I risultati della 20a giornata di serie A2 femminile

17/01/2018

I risultati della 20a giornata di serie A2 femminile
LPM BAM MONDOVI' - VOLLEY SOVERATO 0-3 (23-25 16-25 15-25) 
Nel primo turno infrasettimanale del 2018 il Volley Soverato sbanca Il PalaManera, infliggendo all'ex capolista LPM Bam Mondovì la prima sconfitta interna del Campionato. Il match di questa sera è stato inoltre un'anteprima del quarto di finale di Coppa Italia, che andrà in scena tra soli 7 giorni, sempre in Piemonte.
Coach Delmati schiera il consueto sestetto: Demichelis-Bici, centrali Rebora e Tonello, Biganzoli e Rivero bande e Agostino libero. La formazione ospite scende in campo con in regia Pizzasegola in diagonale a Mc Mahon, al centro Bertone e Frigo, schiacciatrici Donà e Gray, libero Caforio. 
L'inizio del primo set premia le monregalesi (10-6), che costringono coach Barbieri a chiedere timeout. Al ritorno in campo Soverato reagisce e raggiunge la parità (11-11). Il gioco prosegue punto a punto (14-14). Le ospiti ingranano la marcia e allungano la marcia fino al 17-21. Questa volta è la panchina di Mondovì a fermare il gioco. Lpm Bam non molla e, grazie ad un ace di Rivero, accorcia (20-22). Un'azione intensa, con un fantastico recupero di Biganzoli, segna il -1 (21-22). E' la capitana a suonare a carica, schiacciando la palla del 22 pari. Finale di set ancora punto a punto, ma è Soverato che si porta in vantaggio (23-25).
La seconda frazione di gioco inizia con la squadre che si rincorrono (9-9). Soverato sblocca la parità, grazie a due ace di Frigo (9-12). La corsa delle ospiti non si arresta, sfruttando anche alcuni errori di troppo delle pumine (11-18). Sul 13-21 cambio tra le fila di Mondovì: entra Camperi per Bici. Rebora e Rivero muovono il punteggio delle monregalesi (15-21), ma l'attacco di Grey serve alla sua Soverato il punto del 15-22. Le calabresi non frenano e chiudono meritatamente il set (16-25).
Nel terzo parziale, carico dalle vittorie dei precedenti set, è Soverato ad allungare fin da subito (6-10). Reazione di Mondovì, che si porta 10-11. Le ospiti non cedono e, con l'ace di Donà, allungano (10-13). Lpm Bam, sostenuta dal proprio pubblico, cerca il recupero (12-14). Le calabresi sono determinate e avanzano sul 12-18. L'ace di Frigo segna il 12-19. Tra le fila di Mondovì, in campo Rolando e Camperi. La marcia di Soverato è inarrestabile e chiude a proprio favore set e match, riuscendo nell'impresa di espugnare il PalaManera, ancora inviolato durante questa stagione.

