I verdetti della seconda giornata di serie A1 femminile

15/10/2023

Sono bastate due giornate per vedere il primo, piccolo, strappo nel Campionato di Serie A1. Scandicci e Novara raggiungono infatti Conegliano e Milano in testa alla classifica, a +2 sulla prima inseguitrice Vallefoglia e a +3 su Chieri e Pinerolo. 

L'Igor Gorgonzola Novara di coach Bernardi, dopo aver vinto 3-0 lo scorso giovedì, ha nuovamente superato la TrasportiPesanti Casalmaggiore, questa volta per 3-1. Un match sicuramente più tirato, durato oltre due ore, in cui le zanzare hanno conquistato i tre punti grazie ad un'altra prestazione da MVP di Vita Akimova, 22 punti, e alla solidità di Anna Danesi, che ha chiuso con 8 muri. Per le casalasche non sono bastati i 26 punti della top scorer ed ex dell'incontro Malwina Smarzek. La Savino Del Bene Scandicci ha invece avuto la meglio, in trasferta, sulla UYBA Volley Busto Arsizio di Julio Velasco, sicuramente più in forma rispetto alla prima uscita contro Milano. Le farfalle hanno dato filo da torcere alle toscane, vincendo un set e rimanendo attaccate negli altri, grazie al contributo di Federica Carletti (26 punti) e Giorgia Frosini (16). Peccato che dall'altra parte della rete, una sontuosa Ekaterina Antropova da 31 punti non abbia consentito di ottenere di più.

La Roma Volley Club, dopo il successo alla prima giornata, si aspettava certamente una diversa gara d'esordio al Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano. La Reale Mutua Fenera Chieri '76 non ha infatti lasciato neanche un set alle padrone di casa, affidandosi alla coppia U.S.A. Kingdon-Skinner, autrici di 32 punti in coppia. Inaugurazione altrettanto sfortunata per la Volley Bergamo 1991 al PalaFacchetti di Treviglio: la squadra di coach Solforati ha infatti ceduto in quattro set alla Megabox Ond. Savio Vallefoglia. Non sono bastati i 24 punti di Davyskiba e i 16 di Lorrayna: i 37 errori di squadra e le prove di Mingardi (13) e Mancini (12) hanno permesso a coach Pistola di ottenere il primo successo in campionato. 

Nel posticipo delle 19.30 succede di tutto, con Il Bisonte Firenze che vince i primi due set ai vantaggi, lasciando immaginare un epilogo ormai scontato. Niente di più sbagliato: la Wash4Green Pinerolo di coach Marchiaro si rialza e si impone con autorità nel terzo e nel quarto parziale, portando la contesa al tie-break. Il punto a punto perdura sino alla fine, quando a piazzare la zampata finale sono proprio le piemontesi, con Maja Storck che realizza 28 punti come nella prima giornata, guadagnando stavolta la meritata palma di MVP. Solo un punto per le toscane, tenute in piedi dai 23 punti di Ishikawa e dai 18 di Alsmeier

15/10/2023

Risultati:
Igor Gorgonzola Novara - Trasportipesanti Casalmaggiore 3-1 (25-23, 25-21, 22-25, 25-20);
Volley Bergamo 1991 - Megabox Ond. Savio Vallefoglia 1-3 (25-15, 25-27, 23-25, 23-25);
Uyba Volley Busto Arsizio - Savino Del Bene Scandicci 1-3 (20-25, 25-20, 19-25, 23-25);
Il Bisonte Firenze - Wash4green Pinerolo 2-3 (26-24, 26-24, 18-25, 16-25, 13-15);
Honda Olivero S.Bernardo Cuneo - Prosecco Doc Imoco Conegliano 0-3 (20-25, 12-25, 14-25);
Roma Volley Club - Reale Mutua Fenera Chieri '76 0-3 (18-25, 20-25, 20-25);
Itas Trentino - Allianz Vero Volley Milano 1-3 (17-25, 20-25, 25-23, 18-25).

