Europei Juniores maschili: Italia sconfitta 3 a 2 dalla Germania

31/08/2008

Europei Juniores maschili: Italia sconfitta 3 a 2 dalla Germania
GERMANIA-ITALIA 3-2 (23-25, 25-16, 25-17, 22-25, 15-6)
GERMANIA: Bauer 16, Kaliberda 12, Fromm 24, Horn 1, Quenzer, Hemlein, Galandi 11, Böttcher, Kohl, Proligheuer, Umlauft 16, Metelski.
ITALIA: Bortolozzo 10, Baranowicz 1, Rossi L.11, Dolfo 16, Della Nave 2, Vedovotto 10, Marretta 2, Rossi A. 7, Mor 1, Rispoli, Marchiani, Zito.
ARBITRI: Iliescu (ROM), van Der Velden (OLA).
Durata set: (24’, 21’, 24’, 24’, 12). Italia: Muri fatti: 12; Battute vincenti: 4; Battute sbagliate: 16

Brno. Bella partita giocata con grande carattere da entrambe le squadre, ma alla fine la squadra di Schiavon paga un po’ d’inesperienza in campo internazionale e così viene sconfitta solo al quinto set da una Germania che si rivela un avversario temibile. Decisamente migliorata la nostra nazionale rispetto all’esordio contro la Turchia. Rimane il rammarico per una gara che gli azzurrini avrebbero potuto anche vincere.
Primo set: la Germania si rivela da subito un avversario molto difficile che fa valere la sua forza soprattutto a muro, ma gli azzurrini rispondono colpo su colpo e l’inizio della gara è caratterizzato da un grande equilibrio (7-8 e 17-17). Gli azzurrini piazzano il break decisivo dopo circa 20 minuti grazie a due muri vincenti, portandosi sul 22-18 e per poi chiudere 25-23.
Secondo set: Italia più timida che subisce la voglia di rivalsa degli avversari che si portano sul 12-9, ma è ancora a muro che i ragazzi di Schiavon fanno vedere le cose migliori, riuscendo a rimanere in scia. La Germania sembra, però, essere più convinta e allunga fino al 22-14, chiudendo senza troppe difficoltà sul 25-16.
Terzo set: l’Italia appare troppo timida e contratta in fase offensiva permettendo ai tedeschi di condurre costantemente (16-12 e successivamente 20-14). Anche il muro, fino a questo momento punto di forza, sembra aver perso la sua efficacia e così la Germania chiude sul 25-17.
Quarto set: è un’Italia diversa quella che scende in campo nella quarta frazione, una maggiore convinzione in attacco, con qualche errore in ricezione e in battuta degli avversari permettono ai nostri di portarsi sull’11-8. Anche il muro sembra essersi ritrovato e così gli azzurrini allungano sul 20-16 e chiudono con qualche patema sul 25-22.
Quinto set: una Germania superiore e decisa a portarsi a casa la gara si porta sull’11-4 sbagliando pochissimo. Azzurrini di nuovo un po’confusi e timidi, vengono sconfitti 15-6.
Schiavon:Siamo rimasti attaccati alla partita fino alla fine, benissimo il primo e quarto set, poi un po’ di appannamento, ma rimane il fatto che abbiamo giocato decisamente meglio rispetto a ieri. Sapevamo che sarebbe stata dura”.
Domani (ore 15:00) l’Italia giocherà contro il Belgio la sua terza gara.
Sigla.com - Internet Partner