FENERA CHIERI - DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-0 (25-23 25-20 25-20) 
Forse non è stata la miglior partita stagionale del Fenera Chieri '76, ma senz'altro è stata la più esaltante. In emergenza per l'assenza dell'influenzata Bresciani, con Perinelli che si sacrifica nel ruolo di libero e Mezzi titolare in banda, la squadra di Luca Secchi vince 3-0 centrando la prima affermazione interna contro la Delta Informatica Trentino che in passato aveva sempre sbancato il PalaFenera. A coronamento della serata arriva la contemporanea sconfitta di Mondovì che restituisce alle biancoblù il primo posto in classifica con un punto di vantaggio su San Giovanni in Marignano, loro prossime avversarie.
Il momento chiave è il finale del primo set. Dopo una prima parte a dir poco sofferta il Fenera si ricompatta e in rimonta da 14-21 conquista la prima frazione 25-23. Di lì inizia un'altra partita che vede le chieresi quasi sempre in vantaggio aggiudicarsi in modo più lineare secondo e terzo set. Top scorer Angelina con 17 punti e uno stratosferico 61% in attacco.
La cronaca. Primo set – Angelina sbaglia il primo servizio del match, seguono un'invasione fischiata al Fenera Chieri '76, un primo tempo di Gaia Moretto, un muro della stessa centrale su Mezzi, e sullo 0-4 per la Delta Informatica Trentino coach Secchi deve già chiamare time-out. Al rientro in campo Akrari mette a terra il primo punto biancoblù. La partita resta saldamente in mano alla squadra di Negro che conduce senza particolari problemi fino a 14-21. Qui l'inerzia del set gira a favore delle padrone di casa che salgono di tono sia nel muro-difesa, fin lì deficitario, sia al servizio. Con l'aumento della pressione chierese aumentano anche gli errori ospiti. Sul 18-22 inizia un fruttuoso turno di battuta di De Lellis che vale il sorpasso a 23-22. La battuta di De Lellis che si ferma sul nastro è l'ultimo punto trentino (23-23): Manfredini mette a terra i due ultimi palloni e la frazione termina 25-23.
Secondo set – Il Fenera Chieri '76 rientra molto bene in campo costrigendo coach Negro a chiamare time-out sul 7-2. Nel prosieguo il set si sviluppa in modo abbastanza lineare: le chieresi non riescono a scappare ma restano sempre avanti di qualche punto e chiudono 25-20 (fast di Lualdi). Al termine della frazione spicca il 58% in attacco delle biancoblù, con numeri da capogiro per Manfredini e Angelina che realizzano 7 e 6 punti col 70% di efficacia.
Terzo set – Dopo un avvio di marca chierese (5-2) il set diventa un intenso punto a punto fino a 16-16. Il Fenera allunga a 19-16 con Manfredini e Angelina, Trento rientra a 19-18 con Kiosi e un ace sporco di Fucka, poi 3 errori ospiti spianano la strada a Chieri che infine chiude 25-20 alla terza palla match con Manfredini.
Il commento di Luca Secchi, coach Fenera: "L'inizio della partita è stato un po' un mix di preoccupazione e timore per aver messo in campo un assetto che non è il nostro equilibrio principe. Abbiamo iniziato un po' passivi. Poi prendi coraggio e confidenza, fino ad arrivare a un finale di primo set in cui ci siamo davvero esaltati, come singoli e come squadra. Dopo la partita è stata un po' più facile perché quando prendi fiducia diventa tutto più facile. Credo che da un punto di vista del singolo ma ancor più di squadra, abbiamo interpretato secondo e terzo set come meglio non avremmo potuto. Chiudo con un in bocca al lupo a Bresciani per un pronto rientro, un grazie a Perinelli per la disponibilità e il sacrificio in un ruolo non suo, ma soprattutto complimenti a tutta una squadra che nella difficoltà ha fatto squadra".

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA - ZAMBELLI ORVIETO 0-3 (13-25 7-25 17-25) 
Si arrende ancora la Golden Tulip. Stavolta è la Zambelli Orvieto a violare il taraflex del viale Medaglie d'Oro. Purtroppo contro le umbre Caserta ha giocato la sua peggior partita stagionale. Primo e secondo set praticamente da cancellare. Servizio, ricezione, attacco non pervenuti. Solo nel terzo parziale si è avuta una timida reazione, ma ben presto le rivali hanno ripreso in mano l'inerzia della sfida andando a vincere con facilità set e gara. Alla fine le dragonesse si sono dovute arrendere alla miglior compattezza tecnica e quantitativa delle umbre che così vendicano il ko dell'andata.
Inizio set equilibrato, con Orvieto che punta sulla potenza e sull'imprecisione di Caserta in ricezione portandosi subito 3-8. Contro break delle rosanero che recuperano terreno ed accorciano con i punti di Denysova e Silotto (6-8). Orvieto però alza il ritmo allungando con cinismo (9-16). Monfreda chiama il timeout. La ricezione resta il tallone d'Achille delle dragonesse, in difficoltà ad arginare gli attacchi di Santini e Montani che cristallizzano il 10-21. Black out delle padrone di casa nonostante il break positivo ma ormai è troppo tardi: il primo set se lo aggiudica la Zambelli.
L'avvio del secondo parziale rispecchia l'andamento del precedente: le umbre sfruttano al meglio i punti critici delle avversarie e si portano al primo timeout sul 2-7. In casa Volalto non funziona nessuna delle tre fasi: la rabbia di coach Monfreda dalla panchina è palpabile ma è Orvieto ad allungare 3-13. Percentuali siderali in attacco per le rosanero, con il muro avversario sempre efficace così come gli attacchi del suo Santini-Montani. Il set ha un padrone: la Zambelli (5-20). Le sortite rabbiose di Karyna Denysova non riescono a cambiare la storia del parziale. Primo set point per le ospiti in battuta con Ciarrocchi che non sbaglia la ghiotta occasione.
La musica cambia all'inizio del terzo parziale: la Golden Tulip è arrabbiata e mette tutto in campo, fissando il risultato sul 6-2. Cvetnic ha il braccio caldissimo, Silotto e Barone alzano le percentuali in ricezione. Si procede punto a punto, con la Zambelli che accorcia 7-6, pareggia e mette persino la freccia. Caserta non ci sta e mantiene l‘equilibrio con le ospiti che con potenza sfruttano le disattenzioni rosanero, mortifere in attacco con Ginanneschi e la solita Santini portandosi su 11-13. Break positivo della Zambelli che allunga 14-17 con il timeout di coach Monfreda. La musica però non cambia ed emergono nuovamente i limiti di Caserta in ricezione: 15-21 senza appello e gap che si fa sostanzioso. Il set point è nelle mani di Orvieto, in battuta con Montani ma annullato dal punto di Silotto. Break di Caserta che accorcia ma la Zambelli non sbaglia e chiude gara e parziale 17-25.

