EuroJunior Femminili: l’Italia batte la Russia e conquista il bronzo

26/08/2012

EuroJunior Femminili: l’Italia batte la Russia e conquista il bronzo
ITALIA – RUSSIA 3-0 (25-20, 25-23, 25-21)
ITALIA: Carraro 3, Fiesoli 10, Melandri 3, Perinelli 11, Sylla 16, Chirichella 13, Bruno (L), Spirito, Maruotti. N.e. Recine, Bonifacio, Villani. All. Mencarelli.
RUSSIA: Novik 2, Ilchenko 8, Goncharova 5, Voronkova 12, Uattara 3, Luneva 10, Bibina (L), Voronova, Fetisova 3, Nikolaeva 2, Romanova. N.e. Barchuk. All. Safronova.
Arbitri: Markelj e Lazarevic.
Durata Set: 24’, 25’, 24’. ITALIA: 4 a, 8 bs, 9 m, 19 e. RUSSIA: 3 a, 8 bs, 6 m, 19 e
Ad Ankara nella giornata conclusiva dei Campionati Europei juniores femminili le azzurrine di Marco Mencarelli hanno piegato 3-0 (25-20, 25-23, 25-21) la Russia, conquistando la medaglia di bronzo. Ottima la gara di Chirichella e compagne che hanno ribadito la vittoria sulle sovietiche già ottenuta nel girone. In tutti i set l’Italia si è dimostrata superiore, mettendo in mostra un’eccellente qualità di gioco, con in evidenza Sylla (16 p.), Chirichella (13 p.) e Perinelli (11 p.). Per l’Italia si tratta della dodicesima medaglia nella rassegna continentale juniores.
Inizio perfetto dell’Italia che va a segno a ripetizione, staccando subito la Russia 6-1. Col passare del gioco le sovietiche salgono di livello a muro ed accorciano le distanze 11-10. L’Italia, però, tiene i ritmi alti e spinge nuovamente sull’acceleratore con sugli scudi Sylla 18-13. Le russe accusano il colpo e vanno in confusione, senza riuscire a reagire 25-20.
Nel secondo set la Russia prova a mettere in difficoltà le azzurrine con la battuta 6-8. L’Italia risponde e riporta le cose in parità 14-14. Le sovietiche si mantengono al comando, però non riescono mai ad allungare sulle ragazze di Mencarelli, che sotto 20-21 cambiano marcia. Il parziale spinge l’Italia sul 24-21, la Russia reagisce, ma ormai è troppo tardi 25-23.
Equilibrato l’inizio del terzo parziale, nel quale le due squadre restano appaiate fino all’8-8. A rompere la parità ancora una volta è l’Italia che si dimostra più in palla, mettendo in mostra delle belle difese 18-15. La Russia riesce a colmare il gap, ma le azzurrine non si scompongono e trascinate da Perinelli e Chirichella piazzano il break che vale la medaglia di bronzo 25-21.

MENCARELLI: “Sono molto soddisfatto di aver conquistato questa medaglia. La nazionale maschile alle Olimpiadi ci ha fatto capire quanto sia importante vincere un bronzo dopo aver perso una semifinale. Ancora una volta ci siamo confermate tra le migliori scuole pallavolistiche d’Europa, battendo una grande avversaria come la Russia.”

MEDAGLIERE AZZURRO - 1996, 1998, 2004, 2006, 2008 e 2010 Oro; 1984, 1988, 1994 e 2000 Argento; 1992 e 2012 Bronzo.
Sigla.com - Internet Partner