Giochi di parole

di Sergio Martini

10/04/2014

Giochi di parole
Le pantere, quelle originali di Conegliano, vincono gara 1 dei quarti di finale senza dare scampo alla rivelazione Casalmaggiore. Inziano così i play off che portano allo scudetto 2014. Le pantere, quelle rosa, ci provano solo nel terzo set ma arriva l'ennesimo set perso ai vantaggi e con lo stesso punteggio, 29-27, in tre giorni (due con Novara hanno costretto la Pomì ad una sorta di mission impossible). I tifosi, quelli storici, i Casalma Panthers e quelli di recente e giovane estrazione, No Vbc No Party, applaudono i supporters di Conegliano, che ricambiano nel magico fair play che sa dare solo uno sport come il volley. “Fiumi di parole” cantavano i Jalisse (qualcuno se li ricorda?) andando a vincere a Sanremo qualche anno fa e per due set abbiamo giocato anche noi prima di concentrarci su un emozionante terzo parziale. Aguero e Aguirre non incidono ed escono dal campo sostituite da Zago e Olivotto. Casalmaggiore preferisce Camera... con vista ad un campo di Fiorin dove spunta anche un ...Agrifoglio con tante..... Bacchi. ImBarazzante come i primi due set. De Gennaro e Gennari non sono parenti ma avversarie al PalaVerde e soprattutto Moki, la pantera di Conegliano, si candida per una maglia azzurra ai mondiali che andranno in scena in Italia. Zigo Zago(r) spara al servizio e tiene in partita le pantere, quelle rosa, ma Conegliano porta a casa gara 1 e per la formazione di Beltrami non resta che sperare nel ritorno sabato a Viadana per continuare una stagione comunque molto positiva. Una sorta di mission impossible con gara 3 che andrebbe in scena al Palaverde. Abbiamo giocato anche noi, ora i giochi di parole lasciano spazio al campo per decretare quali pantere andranno avanti.
Sigla.com - Internet Partner