GOLEM OLBIA - SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 2-3 (25-18 20-25 22-25 26-24 10-15) 
La Golem Olbia esce sconfitta dalla sfida contro la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che al PalAltoGusto si impone al tie break al termine di una sfida equilibrata e combattuta. L'Hermaea accoglie il risultato senza drammi: il punticino conquistato, infatti, fa al tempo stesso morale e classifica, con le distanze dalla Sigel Marsala che restano invariate in zona salvezza.
La gara. L'inizio dell'Hermaea è molto convincente grazie all'ottima vena di Muresan e Uchiseto (4-0). La squadra di Bertolini si sveglia però ben presto dal torpore e piazza un break che rende la contesa incerta. Le vicentine passano avanti con Gomiero, ma le galluresi, ancora trascinate da Uchiseto e Muresan, scavano il solco (muro di Iannone per il 20-13). Montecchio pesca dalla panchina Kosareva, che esordisce in partita con due ace consecutivi, ma ormai è troppo tardi: con la diagonale vincente di Uchiseto Olbia fa suo il primo set sul 25-18.
Nella seconda frazione Montecchio prova a cambiare marcia (1-3). L'Hermaea prima resta in scia, poi rallenta (8-13). Giangrossi interviene chiamando il timeout, e le sue reagiscono a dovere tornando a contatto sul 12-13. A questo punto interviene anche il tecnico ospite, e la Sorelle Ramonda piazza un nuovo contro-break che le permette di andare avanti di cinque punti. Un errore in battuta di Muresan fa calare il sipario sul set, vinto da Montecchio per 20-25.
Equilibratissimo il terzo set: le squadra giocano punto appunto, annullando i reciproci tentativi di allungo. Montecchio, complice due chiamate arbitrali poco chiare (una delle quali costa il cartellino giallo a Giangrossi), prova a prendere il largo sul 15-19. L'Hermaea non ci sta e riprende le avversarie a quota 19. Kosareva e Brutti salgono nuovamente in cattedra nel finale di set, e Montecchio passa avanti sul 2-1.
Durante il quarto game le padrone di casa sembrano accusare il colpo a livello psicologico, e in due circostanze scivolano indietro di 4 punti. La reazione però non tarda ad arrivare, e si torna a giocare sul filo dell'equilibrio. Dopo il punto trovato da Barazza per la parità a 20, Montecchio accelera nuovamente e si conquista la palla match sul 24-22. La Golem, spalle al muro, trova però uno scatto d'orgoglio che le consente di vincere il set sul 26-24 e di andare al tie break.
Muresan e compagne pagano lo sforzo fisico e mentale in avvio di quinto set, con Gomiero e compagne che si portano subito in fuga e si aggiudicano con autorità la sfida sul 10-15.

