I risultati della 5a giornata di ritorno di serie A2 femminile

22/01/2023

Basta una sconfitta a Brescia nel Girone A per scivolare dal secondo al quarto posto: Mondovì si prende i tre punti nella rivincita di Coppa Italia e si porta a -2 dalle giallonere, mentre effettuano il sorpasso sia Busto Arsizio, 3-0 a Offanengo, che Sassuolo, che espugna il fortino di Olbia. A festeggiare è sicuramente Trento che, grazie al 3-0 sul Club Italia, allunga a +4 sulle inseguitrici. Sorrisi anche in casa Lecco per il successo nello scontro diretto contro Montale. Nel Girone BRoma perde un set contro Soverato ma si conferma schiacciasassi, le altre big vincono tutte: Talmassons San Giovanni in Marignano espugnano Marsala Sant'EliaMartignacco regola Messina. A Perugia, netto successo di Vicenza

GIRONE A
Pochissimi giorni dopo la sfida di Coppa Italia Frecciarossa, il calendario ha concesso subito il rematch alla LPM BAM Mondovì contro la Valsabbina Millenium Brescia. Un'occasione che la squadra di coach Solforati non si è lasciata scappare, conquistando l'intera posta in palio. Probabilmente anche fiaccate dai dieci set delle ultime due partite contro Busto Arsizio e le stesse pumine, le giallonere non iniziano nel migliore dei modi, subendo le iniziative della squadra di casa, pimpante e precisa. Arriva così prima l'1-0 e poi il 2-0, anche per merito dei servizi pungenti di Mondovì, che fa registrare 5 ace nelle prime due frazioni (4 di Pizzolato). Il terzo set è il più combattuto, con le rossoblu a cercare di chiuderla e le ragazze di coach Beltrami a tenere accesa la speranza, che alla fine le premia con il sorpasso proprio sul finale e il 2-1 a referto. Ma al ritorno sul campo, subito un parziale di 8-2 e poi un importante 16-8 per mettere le cose in chiaro e permettere alle piemontesi di conquistare i tre punti e vendicarsi delle avversare per l'uscita dalla coppa. MVP e top scorer l'ex Clara Decortes, 24 punti con il 48%, in doppia cifra anche Pizzolato (13) Grigolo (12) Riparbelli (11) e Populini (10). Non basta a Brescia la solita Obossa da 16 punti. Le parole di coach Solforati“Abbiamo dato continuità ad un periodo positivo. E’ la prima vittoria con una big, ci siamo andati vicini pochi giorni fa. Giocare in casa è sicuramente un aiuto, ma non era facile rigiocarcela alla pari con Brescia, siamo riusciti a portare a casa i tre punti. Siamo stati bravi a mantenere un livello alto. Abbiamo avuto più energia mentale, più voglia di portare a casa il risultato, anche dopo la sconfitta di mercoledì. Siamo stati bravi di rientrare in campo con il giusto piglio nel quarto set, dopo aver ceduto il terzo”"Ci aspettavamo una partita difficile - ha commentato la regista di Brescia Elena Foresi dopo mercoledì sapevamo che le nostre avversarie sarebbero entrate in campo con la voglia di rivincita. Siamo partite un po' spente e nonostante i tentativi di rimonta non siamo riuscite a conquistare il primo set. Anche nel secondo ci hanno messe in difficoltà in ricezione e abbiamo fatto fatica nel muro-difesa. Abbiamo combattuto e portato a casa il terzo ma nel quarto Mondovì ha ingranato la quinta e chiuso la partita. Qualche acciacco non ci ha permesso di allenarci al meglio durante la settimana, non vuole essere una giustificazione ma siamo abituate a tenere un ritmo molto alto in allenamento e in questi giorni non è stato lo stesso. Ora dobbiamo riposarci e pensare alla partita di mercoledì, ci giochiamo una semifinale che ci siamo guadagnate e vogliamo assolutamente scendere in campo al meglio".

