Gara 1 di finale scudetto femminile: Piacenza rimonta e vince 3-1 contro Busto Arsizio

26/04/2014

L'esultanza delle giocatrici della Rebecchi Nordmeccanica PiacenzaL'esultanza delle giocatrici della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
L'esultanza delle giocatrici della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza vince 3-1 la prima gara della Finale Scudetto della Master Group Sport Volley Cup e si porta in vantaggio 1-0 nella serie con la Unendo Yamamay Busto Arsizio. In un PalaBanca tutto esaurito le biancoblù di Gianni Caprara soffrono in apertura, cedono il primo set e annullano un set point nel secondo prima di capovolgere il match in proprio favore. Simile rimonta era riuscita un anno fa, quando Piacenza ribaltò Gara-1 di Finale con l'Imoco Volley Conegliano, recuperando da 0-2. Le farfalle lottano con ardore e dimostrano di essersi meritate il posto tra le prime due. Il finale del quarto set è ad altissima intensità emotiva e agonistica, le bustocche restano aggrappate con gli artigli prima di cedere alla fast di De Kruijf.
La MVP del match è Lucia Bosetti, che conclude in crescendo con 18 punti e 3 muri. Top scorer, a tratti indifendibile, è Floortje Meijners: 28 punti con il 43% offensivo, 2 muri e 3 ace. Fondamentale anche capitan Leggeri con i suoi 5 muri. Sull'altro lato, Ortolani - nonostante il fastidio muscolare che la tiene in panchina per metà quarto set - realizza 16 punti, mentre Buijs si ferma a 12 con il 26% in attacco. Preziosa Ilaria Garzaro, che entra per Michel nella seconda parte del match e produce punti in serie. Buona la prestazione di Petrucci, inserita definitivamente in palleggio a metà terzo parziale al posto di una Wolosz in non perfette condizioni fisiche.
La serie resta a Piacenza, mercoledì sera alle ore 20.00 è in programma Gara-2, sempre in diretta su Rai Sport 1.
Il colpo d'occhio che offre il PalaBanca è straordinario. Sulle due curve due fasce colorate - una rosa, dei Pink Wolf, e l'altra rossa, degli Amici delle Farfalle - e il resto del palazzetto pieno in ogni ordine di posto.
Parte leggermente contratta la Rebecchi Nordmeccanica: Van Hecke va lunga, Meijners attacca in rete e Ferretti commette invasione per l'1-5. De Kruijf mura Arrighetti, Leggeri si ripete su Marcon e Michel e le biancoblù si sbloccano (8-8). Il capitano di casa si fa valere anche con il primo tempo, sulla palla out di Ortolani arriva il primo vantaggio, in corrispondenza del time out tecnico (12-11). Leonardi è elettrica e corre dappertutto, anche oltre i led di bordocampo, ma non raggiunge il primo tempo di De Kruijf. Piacenza si issa sul +3 con l'ace di Meijners, Parisi ferma il gioco sul 13-16. Scambio lunghissimo chiuso dal muro di Wolosz su Bosetti e le farfalle si riportano sul -1. Van Hecke non è precisa ed è pari a quota 17. Bianchini è letale dai 9 metri: due ace consecutivi sulla riga di fondo inducono Caprara a inserire Valeriano per Meijners. L'opposta belga di casa non trova le mani del muro e regala il 20-18 alle bustocche. Block a uno di Ortolani su Leggeri e il time out sul -3 è d'obbligo. Le biancorosse coprono in difesa e contrattaccano con la pipe di Buijs (22-18). Diagonale stretta di Ortolani per il 23-19, che si ripete scrivendo il 24-20. La palla spinta di Meijners salva il primo set point, sul secondo Wolosz alza un primo tempo ad Arrighetti che trasforma il 25-21.
La Unendo Yamamay parte meglio anche nel secondo: fast di Arrighetti e tocco di seconda di Wolosz per il 9-5 ospite. E' ancora Leggeri con il muro a spronare le compagne. Meijners firma il 9-10, il primo tempo di Michel il nuovo +2. L'invasione della palleggiatrice polacca consegna a Piacenza la parità a quota 11. Arrighetti punisce la seconda linea della Rebecchi Nordmeccanica con un tracciante preciso, quindi Meijners invade e De Kruijf non trova il campo con la fast: 15-11 Busto e time out Caprara. La centrale olandese si rifà stampando la pipe di Ortolani, poi è proprio Ortolani a difendere due volte la fast di De Kruijf prima che Arrighetti muri Bosetti per il 17-13. Una ricezione difficoltosa di Buijs e l'errore in palleggio di Wolosz permettono alle emiliane di riavvicinarsi (17-18). Ortolani trova il pertugio su palla staccata e 20-18, Michel mura Meijners per il +3. Straordinaria pipe di Bosetti, a cui risponde Buijs. L'intensità sale enormemente, ancora Ortolani inchioda un pallone ad altissimo coefficiente di difficoltà per il 23-20. Van Hecke riduce lo svantaggio, Caprara inserisce Vindevoghel per alzare il muro e la belga produce in rigiocata il 22-23. Parisi capisce che il momento è decisivo e chiama time out. Al rientro Sansonna difende su Ortolani, poi Meijners indovina il mani out del pareggio 23-23. Tensione al massimo, il libero piacentino fa due miracoli, ma Meijners affossa in rete ed è set point Unendo Yamamay. Annullato dalla fast di De Kruijf (24-24). Meijners (9 punti nel parziale) scaglia il servizio sulla riga e il set point è per Piacenza. Wolosz si affida a Piske, ma il muro biancoblù le rimanda addosso il pallone e il PalaBanca esplode sul 26-24. E' 1-1.
Il parziale vinto in volata carica la Rebecchi Nordmeccanica, che nel terzo sprinta 5-2 con il muro di Bosetti. Meijners all'incrocio delle righe con la pipe (6-3), il pallonetto di Van Hecke coglie impreparata la difesa bustocca. La belga sfrutta il nastro per realizzare l'ace del 9-5. Wolosz non arma a dovere Michel e Parisi inserisce Petrucci. La palleggiatrice vola in difesa, ma De Kruijf tuona per l'11-6. Ace di Meijners e Piacenza vola sul 12-6 al time out tecnico. Il primo tempo piazzato di Michel e il muro di Buijs su Van Hecke danno respiro alle farfalle (9-13). Ortolani manda out una palla complicata, Meijners è implacabile sotto rete e timbra il 16-10. L'olandese mura, Bramborova infila il servizio vincente e addirittura 19-11. Marcon prova a scuotere le compagne con due attacchi in fila (13-20), mentre Parisi cerca di cambiare qualcosa con Sloetjes e Garzaro per Ortolani e Michel. Il pallonetto spinto di Bosetti vale il 22-14. Due invasioni, intervallate dal muro di Leggeri su Buijs, regalano il terzo set a Piacenza, netto 25-15.
A inizio quarto rientra Ortolani, mentre sono confermate Petrucci in palleggio e Garzaro al centro. La vicentina mura Van Hecke e poi esplode il primo tempo del 5-2 Busto Arsizio. Meijners è scintillante e impatta sul 5-5 con tre attacchi vincenti. Sulla botta di Bosetti e l'ace di De Kruijf la Rebecchi Nordmeccanica confeziona il sorpasso 10-8. Tegola sulle biancorosse, perché Ortolani si infortuna. Parisi è costretto al cambio con Sloetjes. Ferretti serve Bosetti per il 12-10 al time out tecnico. Meijners a segno anche con il muro, ma poi un colpo sull'astina e un muro di Garzaro riportano la Unendo Yamamay a contatto (13-13). Le ospiti non mollano, nonostante due errori di Sloetjes. Si avanza punto a punto, Bosetti di precisione e Arrighetti di potenza (17-17). Sul quinto muro personale di Leggeri ecco il break delle biancoblù, 19-17. Tra le bustocche, però, è rientrata Ortolani, che trova due punti di fila - il secondo con un diagonale nei tre metri - per il 19-19. Piacenza mantiene la testa con Meijners (21-20), che ancora elude il muro e mette palla a terra. Sul 20-22 Parisi chiama time out. Garzaro accorcia le distanze, poi è fuori di una manciata di centimetri il muro di Arrighetti. Altro time out sul 23-21 per le padrone di casa. Lungo il servizio di Van Hecke (22-23). Lo scambio più bello del match - con 4 tentativi di Arrighetti, i primi due in slash, disinnescati dalla difesa emiliana - è chiuso ancora da Meijners e consegna due match point alla Rebecchi Nordmeccanica. Buijs annulla il primo (lieve tocco a muro e 23-24). Altro punto sensazionale, concluso dalla fast di De Kruijf per il 25-23. La panchina piacentina, e con essa tutto il PalaBanca, esplodono in un urlo di gioia. Che assomiglia a un sospiro di sollievo per il pericolo corso. Mercoledì sarà di nuovo battaglia.

