I risultati della 13a giornata di A1 femminile

21/11/2020

Tre vittorie per 3-0 aprono la 13^ e ultima giornata del girone di andata del Campionato di Serie A1 Femminile. Nei match pomeridiani, Saugella Monza e Savino Del Bene Scandicci ottengono tre punti e avvicinano il secondo posto occupato dalla Igor Gorgonzola Novara (in campo in questo momento a Busto Arsizio), mentre la VBC èpiù Casalmaggiore supera la Bosca S.Bernardo Cuneo e la supera in classifica, salendo in ottava posizione. 
Le brianzole di Marco Gaspari si impongono al PalaGeorge di Montichiari sulla Banca Valsabbina Millenium Brescia, confermando lo straordinario momento di forma. Quinta affermazione consecutiva per Heyrman e compagne, che limitano gli errori e i tentativi di reazione delle padrone di casa, schiacciando fortissimo sul pedale dell'acceleratore sia in attacco che a muro (11 di squadra, 5 di Danesi, tutti nel primo set). Le rosablù esprimono un gioco armonioso, efficace, agevolato da un servizio devastante (12 ace di squadra, 7 personali di Orthmann), ben guidato da un'ispirata Orro in regia. Se i primi due set sono praticamente a senso unico, il terzo è leggermente più equilibrato, con Brescia generosa nel rientrare con Decortes e qualche sbavatura delle ospiti. Monza però spegne le speranze di rientro della squadra di Mazzola con le fiammate di Van Hecke (MVP della gara con 17 punti). Saugella a quota 22 punti, Banca Valsabbina ferma a 7. 
Un punto dietro le brianzole c'è la Savino Del Bene Scandicci, che passa per 3-0 al Sanbàpolis di Trento contro la Delta Despar. Le gialloblù di Matteo Bertini se la giocano alla pari, ma le toscane di Massimo Barbolini riescono nei finali di set a imprimere le accelerazioni decisive. Nel primo con tre punti consecutivi dal 19-19, nel secondo con il guizzo di Courtney per il 27-29, nel terzo scattando dal 21-22 al 21-25 dopo la rimonta delle padrone di casa. Courtney è top scorer al pari di Stysiak con 14 punti e decisiva sia in seconda linea che in prima. Determinanti gli ingressi di Markovic e il doppio cambio palleggiatore-opposto, che hanno avuto un ruolo di primo piano nell'economia della sfida, rovesciando spesso l’inerzia della frazione. In casa Delta Despar non bastano le prove positive delle schiacciatrici Melli e D’Odorico, brave a ripetersi dopo mercoledì scorso con Novara e autrici di rispettivamente 14 e 13 punti personali con percentuali in attacco intorno al 40%.
La VBC èpiù Casalmaggiore dà un colpo di spugna al ko di Firenze e all'infortunio di Partenio con il convincente successo sulla Bosca S.Bernardo Cuneo. Le rosa di Carlo Parisi vincono 3-0 con parziali equilibrati e con i tre punti sorpassano proprio le avversarie odierne, salendo a quota 12. Il trio Montibeller (22 punti con il 54% offensivo e 3 muri), Bajema (15 punti, tra cui quello che scrive il 31-29 del secondo parziale) e Vasileva (14) confeziona una notevole prova in attacco, mentre in seconda linea brilla Sirressi. Ospiti mai dome, nonostante il terzo impegno in sei giorni, ma in apprensione per le condizioni di Alice Degradi, costretta a abbandonare il campo all’inizio del secondo set per un infortunio al ginocchio destro la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni.  
Il ricco sabato nel quale si disputa il 13^ ed ultimo turno del girone di andata del Campionato di Serie A1 Femminile, si accende nella serata con due sfide da non perdere.
Davanti alle telecamere di RaiSport, all' E-work Arena andava in scena il derby del Ticino tra la Unet E-Work Busto Arsizio, desiderosa di riscattare subito la prova opaca di mercoledì nel recupero con Firenze, e la Igor Gorgonzola Novara, al secondo posto in classifica ed unica compagine - prima di Scandicci nel pomeriggio - ad esser riuscita a vincere al Sanbapolis contro Trento ed interrompere l'imbattibilità delle neopromosse.
Coach Fenoglio - uno dei tanti ex di questa sfida - schiera Poulter in cabina di regia opposta a Mingardi, capitan Gennari e Gray in posto quattro, Olivotto e Stevanovic al centro con libero Giulia Leonardi. Coach Lavarini - premiato prima della sfida dal suo ex presidente Giuseppe Pirola insieme alle ex-farfalle Herbots, Washington e Bonifacio - schiera il solito sestetto in attesa del pieno rientro di Chirichella, quindi con Bonifacio e Washington al centro, diagonale Hancock-Smarzek, Herbots e Bosetti in banda con libero Stefania Sansonna, al rientro in campo proprio stasera.