Igor Gorgonzola Novara - Trasportipesanti Casalmaggiore
Secondo successo consecutivo in campionato per la Igor Volley di Lorenzo Bernardi, che supera in quattro set Casalmaggiore al termine di un match combattutissimo e segnato dalla grande prova in battuta della formazione ospite. Decisivo l'apporto offensivo di Vita Akimova (ancora MVP del match) e la tenuta delle azzurre nei momenti cruciali dei set: il primo vinto di misura dopo essere state sempre in controllo, il secondo controllando un vantaggio maturato a metà parziale e poi tenuto fino al traguardo. Con Hancock e Manfredini in campo, Casalmaggiore cambia l'inerzia del gioco nel terzo set, portandosi subito in vantaggio e reagendo al meglio al ritorno di Novara (19-19) anche grazie a un passaggio a vuoto di Akimova (due errori consecutivi sul 19-21). Nel quarto set, con la gara che sembra impostata verso il tie-break, a risultare decisivo è l'ingresso in campo tra le fila azzurre della schiacciatrice ungherese Szakmary, ordinata a muro e chirurgica in attacco (60% per lei), specie nel break propiziato dal servizio di Bosetti (da 17-18 a 22-18). A chiudere i conti è un ace di Akimova (25-20). 
MVP: Vita Akimova (Igor Gorgonzola Novara)
SPETTATORI: 2500 
DICHIARAZIONI:
Greta Szakmary (Igor Gorgonzola Novara): "Complimenti a Casalmaggiore per la grande partita che ha fatto in battuta, è stata sicuramente una delle chiavi del match. Ci hanno messe in difficoltà e al netto di due set molto buoni, poi abbiamo attraversato un momento difficile ma ne siamo uscite bene, dimostrando una volta ancora di aver un ottimo spirito. Personalmente sono contenta di aver potuto dare il mio contributo al successo, lavoro per questo. Purtroppo ho avuto un problema fisico che mi ha condizionata in un momento importante come è la preparazione, però sto lavorando per tornare al 100%: la stagione sarà lunga e voglio dare il mio contributo".
Emma Cagnin (Trasportipesanti Casalmaggiore): ""Rispetto alla partita di giovedì abbiamo guadagnato molta più aggressività in battuta e abbiamo cercato di sfruttare di più in attacco soprattutto con le parallele. Dobbiamo però recuperare sul nostro muro-difesa perchè ci è comunque mancato qualcosa. La gara di giovedì in Challenge a Viadana è aperta, cercheremo di puntare sul fattore campo per dare il meglio"".

Volley Bergamo 1991 - Megabox Ond. Savio Vallefoglia
Il pubblico di Treviglio risponde al richiamo del grande volley. E la festa dei quasi 1.500 del PalaFacchetti prova ad affievolire l’amarezza per la sconfitta arrivata dopo che un avvio spumeggiante di Anna Davyskiba aveva messo la firma sulla vittoria del primo set. Megabox Vallefoglia però non si è lasciata sfuggire l’occasione dei troppi errori rossoblù e sotto i colpi di Mingardi, Mancini e Aleksic (MVP del match) le marchigiane hanno ribaltato la sfida. Volley Bergamo 1991-Megabox Ond. Savio Vallefoglia 1-3 (25-15, 25-27, 23-25, 23-25) Volley Bergamo 1991: Bovo 8, Rozanski 8, Butigan 11, Lorrayna 16, Davyskiba 24, Gennari 3, Cecchetto (L); Cicola 1, Pistolesi, Fitzmorris. N.e. Scialanca (L), Pasquino, Nervini, Crevenna. Allenatore: Solforati Megabox Vallefoglia: Degradi 8, Aleksic 9, Mingardi 13, Mancini 12, Dijkema 1, Kosheleva 2, Panetoni (L); Grosse, Giovannini 2, Gardini 8. N.e. Provaroni, Passaro, Cecconello, Ceccarelli (L). Allenatore: Pistola Arbitri: Andrea Puecher e Dominga Lot Durata set: 20’, 30’, 29’, 27’ Battute vincenti: Bergamo 9, Vallefoglia 3 Battute sbagliate: Bergamo 13, Vallefoglia 9 Muri: Bergamo 6, Vallefoglia 8 Errori: Bergamo 37, Vallefoglia 25 Spettatori: 1.462 Incasso: 7.290,98 
MVP: Aleksic ()
SPETTATORI: 1.462 
DICHIARAZIONI:
Giulia Gennari (Volley Bergamo 1991): "“Ad un certo punto, abbiamo smesso di giocare, abbiamo rallentato il ritmo, non abbiamo difeso e siamo calati in tutti i fondamentali. Siamo un buon gruppo che può avere belle ambizioni: non è la sconfitta di oggi che deciderà il campionato e ci rifaremo, perché abbiamo buone individualità che impareranno a giocare bene di squadra. Lavoreremo per arrivarci”. ".
(Megabox Ond. Savio Vallefoglia): "".

