Editoriali

Perugia-Monza e Conegliano-Scandicci, finali in equilibrio 21/04/2024

Perugia-Monza e Conegliano-Scandicci, finali in equilibrio

Lo sprint tricolore sta regalando tantissima incertezza sia al maschile che al femminile. Sia Perugia e Monza tra gli uomini che Conegliano e Scandicci tra le donne si trovano infatti sull’1-1. E già questo era difficile da pronosticare alla vigilia di queste due avvincenti sfide scudetto.
FINALE FEMMINILE. Le prime due sfide scudetto traConegliano e Scandicci hanno regalato emozioni, pathos e grande pallavolo. Dopo che la squadra di Massimo Barbolini aveva violato il Palaverde al termine di cinque vibranti set nel primo atto dell’epilogo tricolore, quella di Daniele Santarelli è uscita indenne dal palasport toscano gremito da 3.500 spettatori riuscendo a recuperare lo svantaggio di 2-1 e aggiudicandosi il tie break 15-11. Migliore in campo una superlativa De Gennaro. Per l’Imoco decisivi i 27 punti della solita Haak oltre ai 17 dellaPlummer, per la Savino del Bene non sono stati invece sufficienti i 34 della Antropova. Con la situazione in perfetta parità si torna in Veneto per gara 3, in programma mercoledì sera. Il teatro di gara 4 sarà invece di nuovo Palazzo Wanny sabato sera, mentre l’eventuale e decisiva gara 5 è in programma di nuovo in casa delle pantere martedì 30. Il bello deve ancora venire… 
FINALE MASCHILE. “Incredibile, amici”avrebbe commentato il mio vecchio amico Josè Altafini. E invece è proprio vero: Monza ha battuto Perugia nella seconda partita di una imprevedibile finale scudetto confermando che nulla è impossibile. Galvanizzato da un’annata strepitosa e in campo senza nulla da perdere, il sestetto del bravissimo Massimo Eccheli ha confermato il suo eccellente stato di grazia interpretando il match in maniera esemplare: pur sotto 2-1 non si è perso d’animo, ha recuperato e si aggiudicato il tie break 15-11 tra il comprensibile entusiasmo dei suoi 4.000 tifosi. Letteralmente incontenibile StephanMarr, autore di 28 punti, ben coadiuvato dai soliti Takahashi e Loeppky, fermatisi rispettivamente a quota 14 e 13. Dall’altra parte inutili i 24 di Leon e i 20 di Ben Tara. La situazione adesso è di perfetta parità e si prosegue giovedì con gara 3 in Umbria, per tornare domenica in Lombardia per gara 4. L’eventuale e decisiva gara 5 si giocherà il primo maggio a Perugia. Chi si azzarda a fare pronostici adesso? 
SOGNANDO LA CHAMPIONS. Sono serviti 5 set per assegnare il successo a Milano su Trentonella seconda sfida tre le due squadre sconfitte nella semifinale maschile, in campo per conquistare un posto nella prossima Champions League (la perdente è invece qualificata alla CEV Cup). E’ finita 22-20, con 21 punti di Ishikawa e 19 di Reggers tra i vincitori, 23 di Michieletto tra gli sconfitti. Da segnalare il rientro da titolare di Riccardo Sbertoli dopo un play off vissuto quasi sempre da spettatore causa un infortunio alla mano sinistra. 
Perugia e Scandicci avanti 1-0 nella finale scudetto18/04/2024