BARRICALLA COLLEGNO - CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 2-3 (25-19 21-25 25-21 14-25 5-15) 
Sconfitta al tie break per il Barricalla Collegno nella terza giornata di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 femminile al Pala Alpignano, 2-3 con la Conad Olimpia Teodora Ravenna. 
La cronaca. Coach Marchiaro scende in campo con Morolli in palleggio, Agostinetto opposto, al centro Pastorello e Gobbo, schiacciatrici Schlegel e Poser, Lanzini libero. Risponde coach Angelini con Scacchetti in palleggio, Kajalina opposto, al centro Torcolacci e Menghi, schiacciatrici Bacchi e D'Odorico, Paris libero. Convocata per l'occasione l'Under 18 Daffara in sostituzione dell'influenzata Fiorio. 
Il primo punto per il Barricalla è a firma di capitan Gobbo, 2-0 grazie ad un muro di Poser. 3-0 con una veloce di Gobbo. Errore per Ravenna ed è 4-0. Attacco vincente di Poser, 5-0 per il CUS e time out per le ospiti. Al rientro nuovo errore per la Conad, 6-0 CUS. Errore per Bacchi, 7-0. Attacco di Agostinetto ed è 8-0 per il Barricalla. Il primo punto per Ravenna è su un errore in attacco collegnese. Nuovo erroe cussine ed è 8-2. Attacco vincente per Agostinetto ed è 9-2. Attacco di Kajalina, 9-3. Primo punto per Pastorello, che firma l'11-4. Il ritmo del Barricalla è incalzante e Ravenna chiede il secondo time out sul 16-10. Ravenna torna in campo più motivata e recupera tre punti; time out per coach Marchiaro sul 16-13. Nuovo time out cussino sul 16-15. Al rientro in campo attacco vincente per capitan Gobbo, 17-15. Punto per Schlegel, 18-15. Invasione per Ravenna, 19-15. Attacco vincente per Agostinetto, 20-15. Sul 20-16 dentro Migliorin per Poser. Punto per Agostinetto, 21-16. Nuovo attacco per il braccio caldo di Agostinetto ed è 22-16. Errore per la Conad, 23-16. Veloce vincente per Ravenna, 23-17. Set point per il Barricalla, dentro Courroux per Morolli. Errore in servizio per il CUS, 24-18. Muro per la Conad, 24-19. Mani fuori vincente per Schlegel, 25-19.
Secondo parziale al via con il primo punto cussino di Agostinetto. Schlegel firma il 2-0. Il Barricalla parte nuovamente forte ed è subito 5-1. Ravenna recupera e raggiunge la parità sul 12-12. Si porta poi in vantaggio 12-14, ed è time out per coach Marchiaro. Sul 12-15 dentro Migliorin per Poser. Nuovo attacco vincente per Bacchi ed è 12-16, dentro Brussino per Pastorello. Palletta vincente per Brussino, 13-16. 
Palletta vincente per Migliorin, 14-16 ed time out per la Conad. Ravenna allunga sul 15-18, nuovo time out per coach Marchiaro. Collegno accorcia le distante con una palletta di Morolli ed un ace di Brussino, 17-19. Parallela vincente per Agostinetto, 18-20. Muro per capitan Gobbo, 19-20. Punto per la Conad, 19-21. Ace per Ravenna, 19-22. Palletta vincente di Aluigi, 19-23. Rientra Poser su Migliorin. Attacco vincente per Agostinetto, 20-23. Set point per le ospiti grazie ad un attacco di Kajalina. Punto per il CUS, 21-24. Attacco di Kajalina ed è 21-25.
Parte forte il Barricalla nel terzo parziale ed è time out Ravenna sul 7-2 per capitan Gobbo e compagne. Le ospiti non riescono a trovare un equilibrio ed è 11-3 per il CUS. Time out Ravenna sul 14-7 per il Barricalla. La Conad recupera sino al 15-11 ed time out per coach Marchiaro. Il Barricalla torna in campo grintoso e un attacco di Gobbo ed un ace di Morolli portano le due formazioni sul 17-11. Due punti consecutivi per la Conad ed è 17-13. Ma Agostinetto non ci sta ed è 18-13. Mani fuori di Schlegel, 19-14. Muro di Pastorello, 20-15. Nuovo attacco per Schlegel, 21-15. Punto per la Conad ed è 21-16. Attacco fuori per Bacchi ed è 22-16. Dentro Courroux per Morolli. Errore per Bacchi ed è 23-16. Attacco vincente per Poser ed è set point CUS. Fast vincente Ravenna, 24-17. Attacco di Bacchi, 24-18. Nuovo attacco di Bacchi, 24-19. Veloce di Menghi, 24-20, rientra Morolli per Courroux. Mani fuori di Bacchi, 24-21. Time out per coach Marchiaro. Fast di Pastorello ed è 25-21.
Il quarto parziale vede Ravenna avanti 6-9 ed è time out cussino. La Conad gioca ad ottimi livelli ed allunga sino al 9-14. È una palletta di Schlegel a far raggiungere la doppia cifra al Barricalla, 10-14. La Conad continua a schiacciare forte ed è 11-16. Schlegel non molla, 12-16. Sul 12-17, time out per coach Marchiaro. Al rientro una fast di Pastorello firma il 13-17. Parallela per Bacchi, 13-18. Il CUS non riesce a ritrovare il ritmo ed è 13-20 per le ospiti. Dentro Brussino per Gobbo. Attacco di Kajalina, 13-21. Dentro Vokshi per Agostinetto. Muro per la Conad, 13-22. Attacco per Kajalina, 13-23. Veloce di Brussino, 14-23. Errore in battuta per il CUS, 14-24. È Kajalina a chiudere il parziale, 14-25.
Il tie break si apre con un ace del Barricalla, si porta in parità Ravenna ma Agostinetto firma il 2-1. Nuovamente in parità, 2-2. Attacco di Aluigi ed è 2-3. Veloce di capitan Gobbo, 3-3. Attacco di Kajalina ed 3-4. Errore per Kajalina, 4-4. Attacco di Bacchi ed è 4-5. Errore per il Barricalla, 4-6, time out per coach Marchiaro. Nuovo attacco di Bacchi, 4-7, dentro Vokshi per Agostinetto. Attacco di Bacchi, è 4-8 sul cambio di campo. Dentro Fragonas per Poser. Attacco vincente per Schlegel, 5-8, dentro Courroux per Morolli. Attacco vincente per la Conad, 5-9. Errore per il Barricalla ed è 5-10, rientra Poser per Fragonas, time out per Marchiaro. Ace di Ravenna, 5-11. Rientra Morolli su Courroux. Attacco di Bacchi, 5-12. Dentro Brussino su Pastorello. Di nuovo Bacchi in attacco, 5-13. Muro di Kajalina, 5-14. È un muro della Conad a chiudere il match 5-15. 
Queste le parole di Aurora Poser a fine match: "Abbiamo affrontato una squadra con grandi individualità e abbiamo cercato di fare il possibile per limitare i danni. Ci sono stati alti e bassi ma abbiamo comunque commesso troppi errori. Noi continueremo a lavorare duro e a puntare tutto sulla forza del nostro gruppo".
"Ci tenevamo molto a vincere questa partita alla luce delle ultime prestazioni – dichiara Lucia Bacchi a fine partita –. In questo momento non ci poniamo limiti e cerchiamo di dare il massimo ad ogni match". 

