I verdetti della ventiquattresima giornata di A1 femminile

17/03/2019

Dopo i tre anticipi di ieri, si è completato nel pomeriggio il quadro della 24^ giornata della Samsung Volley Cup di Serie A1 femminile. Il successo per 3-1 della Saugella Team Monza sulla Lardini Filottrano consente alle monzesi di restare sole al quarto posto in classifica, mentre la Banca Valsabbina Millenium Brescia vince in tre set sul campo della Reale Mutua Fenera Chieri e tiene aperta la rincorsa all'ultimo posto nei Play Off. La sfida a distanza per la salvezza tra Lardini e Reale Mutua si chiude dunque con un nulla di fatto e lascia immutato il distacco di 5 punti tra le due squadre, a soli due turni dalla conclusione della Regular Season. Nell'ultimo incontro della giornata, infine, la èpiù Pomì Casalmaggiore ha prevalso al tie break su un combattivo Club Italia Crai, consolidando la sua sesta posizione in graduatoria.

REALE MUTUA FENERA CHIERI - BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 0-3 (23-25 15-25 23-25)
A chiusura di una settimana travagliata, segnata da tanti malanni e problemi fisici, la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 non riesce a dar seguito alle vittorie contro Bergamo e Novara cedendo 0-3 alla Banca Valsabbina Millenium Brescia. Un risultato giusto figlio di quanto si è visto in campo, dove la squadra di Mazzola ha commesso meno errori, difeso meglio e giocato con più pazienza e lucidità. Eppure in certi momenti c’era stata la sensazione che il risultato potesse essere un altro. Il pensiero va in particolare al primo set, ben giocato e condotto fino al 18-13, e al terzo set, dove le chieresi erano riuscite a rientrare passando a condurre 21-20. Mai in discussione invece il secondo set. Il premio di MVP è andato a Rivero, autrice di 13 punti e decisiva con i suoi turni di servizio. Quanto a punti realizzati, le migliori sono state da un lato Angelina (17), dall’altro Villani (16).
Con un attacco vincente da posto 2 De La Caridad Silva mette a terra il primo pallone dell’incontro. Sul 7-5 per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 la Banca Valsabbina Millenium Brescia passa avanti 7-8 grazie a Nicoletti e due errori di De La Caridad Silva. Angelina firma l’8-8, va al servizio e con due ficcanti battute sigla il doppio vantaggio per la sua squadra (10-8). Con alcuni splendidi colpi da posto 4 Perinelli porta le biancoblù sul 13-9, costringendo coach Mazzola a chiamare il primo time-out. Sul 14-12 (Rivero) c’è un nuovo allungo delle chieresi che strappano a 18-13. Secondo time-out di Mazzola, Chieri sbaglia la battuta e su servizio di Rivero il punteggio torna in parità: 18-18. Le lombarde passano quindi a condurre 19-21. Il primo tempo di Middleborn, l’ace di Angelina e l’attacco out di Nicoletti capovolgono il punteggio in 22-21. Al 22-22 di Villani seguono un’invasione e un ace di Nicoletti che danno due palle set a Brescia: la prima se ne va su servizio lungo di Nicoletti, l’azione successiva ha per protagonista ancora Nicoletti il cui attacco dalla seconda linea viene inizialmente dato fuori, quindi dopo videocheck vale il 23-25.
Sul 4-4 del secondo set la partita gira decisamente a favore della Banca Valsabbina Millenium Brescia, al punto che sul 5-11 (ace di Rivero) coach Sinibaldi già esaurisce i suoi time-out. Dopo l’ingresso di Dapic per De La Caridad Silva (7-15) le biancoblù recuperano un paio di lunghezze senza però avvicinarsi più di tanto. Dal 13-19 in avanti non c’è più partita: le lombarde scappano via e chiudono 15-25 alla prima palla set con Nicoletti. Le statistiche di fine set evidenziano la netta superiorità di Brescia nel cambio palla, nel contrattatto e in attacco.
Nel terzo set, dopo una partenza contratta (2-5, 5-9), la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 inizia a carburare e raggiunge la parità a 11 con due muri di Middleborn e Angelina. Di nuovo indietro 14-17 (Villani), le chieresi rientrano una seconda volta, pareggiano a 19 e per la prima volta passano avanti 21-20 (Middleborn). Il servizio lungo di Akrari manda in battuta Rivero, e come già nella prima frazione il suo servizio fa la differenza portando Brescia sul 21-24. Le prime due palle match se ne vanno su errore in battuta di Rivero e muro di Middleborn su Villani. Time-out di Mazzola, alla ripresa del gioco il servizio di De La Caridad Silva mette in grossa difficoltà la ricezione ospite che si salva con un recupero impossibile di Parlangeli, il successivo attacco di Angelina viene difeso, poi da posto 4 Villani mette a terra il pallone che decide set e match.
Marco Sinibaldi (allenatore Reale Mutua Fenera Chieri): "Questa settimana ci siamo allenati troppo poco, perché le titolari sono mancate troppi giorni: Poulter, Gyselle, Akrari e Middleborn erano influenzate, Starcevic si è fatta male in sala pesi, Perinelli ha mal di schiena. Paghiamo tutte queste situazioni, senza nulla togliere alle ragazze di Brescia che sono state molto brave. Ripariamo come siamo ripartite dopo la vittoria di Filottrano su Bergamo: ci rimbocchiamo le maniche e ci diamo dentro in palestra, sperando in una settimana di lavoro migliore".