Settima vittoria consecutiva in campionato per la BSC Materials Sassuolo, che nel match valido per la quinta giornata di ritorno supera 0-3 la Volley Hermaea Olbia e sale a quota 32 punti in classifica generale, espugnando per la prima volta in stagione il fortino GeoPalace. L’avvio di set è equilibrato (9-8), poi sul +4 firmato Olbia coach Venco richiama le sue in panchina. Sassuolo esce bene dal time out ed accorcia 13-11. Il nuovo allungo sardo è firmato Fontemaggi (16-12), ma la BSC non si scompone e si riporta a contatto: il pallonetto di Pistolesi vale il 16-15 ed induce Coach Guadalupi al time out. La parità sassolese arriva sul 19-19 con Busolini, che poi firma anche il punto del sorpasso (20-21). Il finale è tutto targato Manfredini Pistolesi e la BSC chiude 26-28. Il primo allungo del secondo parziale è sardo (5-3), ma Pistolesi riporta presto in parità (6-6). Complice un ottimo turno al servizio di Manfredini, la BSC si porta avanti 10-12 ma il contro break delle padrone di casa è dietro l’angolo: ace di Fontemaggi e 13-12. Il nuovo sorpasso sassolese è targato Pistolesi, con la panchina dell’Hermaea che decide di fermare il gioco (17-15). Sassuolo però non si scompone: ace di Civitico e 16-20. Con pazienza, Olbia si riavvicina con Fontemaggi (20-22): il diagonale di Pistolesi alla fine di uno scambio infinito vale il 21-24 poi la BSC chiude 22-25. Il terzo set è quello meno equilibrato e dopo un 8-8 iniziale, le ospiti prendono il via e non si guardano più indietro, portandosi a casa i tre punti con il 20-25 dell'ultima frazione. MVP di giornata Manfredini con 16 punti, uno in meno della top scorer Pistolesi e due in più di BusoliniFontemaggi per le sarde chiude a 11 punti, si ferma a 10 Schirò“Credo che oggi i parziali dei set non dicano tutto – analizza il coach dell’Hermaea Dino Guadalupi – nel primo set Sassuolo non è partita al suo livello, soprattutto in battuta. Quelle sono occasioni da sfruttare, invece la mia squadra si è mostrata nervosa e poca aggressiva, specie sui fondamentali di seconda linea. Sapevamo di affrontare una formazione con buona identità, che ci avrebbe fatto rigiocare molte volte. Nel contrattacco, però, abbiamo perso ordine e lucidità. Resta il rammarico per non averla affrontata in maniera un po’ più sfrontata”. “Siamo in un buon momento e si è visto – afferma invece il tecnico della Bsc Materials Sassuolo Maurizio Venco Faccio i complimenti al mio gruppo per la capacità di reagire che ha sempre dimostrato in questa stagione. È stata comunque una partita molto combattuta, che temevamo in maniera particolare. L’Hermaea gioca bene, ha un buonissimo palleggiatore e alcuni attaccanti di altissimo livello. Tocca e difende tantissimo, noi ci eravamo imposti di non abbassare mai i colpi”.

L'Orocash Picco Lecco batte l'Emilbronzo 2000 Montale e infiamma il Bione: ottima prestazione della formazione lecchese che conquista tre punti essenziali in ottica campionato, salendo al settimo posto a -1 da Olbia. Partenza buona per le padrone di casa che gestiscono bene il gioco sin dai primi passaggi (9-7). Un trend che non abbandona le biancorosse che chiudono il primo set sul punteggio di 25 a 19. Dominio del gioco sia in difesa che in attacco dalle ragazze di Lecco. Il secondo set vede il Montale decisamente più in gioco. Le biancorosse continuano a proporre schemi interessanti, ma le ospiti danno del filo da torcere (11-11). Montale cerca e trova la fuga (17-22), ribaltando completamente la partita con il set che si chiude 18-25. Il terzo parziale regala agli spettatori un gioco straordinario, le due squadre giocano ogni palla con tenacia. Sulla metà del set, Picco se ne va e gestisce il gioco (18-8). Qualcosa cambia ancora e il Montale rimonta in modo eccezionale (21-21). Finale all’ultimo respiro che entrambe le formazioni che non mollano, Picco chiude 26-24. Quarto parziale meno intenso dei precedenti, vede le due squadre in buon equilibrio fino alle fasi finali (17-16). Montale prova la fuga (18-20), ma Picco la riprende (23-23). Le biancorosse trascinate da un’eccezionale Bracchi chiudono 30-28. Proprio l'opposta grazie ai suoi 34 punti si prende un meritato premio MVP, importante anche il contributo di Lancini (17). La migliore delle modenesi è Frangipane con 17 punti, seguita da Fronza (15) e Zojzi (14). Il commento di Gianfranco Milano: “Abbiamo creato emozioni - scherza Milano ripensando al terzo set-. Loro hanno giocato tutte le carte che avevano mettendoci in difficoltà. Noi siamo stati bravi a sfruttare i finali per chiudere la partita. Terzo e quarto set andati bene, grazie al pubblico per il supporto. Lo spirito è sicuramente positivo dopo queste due partite, ma la settimana prossima avremo la super sfida con il BustoArsizio. Obiettivo restare agganciati al vagone del sesto posto”. Così Giulia Visintini: “E’ stata una bellissima partita. Picco Lecco non faceva cadere una palla, davvero super. Il terzo set dopo il recupero ci meritavamo un quinto set, ma purtroppo le cose non sono andate come previsto”