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA - UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO 3-1 (17-25 25-19 25-19 25-19) 
La decima giornata del girone di ritorno, ventesima in campionato della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2, vede esultare la Savallese Brescia. Tra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari, le leonesse superano la Ubi Banca San Bernardo Cuneo per 3-1 centrando la decima vittoria consecutiva. Sugli scudi gli attaccanti laterali Villani, Dailey e Decortes con 22, 17 e 19 punti, per le sabaude in doppia cifra Vanzurova, Segura e Bertone, autrici di 18, 12 e 15 palloni messi a segno.
 Coach Enrico Mazzola conferma la formazione titolare di Soverato con Prandi e Decortes a formare la diagonale, Dailey e Villani in posto 4, centrali Veglia e Guidi e libero Parlangeli. Le campane, guidate da questa stagione da Francois Salvagni, rispondono con Dalia opposta a Vanzurova, Borgia e Segura schiacciartici, Bertone e Mastrodicasa in posto 3, Bruno libero.
 Partenza shock nel primo set. Cuneo innesta la marcia: Vanzurova sigla lo 0-6 sul tremendo turno di battuta di Segura, costringendo Mazzola a fermare il tempo. Brescia accorcia e si porta sul 4-9. Guidi realizza il punto del 6-11 ma è l'Ubi Banca San Bernardo a macinare gioco e punti (10-19). La Savallese prova a reagire con due attacchi consecutivi di Dailey, ma il team di Salvagni chiude agevolmente il parziale (17-25).
 Nel secondo set la Savallese reagisce con forza, grazie ai punti di Villani e Decortes (8-4), servite da Prandi. Cuneo risponde con la spagnola Segura (10-7) ma è la formazione di casa a tenere in mano le redini del gioco (16-11). Coach Salvagli cambia Borgia con Re. L'Ubi Banca San Bernardo accorcia le distanze con gli attacchi di Vanzurova e Bertone (16-14), lo scatto bianconero è griffato da Dailey (18-15). La statunitense sigla il 20-17, seguito dall'ace di Decortes; Cuneo risponde con Vanzurova ma la Savallese resiste (Dailey, 22-18). Mazzola cala il jolly Norgini per Dailey, la giocatrice umbra realizza due ace che regalano il 24-18 e sei palle set per la Savallese. Vanzurova ne annulla una, alla seconda Villani con una diagonale stretta regala il 25-19 a favore di Brescia.
 Sulle ali dell'entusiasmo Brescia parte con il piede giusto anche nel terzo set. Un muro di Guidi sigla l'8-3, seguito nello scambio successo da un block di capitan Prandi. Il gioco della Savallese cresce intensità (10-5), grazie anche ai recuperi di Parlangeli; Cuneo recupera parte del gap (15-14) ma Villani piega la mani a Dalia (16-14). Gli scambi sono intensi e coinvolgono il pubblico del PalaGeorge: Villani trascina la Savallese sul punto del 19-16. Dalia trasforma il rigore del 20-18 cui risponde uno spettacolare pallonetto di Dailey ed un muro di Decortes per il 22-18. Nel finale di set la mattatrice è Guidi che realizza i punti che portano la Savallese sul 24-18. Dailey risolve ed è 25-19 Savallese.
 Nel quarto parziale la Savallese parte bene ed esprime un gioco di altissimo livello. Da un prodigioso recupero di Decortes, Villani trasforma il punto del 7-3, la squadra di casa è brava a contenere gli attacchi dell'Ubi Banca San Bernardo. Dailey mette a segno il 12-9, Mastrodicasa accorcia ma Villani allunga sul 14-11 per la Savallese. Decortes mura Segura e Villani supera la difesa di Cuneo per il 16-13. Cuneo prova a reagire: un attacco di Segura finisce out e la Savallese porta a sei le lunghezze di vantaggio (19-13). L'Ubi Banca San Bernardo prova a restare in scia, Decortes realizza il 21-16. Da posto 4 Villani non sbaglia l'attacco del 22-17. la Savallese amministra e chiude in trionfo con Decortes 25-19.
Enrico Mazzola (Savallese Brescia): "Cuneo è una squadra molto forte e complicata da affrontare. La chiave di lettura è stata il muro e riuscire a forzare la battuta, mettendo in difficoltà la ricezione. Ora pensiamo a Mondovì".  
Francois Salvagni (Ubi Banca San Bernardo Cuneo): "Siamo in un momento diffiicle. Siamo state brave nel primo set, poi Brescia ci ha messo in difficoltà. L'unica soluzione è lavorare di più per uscire da questo periodo".

