EuroCadetti: l’Italia batte 3-1 l’Austria e chiude al settimo posto. Medaglia d'oro alla Russia

21/04/2013

EuroCadetti: l’Italia batte 3-1 l’Austria e chiude al settimo posto. Medaglia d'oro alla Russia
ITALIA-AUSTRIA: 3-1 (25-12, 23-25, 25-14, 25-13)
ITALIA: Polo 10, Milan 17, Mazzone 17, Biglino 12, Giannelli 9, Della Volpe 11, Balaso (L), Alikaj, Mazzon, Pistolesi. N.e. Bortolato, Cavuto. All. Andrea Tomasini.
AUSTRIA: Ertl, Steiner 7, Imsirovic, Egger 2, Scheucher, Buchegger 20, Meissner (L), Waller 4, Kriener 3, Michel 1, Mayerhofer 1, Maurer. All. Nina Sawatzki.
Arbitri: Alexey Pashkevich (Rus) e Endri Zguri (ALB).
Spettatori: Durata set: 20’, 27’, 21’, 21’. Italia: bs13 a11 mv 12 et22. Austria: bs 10 a3 mv1 et29

Laktasi. L’Italia batte 3-1 (25-12, 23-25, 25-14, 25-13) l’Austria chiudendo così la decima edizione dei Campionati Europei al settimo posto. Grazie al successo odierno gli azzurrini si assicurano la partecipazione all’Eyof (European Youth Olympic Festival) in programma ad Utrecht dal 14 al 19 luglio alla quale prenderanno parte le prime sette classificate più l’Olanda paese organizzatore. Milan e compagni replicano dunque la vittoria già ottenuta nella quarta giornata della prima fase contro gli austriaci e si apprestano a lasciare la Bosnia (la delegazione azzurra arriverà all’aeroporto di Fiumicino domani nel tardo pomeriggio) con un bilancio finale di quattro vittorie e tre sconfitte. Tornando alla gara, l’Italia è scesa in campo con la solita formazione: Giannelli palleggiatore, Milan sulla sua diagonale, Mazzone e Della Volpe schiacciatori, Polo e Biglino centrali, Balaso libero. Il primo set è stato caratterizzato dalla partenza lanciata degli azzurrini (8-1) che sono riusciti a mantenere il consistente vantaggio durante il corso del parziale (16-3, 21-7) fino alla chiusura sul 25-12 senza difficoltà. Nella seconda frazione il copione è stato lo stesso, ma a parti invertite, con Milan e compagni costretti subito ad inseguire gli austriaci che hanno accumulato un vantaggio di 7 punti. I ragazzi di Tomasini però sono stati bravi a non innervosirsi e lentamente sono riusciti a recuperare fino ad impattare il risultato sul 22-22. Nel finale però, annullato il primo set ball, sono comunque stati costretti a cedere 25-23. Nel terzo e nel quarto, infine, l’Italia è sempre riuscita a mantenere il controllo della situazione vincendo senza troppe difficoltà con i parziali di 25-14 e 25-13.

TOMASINI:Quando siamo arrivati qui avevamo la speranza di centrare un obiettivo migliore, soprattutto nell’ottica della qualificazione ai Campionati del Mondo; purtroppo però le cose non sono andate come speravamo. I ragazzi dovranno comunque fare tesoro di questa esperienza di vita, ricordando che ogni avversaria non va mai sottovalutata. Credo che nel complesso le altre squadre abbiano affrontato la competizione con una maggiore serenità rispetto alla nostra, poi ci sono stati degli aspetti tecnici e tattici che non hanno funzionato come avrebbero dovuto e sarà importante lavorare proprio su questo in futuro”.

RISULTATI:

20/4 Laktasi. Semifinali 5°-8° posto: Italia-Francia 2-3 (21-25, 25-23, 20-25, 25-22, 11-15); Turchia-Austria 3-1 (27-25, 25-18, 21-25, 26-24). Semifinali 1°-4° posto: Polonia-Finlandia 3-0 (25-14, 25-23, 25-13); Russia-Belgio 3-0 (25-11, 25-23, 25-20).

FINALE 5°-6° POSTO - 21 APRILE 2013 - LAKTASI (BOS)
Turchia-Francia 3-1 (25-23, 25-22, 23-25, 25-17)

FINALE 3°-4° POSTO - 21 APRILE 2013 - LAKTASI (BOS)
Belgio-Finlandia 3-2 (25-19, 20-25, 22-25, 25-19, 15-10)

Belgio: Depovere 1, De Paepe 9, Van de Velde 12, Stuer 19, Colson 12, Konings 24, Thijs (L), Vandeweyer, Vandecaveye 2. N.e. Malisse, Decoene, Bisaerts. All. Steven Vanmedegael.
Finlandia: Vaisanen 4, Jylha 7, Ropponen 15, Vuorinen 2, Toivainen, Makinen 22, Kaislasalo 5, Maattanen 4, Mutka (L). N.e. Siren, Haapakoski. All Pertti Honkanen.
Arbitri: Maciej Twardowski (Pol) e Monika Ujhazi (Hun).

FINALE 1°-2° POSTO - 21 APRILE 2013 - LAKTASI (BOS)
Russia-Polonia 3-1 (25-16, 25-18, 22-25, 25-21)
Russia: Andreev (L), Pankov 9, Vlasov 10, Troynin 8, Ursov 1, Poletaev 25, Belogordcev, Goncharov 11, Chepura 5. N.e. Vishnevetskiy, Zhos, Novgorodov. All. Alexander Karikov.
Polonia: Badura 1, Gryc 5, Bucko 20, Bienkowski 3, Sliwka 6, Szymura 6, Piechocki (L), Szalpuk 20, Lemanski, Fornal. N.e. Matula, Pietrzak. All. Wieslaw Czaja.
Arbitri: Sinisa Ovuka (Bih) e Kenneth Aro (Fin). 
Sigla.com - Internet Partner