Giuliani parla e diverte a Senigallia

20/09/2012

Alberto GiulianiAlberto Giuliani
Alberto Giuliani
Prima di lui, in passato, avevano parlato, spiegato, divertito Gian Paolo Montali e Massimo Barbolini. A Senigallia c’era stato anche Andrea Anastasi a regalare volley d’autore e, recentementes, ha parlato, spiegato e divertito anche Alberto Giuliani. <Una investitura in pectore> ha sorriso Roberto Paradisi, deus ex machina della Pallavolo Senigallia mentre presentava alle sue squadre il tecnico della Lube. <Se si guarda al passato, il futuro delle nazionale, il dopo Berruto appare scritto> ha detto ancora Paradisi mentre Giuliani prendeva il microfono. Il tecnico dei campioni d’Italia s’è trovato davanti un gruppo di ragazze e di ragazzi, esempi delle due formazioni di serie D e non solo, che Senigallia porta sottorete per la prossima stagione.
E per tutti, allenatori compresi (erano diversi) ha iniziato a parlare e spiegare il fondamentale del muro. <Per il maschile quanto per il femminile è una parte di gioco molto simile e dunque, vale la pena approfondire un fondamentale che ritengo decisivo in qualsiasi azione e proprio per le sue tante interpretazioni>.
Come si mura, che posizione tenere sottorete, i movimenti, le scelte da fare, la ‘lettura’ delle mani del palleggiatore avversario, la ricezione del proprio compagno (della propria compagna) per poi, un veloce e letale sviluppo dell’attacco. E ancora: la duttilità del centrale ma anche del ‘posto quattro’ per una azione a sinergia per ‘murare’ (<prima di tutto, provare a stoppare l’azione, subito>), per eventualmente ‘sporcare’ l’attacco avversario, per ricostruire, per spiazzare le difese. Alle corte: oltre cinquanta minuti di autentica lezione con tanto di mxivideo per riproporre <il muro> ai massimi livelli, sia maschili che femminili, oppure guardando ad autentici specialisti del fondamentale che stanno crescendo nelle squadre giovanili.
Subito dopo, con cuffietta e microfono allegati, via sottorete per far giocare (e divertire) molte delle ragazze e ragazzi della Pallavolo Senigallia, mettendo il mirino, ovviamente, sua quanto appena discusso: il muro. Una festa, bella, coinvolgente, semplice con Giuliani testimonial di una società che fa pallavolo da anni e tanti.
Giuliani, dopo Montali e Barbolini, ha tenuto a battesimo il club del presidente Fulvio Greganti nella maniera migliore: con semplicità e competenza. Come semplice ma professionale è la società di Senigallia, con le sue due formazioni maggiori, con sedici tornei stagionali giovanili e non solo che coinvolgono oltre 220 atleti tra il femminile ed il maschile, fiore all’occhiello anche per la città. Un club che onora il movimento marchigiano.
Sigla.com - Internet Partner