E' in edicola Pallavolo Supervolley del mese di Febbraio 2011

12/02/2011

La copertina di PV Supervolley di Febbraio 2011La copertina di PV Supervolley di Febbraio 2011
La copertina di PV Supervolley di Febbraio 2011
C’è il sorriso di Noemi Signorile sulla copertina del numero di febbraio di Pallavolo Supervolley. È una storia singolare, quella della giovane palleggiatrice della Norda Foppapedretti Bergamo, che ha cominciato la carriera vincendo premi come schiacciatrice e ad appena 20 anni si è ritrovata titolare nella squadra più titolata d’Italia con il compito per nulla semplice di sostituire in regia un mostro sacro come Leo Lo Bianco. Lei non si è fatta spaventare, ha superato gli ostacoli iniziali anche grazie all’aiuto di compagne più esperte e si è guadagnata con merito l’applauso di una piazza passionale ed esigente come quella rossoblu.
Da una palleggiatrice a un palleggiatore, Marco Meoni, tornato in sella dopo aver superato il momento più complicato del suo percorso sportivo, quello che è coinciso con le crisi di panico che lo hanno colpito a inizio stagione. Oggi il Meo sta bene, si è ripreso la maglia da titolare a Verona e nelle vesti di personaggio del mese racconta come si è messo tutto alle spalle ricominciando a pensare soltanto alla pallavolo giocata. Chi si svela attraverso le lettere dell’Alfabeto del mese è Andrea Bari, che proprio non digerisce le sconfitte subite nelle tre finali contro Cuneo. L’ultima è quella nella Coppa Italia di Verona, che ha premiato ancora una volta la grande propensione dei piemontesi alla resa massima nelle gare secche.
Nelle pagine dedicate alla nazionale maschile vi raccontiamo i dettagli del progetto che il nuovo Ct azzurro, Mauro Berruto, ha presentato ai vertici federali. Mentre i tecnici delle giovanili Gigi Schiavon e Liano Petrelli danno la propria chiave di lettura della crisi di un vivaio maschile in grande difficoltà anche nel confronto con le altre realtà internazionali. Restando in tema di giovani, l’ex nazionale Rodolfo Giovenzana racconta “a tu per tu” con il direttore Stefano Michelini come la sua Scuola di Pallavolo Anderlini si sia trasformata in un modello per chi, in Italia e non solo, concentra la propria attenzione più sui ragazzi che sul vertice.
Sotto forma di Invitato Speciale si presenta il comico Paolo Cevoli, che racconta il suo rapporto particolare con i giganti della pallavolo, quelli di Trento in particolare, mentre un altro romagnolo doc, Antonio Babini, è il protagonista dell’Amarcord di Carlo Gobbi. E come sempre non mancano le “firme” di Francesca Piccinini, Andrea Giani e Matej Cernic, le pagine azzurre dedicate agli addetti ai lavori e, per concludere lo speciale serie B, tutti gli organici delle squadre di B2 femminile.
Sigla.com - Internet Partner