Perugia e Scandicci avanti 1-0 nella finale scudetto

Inizio scoppiettante delle due finali scudetto: se Perugia ha battuto come era lecito attendersi Monza, pur faticando molto, nella finale femminile invece Conegliano è stata piegata in casa a sorpresa da una volitiva Scandicci.
FINALE MASCHILE. E’ finito 3-1 in favore di Perugia su Monza il primo atto dell’epilogo tricolore: 18 i punti per Plotnyskyi e 17 per Ben Tara nelle file umbre, 18 quelli di Takahashi e 17 di Szwarc in quelle brianzole. La squadra di Massimo Eccheli ha lottato caparbiamente contro quella di Angelo Lorenzetti, confermando di meritarsi la prima finale scudetto della propria storia. Il secondo atto è in programma per domenica a Monza, poi si prosegue giovedì 25 ed eventualmente domenica 28 e mercoledì primo maggio. I favori del pronostico arridono a Perugia, ma Monza quest’anno ci ha abituato a non stupirci di nulla.
SOGNANDO LA SUPERLEGA. Sono Siena e Grottazzolina le due finaliste dei Play Off Promozione di A2 maschile. Alla fine a fare la differenza è stato il fattore-campo, con i toscani di Gianluca Graziosi cha hanno eliminato Porto Viro imponendosi 3-1 nella decisiva gara 3 con 19 punti di Esquinel. I marchigiani di Massimiliano Ortenzi hanno invece messo fuori gioco Ravenna per 15-10 al quinto set, con 26 punti di Nielsen e 16 di Fedrizzi. La finale scatta domenica a Grottazzolina, per proseguire giovedì a Siena e poi domenica 28 per l’eventuale e decisiva gara 3.
FINALE FEMMINILE. Inizio con il botto per l’epilogo tricolore, con l’inatteso successo per 17-15 al tie break di Scandicci al Palaverde: le toscane di Massimo Barbolini hanno così confermato il loro stato di grazia, e dopo aver eliminato Milano senza concedere neppure un set alle lombarde di Marco Gaspari, hanno iniziato nel migliore dei modi lo sprint che porta alla conquista del tricolore violando il campo finora imbattuto delle campionesse d’Italia. Decisivi i 34 della mvp Ekaterina Antropova, capace di vanificare i 31 messi a segno nel sestetto di Marco Gaspari da Isabelle Haak. Gara 2 si gioca sabato sera in terra toscana. Lo spettacolo è appena iniziato.
NAZIONALE FEMMINILE. Il nuovo ct dell’Italdonne Julio Velasco ha comunicato la lista delle 30 atlete utilizzabili per la Volleyball Nations League 2024, particolarmente importante quest’anno perchè consentirà di qualificarsi per l’Olimpiade di Parigi 2024. Palleggiatrici: Carlotta Cambi, Francesca Bosio, Alessia Orro, Giulia Gennari. Schiacciatrici: Alice Degradi, Caterina Bosetti, Elena Pietrini, Stella Nervini, Myriam Sylla, Rebecca Piva, Loveth Omoruyi, Martina Bracchi, Gaia Giovannini. Centrali: Marina Lubian, Linda Nwakalor, Anna Danesi, Alessia Mazzaro, Sara Bonifacio, Sarah Fahr, Yasmina Akrari, Emma Graziani, Benedetta Sartori. Opposti: Sylvia Nwakalor, Paola Egonu, Camilla Mingardi, Ekaterina Antropova. Liberi: Ilaria Spirito, Monica De Gennaro, Eleonora Fersino, Ilenia Moro. 
Perugia-Monza e Conegliano-Scandicci, le finali che non ti aspetti15/04/2024

Perugia-Monza e Conegliano-Scandicci, le finali che non ti aspetti

Sta per iniziare la doppia sfida che porta all’assegnazione dello scudetto, sia maschile che femminile. E in entrambe le circostanze assisteremo a due sfide inattese, quasi impossibili da pronosticare alla vigilia del campionato: Perugia-Monza tra gli uomini (con la clamorosa eliminazione dei campioni d’Italia in carica di Trento) e Conegliano-Scandicci tra le donne (con l’altrettanto imprevedibile eliminazione di Milano, forte di mezza nazionale e di Paola Egonu).
FINALE MASCHILE. Alzi la mano chi aveva scommesso un solo penny sulla vittoria di Monza a Trento nel quinto e decisivo atto di semifinale… Invece il sestetto di Massimo Eccheli ha confermato di essere la grande sorpresa di questa stagione e di poter esprimere una pallavolo estremamente concreta, imponendosi nel cuore delle Dolomiti 17-15 al tie break e recuperando così lo svantaggio generato dalle sconfitte patite nelle prime due partite contro la formazione di Fabio Soli. In gara 5 i brianzoli sono partiti benissimo fino a trovarsi avanti 2-0, poi hanno subito la reazione dei padroni di casa capaci di pareggiare la situazione, e infine nel quinto e decisivo set hanno avuto la lucidità e la determinazione necessarie per compiere la grande impresa aggiudicandosi un’autentica maratona durata 150, entusiasmanti minuti. Per Maar e Loeppky 23 punti a testa, mentre l’mvp Takahashi ne ha firmati 19, compreso quello che ha chiuso il match, vanificando i 31 siglati da Rychlicki nelle file trentine. La finale è dunque Perugia-Trento, una novità assoluta per la pallavolo: si inizia giovedì sera in Umbria, quindi gara 2 è in programma domenica a Monza, gara 3 giovedì 25 a Perugia, l’eventuale gara 4 di nuovo in Brianza e la decisiva gara 5, se ci sarà, mercoledì primo maggio in casa della squadra di Angelo Lorenzetti, a caccia del suo scudetto personale numero 5 con 4 squadre diverse, un autentico record. Per Eccheli si tratterebbe invece di una prima, clamorosa volta. La finale per il terzo posto scatta mercoledì sera con Trento-Milano, per proseguire sabato 20, mercoledì 24 ed eventualmente sabato 27 e martedì 30: in palio un posto nella Champions League della prossima stagione insieme a Perugia e Monza, già qualificate.
FINALE FEMMINILE. Assolutamente inatteso anche l’epilogo tricolore al femminile, non tanto per la qualità del gioco espressa da Scandicci in semifinale, quanto per l’eliminazione dell’ambiziosa Milano messa fuori gioco con un doppio, pesante 3-0. Nell’atto conclusivo la squadra di Massimo Barbolini, intenzionato a lasciare il segno prima di tuffarsi nella nuova avventura nel neonato campionato professionistico statunitense, affronta in una finale inedita l’ormai solita Conegliano
Finale scudetto per Perugia e Scandicci12/04/2024