SAUGELLA TEAM MONZA - LARDINI FILOTTRANO 3-1 (19-25 25-18 25-21 25-18)
Domenica positiva per la Saugella Monza. Tre punti, ottava vittoria stagionale e quarto posto in classifica blindato per la formazione di Miguel Angel Falasca, che batte la Lardini Filottrano 3-1 in rimonta, davanti al pubblico amico della Candy Arena, e allunga di tre lunghezze il vantaggio sull’inseguitrice Busto Arsizio. Gioia grande dunque per la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley, nonostante una partenza indecisa complice l’approccio determinato delle ospiti. Con Partenio ad impattare bene sul match contro le sue ex compagne di squadra, Filottrano trova il giusto modo di scardinare la difesa monzese, entrata con un pizzico di discontinuità nel prologo di primo gioco ed incapace di rispondere con continuità alle offensive delle marchigiane. Dal secondo set in poi, però, Monza torna ad esprimere la sua pallavolo. Il servizio inizia ad essere continuo, con Hancock autrice di 4 ace finali, il muro di conseguenza inizia a funzionare a dovere (11 di squadra, 4 di Melandri, 3 di Hancock e 2 di Adams) e l’attacco diventa brillante. La Saugella inizia a schiacciare con Ortolani (MVP della gara con 21 punti, 1 ace, 1 muro), difende tanto con Arcangeli, e la Lardini accusa il colpo. Scavato il solco nel quarto parziale, dopo un timida risalita ospite, Monza chiude il match 25-18 e la gara 3-1, portandosi a casa una buone dosa di fiducia in vista della sfida di andata della Finale di Challenge Cup contro Aydin, fissata per mercoledì, in Turchia.
Primo set: attacco vincente di Begic, palla out di Whitney e break Saugella Monza, 3-1. Due giocate di Partenio (pipe e mani fuori) portano Filottrano al pari (4-4) e gioco che prosegue punto a punto fino al 9-9. Le monzesi si appoggiano ad Ortolani, le marchigiane alle giocate centrali di Garzaro e a quelle laterali di Whitney. Ancora grande equilibrio fino all’11-11, momento in cui le ospiti scappano con Vasilantonaki e Partenio e Falasca chiama la pausa. Hancock di seconda intenzione porta la sua squadra a meno uno, ma Orthmann sbaglia al servizio (15 a 13). Le ospiti dirigono il gioco, trainate da Whitney e Vasilantonaki e sul 20 a 16 Falasca chiama per la seconda volta time out. Alla ripresa del gioco l’andamento non cambia. Falasca si gioca la carta Bianchini in battuta, ma sbaglia. È Filottrano a chiudere il set 25 a 19.
Secondo set: la Saugella parte subito forte (due punti consecutivi di Orthmann) 4-0. Whitney interrompe la fuga delle padrone di casa (4-1). Vasilantonaki e Tominaga cercano di riportare in partita le loro (6-4), ma sono le padrone di casa a scappare per prime con due muri di Hancock (9-5). Vasilantonaki recupera un break, subito annullato con un attacco dal centro di Adam (10-7). Hancock al servizio firma il tredicesimo punto, Melandri a muro non lascia passare l’attaccante marchigiana, 14 a 8 e Schiavo chiama la pausa. Le marchigiane, guidate da Vasilantonaki e Partenio recuperano e si portano a meno tre (16-13), Falasca sceglie Buijs al posto di Orthmann, che si fa trovare subito calda e mette a segno due punti di fila (18-13). La Lardini ci crede, Vasilantonaki mette a terra il sedicesimo punto e sul 18 a 16, Falasca chiama le sue giocatrici fuori dal campo. Finale di set monzese, Hancock dai 9 metri consegna alla sua squadra il primo set point, Melandri a muro firma il 25 a 18.
