiettivo play off, poi già che c'eravamo abbiamo puntato al quinto posto per qualificarsi in Europa, poi ad arrivare in semifinale...e adesso? Adesso interpreteremo ogni partita come se fosse una finale secca, questo modo di approcciare le partite ci ha dato la spinta per arrivare fin qui e non ci fermiamo di certo ora. Nei quarti e in semifinale abbiamo iniziato male le serie, ora mi piacerebbe iniziare alla grande di fronte al nostro pubblico. E' già tutto esaurito? Il Palaverde pieno dà i brividi, me lo ricordavo da piccolo quando venivo a vedere mio padre arbitrare le finali, la sua ultima gara diretta è stata la finale della Sisley con Piacenza, nel 2006, ora sarò in panchina qui per una finale, ancora con Piacenza. Sarà una grande festa e con il nostro pubblico a fianco possiamo provare a fare ancora una grande prestazione, anche con una supersquadra come Piacenza."

Alessandra Crozzolin
, centrale trevigiana: "Per una trevigiana giocare una finale qui al Palaverde è una cosa fantastica, sono felicissima perchè abbiamo tenuto alto in città lo sport dopo la dipartita della Sisley e della Benetton Basket, e abbiamo fatto respirare l'aria dei grandi eventi come sarà questa finale e l'anno prossimo con la Champions. Mi aspettavo il tutto esaurito, in semifinale di lunedì abbiamo fatto più di 5000 persone, figuratevi domenica. Giocare la finale è l'obiettivo di una carriera, giocarla quest'anno è una grande sorpresa perchè non ce l'aspettavamo, ma è stata una crescita incredibile e adesso non vogliamo fermarci più!".
Sigla.com - Internet Partner