Felipe Airton Banderò a Vivo Valentia

07/12/2011

Felipe Airton Banderò  Felipe Airton Banderò
Felipe Airton Banderò
Sarà un giovane e talentuoso schiacciatore brasiliano ad occupare la casella del roster giallorosso rimasta scoperta dopo la partenza del bulgaro Bratoev. La scelta della società del presidente Pippo Callipo, attraverso il direttore sportivo Francesco Prestinenzi, è caduta su Felipe Airton Banderò, classe 1988, nato a Pocos De Caldas nello stato brasiliano del Minas Gerais. Felipe, detto “Urso”, 202 centimetri d’altezza, approda alla Tonno Callipo Vibo Valentia con un ruolino di marcia rilevante, considerata la sua giovane età. Cresciuto nel Santader/Sao Bernardo è arrivato al Sao Caetano/Tamoyo, sua ultima squadra d’appartenenza, collezionando diverse esperienze nelle rappresentative giovanili della nazionale verde-oro.
Schiacciatore potente e gran saltatore, è dotato di una buona duttilità di gioco che gli permette di attaccare sia da posto 4 che da posto 2. Banderò sarà legato alla Tonno Callipo con un contratto di tre anni per una precisa volontà del presidente Pippo Callipo che, annunciando il suo ingaggio, ha manifestato l’intento di lavorare su un giovane che presenta ottime aspettative di crescita.
Alla sua prima esperienza in un club internazionale, Banderò troverà un contesto in cui i giocatori sudamericani hanno sempre ben figurato, risultando sempre molto amati dal pubblico di casa. Basti pensare, per esempio, al suo connazionale Raphael De Oliveria che proprio domani tornerà a Vibo per la sfida tra Trento e la Tonno Callipo; senza dimenticare il dominicano Elvis Contreras o lo stesso Luis Diaz, venezuelano tornato a Vibo dopo una parentesi a Modena.
Sigla.com - Internet Partner