I risultati della 11a giornata di Superlega maschile: Lube al comando, Perugia a -1 con una partita in meno

10/12/2017

I risultati della 11a giornata di Superlega maschile: Lube al comando, Perugia a -1 con una partita in meno
SuperLega UnipolSai 11a giornata di andata: in casa vincono Modena con Ravenna e Piacenza con Monza. Successi esterni per Perugia a Latina, Verona contro Milano e Trento al tie break a Vibo Valentia.
Cucine Lube Civitanova da martedì impegnata per il Mondiale per Club in Polonia.
Mercoledì 13 dicembre due match alle 20.30: il recupero della 3a giornata BCC Castellana Grotte - Calzedonia Verona e l’anticipo della 12a Biosì Indexa Sora - Diatec Trentino per indisponibilità campo
 
Risultati 11a giornata di andata SuperLega maschile UnipolSai
Azimut Modena-Bunge Ravenna 3-0 (25-21, 25-19, 25-18);
Wixo LPR Piacenza-Gi Group Monza 3-0 (25-23, 25-15, 25-18);
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Diatec Trentino 2-3 (20-25, 25-22, 25-27, 27-25, 12-15);
Taiwan Excellence Latina-Sir Safety Conad Perugia 1-3 (39-41, 25-20, 15-25, 17-25);
Revivre Milano-Calzedonia Verona 0-3 (15-25, 22-25, 17-25);
BCC Castellana Grotte-Biosì Indexa Sora 2-3 (25-21, 22-25, 26-28, 25-18, 17-19)
Cucine Lube Civitanova-Kioene Padova 3-2 (25-21, 26-28, 25-21, 24-26, 16-14)
 
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Diatec Trentino 2-3 (20-25, 25-22, 25-27, 27-25, 12-15) 
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 2, Antonov 18, Costa 4, Patch 7, Massari 7, Verhees 12, Torchia (L), Marra (L), Izzo 1, Presta 4, Domagala 10, Lecat 12. N.E. Corrado. All. Tubertini.
Diatec Trentino: Giannelli 3, Lanza 9, Zingel 11, Teppan 14, Hoag 16, Carbonera 13, De Pandis (L), Vettori 4, Chiappa (L), Kozamernik 2, Kovacevic 3. N.E. Boninfante, Cavuto, Partenio. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Cesare, Canessa.
NOTE - durata set: 25', 28', 30', 31', 19'; tot: 133'. MVP Hoag
 
Il terzo tie-break consecutivo nei confronti diretti tra Vibo e Trento ha visto i campioni gialloblù invertire il trend che li ha visti soccombere nelle ultime apparizioni in Calabria. La squadra di coach Lorenzetti espugna il PalaValentia dopo una battaglia di oltre due ore e stavolta il quinto set sorride a Lanza e compagni. Una Trento ancora non al massimo del potenziale che può esprimere, ma che comunque le consente di conquistare il quinto successo tra Campionato e Champions. Di fronte una Tonno Callipo battagliera, una squadra poliedrica e più volte ridisegnata da coach Tubertini. Ma alla fine gli errori commessi nei frangenti cruciali, vedi il finale del terzo set, hanno sbarrato la strada a Coscione e compagni. Una Trento che ha fatto suo il primo set mostrando maggiore qualità e per i primi due set un Teppan immarcabile (l’estone ancora titolare al posto di Vettori). Bene il reparto dei centrali, benissimo il canadese Hoag, Mvp del match, autore di 16 punti con il 54% in attacco. Una Trento che è stata brava nel finale di terzo set ad annullare due palle set con la battuta di Kozamernik e a conquistare il set ai vantaggi. Di contro, ecco una Tonno Callipo più in palla che è riuscita più volte a mettere alle corde i gialloblù; una squadra partita con Massari al posto di Lecat, ma poi cambiata da coach Tubertini a partire da inizio terzo set con gli innesti di Domagala al posto di Patch, con Presta al posto di Costa e con l’inserimento del redivivo Lecat al posto di Massari. Una compagine giallorossa che ha lottato con le unghie e con i denti, con una prova generosa dei vari Antonov e Verhees (18 punti per l’italo-russo, 12 per il centrale belga) e con un Domagala che ha ben figurato (10 punti con il 47%). Ma alla fine non è bastato per vincere.
Spettatori: 1000
MVP: Nicholas Hoag
Manuel Coscione (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia):Dopo un periodo nero torniamo a fare punti e a smuovere la classifica. Era importante per noi, per il nostro morale e per ritrovare un po’ di fiducia. Siamo contenti perché comunque credo che abbiamo giocato alla pari contro una grande squadra”.
Angelo Lorenzetti (allenatore Diatec Trentino): E’ stata una partita che rispecchia un po’ la nostra stagione attuale con parecchi alti e bassi. Però, insomma, questa è la realtà, questa è la SuperLega. I ragazzi sono stati concreti anche quando vi è stata la necessità di cambiare libero con l’ingresso di Chiappa nel ruolo di titolare e sono felice per il suo debutto assoluto in ricezione. E’ stata una partita tirata dove siamo stati bravi con Kozamernik nel finale del terzo set e dove siamo riusciti a rispondere alle folate di Vibo”.
 