Una vittoria piena doveva arrivare e possibilmente con il minor dispendio di energie possibile e questo è quello che confeziona la Futura Giovani Busto Arsizio tra le mura amiche. Le cocche di Amadio non falliscono dunque l’appuntamento con il campionato e si prendono un netto 3-0 sulla Chromavis Eco DB Offanengo, senza lasciare scampo alle neroverdi di Bolzoni. Per le ospiti è ancora tunnel di risultati negativi con la quinta sconfitta consecutiva nelle ultime uscite e un calendario dei prossimi impegni ben poco clemente con all’orizzonte Brescia e Trento. Tornano a ritmo pieno invece le cocche che, dopo aver conquistato la qualificazione in Coppa, nella quinta sfida ravvicinata approcciano con il giusto modo e spirito la sfida, concedendosi anche un minimo di turnover certamente utile in vista del big match da dentro o fuori di mercoledì. Amadio, infatti, sceglie di far tirare il fiato per tutta la partita a Leketor, a sprazzi Zanette e poi concede anche spesso il campo a Clara Venco al posto di capitan Balboni. Il gruppo biancorosso non tradisce le attese e ancora una volta risponde pienamente presente dimostrando un organico che lavora bene in settimana e capace all’occorrenza con ogni singolo di elemento di apportare un contributo positivo alla squadra. Balboni e compagne ci mettono poco ad entrare in partita e mettere in luce il livello del loro gioco con un primo set mai in discussione e la condanna alle cremasche che arriva con il +10 sul turno dai 9 metri di Zanette. Deve fare qualche fatica in più nel secondo e terzo dove le ospiti vanno in crescendo provando a rimanere aggrappate, ma non è abbastanza. MVP dell'incontro Botezat con 10 punti (5 muri), che dichiara: “Tutte le squadre di questo girone sono toste dunque era giusto dare importanza anche a questa partita. Tre punti importanti, stiamo giocando tantissimo ogni tre giorni quindi bisogna stare sempre concentrati affrontando gara dopo gara senza pensare a quella successiva. La Coppa Italia è un nostro obiettivo dunque solo ora inizieremo a pensare alla sfida di mercoledì. Secondo me si vede che ci stiamo allenando bene insieme e lavoriamo bene tutte quante e questo ci aiuta molto anche ad adattarci ad entrambi i palleggiatori”. Così invece coach Bolzoni"Dovevamo giocare una partita agonisticamente rilevante e stare dentro il match senza gli alti e bassi dei match precedenti. Serviva spingere tanto, questo vuol dire qualche errore in più, in alcune situazioni siamo stati anche un po' sfortunati e potevamo dare una piega un po' diversa all'andamento della gara. Futura in casa ha dimostrato di far bene anche schierando alcune delle seconde linee. Aver fatto una prova in crescendo è un dato positivo, così come essere tornati in partita nel terzo set".

Con una prestazione collettiva impeccabile, confermata da un eccellente 63% di positività in attacco, l’Itas Trentino non lascia scampo al fanalino di coda Club Italia, infilando la dodicesima vittoria nelle ultime tredici gare disputate. Il rapido 3-0 con il quale le gialloblù si sono sbarazzate delle azzurrine consente al sestetto di Saja di rafforzare il primato nel Girone A e di potersi concentrare sull’atteso impegno di Coppa Italia in programma mercoledì 25 gennaio sul parquet del Roma Volley, una sfida che metterà in palio l’accesso alla finalissima di Bologna. Nella sfida con il Club Italia ottimi i numeri fatti registrare dal trio di palla alta gialloblù (16 punti con il 72% a rete e 3 muri per DeHoog, 13 punti con il 59% per Mason, 10 punti con il 53% per Michieletto), ma anche da una Gaia Moretti infallibile al centro della rete, con 8 tentativi su 8 andati a segno, oltre ad un muro e due ace. Tra le fila ospiti buona la prestazione della giovane centrale Acciarri con 11 punti, 3 muri e un ace. "Abbiamo superato un altro esame importante – ha spiegato a fine gara l’allenatore Stefano Saja –; era fondamentale rimanere focalizzati solamente su questa partita, nonostante la sfida di mercoledì con Roma fosse già presente nella nostra testa. Le ragazze sono state brave a mantenere il focus, abbiamo sofferto solamente all’inizio della gara per poi iniziare a spingere senza mai consentire alle nostre avversarie di poter rientrare nel match per contrastarci. Roma? Servirà giocare la nostra migliore pallavolo e vedere poi se sarà sufficiente".

GIRONE B
Torna alla vittoria l’Itas Ceccarelli Martignacco che batte la Desi Shipping Akademia Messinain un incontro molto importante in chiave salvezza matematica. La formazione friulana è capace di reagire alla sconfitta rimediata la settimana scorsa imponendosi per 3-0 sulle siciliane (25-21; 25-22; 25-17). Primo set che inizia con il freno a mano tirato per l’Itas, nelle prime battute infatti, incaglia in un parziale di 1-4 a favore della squadra ospite. Le ragazze di coach Gazzotti si tolgono però presto l’emozione di dosso e in pochi scambi pareggiano prima e successivamente sorpassano le avversarie portandosi sull'1-0. Nella seconda frazione si vive lo stesso scenario del primo set, ma a parti invertite. Partono forte le friulane portandosi avanti nel risultato. Sono però le stesse ragazze del Martignacco a complicarsi la partita con una serie di errori in attacco che portano Messina in vantaggio di addirittura tre lunghezze. Aggiustata la mira è tempo però di reazione, e nonostante tre set point annullati dalle avversarie, le friulane vanno sul 2-0. Il terzo set è a senso unico in favore di Martignacco. Giorgia Sironi è ancora MVP con 19 punti, migliore delle siciliane la statunitense Robinson (13, 2 ace) che ha decisamente alzato il livello di Messina dal suo arrivo. Il numero uno bianco azzurro Fulvio Bulfoni commenta così il risultato ottenuto contro l’Akademia Messina: “Missione compiuta! L’importante oggi era portare a casa i tre punti e così è stato. Cavalchiamo l’ondata di positività con la quale stiamo affrontando questa stagione con la speranza di proseguire al meglio questo cammino”“Partita sicuramente difficile per noi ma lo sapevamo – cosi coach Breviglieri al termine del match – però da come avevamo iniziato tutti e tre i set le mie speranze erano di ottenere qualcosa in più. Abbiamo gestito bene la prima metà di ogni set, mentre nella seconda metà abbiamo avuto dei black-out in alcuni fondamentali che hanno di fatto determinato il risultato finale. Mi dispiace perché con una squadra particolarmente veloce come Martignacco, se non la si mette in difficoltà con il servizio allora diventa complicato".  

