Editoriali

Il futuro nebuloso dello sport italiano05/07/2020

Il futuro nebuloso dello sport italiano

Lo sport sta vivendo un momento davvero complicato e sta facendo riflessioni determinanti in vista della prossima stagione convito che il futuro sia una corsa a ostacoli. La ripresa sarà tutt’altro che semplice, con problemi di carattere economico, di pubblico negli impianti, di utilizzo delle palestre, di reperimento delle risorse e di reclutamento. Proprio per questo motivo i presidenti di tre importanti Federazioni come il volley, il basket e la pallamano hanno voluto rendere pubblico il proprio pensiero in una unica occasione condivisa, a conferma del fatto che i problemi sono comuni a tutti.  Ecco evidenziati alcuni dei passaggi più significati di Bruno Cattaneo, Gianni Petrucci e Pasquale Loria. Intanto però purtroppo dal Governo è arrivata una bella mazzata allo sport, e di conseguenza alla nostra amata pallavolo.
NIENTE CREDITO DI IMPOSTA. Era il provvedimento più atteso da tutto lo sport come ancora di salvataggio nel periodo post-covid e invece non c’è traccia del credito di imposta nel testo di conversione del “Decreto rilancio” presentato alla Commissione Bilancio della Camera. Di conseguenza amareggiato e condivisibile il commento del Comitato 4.0 costituito da Lega Pro, Lega Basket Serie A, Lega Nazionale Pallacanestro, Lega Basket femminile, Lega Volley Maschile e Femminile, Lega volley maschile e Fidal Runcard che ha lavorato (invano?) a una azione di sensibilizzazione sia sulle forze politiche di maggioranza che di opposizione, nonché sul Governo. 
La nuova era della comunicazione01/06/2020

La nuova era della comunicazione

La settimana scorsa sono stato felice di poter moderare via web l’addio al volley giocato di Alessandro Fei, l’ultimo del campioni del mondo che ancora calcava i campi della nostra pallavolo, il recordman di punti messi a segno in campionato nella storia del nostro sport. Un grande, cui hanno tributato il giusto omaggio tantissimi amici collegati da ogni parte d’Italia: era visibilmente emozionato e ha annunciato il suo nuovo ruolo di team manager della squadra di Piacenza, di cui ha vestito la maglia quest’anno.
MONDO VIRTUALE. Questo modo di comunicare, obiettivamente sconosciuto prima del lockdown, ha aperto un mondo nuovo, accorciando le distanze e rendendo possibili tantissimi collegamenti in contemporanea senza costi eccessivi. Insomma, siamo davvero entrati in una nuova era. Ne abbiamo avuto l’ennesima conferma anche in occasione del “Fei day”, cui hanno preso parte tanti compagni di Fox, tanti suoi allenatori, il presidente della Federazione Bruno Cattaneo e il presidente della Lega maschile Massimo Righi, oltre ai giornalisti che alla fine hanno avuto la possibilità di fargli delle domande. Il risultato è stato il coinvolgimento non di una 10-20 persone come invece avrebbe potuto accadere nell’era re-covid: sono infatti stati oltre 6.000 i contatti che hanno caratterizzato le due ore di diretta su Facebook. Numeri a dir poco impressionanti, a conferma del fatto che il mondo è cambiato soprattutto in tema di comunicazione grazie a tecnologie sempre più sofisticate.
L'Italia sarà ancora il centro della pallavolo24/05/2020

L'Italia sarà ancora il centro della pallavolo

Mentre si sta facendo il countdown per il ritorno in palestra e anche la pallavolo freme per tornare all’attività, pur se solo limitatamente agli allenamenti, si stanno facendo attente riflessioni in vista della prossima stagione. Si ripartirà a porte chiuse? A questa domanda, molto importante in tema di incassi e di introiti legati agli abbonamenti, potrà rispondere solo l’evolversi della situazione sanitaria, in continua evoluzione. Intanto si stanno elaborando progetti e molte le società stanno facendo tantissime operazioni nel mercato: da quello che si sta verificando, mi pare di poter anticipare che il nostro campionato, sia quello maschile che quello femminile, manterrà invariata la propria competitività grazie all’elevato tasso tecnico dei suoi protagonisti. E questo ne garantirà un indiscutibile appeal anche a livello internazionale.
OVERTURE ALL’ARENA. E’ stata una serata davvero interessante quella che abbiamo condiviso in diretta Facebook per parlare del futuro di volley e basket con alcuni amici: insieme a Umberto Gandini, presidente della Lega basket, e a Stefano Tonut, azzurro campione d’Italia con la Reyer Venezia che hanno parlato delle ripartenza del mondo dei canestri, c’erano Chicco Blengini e Massimo Righi. Il ct della nazionale maschile si è ovviamente soffermato su questa esatte atipica che non vedrà mai gli azzurri in campo (e non accadeva dal lontano 1952) e sulla preparazione particolare in vista dell’Olimpiade di Tokyo rinviata al 2021.
Archivio Editoriali
Sigla.com - Internet Partner