Taiwan Excellence Latina - Sir Safety Conad Perugia 1-3 (39-41, 25-20, 15-25, 17-25) 
Taiwan Excellence Latina: Sottile 0, Maruotti 11, Rossi 9, Starovic 16, Savani 1, Gitto 9, Caccioppola (L), De Angelis (L), Le Goff 0, Shoji (L), Ishikawa 18, Corteggiani 1. N.E. Kovac, Huang. All. Di pinto.
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 8, Zaytsev 24, Podrascanin 6, Atanasijevic 20, Russell 11, Anzani 11, Cesarini (L), Shaw 0, Colaci (L), Della Lunga 0, Andric 1, Berger 0, Ricci 7. N.E. Siirila. All. Bernardi.
ARBITRI: Pozzato, Florian. NOTE - durata set: 41', 28', 27', 23'; tot: 119'. MVP Zaytsev
 
La Taiwan Excellence Latina lotta due ore con la Sir Safety Conad Perugia, nell'undicesima giornata della Superlega UnipolSai, ma alla fine sono gli umbri a portare a casa l’intera posta. Una “battaglia” iniziata con un primo set di 43 minuti terminato 39-41 per il Perugia e continuata con un secondo set quasi perfetto dei pontini. Alla lunga è uscita fuori la Sir che è riuscita a chiudere in quattro set la gara davanti a un gremito e rumoroso PalaBianchini.
S’inizia in equilibrio, con Anzani al servizio il primo allungo di Perugia con i muri di Podrascanin e Zaytsev 5-8, Maruotti ricuce sul 10-10, un muro di De Cecco e una pipe di Zaytsev per l’11-14, Di Pinto manda in campo Ishikawa che risponde con due contrattacchi che pareggiano i conti sul 15-15, con Atanasijevic Perugia prova a scappare 20-23, ma Le Goff a muro ribalta il parziale 25-24, Perugia si porta subito sul 25-26, ace di Gitto per il 28-27, muro di Russel per il 28-29 e dopo una serie di cambipalla Zaytsev chiude 39-41. Di Pinto conferma Ishikawa e Maruotti porta subito avanti la Taiwan Excellence 3-0, che poi allunga con un muro di Gitto 14-9, con gli ace di De Cecco e Zaytsev gli umbri si riportano sotto 16-15, ma Ishikawa, Rossi a muro e Starovic per il 22-17 e lo stesso serbo a chiudere il parziale 25-20. Bernardi conferma Ricci nel terzo set e con gli ace di Anzani e Atanasijevic si porta 2-4, Gitto pareggia i conti (5-5), ma Atanasijevic e Zaytsev trascinano gli umbri sull’11-18 chiudendo in pratica il parziale, inutile la girandola di cambi (per entrambe le formazioni) con Zaytsev che chiude sul 15-25. Parte subito bene la Sir Safety nel quarto set che con gli ace di De Cecco, Zaytsev e Atanasijevic si porta 4-8, Anzani a muro e le bande allungano 9-17, i muri di Starovic e Gitto accorciano sul 12-17, ma Zaytsev allunga con un ace 12-19 e la gara si chiude 17-25.
MVP: Ivan Zaytsev
Spettatori: 1796
Ivan Zaytsev (Sir Safety Conad Perugia): Sono contento di aver vinto qui, c’è sempre molta pressione in questo campo, lo testimoniano i primi due set. Stiamo cercando di lavorare sodo in palestra, sappiamo che dobbiamo farci trovare pronti nei momenti cruciali della stagione come i Play Off”.
Andrea Rossi (Taiwan Excellence Latina):Siamo partiti forte con grandi energie mentali. Al terzo set noi siamo un po’ calati ma è anche uscita fuori la Perugia che ci aspettavamo. Ora dobbiamo subito pensare alla prossima gara. Credo che la classifica sia bugiarda ci mancano almeno cinque punti”.
 
