Grazie Sisley

di Adelio Pistelli

14/06/2012

Grazie Sisley
Ho voluto scrivere per me, stavolta: volevo salutare un grande compagno di viaggio. Si, parlo per me. Solo per me. Scrivo guardando una maglietta che, già cimelio, da oggi  sarà più che mai è gelosamente custodita nel mio studiolo. E’ una maglietta rossa, ai bordi delle maniche e lungo i fianchi emerge un nome. Che è già storia.  No, è leggenda: Sisley. La maglietta è relativa a metà anni  duemila, con coccarda tricolore, scudetto come conferma del valore di una squadra che per anni e tanti ha centrato splendidi successi in Italia ed in Europa, regalando immense soddisfazioni e tanto spettacolo non solo ai suoi tifosi ma a chiunque  ami questo sport. Adesso, a poche ore dalla scomparsa ufficiale di una società, di un marchio, forse non ci rendiamo ancora totalmente conto di quale perdita subisce il nostro volley. Ma lo capiremo presto. Tutti. Però, intanto ho voglia di salutare la Sisley. Da domani ci chiederemo perché è successo davvero, dopo tante paure. Adesso ho solo voglia di ringraziare chi, per venticinque stagioni ha rovesciato in positivo il nostro ambiente. Ho voglia di ringraziare i tanti campioni italiani e stranieri, gli allenatori che, insieme, hanno centrato stupendi successi rilanciando continuamente la pallavolo italiana, mentre divertiva ed emozionava facendo divertire gli amanti amante del volley e facendo avvicinare al nostro sport un mare di appassionati. Ho voglia di ringraziare Treviso (per me Sisley era e resta Treviso) perché è stato capace di lasciare l’impronta coinvolgendo tutti ma proprio tutti con le sue imprese. Adesso, purtroppo è vero, la Sisley non farà più parte di miei, dei nostri,  appuntamenti sportivi. Però nessuno sarà mai in grado di farmi dimenticare ciò che i suoi tanti giocatori, i diversi tecnici, un suo grande dirigente (da qualche anno, ormai ex), altri innamorati collaboratori del Gruppo Benetton, mi hanno continuamente regalato con amicizia e professionalità. La Sisley non sarà più sottorete ma potrò dire ‘io c’ero’. Grazie. 
Sigla.com - Internet Partner