Europei Femminili: le dichiarazioni dopo Italia-Serbia

12/09/2013

Europei Femminili: le dichiarazioni dopo Italia-Serbia
Queste le dichiarazioni del Ct Marco Mencarelli e di alcune azzurre al termine della gara tra Italia-Serbia. La nazionale italiana ha chiuso così il Campionato Europeo 2013 al sesto posto.

MARCO MENCARELLI:Nel primo e terzo set la Serbia ha avuto un approccio molto aggressivo che abbiamo sofferto. Hanno trovato una continuità in battuta che ci ha messo a dura prova, rendendo il nostro attacco meno efficace. Nel secondo set abbiamo avuto delle opportunità per chiudere, però bisognava rischiare per farlo e non ci è andata bene. Nell’ultima frazione, nonostante il largo gap iniziale, abbiamo cercato di reagire fino alla fine, non solo come singole ma soprattutto come gruppo.”

INDRE SOROKAITE:
È un grande peccato che il nostro sogno finisca così, ma dopo la grande partita di ieri, oggi la Serbia ha dimostrato di essere davvero forte e ci ha messo sotto. Loro hanno giocato una grande pallavolo, non sbagliando praticamente niente, complimenti.”

MARTINA GUIGGI:La nostra partita è stata contrassegnata da alti e bassi, abbiamo sofferto in ricezione, non riuscendo a costruire un gioco. Durante il corso della gara siamo riuscite a far intravedere anche delle buone cose, ma ci è mancata la continuità perché loro ci hanno messo davvero in difficoltà. Bisogna ammettere che ora come ora sono a un livello superiore al nostro, però da qui bisogna ripartire e lavorare per il futuro.”

NOEMI SIGNORILE: “Dispiace uscire così, perché dopo un buon secondo set giocato alla pari, nel terzo non siamo riuscite a contrastarle, mentre nel primo abbiamo pagato una gran brutta partenza.”

VALENTINA DIOUF:Stasera abbiamo giocato al loro ritmo e non al nostro. La Serbia è una squadra molto forte, oltretutto campione in carica, per batterla sarebbe servita una nostra grandissima prestazione, così non è stato. Da questo Europeo ho imparato che anche le sconfitte ti possono insegnare qualcosa, come si è visto nella partita contro la Polonia dopo il Belgio. Questa sera, invece, non ce l’abbiamo fatta.”
Sigla.com - Internet Partner