Azimut Modena - Bunge Ravenna 3-0 (25-21, 25-19, 25-18) 
Azimut Modena: Mossa De Rezende 1, Ngapeth E. 12, Mazzone 10, Sabbi 11, Urnaut 15, Holt 5, Tosi (L), Rossini (L), Marra 0, Ngapeth S. 0, Penchev 0. N.E. Van Garderen, Bossi, Argenta. All. Stoytchev.
Bunge Ravenna: Orduna 1, Poglajen 9, Diamantini 4, Buchegger 7, Raffaelli 14, Georgiev 6, Marchini (L), Goi (L), Gutierrez 5. N.E. Vitelli, Marechal, Pistolesi. All. Soli.
ARBITRI: Saltalippi, La Micela Sandro.
NOTE - durata set: 27', 26', 25'; tot: 78'. MVP Urnaut
 
Modena vince 3-0 una gara delicata con Ravenna davanti agli oltre 4300 del PalaPanini. Bruno e compagni hanno risposto alla grande dopo il passo falso di Trento. L’Azimut parte con capitan Bruno in regia, Sabbi opposto, le bande sono Ngapeth e Urnaut, al centro Holt e il nazionale italiano Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Bunge Ravenna di Fabio Soli risponde con Orduna-Buchegger in diagonale, Poglajen e Raffaelli sono i due schiacciatori, Diamantini è al centro con Georgiev, libero gioca Goi. Parte forte Ravenna che tiene bene il passo di Modena, il PalaPanini sopra i 4500 spettatori spinge forte, l’Azimut va sul 7-6. Strappa Modena e lo fa nel cuore del parziale, 18-15 dopo il muro di Mazzone. Modena chiude il primo set 25-21. Il secondo set inizia nel segno dell’equilibrio, 4-4 e buon livello di gioco. Piazza il break e va sul 7-5 Modena, Soli chiama il time-out. Alza ancora i giri del motore l’Azimut, la squadra di Stoytchev va sul 16-11 e Ravenna fatica. Modena chiude il secondo set 25-19, 2-0 Azimut. Parte a mille Modena nel terzo parziale, 6-2 con l’Azimut che forza tanto al servizio. Non si ferma l’Azimut che arriva al 22-14. Modena chiude il set 25-18 ed il match 3-0.
Spettatori: 4369
MVP: Urnaut (Azimut Modena)
Radostin Stoytchev (allenatore Azimut Modena):Anche la settimana prima di Trento avevamo lavorato duro e molto bene, oggi senza nulla togliere a Ravenna, loro avevano un livello un po’ diverso rispetto a Trento. Certo, anche il palazzetto aiuta e le giocate spettacolari di Bruno e Earvin si percepiscono in una maniera diversa. Sono soddisfatto del risultato”.
Fabio Soli (allenatore Bunge Ravenna):Sapevamo di trovare una squadra arrabbiata e che sarebbe entrata in campo per dimostrare che tutto ciò che è successo esternamente al discorso pallavolo è passato e per dimostrare che è tra le top del Campionato. Contro una Modena così era molto difficile farcela”.
 