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO - P2P GIVOVA BARONISSI 3-0 (26-24 25-22 25-14) 
Non si ferma neppure contro un'ottima P2P la striscia positiva della Battistelli, che dopo il turno di riposo centra l'ottava vittoria consecutiva. Preziosissimo e di prestigio il rotondo successo per 3-0 ottenuto dalle biancazzurre sul proprio campo contro una squadra affamata di punti quella guidata in panchina da Ivan Castillo. Grazie al successo conquistato oggi capitan Saguatti e compagne si portano al secondo posto in classifica complice la sconfitta di Mondovì. Una vittoria che ribadisce il positivo momento di salute della Battistelli, abile a confermarsi su buonissimi standard di gioco.
Da sottolineare la brillante prestazione in cabina di regia di Battistoni lucida al palleggio: l'alzatrice di San Giovanni si è tolta la soddisfazione di (mandare in doppia cifra 4 attaccanti, realizzando 2 muri e ben 2 ace, impreziosendo così la propria prestazione. Ottima la prova di Caneva al centro della rete (9 punti con il 66% a rete), molto bene anche Gibertini in difesa. Ma altresì bene si è mossa l'intera squadra biancazzurra, che ha trovato nel servizio l'arma in più commettendo pochissimi errori. Tra le fila avversarie da sottolineare i 14 punti personali firmati Mendaro, oggi sottotono rispetto la sua media totale.
La cronaca. Coach Saja si affida alla formazione tipo che vede Battistoni in regia, Zanette opposto, Saguatti e Markovic in banda, Casillo e Caneva centrali e Gibertini libero, mentre coach Castillo schiera Avenia in palleggio con Mendaro Leyva opposto, Moneta e Quarchioni laterali, Strobbe e Prestanti al centro e Maggipinto libero.
Inizio equilibrato che vede alternarsi le squadre fino al 7/7 e dopo un break di Baronissi trascinato da Mendaro Saja ferma il gioco: 7/10. Si riprende con la Battistelli che recupera sul 13/13 e stavolta è coach Castillo a fermare il gioco dopo un errore di formazione (17/15). Si rigioca e, su ace di Markovic, Castillo decide ancora di fermare il gioco: 20/17. Sull'errore di Moneta, Castillo manda in campo Travaglini al posto di Prestanti. Sono una schiacciata ed un muro di Mendaro a riaprire il set con coach Saja che ferma il gioco: 23/23. Saguatti guadagna il set poit ma Mendaro pareggia: 24/24. L'errore al servizio di Mendaro e l'ace sporco di Casillo regalano il primo parziale alla Battistelli: 26/24.
Inizio scoppiettante nel secondo set per la Battistelli che ottiene subito un cospicuo vantaggio fino al primo time out di Castillo (10/2). Però Baronissi non ci sta: con un ottima azione a muro di Prestanti e Mendaro si riporta a tre lunghezze quando Saja chiama time out: 11/8. Parte ancora forte Baronissi e si porta in parità sul punteggio di 11/11. Coach Saja non sa più che pesci prendere e dopo essersi giocato anche il secondo time out cambia Zanette con Nasari, Battistoni con Giordano e Casillo con Gray. Sul 12/15 rimette in campo la formazione titolare. Sono due ace di Markovic a rimettere il risultato in parità:16/16. Il set procede punto a punto. Un rocambolesco punto guadagnato da Battistoni, due ottime schiacciate di Markovic regalano 4 set point alla Battistelli. Mendaro annulla il primo, un invasione di Battistoni il secondo ma è Caneva a chiudere il set con una giocata di prima intenzione: 25/22.
Ancora un inizio travolgente nel terzo set della Battistelli che allunga e costringe coach Castillo a fermare il gioco: 9/4. Si riprende ma in questo caso Baronissi non è in grado di bissare il recupero fatto nel secondo set e sul 16/10 Castillo si gioca il suo secondo ed ultimo time out. Nulla possono le irnine in questo terzo set che scorre velocemente verso il suo epilogo. E' un ace di Saguatti a far scorrere i titoli di coda sul punteggio di 25/14.