Continua il lungo periodo arido di risultati della Seap-Sigel Marsala. L'ultima battuta d'arresto in ordine temporale è quella casalinga ad opera della Cda Talmassons. Il punteggio finale è pesante ed è un tre a zero che non rende giustizia agli sforzi delle giovani di Bracci che sono state in partita nei segmenti finali sia di secondo che terzo set, ma il livello messo in campo dalle ragazze di coach Barbieri è stato semplicemente superiore. MVP dell'incontro è stata Anna Caneva con 14 punti, top-scorer l'ex di giornata Veronica Taborelli,con 16 punti a referto. Per la Seap-Sigel Marsala si conferma la solita Monika Salkute con 15 punti, seguita da Szucs con 9. Sesta sconfitta di fila, quarta del girone di ritorno per le siciliane, in una crisi che sembra non avere fine e che al momento, vedendo il confronto tra i gironi, compromette la classifica anche in ottica Pool Salvezza, con Marsala ferma a 9 punti (terzultima del Girone B a pari merito con Sant'Elia). Poche parole per coach Marco Bracci: "Non era forse questa l'occasione per far muovere la classifica dopo cinque turni a secco. Riconosco che, a tratti, la Seap-Sigel Marsala è stata all'altezza ma dobbiamo crescere ancora nei finali di gara che sempre in questa stagione, quando si gioca a poca distanza di punti dall'avversario di turno, hanno respinto i nostri propositi di vincere il singolo gioco". Leonardo Barbieri, allenatore della Cda Talmassons, è entusiasta della vittoria e del suo ritorno in quel di Marsala nei panni di avversario: "C'era il rischio, dopo il mercoledì di Coppa Italia, di non presentarci a questo appuntamento a Marsala al nostro massimo. Oltre agli errori avversari, le mie atlete sono state brave a non mettere i remi in barca e a deconcentrarsi. La partita dice che siamo stati superiori e meritato di chiudere in tre set la partita. Siamo contentissimi: l'obiettivo è essere nelle sei che parteciperanno ai playoff e abbiamo lottato e lotteremo ad ogni partita per toglierci più soddisfazioni possibili".

Quattordicesima vittoria consecutiva in campionato per la Roma Volley Club. Le capitoline guidate in panchina da coach Cuccarini superano in quattro set la formazione del Volley Soverato tra gli applausi del folto pubblico del Palazzetto dello Sport di Guidonia Montecelio e confermano la loro leadership in classifica con ben 42 punti, allungando il divario con le sue dirette inseguitrici. Nella gara valida per il quinto turno di ritorno di regular season, le Wolves chiudono la pratica al termine di quattro set combattuti, mettendo ancora una volta in campo qualità di gioco e atteggiamento da prima della classe. Nel primo set le capitoline lottano nella prima metàt, prendendo poi margine fino alla fine del parziale. Al rientro in campo, una rimonta delle avversare impensierisce le padrone di case con Giugovaz e compagne ad eccellere in tutti i fondamentali, a partire dalla correlazione muro-difesa. Ripartite dalla parità, le giallorosse tornano ad imprimere il loro ritmo ribaltando il trend della frazione precedente e conquistando, in solitaria, gli ultimi due set. Incisiva per la vittoria è stata la regista e capitana giallorossa Marta Bechis, MVP dell’incontro, accompagnata dalle doppie cifre di RiveroMelli Bianchini (18, 13, 14) e una buona performance difensiva di Ferrara. Non sono bastati i 15 punti dell’opposta Korhonen per portare nella mani di Soverato il bottino sperato. Le parole dell'MVP Marta Bechis"È stata una gara difficile perché abbiamo fatto molta fatica. Nel primo set abbiamo giocato bene, abbastanza lucide e concentrate. Nel secondo, invece, abbiamo abbassato la guardia, ci siamo lasciate un po' deconcentrare e innervosire dal loro gioco a cui non siamo abituate e abbiamo lasciato andare un set che sicuramente ci servirà da lezione. Di nuovo in campo, abbiamo ripreso quello che siamo in campo e quello che possiamo fare. Loro hanno giocato molto col nostro muro, con le pallette, abbiamo faticato a decifrarle e, ripeto, non è stata tanto la difficoltà tecnica, quanto quella mentale. Le abbiamo fatte giocare, quando il nostro scopo è fare l'opposto. È una lezione, ci serve. Abbiamo degli appuntamenti importanti ed è stata una bella prova". Luca Chiappini vede comunque dei lati positivi: “Al di là del risultato, che ovviamente non mi piace, sono soddisfatto del fatto di come abbiamo approcciato la gara mentalmente, perché non abbiamo sofferto quella sudditanza psicologica che ogni tanto si può verificare quando si incontra una squadra come Roma. Abbiamo giocato la nostra pallavolo, fatta di un’ottima battuta, di tanta difesa. Ci è mancato un po’ di contrattacco, ma ci sta, siamo costruiti per per altri tipi di prestazioni”.

