Giochi di Rio 2016: l'Italia femminile sconfitta 3 a 0 dalla Cina

08/08/2016

Giochi di Rio 2016: l'Italia femminile sconfitta 3 a 0 dalla Cina
Rio de Janeiro. Seconda sconfitta per la Nazionale Femminile che oggi è stata sconfitta 3-0 (25-21, 25-21, 25-16) dalla Cina.
ITALIA-CINA 0-3 (21-25, 21-25, 16-25)
ITALIA: Orro, Guiggi 5, Chirichella 2, Del Core 7, Sylla 1, Egonu 22, De Gennaro (L), Ortolani 7, Lo Bianco 2. N.e. Gennari, Danesi, Centoni. All. Bonitta. 
CINA Yuan 7, Zhu 13, Gong 5, Zhang 10, Xu 11, Ding 1, Lin (L), Hui, Yang 2. N.e. Wei, Liu, Yan. All. Lang Ping.
ARBITRI: Rolf (Usa) e Turci (Bra).
​Durata set: 25', 26', 22'. Italia: bs 10, a 6, mv 2, e 16. Cina: bs 10, a 4, mv 5, e 3.
Nuova sconfitta per le azzurre del volley, che contro la Cina hanno ceduto ancora per 3-0 (25-21 25-21 25-16). La squadra vice campione del mondo, che non poteva più permettersi passi falsi dopo il 2-3 con l'Olanda, ha giocato una partita molto concreta, sbagliando poco o niente e bloccando sul nascere tutte le buone intenzioni del sestetto di Marco Bonitta.
L'Italia Ha sofferto molto in ricezione e non ha servito benissimo, in attacco si è esaltata Paola Egonu che ha vinto a distanza il confronto con la fuoriclasse Zhu. la giovane azzurra, che ancora deve raggiungere la maggiore età, ormai conosciuta anche dal pubblico del Maracanazinho, ha sfoderato una buonissima prestazione almeno per due set e mezzo siglando 22 punti, di cui due al servizio ed uno a muro. A proposito di battute una delle sue pungenti esecuzioni ha viaggiato a 97 km orari!
Marco Bonitta ha mandato in campo lo stesso sestetto della gara inaugurale con la Serbia:  Orro in regia, Egonu sulla diagonale, Chirichella e Guiggi al centro, Del Core e Sylla di banda, libero De Gennaro. Già sul finale del primo set ha fatto ricorso alla panchina facendo entrare Lo Bianco per Orro e Ortolani per Sylla, che poi sono rimaste in campo tutto il resto del match.
L'Italia è partita male (2-6), ma ha subito reagito e si è portata sul 7-8, per raggiungere il pareggio sul 12-12. La Cina con il suo attacco veloce e la buona difesa ha ripreso subito in mano il gioco e chiuso 25-21. Anche nel secondo l'Italia è partita con il freno a mano tirato (3-7) poi ha ridotto lo svantaggio quando Paola Egonu è divenuta protagonista, ma la sua rimonta si è fermata prima sul 9-10 e poi sul 14-15. Vinto anche il secondo set, sempre per 25-21, il sestetto di Lang Ping non ha trovato più nessun ostacolo sulla sua strada nel terzo e ultimo parziale.
Il bilancio azzurro sinora parla di due sconfitte e nessun set vinto. Del Core e compagne torneranno in campo mercoledì (ore 16.35 italiane) contro l'Olanda. Contro la squadra di Guidetti si giocheranno praticamente tutte le loro rimanenti chances di entrare nei quarti e continuare l' avventura olimpica a Rio. Dovranno vincere contro una squadra che negli ultimi confronti le ha sempre battute. Serve un'impresa.
Sigla.com - Internet Partner