SAMSUNG GALAXY VOLLEY CUP A2 FEMMINILE: I RISULTATI DELLA 20^ GIORNATA
Martedì 16 gennaio 2018

Sigel Marsala - Club Italia Crai 2-3 (25-22, 20-25, 25-21, 12-25, 12-15)
Mercoledì 17 gennaio 2018
Golden Tulip Volalto Caserta - Zambelli Orvieto 0-3 (13-25 7-25 17-25) 
LPM Bam Mondovì - Volley Soverato 0-3 (23-25 16-25 15-25) 
Fenera Chieri - Delta Informatica Trentino 3-0 (25-23 25-20 25-20) 
Golem Olbia - Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 2-3 (25-18 20-25 22-25 26-24 10-15) 
Barricalla Collegno - Conad Olimpia Teodora Ravenna 2-3 (25-19 21-25 25-21 14-25 5-15) 
Savallese Millenium Brescia - Ubi Banca S.Bernardo Cuneo 3-1 (17-25 25-19 25-19 25-19) 
Battistelli S.G. Marignano - P2P Givova Baronissi 3-0 (26-24 25-22 25-14) 
Riposa: Bartoccini Gioiellerie Perugia

LA CLASSIFICA
Fenera Chieri 45; Battistelli S.G. Marignano 44; Lpm Bam Mondovi' 43; Savallese Millenium Brescia 42; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 40; Volley Soverato 35; Delta Informatica Trentino 35; Barricalla Collegno 33; Conad Olimpia Teodora Ravenna 29; Zambelli Orvieto 27; Club Italia Crai 27; P2p Givova Baronissi 20; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio* 19; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 14; Golem Olbia 13; Sigel Marsala 8; Golden Tulip Volalto Caserta* 6.
* una partita in meno

I TABELLINI
LPM BAM MONDOVI' - VOLLEY SOVERATO 0-3 (23-25 16-25 15-25) 
LPM BAM MONDOVI': Biganzoli 9, Tonello 4, Demichelis, Rivero 10, Rebora 5, Bici 7, Agostino (L), Camperi 1, Rolando, Costamagna. Non entrate: Sciolla, Mazzotti. All. Delmati. 
VOLLEY SOVERATO: Dona' 4, Frigo 7, Pizzasegola 1, Gray 17, Bertone 3, Mc Mahon 13, Caforio (L), Taborelli, Valli. Non entrate: Millesimo, Formenti (L). All. Barbieri. 
ARBITRI: Santoro, Armandola. 
NOTE - Durata set: 25', 22', 21'; Tot: 68'.

FENERA CHIERI - DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-0 (25-23 25-20 25-20) 
FENERA CHIERI: Angelina 17, Akrari 4, Manfredini 13, Mezzi 9, Lualdi 7, De Lellis 3, Perinelli (L). Non entrate: Colombano, Salvi, Moretto, Rolando, Sandrone (L), Dell'Amico. All. Secchi. 
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fondriest 2, Moncada 1, Fiesoli 7, Moretto 6, Kiosi 13, Dekany 7, Moro (L), Michieletto 1, Carraro 1, Zardo (L), Fucka. Non entrate: Antonucci. All. Negro. 
ARBITRI: Giorgianni, De Sensi. 
NOTE - Durata set: 27', 27', 26'; Tot: 80'.