Revivre Milano - Calzedonia Verona 0-3 (15-25, 22-25, 17-25)
Revivre Milano: Daldello 1, Klinkenberg 9, Averill 3, Abdel-Aziz 13, Cebulj 1, Piano 3, Piccinelli (L), Schott 3, Perez Rivera 0, Tondo 0, Galassi 2. N.E. Preti. All. Giani.
Calzedonia Verona: Spirito 2, Jaeschke 13, Pajenk 12, Stern 9, Maar 12, Mengozzi 3, Frigo (L), Pesaresi (L), Marretta 1, Djuric 0, Manavinezhad 3. N.E. Birarelli, Paolucci, Grozdanov. All. Grbic.
ARBITRI: Braico, Gnani. NOTE - durata set: 21', 27', 22'; tot: 70'. MVP: Spirito
La sfida di centro classifica tra la Revivre Milano e la Calzedonia Verona dell’11a giornata di Andata di Regular Season prende la via del Veneto con la formazione di Nikola Grbic che si impone con un netto 0-3 al PalaYamamay (15-25, 22-15, 17-25). Gli scaligeri trovano nel servizio l’arma vincente per mettere in difficoltà i padroni di casa: 7 aces totali a fronte di soli 11 errori. In più la regia perfetta di Luca Spirito (MVP di serata), ha reso agile il lavoro in attacco dei propri compagni mandando in doppia cifra Pajenk (12, con 3 ace e 9 su 9 in attacco), Maar (12) e Jaeschke (13). Per Milano 13 punti per Nimir Abdel-Aziz, ben marcato dal muro Veronese (7 murate subite), 9 i colpi messi a segno da Klinkenberg. Giani ha provato a cambiare anche formazione inserendo Perez, Galassi e Schott ma questa sera la Revivre ha faticato a trovare la grinta giusta per opporsi ai veronesi, più aggressivi in tutti i fondamentali.
MVP: Luca Spirito (Calzedonia Verona)
Spettatori: 1660
Alessandro Piccinelli (Revivre Milano): Una gara dura, con Verona che è partita fortissima al servizio costringendoci ad adattarci in ricezione ad inizio gara. Loro comunque hanno sempre avuto quella marcia in più per chiudere ogni set a proprio favore. Difficile capire cosa non è andato bene stasera: giocare contro una squadra che ti mette così tanta pressione non è assolutamente semplice e dovremo tornare in palestra da martedì per allenarci ed arrivare preparati tutti quanti alla prossima gara”.
Luca Spirito (Calzedonia Verona):Questa sera abbiamo fatto bene più o meno tutto. Volevamo partire subito aggressivi e devo dire che ci siamo riusciti fin dall’inizio, battendo molto bene e con una correlazione muro difesa che ha fatto un ottimo lavoro. Stiamo crescendo, recuperando i giocatori infortunati, scalando la classifica. Il premio di MVP fa sempre piacere, è bello vedere la squadra giocare così, con una sintonia perfetta in campo ”.
 
Wixo LPR Piacenza - Gi Group Monza 3-0 (25-23, 25-15, 25-18) 
Wixo LPR Piacenza: Baranowicz 2, Clevenot 12, Alletti 10, Fei 18, Parodi 7, Yosifov 6, Giuliani (L), Cottarelli 0, Kody 0, Manià (L). N.E. Di Martino, Hershko, Marshall. All. Giuliani.
Gi Group Monza: Shoji 2, Botto 4, Beretta 3, Hirsch 1, Dzavoronok 4, Buti 4, Brunetti (L), Plotnytsky 10, Rizzo (L), Walsh 0, Finger 12, Barone 2, Langlois 0. N.E. Terpin. All. Falasca.
ARBITRI: Sobrero, Pasquali. NOTE - durata set: 27', 22', 25'; tot: 74'. MVP Baranowicz
 
Non ci sono sbavature nell’undicesima giornata di andata della Wixo LPR. A Fei e compagni basta poco più di un’ora di gioco per chiudere i conti con Monza: un 3-0 netto e veloce che, dopo le sconfitte casalinghe di Padova e Perugia, fa esultare tutti i 2073 del PalaBanca. Monza, dopo il vantaggio acquisito nel primo parziale (4-7), cerca l’aggancio sulle note finali (22-21), ma invano (25-23). I lombardi non riescono a tenere il passo dei biancorossi che viaggiano a vele spiegate e sul velluto nella seconda frazione (25-15). La buona volontà degli uomini di coach Falasca si riscontra anche nel terzo set: Finger e Plotnytsky tentano, a più riprese, di allungare la gara ma Piacenza ha i paraocchi e procede spedita verso la chiusura di set e match (25-18).
Un super Baraowicz (eletto MVP a fine gara) si destreggia a regola d’arte e rende Fei (18 punti di cui 1 ace e 5 muri), Clévenot (12 punti di cui 2 ace e 1 muro) e Alletti (10 punti di cui 2 ace e 3 muri) delle vere e proprie mine vaganti.
A fine gara gli uomini di coach Giuliani si distinguono in tutti i fondamentali: 6 ace (contro i 3 di Monza), 56% in ricezione (Manià e Parodi al 69%), 48% in attacco e ben 12 muri (contro i 5 della Gi Group). Sono proprio i muri della Wixo LPR a mettere maggiormente in crisi gli uomini di coach Falasca, soprattutto nei primi due parziali. Per Monza chiusura a doppia cifra per Finger (12 punti di cui 1 ace e2 muri) e Plotnytsky (10 punti, di cui 1 muro).
Spettatori: 2073
MVP: Michele Baranowicz
Alberto Giuliani (allenatore Wixo LPR Piacenza):È stata una partita pulita. Fortunatamente questa volta tutto è filato a dovere in ogni singolo fondamentale. Siamo scesi in campo con una grande concentrazione e abbiamo portato a termine una buona partita. In alcune circostanze Monza ci ha dato una mano, ma le partite si giocano sempre in due”.
Rizzo Marco (Gi Group Monza):Non ci aspettavamo di andare così tanto in difficoltà. Con Latina avevamo dimostrato carattere oggi invece non è girato praticamente nulla, dalla battuta alla ricezione. Peccato, nel primo e terzo set potevamo risollevarci ma nel concreto non ci siamo riusciti. Dobbiamo tornare a lavorare”.
 