Terzo set: partenza in equilibrio, le due squadre procedono punto a punto fino al 3 a 3 poi primo break Filottrano (5-3). Monza commette alcuni errori in attacco e Falasca chiama time out (8-5). Alla ripresa del gioco Ortolani mette a terra la palla in lungo linea, ma Vasilantonaki dall’altra parte la imita (6-9). La solita Ortolani in attacco e Hancock in battuta recuperano un break (11-10), ma Buijs pesta la linea dei tre metri dalla seconda linea e regala un punto a Filottrano (12-10). Melandri non lascia passare Partenio, Buijs mette a terra un altro muro e la Saugella si porta in parità 13 a 13. Si continua punto a punto, Begic fa ace, Whitney e Vasilantonaki tirano forte 17-17, Falasca chiama in campo Orthmann per Buijs, poi Devetag per Melandri. Ultima parte di gioco intensa, è la Vero Volley ad aggiudicarsi il break di vantaggio e a spingere Schiavo a chiamare la pausa (22-20). Ortolani tira forte e chiude il set 25-21.
Quarto set: ancora equilibrio nei primi punti del parziale (4-4), è la Saugella Monza, aiutata da un errore in attacco di Partenio ad aggiudicarsi il primo break (6-4). Hancock di seconda intenzione fa punto e l’allenatore marchigiano chiama time out (7-4). La Lardini Filottrano riesce a portarsi a meno uno grazie a un errore delle brianzole (8-7), Ortolani non sbaglia e recupera subito il punto perso (9-7). Muro di Hancock, poi due punti di Ortolani (prima in attacco e poi in battuta), 15-10 e Schiavo chiama la pausa. Vasilantonaki prova a riportare la sua squadra nel set ma Ortolani e compagne sono brave a mantenere il vantaggio per tutta la parte centrale del gioco. Un’invasione di Hancock fa riavvicinare il sestetto marchigiano e spinge Falasca a chiamare le sue giocatrici (19-18). Facchinetti entra al servizio su Devetag. Gli ultimi punti del set sono tutti in favore di Monza, guidata da Ortolani e Begic. Adams ferma Vasilantonaki a muro, consegnando alla Saugella il set 25 a 18 e la partita 3 a 1.
Rachael Adams (centrale Saugella Team Monza): “E’ stata una gara ostica, partita male, che siamo riuscite a recuperare grazie al nostro servizio. Una volta ripreso a battere bene siamo state in grado di agevolare anche la nostra performance in attacco e a muro. La squadra sta lavorando bene, con intensità e nella giusta direzione. Ora ci aspettano le due gare valide per la Finale di Challenge Cup e l’ultima di Campionato. Siamo motivate e pronte a fronteggiare questi impegni con il massimo entusiasmo”.
Laura Partenio (schiacciatrice Lardini Filottrano): "Siamo partite bene, aggressive in battuta ed efficaci in attacco. Poi loro hanno preso fiducia nel secondo set, complice anche qualche errore nostro di troppo. Personalmente è stata un'emozione tornare a Monza".