Uyba Volley Busto Arsizio - Savino Del Bene Scandicci
Davanti al 2106 spettatori di una caldissima e-work arena, la UYBA Volley Busto Arsizio offre una buona prestazione, riesce a vincere un set con la corazzata Savino del Bene Scandicci, ma alla fine esce sconfitta per 3-1. La squadra di coach Barbolini, che ha fatto ricorso dalla fine del secondo set a Zhu ed Herbots, partite dalla panchina, è stata spinta dai colpi di Antropova (31), premiata come MVP dell'incontro. Lualdi e compagne hanno risposto con una prova corale, in cui è spiccata la prestazione di Carletti (26 i punti per lei). Partita sotto 1-0, la UYBA ha impattato sull'1-1, per poi subire la forza delle avversarie che tuttavia, anche nel set finale, che sembrava chiuso, si sono dovute scontrare con la voglia di fare delle farfalle, arrivate vicine al pareggio nel finale.  
MVP: Antropova (Savino del Bene Scandicci)
SPETTATORI: 2106 
DICHIARAZIONI:
Carletti (Uyba Volley Busto Arsizio): "Una prestazione molto migliore rispetto a quella di Milano, per il nostro atteggiamento e per l'aggressività che abbiamo messo in campo. Un po' di rammarico per il quarto set perso al 23, ma abbiamo messo delle ottime basi per la prossima trasferta a Roma.".
Barbolini (Savino Del Bene Scandicci): "Innanzitutto vorrei fare i complimenti a Busto Arsizio perché penso che ha giocato un'ottima partita. Noi allenatori siamo sempre portati a vedere gli errori che commette la nostra squadra, però bisogna essere anche onesti e riconoscere i meriti degli avversari. Penso che in questi set combattuti ci siano stati demeriti nostri, ma anche tanto merito loro. Hanno battuto benissimo per tutta la partita e hanno sbagliato pochissimo, sia in battuta che in attacco. Hanno giocato benissimo soprattutto sul contrattacco e hanno difeso tanto, per cui noi ci siamo un pochino incartati. Guardando la partita a mente fredda possiamo dire che noi abbiamo commesso tanti errori, però alcuni sono stati anche merito di Busto Arsizio. Complimenti a loro. Anche lo scorso anno tutte le partite sono state complicate e sarà così anche in questa stagione, perché questo è un campionato di altissimo livello ed è cresciuto molto verso l'alto, per cui mi aspettavo una partita di questo genere. Cosa penso che si possa ancora migliorare? Ma io spero tanto, soprattutto dobbiamo essere bravi a gestire i momenti in cui siamo in difficoltà. Stasera ci siamo tirati fuori dai momenti difficili grazie a qualche individualità, più che grazie al gioco di squadra. Oggi è stato sufficiente questo, ma in altre partite non lo sarà. Dobbiamo conoscerci meglio, ma una volta che lo avremo fatto dovremo sbagliare meno".

Il Bisonte Firenze - Wash4green Pinerolo
Il Bisonte si fa rimontare dalla Wash4Green Pinerolo, perdendo al tie break una partita in cui si era trovato meritatamente avanti per 2-0: dal terzo set in poi però le bisontine hanno cominciato ad alzare pesantemente la percentuale degli errori (30 totali di squadra di cui 14 in battuta e 16 in attacco, più 7 attacchi murati e nove ace subiti), mentre dall’altra parte le piemontesi hanno fatto valere il loro miglior affiatamento, trascinate dalla MVP Maja Storck che ha chiuso con 28 punti col 46% in attacco. Per Firenze la consolazione del primo punto in campionato e i buoni segnali che complessivamente continuano ad arrivare: fra le singole le più continue sono state Ishikawa (23 punti col 48% in attacco) e Graziani (11 col 58% in attacco), ben ispirate da Battistoni, ma a tratti tutte hanno dato il loro importante contributo, comprese le ragazze della panchina. 
MVP: Maja Storck (Pinerolo)
SPETTATORI: 868 
DICHIARAZIONI:
Coach Carlo Parisi (Il Bisonte Firenze): "“Bisogna essere obiettivi, affrontavamo una squadra più collaudata di noi che ha giocato molte più amichevoli in estate. A noi si è visto che manca il campo, ci manca l’abitudine di mantenere l’attenzione per periodi di tempo più lunghi: speravamo dopo la pausa del terzo set di avere la capacità di rimetterci in carreggiata, invece questo non è successo perché questa squadra ha del potenziale ma deve trovare la sua identità e i suoi equilibri anche nel modo di interpretare le partite. Alla fine nel quinto set siamo stati in partita e abbiamo recuperato uno svantaggio che non eravamo riusciti a recuperare nei set precedenti: ci vuole un po’ di pazienza e bisogna fare di necessità virtù, perchè stasera si sono viste buone cose. Siamo stati penalizzati dai troppi errori, a volte commessi anche senza la necessità di forzare, e quindi dobbiamo migliorare e ripartire dalle cose positive: nei primi sue set, quando la squadra ha giocato con più energie fisiche e mentali, abbiamo visto che c’è tanto di buono e quindi sono fiducioso”".
(Wash4green Pinerolo): "".