Le farfalle mettono subito sul campo grinta e determinazione che sono mancate tre giorni fa, mentre Novara risponde colpo su colpo: si arriva a braccetto fino al 10 pari, quando Bonifacio trova il primo break e coach Fenoglio chiama successivamente tempo sul 12-14. Le biancorosse sembrano decisamente un'altra squadra rispetto all'ultima prestazione, ma Novara non concede nulla. Mingardi e Gray riportano sotto le bustocche che trovano il sorpasso su un colpo a rete di Smarzek, ma il videocheck riporta tutto in parità sul 20-20. Le piemontesi sembrano averne di più, ma Gennari e compagne non mollano e si va avanti ai vantaggi: due errori forzati al servizio di Hancock e Populini ed un'invasione di Sansonna tengono tutto in equilibrio nonostante la coppia al centro di ex Bonifacio-Washington sia spietata da posto tre; alla fine è Bosetti a trovare il pallonetto vincente per il definitivo 27-29 che conclude un bellissimo set giocato alla pari.
Seconda frazione nella quale le gaudenziane partono alla grande sul 2-5 forzando dai nove metri, ma le padroni di casa si riportano subito a contatto sul 6-6. Mingardi risponde da fondo campo agli attacchi in pipe di Herbots, con la parità che dura fino al 8-8, quando Novara trova un break importante, che costringe Fenoglio a fermare tempo sul 9-13. Bosetti trova successivamente anche l'ace su Gray, che viene sostituita da Escamilla. Le farfalle si spengono piano piano sotto i colpi di Washington e Smarzek: Stevanovic a muro è l'ultima a mollare, ma il set si conclude sul 16-25.
Terzo parziale nel quale Fenoglio mischia le carte, ed inserisci dall'inizio Escamilla e Bulovic per Gennari e Gray. Il turno al servizio iniziale di Hancock è però semplicemente devastante, con tre ace diretti e tante alzate scontate per il muro ospite. Fenoglio chiama entrambi i time-out immediatamente, ma è solo dopo un muro di Poulter che le farfalle riescono a togliere la battuta all'americana, sul 1-9. Tornano dentro Gray e capitan Gennari, ed una reazione d'orgoglio delle biancorosse arriva, ma ormai il set è compromesso, e le azzurra chiudono la terza frazione e la partita sul definitivo 15-25.
La Igor Gorgonzola Novara mantiene così il secondo posto in solitaria e risponde alla vittorie nel pomeriggio di Monza e Scandicci, con MVP della sfida Caterina Bosetti, mentre la Unet e-Work Busto Arsizio ha bisogno prima di tutto di ritrovare le sue giocatrici, sia sotto l'aspetto mentale che fisico, e cercare di trovare comunque qualcosa di buono: aver lottato alla pari nel primo set ed aver messo comunque sul campo la voglia di lottare che era decisamente mancata tre giorni fa.
In contemporanea al PalaBarton di Perugia, le ragazze di Davide Mazzanti della Bartoccini Fortinfissi Perugia, sconfitte domenica scorsa a Monza, ricevono in casa una delle squadre più in forma del momento, Il Bisonte Firenze di Mencarelli, reduce da due nette vittorie per 3-0 contro Casalmaggiore e proprio a Busto Arsizio mercoledì nel recupero.
Le magliette nere di casa sono chiamate a smuovere la classifica a tutti i costi, ed Angeloni e compagne entrano col piglio giusto per cercare di fermare le bocche di fuoco di Cambi.
Primo set combattutissimo, nel quale Ortolani e compagne strappano con le unghie e i denti la vittoria, mentre le bisontine dettano legge nella seconda frazione, vinta agevolmente sul 16-25. Bellissima battaglia nel terzo parziale, concluso nuovamente ai vantaggi, ed a spuntarla sono nuovamente le padrone di casa sul 29-27. 
Ci si aspetta nuovamente la reazione delle ragazze di Mencarelli, ma Alberti e compagne accusano il colpo e non riescono più a replicare alle delle magliette nere, che chiudono set e partita sul definitivo e netto 25-9, portandosi così tre punti d'oro a casa e al tempo stesso lasciare l'ultimo posto in classifica.
Miglior realizzatrice Serena Ortolani con 16 palloni messi a terra, rigenerata, come tutta la squadra, dall'arrivo di Davide Mazzanti, mentre per le toscane un giro a vuoto che non deve dimenticare la buonissima prima parte di stagione fin ora messa in campo.
La giornata si concluderà martedì pomeriggio, quando al PalaVerde di Villorba scenderanno in campo le campionesse del mondo dell' Imoco Volley Conegliano, che ospiteranno le collinari della Reale Mutua Fenera Chieri, al rientro dopo i tanti turni forzati lontano dal taraflex.