E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE - CLUB ITALIA CRAI 3-2 (25-18 19-25 25-18 20-25 15-9)
La spunta al tie break la Vbc Èpiù Pomì Casalmaggiore su un Club Italia Crai mai domo tra le mura amiche del PalaRadi di Cremona davanti a 1.924 spettatori nell'undicesima di ritorno della Samsung Volley Cup Serie A1 Femminile. Toccante il momento di ricordo appena prima degli starting six del tifoso Corrado Villa scomparso un anno fa l'11 marzo. Prima dell'inizio della gara sono anche avvenute le premiazioni della Finale di U18 Provinciale che ha visto vincere per la quinta volta consecutiva la Banca Cremasca Volley Crema 2.0, squadra affiliata Vbc. MVP della gara Caterina Bosetti.
Primo set. La gara si apre con un ace di Caterina Bosetti, 1-0 e Cuttino ribadisce. Primo tempo di Arrighetti sul quale la difesa azzurra può poco, 4-1 Vbc. Arrighetti sigla anche un ace nella battuta seguente, 5-1. Pietrini taglia la difesa rosa e sigla il 2-5, ma Kakolewska ristabilisce subito le distanze. Enweonwu sigla il primo ace della formazione azzurra e fa 4-6, ma subito ci pensa Carcaces a mettere a terra il pallone successivo, 7-4. Bell'azione finalizzata da Bosetti che fa 9-5 dopo alcuni botta e risposta. Sylvia Nwakalor ferma il tentativo rosa con un muro e la pipe di Cuttino è out, il Club Italia si porta sotto, 8-9, ma la battuta di Lubian è lunga. Cuttino sceglie la palla morbida che si dimostra vincente, 11-9. Il Club Italia si porta sul 10-15 e coach Gaspari chiama il primo time out di giornata. Carcaces piega le mani della difesa ospite e sigla il 17-12. Bel palleggio all'indietro di capitan Arrighetti e Caterina Bosetti sigla il 19-15. Diagonale stretta nei primi tre metri e la Vbc si porta sul 21-16, time out per coach Bellano. Al ritorno in campo pipe di "Firefox" Bosetti e 22-16, ma Bosetti ribadisce e sigla un altro ace, 23-16. Cuttino trova il primo set point ma Pietrini annulla, 24-17 Vbc. E' il muro di Carcaces a chiudere la frazione 25-18.
Secondo set. E' Enweonwu ad aprire le marcature del primo set sfruttando il muro rosa, 1-0 Club Italia, ma il servizio di Fahr è a rete, 1-1. Inizio scoppiettante di set, sul filo dell'equilibrio, Sylvia Nwakalor in diagonale trova il 4-3 per le azzurre, Bosetti pareggia i conti in diagonale. Le azzurre spingono, Morello trova un ace su Carcaces, 7-4 ma la battuta seguente è out, 5-7. E' fuori la pipe di Sylvia Nwakalor e la Vbc Èpiù Pomì si riposta sotto, 8-9. Carcaces ferma tutto col suo muro ed è sorpasso 10-9. Lubian, capitano delle azzurre, riporta le sue avanti 11-10 e Pietrini ribadisce. Il tentativo di Carcaces è lungo e così, sul 13-10 Club Italia, coach Gaspari chiama time out. Al ritorno in campo il servizio di Enweonwu è a rete, 11-13, e Carcaces poi accorcia con una palla morbida. Kakolewska cerca di tenere le sue attaccate alle avversarie, primo tempo e 13-15, Cuttino poi accorcia nuovamente. La Vbc pareggia grazie ad un errore delle azzurrine e così coach Bellano chiama time out, 15-15. Bosetti piega le mandi del muro azzurro, 16 pari. Cuttino sfrutta ancora le mani del muro e porta le sue a meno uno, 18-19. Primo tempo a tutta velocità di Lubian che manda il Club Italia sul 21-19. Dubbio il tocco a terra del pallone sul 22-19 per le azzurrine, coach Gaspari chiama time out. Enweonwu trascina le sue con un ace e una diagonale portandole sul 24-19, e poi Pietrini chiude 25-19. 
Terzo set. Marina Lubian apre le marcature del terzo set, 1-0, Arrighetti pareggia i conti. Bomba di Carcaces e tutto torna in parità 2-2. Le azzurre spingono, Bosetti tiene le sue attaccate, 4-5. Cuttino infila la traiettoria giusta, il pallone cade a terra e fa 5-6. E' il muro di Arrighetti a pareggiare i conti 6-6. Bella diagonale di Cuttino che porta le rosa avanti sull'8-7. Le azzurrine non mollano, Nwakalor porta le sue avanti sul 10-9 ma Carcaces non ci sta, diagonale de "El Tiburon" e parità 10-10. Ace fortunoso quanto efficace di Cuttino, 11-10. E' ancora Carcaces a mettere il pallone a terra, 12-10. Monster block di Carcaces su Pietrini, 14-10 Vbc e time out per coach Bellano. Pipe di "Rocket" Cuttino ed è 15-12. Gran muro di Arrighetti su Enweonwu e la Vbc Èpiù Pomì si porta sul 17-13, time out ancora per le azzurre. Al ritorno in campo un'azione tutta in palleggio nei primi due tocchi mandano Cuttino a finalizzare il 18-13. E' fuori il tentativo di Cuttino, 17-20 e coach Gaspari chiama time out. Al ritorno in campo è Bosetti a mettere a terra il pallone, seguita poi da Arrighetti, 22-17. E' ancora Arrighetti a trovare il varco giusto, 23-17. Bomba in pipe di Bosetti, set point 24-17 annullato però dalla battuta a rete. E' il capitano, Valentina Arrighetti a chiudere la frazione 25-18.