Finale scudetto per Perugia e Scandicci

La corsa che porta alla conquista dello scudetto ha già promosso due delle quattro finaliste: si tratta di Perugia in campo maschile e di Scandicci in campo femminile. Per sapere quali saranno le loro avversarie bisogna attendere le due sfide decisive Trento-Monza e Conegliano-Novara.
SEMIFINALI MASCHILI. Dentro o fuori: Trento e Monza si sfidano domenica nel cuore delle Dolomiti per decidere chi affronterà in finale Perugia, andata a vincere 3-1 in quel di Milano e pertanto approdata al match che assegnerà il tricolore maschile. Gli umbri diAngelo Lorenzetti hanno offerto una buona prestazione, avendo 18 punti a testa da Ben Tara e Semeniuk e una prova esemplare di Massimo Colaci, premiato mvp. Dopo essersi trovati avanti 2-0 dopo le prime due partite, i trentini di Fabio Soli si sono invece fatti rimontare dai brianzoli di Massimo Eccheli, grande sorpresa di questa stagione: gara 4 è finita 3-1, con Monza che ha adottato il modulo a tre schiacciatori e ha trovato 19 punti da Stephen Maar, 17 da Eric Loeppky e 14 da Ran Takahashi, tutti ispirati magistralmente dall’mvp Fernando Kreling, e capaci di annullare i 30 punti della solita coppia Michieletto-Lavia. Chi la spunterà al PalaBarton giocherà tra l’altro la Champions League il prossimo anno. La finale si giocherà al meglio delle cinque sfide e scatterà giovedì 18, per proseguire domenica 21 e giovedì 25 poi eventualmente domenica 28 e infine mercoledì primo maggio. Intanto si conosce quali saranno le quattro partecipanti alla prossima Supercoppa: si tratta di Perugia, Trento, Piacenza e Monza. Mentre Chicco Blengini ha rassegnato le dimissioni e al suo posto sulla panchina di Civitanova per la parte conclusiva della stagione siederà Romano Giannini.
SEMIFINALI FEMMINILI. L’epilogo tricolore sta regalando incredibili sorprese. Scandicci si è tolta infatti l’immensa soddisfazione di eliminare Milano con un doppio, pesante 3-0 che potrebbe anche lasciare qualche strascico nella squadra di Marco Gaspari in vista della finale di Champions League in programma ad Antalya in Turchia il 5 maggio. Complimenti invece alle superlative toscane di Massimo Barbolini, trascinata in entrambe le occasioni dalla mvp Ekaterina Antropova. L’altra notizia sorprendente è che Conegliano ha perso a Novara il secondo atto di semifinale arrendendosi 15-12 al tie break. Il sestetto di Lorenzo Bernardi ha avuto 26 punti da Markova e 12 dalla mvp Szakmary e ha regalato una grande prova di carattere interrompendo la serie positiva delle pantere di Daniele Santarelli che durava da ben 45 partite meritandosi di disputare lo spareggio in programma sabato sera. Chi riuscirà a spuntarla approderà alla finale giocata al meglio dele 3 partite su 5 e al via da mercoledì 17 aprile.
Semifinali dei Play off, emozioni infinite07/04/2024