L’Omag-MT San Giovanni in M.no si impone al PalaIaquaniello dell'Assitec Volleyball Sant'Eliaper 3-0 nella gara valida per la quinta giornata di ritorno. Nulla da fare per le gazzelle frusinati contro la terza forza del torneo. Primo set molto equilibrato, le squadre si fronteggiano a viso aperto e si rincorrono alternandosi al comando della partita. Fino al black out dell’Assitec che in vantaggio 23-19 subisce un parziale di 0-6 da San Giovanni che porta a casa il primo set 23-25. Nel secondo l’Omag mette il turbo, macina gioco e costringe alle corde Sant’Elia. Dal 6-6 in poi la squadra ospite mette la freccia e passa con un parziale di 1-4 e si porta sul 7-11. Poi 12-17. Le romagnole accelerano ancora e chiudono 17-25. Niente da fare per l’Assitec anche ad inizio terzo set. L’Omag si porta avanti 1-8. Pian piano le ragazze di coach Gagliardi si scuotono e grazie ad Hollas, Costagli e Giorgetta riescono a rientrare fino ad arrivare ad una lunghezza di distanza sul 15-16 ma le ragazze di coach Barbolini gestiscono e portano a casa il set e la partita. "Continuiamo da mesi a non avere le giocatrici a disposizione per mille ragioni, - ha detto Nino Gagliardi coach dell’Assitec - per indisponibilità vecchie e per situazioni attuali. Diventa difficile trovare una situazione differente in campo. Il problema è che non riusciamo ad avere e trovare continuità, ma non la troviamo anche nelle situazioni di allenamento perché, ripeto, ogni settimana abbiamo criticità diverse, e quindi è chiaro che facciamo fatica. Però non sono alibi. Mettiamo in campo la squadra che possiamo mettere sul taraflex rosa, con le giocatrici che ci danno la disponibilità e facciamo il meglio possibile. Speriamo che le indisponibili abbiano voglia di recuperare per la trasferta con Soverato""Le aspettative per noi erano buone, - ha detto coach Enrico Barbolini poi certo giocare è un'altra cosa. Sapevamo che dovevamo star lì con la testa e abbiamo perso qualche punto di troppo su alcune situazioni un po' banali. Però stiamo provando a fare cose per compiere un ulteriore salto di qualità, devo darne atto alle mie ragazze. Però tutto bene, il risultato va bene, alla fine siamo contenti. Non mi ero sbilanciato a inizio stagione perché ogni anno l'A2 per me è un campionato sconosciuto, tutte le squadre cambiano gran parte del roster, però adesso penso che un po' gli equilibri si siano stabilizzati quindi siamo in una buona posizione. Siamo fiduciosi di continuare a crescere e di continuare a portare a casa più punti possibile".

La 3M Perugia esce sconfitta dal turno casalingo contro l'Anthea Vicenza Volley al termine di una partita tirata, dove le venete sono state più scaltre nelle fasi decisive dei set. Un ko che pesa sul morale delle biancorosse, che non hanno lesinato impegno e determinazione, ma a certi livelli non sempre basta per riportare a casa punti pesanti in chiave classifica. Da sottolineare la grande prova di Salinas tra le fila perugine con ben 22 punti, ma meglio di lei ha fatto l’opposta vicentina Kavalenka (23 palle a terra), MVP del match. A fare la differenza anche le fast e i muri dell’inossidabile capitan Cheli. Ora il campionato si ferma per un weekend, poi alla ripartenza Perugia sarà attesa dalla probante sfida in casa della Itas Ceccarelli Martignacco. Nel frattempo ci sarà forse spazio per un’amichevole e per provare a recuperare definitivamente Gaia Traballi, anche se coach Marangi continua a predicare massima cautela in merito. La 3M rimane fanalino di coda del girone B di Serie A2 con 6 punti, mentre l’Anthea Vicenza Volley rimane settima ma vola a 19 punti staccando Messina (prossimo avversario delle venete) di 6 lunghezze. Sant’Elia e Marsala, entrambe al tappeto, rimangono nel mirino a quota 9. Guido Marangi nel postpartita: “Mi prendo i complimenti per la prestazione. Stesse cose ci sono state dette mercoledì a Messina, però oggi era importante fare punti in chiave salvezza e non ci siamo riusciti. Stanchezza dopo la lunga trasferta siciliana di metà siciliana? Non ne voglio parlare, queste cose fanno parte del gioco e sarebbero solo scuse. Peccato, il percorso di crescita va avanti. Vicenza ha sicuramente fatto meglio di noi in attacco, trascinata da una Kavalenka che non siamo riusciti a fermare. Hanno anche ricevuto molto bene. Ora arriva una settimana senza gare dopo un bel tour de force. Traballi? Sta meglio, ma ci andiamo piano. Il suo rientro sarà graduale e non possiamo pensare che una volta ristabilita può tornare subito ai livelli che ci ha abituato”. Le parole di Ivan Iosi“Ho trovato una Perugia decisamente ostica. Ha commesso solo 10 errori punto in tre set. Questa vittoria è doppiamente importante per noi, giocare contro una squadra così tignosa non è mai facile. Il successo è nato soprattutto da una rincorsa nel secondo set. Nel terzo le ragazze sono state più sciolte e hanno mostrato più qualità. Il nostro attacco è stato impressionante con percentuali molto alte. La parte offensiva è stata migliore di Perugia, ma siamo stati bravi anche in ricezione”.