Quarto set. Rimane in campo Giulia Mio Bertolo per Kakolewska. E' Carcaces con una parallela a tutto braccio ad aprire le segnature, 1-0, Mio Bertolo ribadisce. Cuttino trava la zona di confitto e mette a terra il 3-1. Lubian conquista la parità beffando la difesa rosa sotto rete, 3-3, ma la battuta di Pietrini finisce a rete, 4-3 Vbc. Alzata in spaccata di Morello per Pietrini, muro di Arrighetti, 6-4 Casalmaggiore. Altro muro, stavolta di Skorupa, blocca il tentativo azzurro, 7-4, time out Club Italia. Si torna in campo ed è ancora muro di Skorupa, 8-4. Pipe devastante del "Tiburon", 9-5 Vbc. Pietrini sfrutta le mani del muro rosa, 7-9. Arrighetti mostra ancora di che pasta è fatta, il suo muro blocca il tentativo azzurro e fa 10-7. Fahr trova l'ace su Bosetti che manda le sue a meno uno, 9-10, poi ne trova un altro sulla battuta seguente, 10-10 e time out per coach Gaspari. Incomprensione in difesa al ritorno in campo e il Club Italia passa in vantaggio, allungando con un altro ace di Fahr, 12-10. Fahr è incontenibile, altro ace, 13-10 e time out Vbc. Bosetti spezza il turno di battuta "nefasto": pipe e 11-13. Mio Bertolo "cecchina" il centro del campo dopo una ricezione sbagliata delle avversarie e fa 14-15, e poi pareggia con un muro, 15-15. Enweonwu sfrutta il mani out e porta le azzurre avanti 19-15. Le azzurrine spingono sempre di più, Pietrini fa 22-18. Carcaces caparbia indovina la traiettoria giusta e fa 20-23. Il Club Italia chiude 25-20 la quarta frazione.
Tie Break. Apre le marcature il Club Italia, Carcaces pareggia i conti 1-1. Mio Bertolo mura l'attacco di Pietrini, 2-1 Vbc. Muro di Enweonwu su Carcaces e 2-2. Bomba di Cuttino che piega Enweonwu e fa 3-2. Out il tentativo di Carcaces, 3-3. A rete la battuta di Pietrini, 4-3 Vbc. Tocca l'asticella il colpo di Omoruyi, 5-3 Vbc. Omoruyi si fa perdonare dalle sue subito dopo, parallela e 4-5. Invasione a rete di Omoruyi, 6-4 Vbc. Fuori il tentativo rosa, 5-6. Fuori anche il tocco a muro di Arrighetti, 6-6. Diagonale a tutto braccio di Bosetti, 7-6. Enweonwu trova il 7 pari, Bosetti riporta avanti le sue, 8-7 Vbc, si va al cambio di campo. Si riparte con un ace di Bosetti, 9-7 time out Club Italia. Al ritorno, dopo una palla contesa, Enweonwu con un pallonetto fa 8-9, Carcaces ristabilisce le distanze, 10-8. Murone di Carcaces su Enwewonwu, 11-8, time out Club Italia. Ace di Arrighetti al ritorno in campo, 12-8. Out l'attacco di Pierini, 13-8 Èpiù Pomì. Enweonwu usa una palla morbida e porta le sue sul 9-13. Cuttino mette a terra il match point, 14-9, e poi chiude la gara con una parallela, 15-9 e 3-2. 
Giulia Mio Bertolo (centrale èpiù Pomì Casalmaggiore): "Ho provato a mettere la grinta nel momento in cui ci siamo un po' spente, perché quando le cose tecniche iniziano a non venire serve la grinta... ma l'abbiamo portata a casa. Abbiamo perso un po' la concentrazione, loro sono una squadra giovane e non sono da sottovalutare. Cercheremo di preparare al meglio lo scontro con Busto, là da loro sarà molto difficile. Non faccio pronostici perché portano sfortuna. Ora siamo un po' stanche, nonostante la pausa, ma sono convinta che potremo migliorare in vista dei playoff".
Terry Enweonwu (schiacciatrice Club Italia Crai): "Sinceramente sono contenta, anche se siamo a fine stagione abbiamo dimostrato che abbiamo tanto da dare. Dopo un campionato così vogliamo riscattarci, ci stiamo rimboccando le maniche ancora di più per dimostrare perchè ormai le aspettative su di noi sono poche, e non è giusto".