Semifinali dei Play off, emozioni infinite

La corsa che porta al tricolore è davvero scoppiettante, sia al maschile che al femminile. E tutti i giochi sono ancora aperti.
SEMIFINALI MASCHILI. Questi play off scudetto maschili pazzerelli continuano a regalare emozioni e sorprese: quando la serie tra Trento e Monza pareva pressochè chiusa a favore dei campioni d’Italia, impegnati in casa nella terza sfida con Monza sul vantaggio di 2-0, ecco che i brianzoli hanno trovato la forza per tenere aperta la serie andando a violare il palasport dolomitico 15-13 al tie break. Decisivi per il sestetto di Massimo Eccheli sono stati i 25 punti dell’mvp Takahashi, i 24 di Loeppky e i 22 di Marr, mentre nelle fine trentine non sono stati sufficienti i 24 di Michieletto e i 20 di Lavia. Perugia si è invece portata avanti 2-1 nei confronti della sempre combattiva Milano, piegata 3-1 in gara 3: miglior realizzatore per gli umbri Ben Tara con 24 punti (16 per Semeniuk), per i lombardi l’eterno Kaziyski con 15 (Reggers 13). Giovedì va in scena gara 4 a Monza e a Milano, mentre l’eventuale quinto e decisivo atto è in programma per domenica 14 a Trento e a Perugia. Tutto è ancora possibile, anche se la squadra di Fabio Soli e quella di Angelo Lorenzetti continuano a essere favorite per approdare in finale. Essere favoriti non significa però aver già passato il turno...
SEMIFINALI FEMMINILI. Inizio con il botto per le semifinali dei play off scudetto femminili: Scandicci si è tolta infatti la grande soddisfazione di infliggere la prima sconfitta stagionale a Milano imponendosi con un secco 3-0 in poco più di un’ora e mezzo di gioco. Grande protagonista della vittoria del sestetto di Massimo Barbolini è stata Ekaterina Antropova, capace di mettere a segno 19 punti. Tutto estremamente facile invece per Conegliano contro Novara: 3-0 con parziali schiaccianti e 18 punti della best scorer Isabelle Haak (più 14 della Plummer). Gara 2 si gioca mercoledì sera, l’eventuale e decisiva gara 3 nel week end. La finale per il tricolore, giocata al meglio dele 3 partite su 5, scatta invece mercoledì 17 aprile.
EUROPEI IN ITALIA. Dopo il grande successo dei Campionati Europei 2023, la rassegna continentale maschile tornerà nuovamente in Italia nel 2026. La Fipav sarà infatti co-organizzatrice dell’evento insieme a Bulgaria, Finlandia e Romania. Si tratterà quinta edizione nel Bel Paese dopo la prima edizione di Roma datata 1948, quelle del 2005 vinta a Roma dall’Italia, del 2015 e dello scorso anno, con partite disputate a Bologna, Perugia, Ancona, Bari e Roma. Le partecipanti saranno 24: le quattro nazioni co-organizzatrici più le otto qualificate direttamente in base alla classifica finale dell'edizione 2023 
Pasqua sottorete01/04/2024

Pasqua sottorete

La pallavolo che non si ferma mai ha regalato tante partite anche nei giorni pasquali, con l’entusiasmo scatenato dai play off maschili e femminili e la soddisfazione di un altro trofeo vinto da Palmi.
SEMIFINALI MASCHILI. Tutto secondo pronostico nella prima sfida delle semifinali maschili, con le vittorie casalinghe di Trento e di Perugia. I campioni d’Italia hanno sofferto solo all’inizio e poi hanno imposto la loro legge battendo 3-0 Monza: ottime le prove dell’mvp Alessandro Michieletto, autore di 17 punti al pari dell’opposto lussemburghese Rychlicki, e di Daniele Lavia, tutti ottimamente serviti da un lucidissimo Alessandro Acquarone (eccellente sostituto dell’infortunato Sbertoli). Perugia ha invece concesso un set a Milano, grande sorpresa di questi play off al pari dei brianzoli di Eccheli (che hanno messo fuori gioco Civitanova, mentre il sestetto di Piazza ha eliminato Piacenza): per gli umbri di Lorenzetti sono stati 22 i punti messi a segno dall’mvp Ben Tara e 18 quelli del sempre concreto Plotnytskyi. Mercoledì va in scena gara 2 a campi invertiti, domenica 7 si gioca gara 3, giovedì 11 l’eventuale gara 4 e domenica 11 la decisiva gara 5. Lo spettacolo continua.
SEMIFINALI FEMMINILI. Si conosce già una delle due sfide che caratterizzeranno le semifinali dei play off femminili che scatteranno nel prossimo weekend, vale a dire Milano-Scandicci. Le lombarde di Marco Gaspari hanno faticato a domare le velleità di Pinerolo, piegata 3-2 all’andata all’Allianz Cloud e 3-1 in Piemonte, mentre le toscane di Massimo Barbolini hanno chiuso il discorso con Vallefoglia imponendosi prima per 3-0 e poi per 3-1. Tutto nella norma per Conegliano, che non ha concesso neanche un set al pur pugnace Roma (sostenuta in gara 2 da oltre 3.000 tifosi): adesso le campionesse d’Italia attendono di conoscere il nome della propria avversaria, Novara o Chieri. La situazione è infatti in parità dopo che la formazione di Giulio Bregoli ha espugnato 3-2 il PalaIgor e quella di Bernardi ha violato il PalaFenera per 3-0: lo spareggio è in programma per mercoledì sera, è tutto può obiettivamente succedere. 
SOGNANDO DUBAI. Il presidente della Lega Maschile Massimo Righi ha incontrato Nasser Aman Al Rahma a Dubai con l’intento di verificare collaborazioni future con Dubai Sports. La riunione si è svolta presso la sede del Dubai Sports Council, l’organo ufficiale di governo di Dubai dedicato allo sport con lo scopo di sviluppare la cultura sportiva dello Stato. Sono state discusse diverse opportunità di organizzazione di eventi che in futuro potranno coinvolgere la SuperLega italiana
La pallavolo femminile italiana domina l'Europa24/03/2024