SERIE A2
5° GIORNATA DI RITORNO
GIRONE A

Sabato 21 gennaio 2023
D&a Esperia Cremona-Tecnoteam Albese Volley Como 2-3 (26-28, 25-23, 16-25, 27-25, 12-15)
Domenica 22 gennaio 2023
Lpm Bam Mondovi'-Valsabbina Millenium Brescia 3-1 (25-21, 25-16, 23-25, 25-19)
Volley Hermaea Olbia-Bsc Materials Sassuolo 0-3 (26-28, 22-25, 20-25)
Orocash Lecco-Emilbronzo 2000 Montale 3-1 (25-19, 18-25, 26-24, 30-28)
Futura Giovani Busto Arsizio-Chromavis Eco Db Offanengo 3-0 (25-15, 25-20, 25-21)
Itas Trentino-Club Italia 3-0 (25-22, 25-9, 25-18)

GIRONE B
Domenica 22 gennaio 2023

Itas Ceccarelli Martignacco-Desi Shipping Akademia Messina 3-0 (25-21, 25-22, 25-17)
Seap-Sigel Marsala-Cda Talmassons 0-3 (18-25, 19-25, 23-25)
Roma Volley Club-Volley Soverato 3-1 (25-19, 23-25, 25-17, 25-13)
Assitec Volleyball Sant'Elia-Omag-Mt San Giovanni In M.No 0-3 (23-25, 17-25, 19-25)
3m Pallavolo Perugia-Anthea Vicenza Volley 0-3 (20-25, 24-26, 18-25)
Riposa: Ipag S.lle Ramonda Montecchio

I TABELLINI
GIRONE A
LPM BAM MONDOVI' - VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-1 (25-21 25-16 23-25 25-19)
LPM BAM MONDOVI': Grigolo 12, Riparbelli 11, Decortes 24, Populini 10, Pizzolato 13, Giroldi, Bisconti (L), Longobardi 2, Takagui, Giubilato. Non entrate: Zech, Colzi. All. Solforati.
VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Obossa 16, Pamio 9, Consoli 1, Boldini 3, Cvetnic 5, Torcolacci 9, Scognamillo (L), Orlandi 6, Ratti 1, Munarini 1, Foresi. Non entrate: Blasi. All. Beltrami.
ARBITRI: Russo, Marigliano. NOTE - Spettatori: 450, Durata set: 24', 23', 28', 27'; Tot: 102'. MVP: Decortes.

Top scorers: Decortes C. (24) Obossa J. (16) Pizzolato V. (13)
Top servers: Pizzolato V. (4) Obossa J. (1) Torcolacci A. (1)
Top blockers: Riparbelli C. (5) Cvetnic L. (2) Boldini J. (2)

VOLLEY HERMAEA OLBIA - BSC MATERIALS SASSUOLO 0-3 (26-28 22-25 20-25)
VOLLEY HERMAEA OLBIA: Fontemaggi 11, Taje' 5, Bridi 6, Bulaich Simian 8, Gannar 5, Schiro' 10, Barbagallo (L), Bresciani. Non entrate: Diagne, Miilen, Messaggi. All. Guadalupi.
BSC MATERIALS SASSUOLO: Scacchetti 2, Pistolesi 17, Civitico 6, Busolini 14, Martinez Vela 4, Manfredini 16, Pelloni (L), Dhimitriadhi (L). Non entrate: Bondavalli, Rosculet, Vittorini, Masciullo. All. Venco.
ARBITRI: Mazzara', Di Lorenzo. NOTE - Durata set: 31', 29', 29'; Tot: 89'. MVP: Manfredini.