Honda Olivero S.Bernardo Cuneo - Prosecco Doc Imoco Conegliano
Nel debutto casalingo stagionale la Honda Olivero S.Bernardo Cuneo cede 0-3 alla Prosecco Doc Imoco Conegliano. Meglio le gatte in avvio, con Stigrot in grande evidenza. Le pantere si ricompongono e, dopo l'aggancio sul 14-14, non lasciano più il pallino del gioco, con Plummer e Squarcini a trascinare. A fare la differenza la pressione al servizio: la Prosecco Doc Imoco Conegliano chiude con 17 ace, la Honda Olivero S.Bernardo Cuneo con zero, e dieci errori. Nel secondo e nel terzo parziale è tutto facile per le pantere, con le gatte che non riescono mai a rientrare in partita. L'ex Squarcini si fa rimpiangere ancora una volta, l'MVP è Isabelle Haak: l'opposta di Conegliano chiude con 17 punti, ben 5 ace e 1 muro. 
MVP: Isabelle Haak (Prosecco Doc Imoco Conegliano)
SPETTATORI: 1301 
DICHIARAZIONI:
Lena Stigrot (Honda Olivero S.Bernardo Cuneo): "«Quando Conegliano batte così è durissima; ci hanno messo in difficoltà in tutte le rotazioni, e nonostante i vari cambi. Noi, invece, siamo state troppo timide al servizio. In vista di sabato, dobbiamo ripartire da quanto di buono espresso nel primo parziale» ".
Marina Lubian (Prosecco Doc Imoco Conegliano): "Abbiamo fatto una grande prova in battuta, tanti aces, anche qualcuno per dire la verità con l'aiuto del nastro, ma siamo contente perchè in generale a parte qualche problema nel primo set abbiamo fatto una bella gara. Quando abbiamo preso il nostro ritmo nel secondo e terzo parziale abbiamo giocato bene, sono contenta perchè il lavoro mirato alla Supercoppa sta procedendo bene.".