La pallavolo femminile italiana domina l'Europa

La nostra pallavolo è in festa per l’impresa delle sue squadre femminili. Dopo la vittoria di Novara in Challenge Cup, è arrivato anche il trionfo di Chieri in Cev Cup: la squadra di Giulio Bregoli ha concesso il bis continentale dopo aver festeggiato lo scorso anno a Timisoara piegando 3-1 le svizzere del Neuchatel al Pala Gianni Asti e scatenando l’entusiasmo dei 4.000 spettatori presenti. Per Kaja Grobelna 16 punti e il riconoscimento di mvp. La piccola-grande Chieri è salita ancora sul tetto d’Europa con grande merito.
SFIDA TRICOLORE. Domenica 5 maggio ad Antalya in Turchia a contendersi la Champions League femminile saranno Conegliano e Milano, le grandi rivali di queste ultime stagioni capaci di due grandi imprese in terra turca. Le campionesse d’Italia di Daniele Santarelli hanno vinto 3-1 sul campo dell’Eczacibasi dopo essersi imposte 3-2 a fatica nel match di andata, le lombarde di Marco Gaspari hanno compiuto il miracolo di mettere fuori gioco il Fenerbahce per 15-11 al golden set nonostante le condizioni non ottimali di Alessia Orro, grande protagonista nonostante l’infortunio alla caviglia destra occorsole pochi giorni prima di questa delicata trasferta nella partita di campionato contro Firenze. Il nostro movimento può dunque esaltare per un risultato davvero straordinario che in Europea mancava dal 2019, quando sul gradino più alto del podio erano state Novara in Champions, Busto Arsizio in Cev Cup e Monza in Challenge Cup.
TRENTINO IN FINALE. Sarà Trento a rappresentare l’Italia nell’epilogo della Champions League maschile: la formazione di Fabio Soli ha centrato questo prestigioso obiettivo conquistando i due set necessari sul campo di Civitanova dopo il 3-1 con il quale si era imposta nell’andata, prima di arrendersi 15-19 al tie break. In finale l’Itas dovrà vedersela con i polacchi del Jastrzebski Wegiel, già finalisti lo scorso anno a Torino contro i connazionali del Kedzierzyn-Kozle, capaci di eliminare i turchi dello Ziraat Bank Ankara: si tratta di un avversario temibile ma non impossibile per i trentini, già in trionfo per tre volte di fina dal 2009 al 2011. Intanto, dopo che i polacchi del Projekt Varsavia si sono aggiudicati la Challenge Cup contro il Vero Volley Monza, i connazionali dell’Asseco Resovia hanno conquistato la Cev Cup piegando i tedeschi del Luneburg: una gran bella soddisfazione per Gian Paolo Medei, per il quale si prospetta un ritorno sulla panchina della Lube il prossimo anno.
Play off maschili avanti tutta, regular season femminile alla fine17/03/2024