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA - ZAMBELLI ORVIETO 0-3 (13-25 7-25 17-25) 
GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Silotto 6, Mabilo 2, Manig, Cvetnic 10, Taje' 3, Denysova 7, Barone (L), Marangon. Non entrate: Emendato, Abbate, Savinelli, Forte. All. Monfreda. 
ZAMBELLI ORVIETO: Ginanneschi 10, Mio Bertolo 13, Santini 11, Grigolo 9, Montani 12, Valpiani, Rocchi (L), Ciarrocchi 2, Venturi (L). Non entrate: Arico', Muzi, Zonta. All. Solforati. 
ARBITRI: Colucci, Di Bari. 
NOTE - Durata set: 19', 15', 21'; Tot: 55'.

GOLEM OLBIA - SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 2-3 (25-18 20-25 22-25 26-24 10-15) 
GOLEM OLBIA: Barazza 10, Muresan 24, Uchiseto 24, Bartolini 12, Simoncini, Iannone 4, Barbagallo (L), Soos 2. Non entrate: Murru, Caboni, Cecconello. All. Giangrossi. 
SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Giroldi 1, Pamio 18, Bovo 3, Marcolina 12, Gomiero 7, Brutti 18, Pericati (L), Kosareva 9, Fiocco 8, Stocco 1, Lucchetti, Fontana. All. Bertolini. 
ARBITRI: Caretti, Noce. 
NOTE - Durata set: 23', 26', 31', 31' , 16' ; Tot: 127'.

BARRICALLA COLLEGNO - CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 2-3 (25-19 21-25 25-21 14-25 5-15) 
BARRICALLA COLLEGNO: Morolli 6, Poser 5, Gobbo 14, Agostinetto 17, Schlegel 14, Pastorello 8, Lanzini (L), Brussino 3, Migliorin 1, Courroux, Vokshi, Fragonas. Non entrate: Daffara, Colamartino (L). All. Marchiaro. 
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Torcolacci 4, Scacchetti 2, Bacchi 30, Menghi 15, Kajalina 21, D'Odorico, Paris (L), Aluigi 13, Panetoni 1. Non entrate: Ceroni, Vallicelli. All. Angelini. 
ARBITRI: Cecconato, Giardini. 
NOTE - Durata set: 25', 27', 26', 20' , 13' ; Tot: 111'.

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA - UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO 3-1 (17-25 25-19 25-19 25-19) 
SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Prandi 4, Villani 22, Veglia 5, Decortes 19, Dailey 17, Guidi 7, Parlangeli (L), Norgini 1. Non entrate: Biava, Canton, Angelini, Bortolot. All. Mazzola. 
UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Dalia 4, Segura 15, Bertone 12, Vanzurova 18, Borgna 8, Mastrodicasa 6, Bruno (L), Re, Bonifazi, Aliberti, Baiocco. All. Salvagni. 
ARBITRI: Sabia, Licchelli. 
NOTE - Durata set: 21', 23', 24', 23' ; Tot: 91'.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO - P2P GIVOVA BARONISSI 3-0 (26-24 25-22 25-14) 
BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 12, Caneva 9, Zanette 11, Saguatti 10, Casillo 4, Battistoni 4, Gibertini (L), Gray 1, Nasari, Giordano. Non entrate: Bordignon, Sgarbossa. All. Saja. 
P2P GIVOVA BARONISSI: Avenia, Quarchioni 4, Prestanti 2, Mendaro Leyva 14, Moneta 8, Strobbe 9, Maggipinto (L), Ferrara, Travaglini. Non entrate: Gagliardi, Baruffi, Pedone. All. Castillo. 
ARBITRI: Mattei, Laghi. 
NOTE - Durata set: 25', 26', 18'; Tot: 69'.

IL PROSSIMO TURNO
Sabato 20 gennaio, ore 16.00
Club Italia Crai - Golem Olbia
Domenica 21 gennaio, ore 17.00
LPM Bam Mondovì - Savallese Millenium Brescia
Battistelli S.G. Marignano - Fenera Chieri
Conad Olimpia Teodora Ravenna - Golden Tulip Volalto Caserta
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio - Zambelli Orvieto
Delta Informatica Trentino - Barricalla Collegno
Volley Soverato - P2P Givova Baronissi
Ubi Banca S.Bernardo Cuneo - Bartoccini Gioiellerie Perugia
Riposa: Sigel Marsala
Sigla.com - Internet Partner