SAMSUNG VOLLEY CUP A1 FEMMINILE
I RISULTATI DELLA 24^ GIORNATA

Sabato 16 marzo 2019
Bosca S.Bernardo Cuneo - Imoco Volley Conegliano 0-3 (16-25, 27-29, 13-25)
Il Bisonte Firenze - Savino Del Bene Scandicci 0-3 (16-25, 22-25, 15-25)
Igor Gorgonzola Novara - Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (30-28, 25-18, 25-21)
Domenica 17 marzo 2019
Reale Mutua Fenera Chieri - Banca Valsabbina Millenium Brescia 0-3 (23-25, 15-25, 23-25)
Saugella Team Monza - Lardini Filottrano 3-1 (19-25, 25-18, 25-21, 25-18)
èpiù Pomì Casalmaggiore - Club Italia Crai 3-2 (25-18, 19-25, 25-18, 20-25, 15-9)
Riposa: Zanetti Bergamo

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 57; Igor Gorgonzola Novara 50; Savino Del Bene Scandicci 47; Saugella Team Monza* 45; Unet E-Work Busto Arsizio 42; E'piu' Pomi' Casalmaggiore 40; Il Bisonte Firenze* 36; Bosca San Bernardo Cuneo 33; Banca Valsabbina Millenium Brescia 28; Zanetti Bergamo 28; Lardini Filottrano 14; Reale Mutua Fenera Chieri 9; Club Italia Crai 3.
* una partita in più

I TABELLINI
REALE MUTUA FENERA CHIERI - BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 0-3 (23-25 15-25 23-25)
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Middleborn 7, De La Caridad Silva 12, Perinelli 8, Akrari, Poulter 1, Angelina 17, Bresciani (L), Dapic. Non entrate: De Lellis, Caforio, Tonello, Giani, Starcevic. All. Sinibaldi.
BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Villani 16, Miniuk 3, Di Iulio, Rivero 13, Veglia 4, Nicoletti 13, Parlangeli (L), Biava 1, Manig. Non entrate: Bartesaghi, Norgini, Washington, Pietersen. All. Mazzola.
ARBITRI: Gasparro, Pozzi. NOTE - Spettatori: 1060, Durata set: 30', 25', 31'; Tot: 86'.

SAUGELLA TEAM MONZA - LARDINI FILOTTRANO 3-1 (19-25 25-18 25-21 25-18)
SAUGELLA TEAM MONZA: Orthmann 5, Adams 12, Hancock 10, Begic 8, Melandri 6, Ortolani 21, Arcangeli (L), Buijs 4, Devetag 2, Facchinetti, Bianchini. Non entrate: Bonvicini, Balboni. All. Falasca.
LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 4, Whitney 13, Garzaro 3, Vasilantonaki 14, Cogliandro 3, Partenio 15, Cardullo (L), Baggi. Non entrate: Pisani, Rumori, Brcic. All. Schiavo.
ARBITRI: Bellini, Morgillo. NOTE - Spettatori: 1612, Durata set: 24', 26', 28', 30' ; Tot: 108'.

E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE - CLUB ITALIA CRAI 3-2 (25-18 19-25 25-18 20-25 15-9)
E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE: Bosetti 19, Arrighetti 11, Cuttino 18, Carcaces 19, Kakolewska 2, Skorupa 4, Spirito (L), Mio Bertolo 4, Lussana, Radenkovic, Gray. Non entrate: Marcon, Pincerato. All. Gaspari.
CLUB ITALIA CRAI: Morello 2, Nwakalor 7, Fahr 12, Enweonwu 21, Pietrini 20, Lubian 12, De Bortoli (L), Malual 1, Omoruyi 1, Scola, Populini. Non entrate: Kone, Panetoni, Battista. All. Bellano.
ARBITRI: Venturi, Caretti. NOTE - Spettatori: 1324, Durata set: 24', 27', 27', 32' , 18' ; Tot: 128'.
Sigla.com - Internet Partner