Play off maschili avanti tutta, regular season femminile alla fine

Trento e Perugia hanno già staccato il biglietto per le semifinali dei play off scudetto. Tutto ancora aperto invece nelle due sfide Monza-Civitanova e Milano-Piacenza. 
QUARTI ANCORA APERTI. I trentini di Fabio Soli, costretti ancora a rinunciare a Riccardo Sbertoli (il cui recupero è comunque non lontano) hanno regolato Modena con un 3-0 che non ammette repliche: è stata sufficiente un’ora e mezzo ai campioni d’Italia per chiudere definitivamente il discorso con gli emiliani di Alberto Giuliani, tramortiti dai 17 punti di un sempre eccellente Lavia (premiato mvp) e dai 16 di un sempre efficacie Rychlicki. Ha dovuto invece sudare le proverbiali sette camicie Perugia per avere ragione di una mai doma Verona, che pur sotto 2-0 ha trovato la forza di impattare la situazione prima di arrendersi solo 17-15 al tie break sulle ali dei 28 punti di uno scatenato Keita. Per gli umbri di Angelo Lorenzetti sono stati invece 18 i punti di Semeniuk e 14 a testa per la coppia Russo-Ben Tara, oltre all'esemplare regia dell'mvp Simone Giannelli. Si va invece almeno a gara 4 negli altri due confronti che caratterizzano i quarti. Piacenza conduce 2-1 nei confronti di Milano dopo essersi imposta 3-2 in gara 3 nei confronti del sestetto di Roberto Piazza (Ishikawa 21, Reggers 20) e dopo aver riaperto il match nel quarto set: i biancorossi di Andrea Anastasi, nelle cui file hanno realizzato 22 punti Leal e 19 l'mvp Romanò, l’hanno spuntata tremando per 31-29 dopo essersi trovati sotto 2-1. E’ riuscita a tenere aperto i giochi anche Civitanova, riuscita a piegare Monza per 15-11 al quinto set dopo essersi trovata in svantaggio 2-1. Decisivi per i marchigiani i 27 punti di inarrestabile Yant, il migliore in assoluto, mentre ai brianzoli non sono stati sufficienti i 25 di Szwarc e i 22 di Maar. Domenica è in programma gara 4 a Monza e a Milano, mentre l’eventuale e decisiva gara 5 si giocherà mercoledì 27. Intanto Modena e Verona si preparano per disputare i play off per il quinto posto, che vedranno impegnate Cisterna e Padova insieme alle quattro che usciranno sconfitte dai quarti di finale. Taranto intanto ha ufficializzato Dante Bonifante come nuovo allenatore per la prossima stagione.
DIRITTURA D’ARRIVO. Penultima giornata della Serie A1 femminile caratterizzata da tanti 3-0.
Play off all'insegna delle sorprese10/03/2024

Play off all'insegna delle sorprese

Nei quarti di finale dei play off maschili continua la tradizione delle sorprese, regola indiscussa e indiscutibile di questa fase della stagione.
INCREDIBILE, MA VERO. Monza, bellissima realtà di questo campionato, si trova avanti 2-0 nei confronti di Civitanova, costretta ora a dare tutta se stessa in gara 3 per non lasciare le sfide che portano allo scudetto. I brianzoli di Massimo Eccheli hanno bissato il successo per 3-1 nei confronti dei marchigiani di Chicco Blengini, mettendo in luce un ottimo Cachopa in regia e Takahasi in attacco (il giapponese ha realizzato 18 punti, gli stessi messi a segno dall’altra parte da Nikolov). Si trova avanti 2-0 anche Trento su Modena, sconfitta in casa 15-13 al tie break nonostante l’assenza di Riccardo Sbertoli nel sestetto di Fabio Soli: Alessandro Acquarone, debuttante a questi livelli, l’ha ben sostituito, distribuendo con lucidità il gioco tra i suoi attaccanti: alla fine Alessandro Michieletto ha chiuso con 20 punti, Daniele Lavia con 16 e Kamil Rychlicki con 17, vanificando i 21 di Davyskiba e i 17 di Juantorena. Alla formazione di Alberto Giuliani serve un miracolo per non dire addio ai play off per il tricolore e non finire nei play off per il quinto posto, che vedranno impegnate Cisterna e Padova insieme alle quattro che usciranno sconfitte dai quarti di finale. In vantaggio per 2-0 anche Perugia su Verona, ma questo era maggiormente preventivabile. Gli umbri di Angelo Lorenzetti hanno confermato il 3-1 del primo atto andando a festeggiare in Veneto col medesimo risultato (Semeniuk 20, Ben Tara 17, Plotnytskyi 12, Flavio 11) e adesso puntano a chiudere in fretta il discorso, anche se gli scaligeri di Rado Stoychev non hanno obiettivamente nulla da perdere e nel terzo atto possono scendere in campo senza pressione alcuna addosso. Situazione di parità invece tra Piacenza e Milano, che dopo aver vinto 3-2 in trasferta si è arresa 3-1 davanti al proprio pubblico: nelle file biancorosse in evidenza Lucarelli con 19 punti, Simon con 17 e Leal con 13. Qui è tutto apertissimo. Domenica prossima va in scena gara 3, domenica 24 l’eventuale gara 4 e mercoledì 27 la decisiva gara 5, sempre che ce ne sia bisogno.
SPRINT FINALE. A due giornate alla conclusione della regular season in A1 femminile è arrivato un altro verdetto: Trento è retrocessa anche matematicamente in A2. 
Novara regina d'Europa, Play off maschili al via03/03/2024