Giocata sabato 9 dicembre
Cucine Lube Civitanova - Kioene Padova 3-2 (25-21, 26-28, 25-21, 24-26, 16-14)
Cucine Lube Civitanova: Christenson 4, Sander 19, Cester 11, Sokolov 26, Kovar 13, Candellaro 9, Grebennikov (L), Juantorena 5. N.E. Stankovic, Zhukouski, Casadei, Milan, Marchisio. All. Medei.
Kioene Padova: Travica 0, Cirovic 16, Polo 14, Nelli 23, Randazzo 13, Volpato 10, Balaso (L), Koprivica 2, Premovic 0. N.E. Peslac, Gozzo, Sperandio. All. Baldovin.
ARBITRI: Vagni, Santi. NOTE - durata set: 24', 28', 28', 30', 19'; tot: 129'.
 
Giocata venerdì 8 dicembre
BCC Castellana Grotte - Biosì Indexa Sora 2-3 (25-21, 22-25, 26-28, 25-18, 17-19) 
BCC Castellana Grotte: Paris 7, Moreira 19, De Togni 16, Cazzaniga 17, Canuto 9, Ferreira Costa 14, Pace (L), Garnica 0, Cavaccini (L), Rossatti 1, Ferraro 1. N.E. Zauli, Tzioumakas, Hebda. All. Lorizio.
Biosì Indexa Sora: Seganov 3, Nielsen 20, Caneschi 10, Petkovic 32, Rosso 10, Mattei 7, Fey 3, Santucci (L), Marrazzo 0. N.E. Duncan-Thibault, Lucarelli, Mauti, Penning, Farina. All. Barbiero.
ARBITRI: Satanassi, Boris. NOTE - durata set: 28', 29', 31', 23', 22'; tot: 133'.
 
Classifica
Cucine Lube Civitanova 31, Sir Safety Conad Perugia 30, Azimut Modena 27, Bunge Ravenna 20, Wixo LPR Piacenza 19, Calzedonia Verona 18, Kioene Padova 17, Diatec Trentino 16, Revivre Milano 15, Taiwan Excellence Latina 12, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Gi Group Monza 9, BCC Castellana Grotte 5, Biosì Indexa Sora 3
1 incontro in più: Cucine Lube Civitanova, Wixo LPR Piacenza; 1 Incontro in meno: Calzedonia Verona, BCC Castellana Grotte
 
Prossimo turno
Posticipo 3a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Mercoledì 13 dicembre 2017, ore 20.30
BCC Castellana Grotte - Calzedonia Verona  Diretta Lega Volley Channel
(Vagni-Piperata)
Addetto al Video Check: Mancini  Segnapunti: Losapio
 
Anticipo 12a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Mercoledì 13 dicembre 2017, ore 20.30
Biosì Indexa Sora - Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel
(Gnani-Bartolini)
Addetto al Video Check: De Orchi  Segnapunti: Paris
 
12a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Sabato 16 dicembre 2017, ore 20.30
Calzedonia Verona - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia  Diretta Lega Volley Channel
Domenica 17 dicembre 2017, ore 18.00
Sir Safety Conad Perugia - Azimut Modena  Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Gi Group Monza - Bunge Ravenna  Diretta Lega Volley Channel
Kioene Padova - Taiwan Excellence Latina Diretta Lega Volley Channel
Revivre Milano - BCC Castellana Grotte  Diretta Lega Volley Channel
 
Disputata il 16 novembre 2017
Cucine Lube Civitanova - Wixo LPR Piacenza 3-2 (25-22, 18-25, 22-25, 25-18, 15-12)
Sigla.com - Internet Partner