Grand Prix: Italia battuta anche dal Brasile

28/08/2010

Grand Prix: Italia battuta anche dal Brasile
ITALIA –BRASILE 0-3 (18-25, 13-25, 16-25)
ITALIA: Lo Bianco 1, Del Core 8, Barazza 2, Ortolani 10, Piccinini 2, Gioli 9. Libero: Merlo. Rondon 2, Bosetti 1. , Barcellini Non entrate: Crisanti, Arrighetti. All. Barbolini.
BRASILE: Jaqueline 14, Fabiana 16, Sheilla 7, Natalia 16, Thaissa 9, Fabiola 3. Libero: Fabi. Non entrate: Brait, Dani Lins, Adenizia, Joyce, Sassà. All. Zè Roberto.
ARBITRI: Kang (Kor) e Bjelic (Srb).
Spettatori: 4500. Durata set: 21, 18, 20. Italia: bv 0, bs 4, m 4, e 6. Brasile: bv 7, bs 6, m 15, e 6.
Ningbo. Terza battuta d’arresto consecutiva per le azzurre, superate con punteggi netti dal Brasile, al termine di un match in cui le sudamericane non hanno regalato nulla approfittando del momento negativo del sestetto italiano.
Difficilmente spiegabile la prestazione delle azzurre, che non sono riuscite mai a dare ritmo al loro gioco ed hanno subito le incisive battute sudamericane e gli attacchi delle ragazze di Zè Roberto.
Una sconfitta, la terza consecutiva, che chiude definitivamente ogni speranza di piazzamento di prestigio in questo amaro World Grand Prix condizionato pesantemente dalla scarsa preparazione della squadra azzurra, che si è rivelata un fardello ancora più pesante di quanto fosse prevedibile.
Barbolini ha mandato in campo la formazione base, ma le risposte non sono state quelle attese. Già nel primo set ha provato a scuotere la squadra inserendo Rondon per Lo Bianco, cambio ripetuto nel secondo e definitivamente all’inizio del terzo, ma in generale il risultato non c’è stato.
Domani l’Italia chiude il suo WGP affrontano la Polonia, che la appaia in classifica. Occorre un successo per evitare il sesto ed ultimo posto.
BARBOLINI: “Oggi il Brasile ci ha dato una lezione di pallavolo. La nostra è stata una prestazione da cancellare, non è possibile entrare in campo con la maglia della nazionale e non lottare. Mi dispiace per la Federazione e per i nostri tifosi , che guardandoci in tv non si saranno divertiti. È Un momento davvero difficile per la nostra squadra, non stiamo giocando come sappiamo e dobbiamo capire perché. I Mondiali sono vicini e se vogliamo far bene dobbiamo cambiare la testa. Ci stanno venendo meno quelle sicurezze individuali e di squadra che ci hanno permesso negli ultimi di giocare ad alto livello. Fondamentale è capire come ritrovare queste sicurezze.”

CALENDARIO - 25 agosto: Usa-Polonia 3-2 ; Brasile-Giappone 2-3; Cina-Italia 0-3. 26 agosto: Usa-Italia 3-0; Brasile-Polonia 3-1 ; Cina-Giappone 3-1. 27 agosto: Giappone-Italia 3-2 ; Brasile-Usa 2-3; Cina-Polonia 3-0. 28 agosto: Polonia-Giappone 3-1 (25-15 21-25 25-23 25-22); Brasile-Italia 3-0 (25-18 25-13 25-16); Cina-Usa. 29 agosto: Giappone-Usa; Italia-Polonia (ore 9.30 diretta LA7); Cina-Brasile. Classifica: Brasile 8, Usa 7, Cina 6, Polonia, Italia e Giappone 4.

MONDIALE A RISCHIO – Il Brasile è sceso in campo contro le azzurre privo di Mari e Paula, che si sono infortunate durante le precedenti gare: la prima al crociato del ginocchio destro; la seconda ha riportato la frattura del malleolo esterno sinistro. Per entrambe la partecipazione al prossimo Mondiale in Giappone è a fortissimo rischio.
Sigla.com - Internet Partner