Novara regina d'Europa, Play off maschili al via

Prima stagione su una panchina femminile e primo trofeo sollevato al cielo per Lorenzo Bernardi, capace di festeggiare la conquista della Challenge Cup battendo in finale le francesi del Neptunes Nantes. Una grande soddisfazione per Mister Secolo, che peraltro aveva già prolungato il contratto con il club piemontese prima di regalargli questa grande soddisfazione.
CHAMPIONS FEMMINILE. Adesso i riflettori si spostano sulla manifestazione continentale di maggior prestigio, in cui sono due le squadre italiane ancora in campo. A Conegliano è riuscita l’ennesima impresa di mettere fuori gioco addirittura le campionesse in carica del Vakifbank Istanbul e in semifinale la settimana prossima affronta le turche dell’Eczacibasi, riuscite a estromettere Scandicci. Milano, dopo aver eliminato le polacche del Lodz, gioca invece contro l’altra compagine turca del Fenerbahce, capace di eliminare le tedesche dell’Allianz Stoccarda. La pallavolo italiana adesso sogna obbligatoriamente la grande impresa: il trofeo europeo per club andato ad arricchire la bacheca delle Pantere tre anni fa.
CHAMPIONS MASCHILE. Una delle due semifinali che caratterizza le semifinali della Champions maschile vede di fronte due squadre italiane: mercoledì 13 marzo Trento, dopo aver eliminato i tedeschi del Recycling Berlino, ospita infatti Civitanova, capace di mettere fuori gioco i turchi dell’Halkbank Ankara. Un faccia a faccia molto equilibrato che comunque assicurerà alla pallavolo italiana un posto alle Superfinals del 5 maggio in Turchia. Nell’altra semifinale i polacchi dello Jastrzebski Wegiel, giustizieri di Piacenza, giocano invece da favoriti contro i turchi dello Ziraat Bank Ankara animati dalla ferma intenzione di regalare alla Polonia il poker consecutivo in Champions.  
A CACCIA DELLO SCUDETTO. La SuperLega ha mandato in archivio la regular season e si appresta a vivere l’entusiasmante sprint per il tricolore. Al primo posto hanno chiuso i campioni d’Italia di Trento, che hanno subito la prima ininfluente sconfitta in casa in campionato per 3-1 facendo giocare tutte le riserve nell’ultima giornata con Padova: la squadra di Fabio Soli ha brillantemente totalizzato 55 punti e nel primo turno dello sprint tricolore darà vita a una classicissima, vale a dire la sfida con Modena, ottava con 27 punti dopo aver perso a Piacenza per 3-1. Sulla carta la sfida sembra impari, ma la storia insegna che adesso si cancella tutto. 
Da un mito della panchina al campionato più bello del mondo27/02/2024