SERIE A1 FEMMINILE
IL PROGRAMMA DELLA 13^ GIORNATA
Sabato 21 novembre, ore 17.30 (diretta LVF TV)

Delta Despar Trentino - Savino Del Bene Scandicci 0-3 (21-25 27-29 21-25)
Sabato 21 novembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
VBC èpiù Casalmaggiore - Bosca S.Bernardo Cuneo 3-0 (25-22 31-29 28-26)
Banca Valsabbina Millenium Brescia - Saugella Monza 0-3 (15-25 19-25 21-25)
Sabato 21 novembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Unet E-Work Busto Arsizio - Igor Gorgonzola Novara  0-3 (27-29, 16-25, 15-25)
Sabato 21 novembre, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Bartoccini Fortinfissi Perugia - Il Bisonte Firenze 3-1 (26-24, 16-25, 29-27, 25-9) 
Martedì 24 novembre, ore 18.30 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano - Reale Mutua Fenera Chieri  ARBITRI: Giardini-Lot  ADDETTO VIDEOCHECK: Antonaci 
Riposa: Zanetti Bergamo

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 33 (11-0); Igor Gorgonzola Novara 25 (9-2); Saugella Monza 22 (8-3); Savino Del Bene Scandicci 21 (7-3); Reale Mutua Fenera Chieri 15 (5-2); Il Bisonte Firenze 14 (5-7); Delta Despar Trentino 13 (4-5); Vbc èpiù Casalmaggiore 12 (4-7); Bosca S.Bernardo Cuneo 10 (4-5); Zanetti Bergamo 10 (3-8); Bartoccini Fortinfissi Perugia 8 (3-7); Unet E-Work Busto Arsizio 8 (2-7); Banca Valsabbina Millenium Brescia 7 (1-10).
* tra parentesi le partite vinte-perse

I TABELLINI
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO - IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (27-29 16-25 15-25)
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Mingardi 8, Poulter 2, Stevanovic 4, Gray 14, Olivotto 6, Gennari 3, Leonardi (L), Escamilla 4, Bonelli, Cucco, Bulovic. Non entrate: Conti, Campagnolo, Piccinini. All. Fenoglio.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Smarzek 15, Hancock 8, Bonifacio 3, Bosetti 17, Washington 9, Herbots 15, Sansonna (L), Populini. Non entrate: Costantini, Napodano, Chirichella, Battistoni, Daalderop, Zanette. All. Lavarini.
ARBITRI: Sobrero, Braico. NOTE - Durata set: 33', 24', 22'; Tot: 79'.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA - IL BISONTE FIRENZE 3-1 (26-24 16-25 29-27 25-9)
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 10, Koolhaas 12, Ortolani 16, Carcaces 4, Aelbrecht 10, Di Iulio 5, Cecchetto (L), Angeloni 7, Mlinar 5, Agrifoglio 1. Non entrate: Casillo, Rumori, Scarabottini. All. Mazzanti.
IL BISONTE FIRENZE: Guerra 13, Kone 7, Nwakalor 14, Van Gestel 9, Belien 14, Cambi 1, Venturi (L), Enweonwu 6, Panetoni 1, Lazic. Non entrate: Neri, Alberti, Acciarri. All. Mencarelli.
ARBITRI: Talento, Autuori. NOTE - Durata set: 29', 21', 32', 18'; Tot: 100'.

VBC E'PIU' CASALMAGGIORE - BOSCA S.BERNARDO CUNEO 3-0 (25-22 31-29 28-26)
VBC E'PIU' CASALMAGGIORE: Bajema 15, Melandri 6, Montibeller 22, Vasileva 14, Stufi 5, Marinho, Sirressi (L), Ciarrocchi, Maggipinto, Bonciani, Kosareva. Non entrate: Vanzurova. All. Parisi.
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Candi 4, Signorile 2, Degradi 5, Zakchaiou 10, Bici 17, Ungureanu 17, Zannoni (L), Giovannini 7, Strantzali 3, Turco. Non entrate: Fava, Gay, Stijepic. All. Pistola.
ARBITRI: Cesare, Brancati. NOTE - Durata set: 28', 38', 30'; Tot: 96'.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA - SAUGELLA MONZA 0-3 (15-25 19-25 21-25)
BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Angelina 11, Veglia 2, Nicoletti 5, Jasper 5, Berti 3, Bechis, Parlangeli (L), Decortes 7, Cvetnic 1, Pericati, Bridi, Botezat. Non entrate: Biganzoli, Sala. All. Mazzola.
SAUGELLA MONZA: Orro 2, Orthmann 13, Danesi 9, Van Hecke 17, Begic 9, Heyrman 5, Parrocchiale (L), Davyskiba 4, Squarcini. Non entrate: Obossa, Meijners, Negretti, Carraro. All. Gaspari.
ARBITRI: Florian, Curto. NOTE - Durata set: 23', 24', 28'; Tot: 75'.

DELTA DESPAR TRENTINO - SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (21-25 27-29 21-25)
DELTA DESPAR TRENTINO: D'Odorico 13, Furlan 5, Piani 11, Melli 14, Fondriest 4, Cumino 1, Moro (L), Pizzolato 1, Ricci, Trevisan, Bisio, Marcone. All. Bertini.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Pietrini 1, Lubian 9, Malinov 4, Courtney 14, Popovic 5, Stysiak 14, Carocci (L), Markovic 8, Drewniok 5, Camera, Bosetti (L). Non entrate: Samadan, Cecconello. All. Barbolini.
ARBITRI: Piana, Boris. NOTE - Durata set: 28', 36', 29'; Tot: 93'.
Sigla.com - Internet Partner