Roma Volley Club - Reale Mutua Fenera Chieri '76
Nel debutto casalingo stagionale, nel giorno della storica riapertura del PalaTiziano, una Roma Volley Club a corrente alternata lotta per poi cedere per 0-3 (18-25; 20-25; 20-25) sotto i colpi di una pressante Chieri. Un avvio convincente delle capitoline in tutte e tre le frazioni non è bastato per contenere l’affondo di Skinner (MVP) e compagne, che intascano così tre lunghezze preziose con cui risalire la classifica provvisoria. A fare la differenza la prestazione a muro del sestetto piemontese: Chieri chiude con 11 muri, 6 dei quali messi a segno dalla coppia Gray-Weitzel. Fra le capitoline, la miglior realizzatrice è Plak con 11 punti messi a referto. Presenti sulle tribune di un Palazzetto dello Sport di Roma gremito (2100 gli spettatori) anche il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e l’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda Alessandro Onorato insieme a tantissime autorità politiche e sportive. La gara, messa in discussione dalle capitoline nell’avvio di tutti i set disputati, ha sempre visto tornare avanti la formazione piemontese con la rapida distribuzione della regista Malinov e la concretezza nella finalizzazione dei reparti di attacco con una Skinner in grande evidenza. Bechis e compagne, ancora prive dell’attaccante Rivero e con Melli al rientro, hanno sempre mantenuto il vantaggio fino alla metà di tutte le frazioni giocate. Nel terzo, nonostante il buon momento della squadra di casa, la corazzata di Chieri è tornata a prevalere alla distanza, ribaltando il trend della frazione e strappando una vittoria da tre punti. 
MVP: Skinner (Reale Mutua Fenera Chieri '76)
SPETTATORI: 2100 
DICHIARAZIONI:
Michela Ciarrocchi (Roma Volley Club): "È stato un PalaTiziano super caloroso. È stata veramente un’emozione unica. Peccato non aver regalato un po’ di gioie a questo pubblico però è andata così. Chieri è una grande squadra, noi sicuramente potevamo fare molto di più però lavoreremo per migliorare gli aspetti che oggi non sono andati. Pensiamo alla prossima in cui saremo ancora qui in casa contro Busto Arsizio".
Anna Gray (Reale Mutua Fenera Chieri '76): "Vincere è sempre bello, Vincere come abbiamo fatto stasera lo è ancora di più. Non dico che siamo state perfette, però stiamo trovando sempre di più il nostro gioco, e stasera si è visto. Roma è stata un'avversaria molto ostica. Difendevano molto e non mollavano niente, anche quando eravamo sopra di qualche punto non ero mai tranquilla, ma abbiamo dato il meglio".

Itas Trentino - Allianz Vero Volley Milano
L’Itas Trentino cede in casa in quattro set a testa alta alle vice campionesse d’Italia dell’Allianz Vero Volley Milano, riuscendo però nella seconda parte di gara a creare non pochi grattacapi alle quotatissime lombarde. Dopo aver perso i primi due parziali a 17 e 20, le gialloblù hanno reagito nel terzo set grazie anche al positivo ingresso di Mason, aggiudicandosi la frazione e rimanendo in scia a Milano anche nella prima parte del set successivo. La continuità di Paola Egonu su palla alta - per lei 25 punti con il 56% a rete, 3 muri e 2 ace - alla fine ha fatto la differenza in favore dell’Allianz, trascinata però anche dall’ottima performance di squadra a muro (14 contro i 5 di Trento), dalla brillantezza di Sylla, premiata come mvp (63% in attacco), e dalla solidità di Rettke (6 muri). L’Itas Trentino si gode il buonissimo impatto a partita in corso di Mason (10 punti), il positivo esordio da titolare in Serie A1 di Marconato (out le centrali Olivotto e Gates, oltre ad Angelina) e l’incoraggiante rientro part-time di Zago dopo l’infortunio. 
MVP: Sylla (Allianz Milano)
SPETTATORI: 1525 
DICHIARAZIONI:
Chiara Mason (Itas Trentino): "Sapevamo che sarebbe stata una gara difficilissima e che ci sarebbe stato da lottare e da stringere i denti. Siamo partite un po' scariche ma a partire dal terzo set siamo cresciute in ogni aspetto del nostro gioco, soprattutto al servizio. Portiamo a casa diverse indicazioni positive da questa sfida, che ci torneranno molto utili per i prossimi impegni.".
Myriam Sylla (Allianz Vero Volley Milano): ""Va bene il premio di MVP, ma quello che conta oggi è la vittoria di squadra. Non era scontato, soprattutto dopo il terzo set in cui loro ci hanno messo in difficoltà. Per noi è stato un po' più difficile venir fuori, ci siamo fatte un po' innervosire. Abbiamo cambiato sestetto, ed era la prima volta dopo tempo che giocavamo assieme e quindi servirà un pochino rodare il gruppo. cercheremo di fare meglio già nelle prossime gare.".

Classifica
Prosecco Doc Imoco Conegliano 6, Allianz Vero Volley Milano 6, Savino Del Bene Scandicci 6, Igor Gorgonzola Novara 6, Megabox Ond. Savio Vallefoglia 4, Wash4green Pinerolo 3, Reale Mutua Fenera Chieri '76 3, Volley Bergamo 1991 2, Roma Volley Club 2, Honda Olivero S.Bernardo Cuneo 2, Trasportipesanti Casalmaggiore 1, Il Bisonte Firenze 1, Uyba Volley Busto Arsizio 0, Itas Trentino 0.
Sigla.com - Internet Partner