Top scorers: Pistolesi A. (17) Manfredini L. (16) Busolini F. (14)
Top servers: Busolini F. (2) Fontemaggi S. (2) Civitico G. (1)
Top blockers: Bridi U. (3) Civitico G. (2) Taje' S. (2)

OROCASH LECCO - EMILBRONZO 2000 MONTALE 3-1 (25-19 18-25 26-24 30-28)
OROCASH LECCO: Rimoldi 1, Lancini 17, Piacentini 5, Bracchi 34, Zingaro 14, Albano 6, Bonvicini (L), Tresoldi, Bassi. Non entrate: Rocca, Belloni, Citterio. All. Milano.
EMILBRONZO 2000 MONTALE: Lancellotti 1, Frangipane 17, Fronza 15, Visintini 13, Zojzi 14, Rossi 10, Bici (L), Bonato 2, Montagnani, Mammini, Mescoli. Non entrate: Bozzoli (L). All. Ghibaudi.
ARBITRI: Giorgianni, Fontini. NOTE - Durata set: 24', 26', 32', 35'; Tot: 117'. MVP: Bracchi.

Top scorers: Bracchi M. (34) Frangipane A. (17) Lancini A. (17)
Top servers: Fronza E. (1) Visintini G. (1) Bonato L. (1)
Top blockers: Frangipane A. (3) Zojzi A. (2) Albano C. (2)

FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO - CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO 3-0 (25-15 25-20 25-21)
FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Arciprete 10, Botezat 10, Badalamenti 5, Fiorio 8, Tonello 7, Balboni 1, Mistretta (L), Zanette 9, Venco, Pandolfi. Non entrate: Member-meneh, Milani, Morandi (L). All. Amadio.
CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO: Bartesaghi 8, Pomili 3, Martinelli 8, Trevisan 8, Anello 7, Galletti 1, Porzio (L), Cattaneo 1. Non entrate: Casarotti, Anello, Grassi (L), Tommasini, Menegaldo, Marchesi. All. Bolzoni.
ARBITRI: Pecoraro, Laghi. NOTE - Durata set: 20', 22', 25'; Tot: 67'. MVP: Botezat.

Top scorers: Botezat A. (10) Arciprete A. (10) Zanette E. (9)
Top servers: Zanette E. (4) Trevisan F. (1) Martinelli M. (1)
Top blockers: Botezat A. (5) Anello L. (2) Tonello V. (2)

ITAS TRENTINO - CLUB ITALIA 3-0 (25-22 25-9 25-18)
ITAS TRENTINO: Bonelli 3, Mason 13, Moretto 11, Dehoog 16, Michieletto 10, Fondriest 2, Parlangeli (L), Meli. Non entrate: Stocco, Michieletto, Libardi (L), Bisio, Serafini, Joly. All. Saja.
CLUB ITALIA: Giuliani 7, Monaco 2, Adriano 11, Viscioni 5, Acciarri 11, Batte 1, Ribechi (L), Esposito. Non entrate: Micheletti, Gambini (L), Amoruso, Passaro, Modesti, Despaigne. All. Mencarelli.
ARBITRI: Testa, Cecconato. NOTE - Spettatori: 383, Durata set: 23', 18', 22'; Tot: 63'. MVP: Dehoog.

Top scorers: Dehoog C. (16) Mason C. (13) Moretto G. (11)
Top servers: Moretto G. (2) Bonelli A. (2) Giuliani D. (1)
Top blockers: Acciarri N. (3) Dehoog C. (3) Moretto G. (1)

GIRONE B
ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO - DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA 3-0 (25-21 25-22 25-17)
ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO: Cortella, Modestino 10, Allasia 5, Wiblin 8, Eckl 6, Sironi 19, Tellone (L), Bole 9. Non entrate: Guzin, Cabassa, Lazzarin, Granieri. All. Gazzotti.
DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA: Martilotti 5, Mearini 6, Ebatombo 8, Robinson 13, Martinelli 5, Muzi, Faraone (L), Silotto, Varaldo, Ciancio (L). Non entrate: Catania, Brandi, Composto. All. Breviglieri.
ARBITRI: Angelucci, Licchelli. NOTE - Durata set: 23', 26', 21'; Tot: 70'. MVP: Sironi.

Top scorers: Sironi G. (19) Robinson M. (13) Modestino D. (10)
Top servers: Robinson M. (2) Wiblin R. (2) Modestino D. (2)
Top blockers: Eckl K. (3) Modestino D. (3) Mearini V. (2)

SEAP-SIGEL MARSALA - CDA TALMASSONS 0-3 (18-25 19-25 23-25)
SEAP-SIGEL MARSALA: Ghibaudo, Bulovic 8, Frigerio 8, Salkute 15, Moneta 1, Deste 6, Norgini (L), Szucs 9, Garofalo, Guarena, Orlandi. All. Bracci.
CDA TALMASSONS: Rossetto 7, Costantini 5, Eze Blessing 2, Milana 9, Caneva 14, Taborelli 16, De Nardi (L), Crisafulli 1, Campagnolo, Trampus. Non entrate: Monaco (L), Tognini, Michelini. All. Barbieri.
ARBITRI: Guarneri, Ciaccio. NOTE - Durata set: 24', 25', 27'; Tot: 76'. MVP: Caneva.