Da un mito della panchina al campionato più bello del mondo

E’ stata una serata speciale quella della prima romana del film dedicato a Marcello Lippi intitolato “Adesso vinto io”. Al centralissimo Cinema Moderno c’erano tantissimi dei campioni che hanno caratterizzato la carriera di questo grande allenatore, dal palmares invidiabile e dall’etica comportamentale esemplare. E’ stato un onore e un privilegio per me potergli consegnare il trofeo “Legendary coach” davanti al Presidente del Senato Ignazio La Russa, al Ministro dello Sport Andrea Abodi e alla vicepresidente del Coni Silvia Salis oltre che a tantissime altre personalità della politica, del cinema e dello sport che hanno voluto riservare il giusto tributo a uno dei più grandi tecnici del calcio italiano, capace di regalare ai colori azzurri l’indimenticabile trionfo al Mondiale tedesco del 2006.
SPRINT DECISIVO. Ed eccoci alla pallavolo. Manca una sola giornata al termine della regular season della SuperLega e molti giochi sono ormai stati fatti. Prima e irraggiungibile è Trento con 55 punti nonostante la sconfitta per 3-1 in casa di Perugia, ormai seconda a quota 50. Nel palasport umbro si è registrata la presenza record di 4.918 spettatori: decisamente non male. Terza per adesso è Piacenza: di punti ne ha totalizzati 40 punti, compresi i 3 conquistati a Civitanova grazie al successo nelle Marche per 3-0 sulla Lube, oggi quarta a quota 37 e ultimamente a corrente alternata. A incalzare la formazione di Chicco Blengini è un trio formato dalle tre sorprese dell’anno, in ritardo di una sola lunghezza: Verona (nettamente in ripresa dopo un avvio complicato), Monza e Milano (bellissime realtà in grado di esprimere un’ottima pallavolo). A conquistare i play off è stata anche Modena dopo la vittoria casalinga per 3-1 (con Tommaso Rinaldi premiato mvp) su Catania, unica retrocessa in A2. Tra un po’ iniziano le sfide che portano alla conquista dello scudetto e tutto verrà come d’incanto resettato. Per quanto concerne invece i play off per il quinto posto, nulla da fare per Taranto, undicesima a quota 14 dopo essere stata piegata in casa 3-1 ad opera di Milano. Vi prenderanno parte Cisterna (dove si è dimesso l’amministratore delegato Gianrio Falivene) e Padova insieme alle quattro formazioni che usciranno sconfitte dai quarti di finale dei play off scudetto. Il bello sta per arrivare… 
A Conegliano e Perugia la Coppa Italia femminile18/02/2024

A Conegliano e Perugia la Coppa Italia femminile

E’ stato il PalaTrieste il teatro della grande festa della pallavolo femminile. Nella città gigliata è andato in scena l’atto conclusivo della Coppa Italia: quella di A1 è andata ad arricchire per la sesta volta la già fornitissima bacheca dell’Imoco Conegliano, che davanti al 6.743 spettatori ha battuto 3-2 l’Allianz Milano, degna co-protagonista di una bellissima finale.
SEQUENZA INFINITA. Le fortissime pantere di Daniele Santarelli hanno conquistato il il 22° trofeo della loro storia sollevato al cielo questo trofeo per la quinta volta consecutiva, a conferma della forza di un gruppo che continua a cambiare le proprie pedine ma resta sempre competitivo ai vertici assoluti. Miglior giocatrice ancora una volta è stata premiata Asia Wolosz, il vero valore aggiunto di una squadra che sta scrivendo la storia della pallavolo femminile: per lei si tratta del secondo riconoscimento di mvp stagionale dopo quello ottenuto in occasione della Supercoppa vinta dalla venete a Livorno battendo sempre la medesima avversaria, quella Milano che non riesce a colmare il gap nei confronti delle campionesse d’Italia nonostante il recente innesto di Paola Egonu (autrice peraltro di 35 punti, risultati alla fine inutili). Festa grande anche per Robin De Kruijf, capace di conquistare la sua settima Coppa Italia superando Lilly Bernardi, recentemente inserita nella Hall of fame. Per Conegliano si tratta della quattordicesima vittoria consecutiva sul Milano: l’ultima sconfitta con le lombarde risale al 3 febbraio 2019.
LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI. A festeggiare la Coppa Italia di A2 è stata invece per la prima volta la Bartoccini Perugia: in finale la formazione di Andrea Giovi ha piegato 3-0 la Futura Busto Arsizio. La Montano ha messo a segno 18 punti, Irma Sirressi è stata premiata miglior giocatrice della finale. 
LA STORIA DELLA PALLAVOLO. Sono ancora disponibili alcune copie (poche) del mio ultimo libro ”La storia della pallavolo”: si tratta di un lunghissimo viaggio dalle origini di questo sport a oggi riassunto in 300 pagine a colori riccamente illustrate. Nel volume, ricco di foto bellissime, è riassunto davvero tutto: non solo i risultati, ma anche gli aneddoti, i personaggi, la nascita delle coppe, gli avvenimenti internazionali, i risvolti socio-politici, l’evoluzione del regolamento e del gioco. Ricevere il libro, non disponibile in libreria, è molto semplice....
Archivio Editoriali
Sigla.com - Internet Partner