31^ Play Off Scudetto: il tabellino
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA - UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-1 (21-25, 26-24, 25-15, 25-23)

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Poggi (L), Valeriano, Leggeri 7, De Kruijf 9, Van Hecke 12, Meijners 28, Ferretti, Sansonna (L), Bramborova 1, Bosetti 18, Vindevoghel 1. N.e. Manzano, Caracuta. All. Gianni Caprara.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 16, Garzaro 6, Bianchini 2, Michel 6, Leonardi (L), Marcon 9, Sloetjes 1, Buijs 12, Arrighetti 8, Wolosz 2, Petrucci 1. N.e. Degradi, Spirito. All. Carlo Parisi.
ARBITRI: Fabrizio Padoan e Giampiero Perri.
NOTE - Spettatori 3500, incasso 26000, durata set: 27', 31', 24', 34'; tot: 116'.

31^ Play Off Scudetto: il programma della Finale
Gara-1
Sabato 26 aprile, ore 20.30
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-1 (21-25, 26-24, 25-15, 25-23)

Gara-2
Mercoledì 30 aprile, ore 20.00
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Unendo Yamamay Busto Arsizio DIRETTA RAI SPORT 1

Gara-3
Sabato 3 maggio, ore 20.30
Unendo Yamamay Busto Arsizio - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza DIRETTA RAI SPORT 1

Ev. Gara-4

Martedì 6 maggio, ore 20.00
Unendo Yamamay Busto Arsizio - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza DIRETTA RAI SPORT 1

Ev. Gara-5

Venerdì 9 maggio, ore 20.30
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - Unendo Yamamay Busto Arsizio DIRETTA RAI SPORT 1

31^ Play Off Scudetto: la formula

Le formazioni classificate dal 1° all'8° posto al termine della Regular Season hanno disputato i Quarti di finale, al meglio delle due partite vinte su tre (Gara1 e l'eventuale Gara 3 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Le Semifinali si sono giocate al meglio delle due partite vinte su tre con la stessa successione casa-trasferta, mentre la Finale Scudetto si disputa al meglio delle tre partite vinte su cinque (Gara 1, 2 e l'eventuale Gara 5 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Inizio il 9 aprile e conclusione il 9 maggio 2014 con l'eventuale Gara 5 di Finale Scudetto.
Sigla.com - Internet Partner