Top scorers: Taborelli V. (16) Salkute M. (15) Caneva A. (14)
Top servers: Frigerio M. (2) Costantini V. (1) Crisafulli A. (1)
Top blockers: Caneva A. (5) Costantini V. (2) Taborelli V. (2)

ROMA VOLLEY CLUB - VOLLEY SOVERATO 3-1 (25-19 23-25 25-17 25-13)
ROMA VOLLEY CLUB: Bechis, Rivero 18, Rucli 10, Bici 9, Melli 13, Rebora 6, Ferrara (L), Bianchini 14, Ciarrocchi 6, Valoppi. Non entrate: Valerio, De Luca Bossa. All. Cuccarini.
VOLLEY SOVERATO: Schwan 14, Giambanco 2, Korhonen 15, Giugovaz 12, Cecchi 10, Malinov 1, Ferrario (L), Zuliani 1, Barbaro 1, Cherepova. Non entrate: Tolotti. All. Chiappini.
ARBITRI: Somansino, Oranelli. NOTE - Durata set: 23', 28', 25', 24'; Tot: 100'. MVP: Bechis.

Top scorers: Rivero J. (18) Korhonen P. (15) Schwan C. (14)
Top servers: Rivero J. (3) Zuliani V. (1) Bianchini M. (1)
Top blockers: Rucli M. (4) Korhonen P. (3) Giugovaz L. (3)

ASSITEC VOLLEYBALL SANT'ELIA - OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO 0-3 (23-25 17-25 19-25)
ASSITEC VOLLEYBALL SANT'ELIA: Cogliandro 7, Spinello, Costagli 16, Hollas 7, Giorgetta 7, Ghezzi 6, Vittorio (L), Di Mario. Non entrate: Botarelli, Moschettini, Dzakovic, Polesello. All. Gagliardi.
OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO: Rachkovska 14, Babatunde 11, Aluigi 4, Bolzonetti 14, Parini 9, Perovic 10, Caforio (L), Salvatori 2, Biagini (L), Saguatti, Turco, Cangini, Covino. All. Barbolini.
ARBITRI: Pasciari, Capolongo. NOTE - Durata set: 24', 22', 24'; Tot: 70'. MVP: Costagli.

Top scorers: Costagli C. (16) Bolzonetti A. (14) Rachkovska V. (14)
Top servers: Rachkovska V. (3) Aluigi M. (2) Cogliandro A. (1)
Top blockers: Hollas E. (6) Babatunde M. (5) Bolzonetti A. (2)

3M PALLAVOLO PERUGIA - ANTHEA VICENZA VOLLEY 0-3 (20-25 24-26 18-25)
3M PALLAVOLO PERUGIA: Patasce 5, Negri 4, Manig 1, Salinas 22, Agbortabi 4, Giudici 6, Rota (L), Bosi. Non entrate: Pero, Traballi. All. Marangi.
ANTHEA VICENZA VOLLEY: Galazzo 2, Legros 11, Farina 10, Kavalenka 23, Panucci 6, Cheli 11, Formaggio (L), Ottino, Munaron. Non entrate: Ferraro, Digonzelli, Groff, Ghirini (L), Martinez Volskis. All. Iosi.
ARBITRI: Grossi, Pazzaglini. NOTE - Durata set: 25', 31', 24'; Tot: 80'. MVP: Kavalenka.

Top scorers: Kavalenka J. (23) Salinas C. (22) Cheli L. (11)
Top servers: Cheli L. (1)
Top blockers: Cheli L. (2) Kavalenka J. (2) Panucci J. (2)

LE CLASSIFICHE
GIRONE A

Itas Trentino 36 (11 - 4); Futura Giovani Busto Arsizio 32 (11 - 4); Bsc Materials Sassuolo 32 (11 - 4); Valsabbina Millenium Brescia 30 (10 - 5); Lpm Bam Mondovi' 28 (9 - 6); Volley Hermaea Olbia 22 (8 - 8); Orocash Lecco 21 (7 - 8); D&a Esperia Cremona 19 (5 - 11); Tecnoteam Albese Volley Como 18 (7 - 9); Emilbronzo 2000 Montale 17 (6 - 10); Chromavis Eco Db Offanengo 15 (5 - 11); Club Italia 9 (3 - 13);

GIRONE B
Roma Volley Club 42 (14 - 0); Omag-Mt San Giovanni In M.No 31 (11 - 3); Cda Talmassons 30 (10 - 3); Ipag S.Lle Ramonda Montecchio 28 (10 - 3); Itas Ceccarelli Martignacco 24 (8 - 6); Volley Soverato 23 (7 - 6); Anthea Vicenza Volley 19 (7 - 8); Desi Shipping Akademia Messina 13 (4 - 10); Seap-Sigel Marsala 9 (3 - 11); Assitec Volleyball Sant'Elia 9 (1 - 14); 3m Pallavolo Perugia 6 (2 - 13).

LA PROSSIMA SETTIMANA
COPPA ITALIA SERIE A2 FRECCIAROSSA
SEMIFINALI - GARA UNICA
Mercoledì 25 gennaio ore 20.00

Roma Volley Club – Itas Trentino
Mercoledì 25 gennaio ore 20.30
Valsabbina Millenium Brescia – Futura Giovani Busto Arsizio

Sigla.com - Internet Partner