E se Martino finisse in Polonia?

di Adelio Pistelli

04/09/2011

Matteo MartinoMatteo Martino
Matteo Martino
E se tornasse giocando in Polonia? Lo starebbe cercando Lorenzo Bernardi, tecnico del Jastrzebski Wegiel.
La vicenda Matteo Martino regala una preziosa alternativa alle tante chiacchiere (e non solo) emerse negli ultimi giorni. Resta saldamente in piedi la pista Belluno dove lo schiacciatore potrebbe finire in prestito da Macerata; C’è sempre Roma che potrebbe offrigli un biennale; Modena nega ma c’è chi sta seriemente pensando ad intavolare un discorso serio con la società marchigiana. Poi, ultimamente, Castellana Grotte avrebbe fatto ponti d’oro per portarlo nelle Puglie e ci sarebbe stata anche una precisa richiesta di Genova. Martino, però avrebbe declinato perché non vuole schiacciare in A2.
Una prima certezza c’è, intanto: al suo procuratore Paolo Bongiorno, è tornato il sorriso dopo mesi e mesi di amarezze e diavolerie varie che il suo ‘pupillo’ gli ha confezionato. Martino, dunque, potrebbe davvero stupire, stavolta senza effetti speciali, tornando sottorete alla ‘vecchia’ e bistrattata (da lui) pallavolo indoor magari ripartendo dall’Est. C’è chi dice, poi che comunque non sarà facile trovare una squadra e, non solo per questioni economiche. Quanto è accaduto nell’ultimo periodo, meglio tutto ciò che Matteo Martino ha detto e più volte verso ‘l’odiato’ ambiente del volley ‘al coperto’, evidentemente non è piaciuto. Nessuno, insomma, ha dimenticato e allora, c’è appunto chi sottolinea che anche una trattativa tecnica rischia di essere minata da fattori tutt’altro che tecnici. Magari anche in Polonia conosceranno, la vicenda Martino ma da ultime notizie sembra che Lorenzo Bernardi avrebbe concretamente chiesto ai suoi dirigenti di rilanciare Martino nell’indoor: ci riuscirà?
Sigla.com - Internet Partner