Il notiziario tecnico

di Benito Montesi

07/02/2012

Il notiziario tecnico
Anno 11 N. 01 24/01/2012
122. Nel Protocollo pre-gara la struttura sportiva presenta una sola tribuna dietro la
postazione del primo arbitro.
Le squadre e gli arbitri, dopo essersi portati al centro del campo partendo dal lato del segnapunti, restano rivolti verso tale tribuna ed al fischio del primo arbitro gli/le atleti/e si salutano scorrendo lungo la rete, mentre gli arbitri indietreggiano verso la postazione del secondo arbitro.

123. Il minuto di raccoglimento è compreso nel tempo della gara?
Si, il fischio del primo arbitro autorizza il primo servizio della gara. Il servizio viene eseguito
ed il primo arbitro rifischia immediatamente dopo il colpo sulla palla. Ciò rappresenta
l’orario d’inizio della gara. Il segnapunti riporta tale evento sul referto, spazio “osservazioni”.

124. In una gara di A una squadra presenta due atleti/e Under a scambi illimitati. Il primo
“scambio” tra loro può avvenire prima dell’inizio del set?
Si, alla stessa stregua del Libero che può rimpiazzare un titolare e una riserva può sostituire un
titolare sullo 0-0.

125. In una gara di AF una squadra schiera in gioco una atleta Under 22 straniera ed una
Under 22 italiana e dispone di due Liberi, L1 italiana e L2 Under 22 italiana. Durante il
set l’atleta Under 22 italiana viene sostituita da L2.
La normativa FIPAV dispone che in presenza in gioco di una atleta Under 22 straniera è
obbligatorio avere contemporaneamente in campo una atleta Under 22 italiana. Nel caso specifico all’uscita dell’italiana Under 22, entrando al suo posto L2 Under 22 italiana, la normativa è rispettata. Sarebbe ugualmente rispettata se L1 rimpiazzasse la stessa Under 22 italiana (confronto su 7 atlete).
Per completezza di informativa, è opportuno rammentare che in presenza in gioco di una atleta Under 22 straniera se la squadra dispone di un Libero Under 22 italiana oppure di due Liberi ugualmente Under 22 italiane, la normativa è rispettata (confronto su 7 atlete). La normativa, invece, non è rispettata se dei due Liberi una soltanto è Under 22 italiana.

126. L’Allenatore praticante, può essere nello stesso tempo atleta in panchina o in gioco?
L’allenatore “praticante” è un partecipante al Corso Allievo Allenatore Primo Livello
Giovanile, inserito nell’apposito tesseramento temporaneo online dal Comitato Provinciale
competente con il quale gli viene assegnata una matricola anch’essa temporanea. L’allenatore
“Praticante” potrà svolgere l’attività prevista come tirocinio del Corso (presenza in panchina
in almeno 5 gare) vincolandosi a titolo gratuito in tutti i campionati di serie e di categoria
Provinciali e Regionali. Le Società che permettono a tali corsisti di svolgere l’attività di
Tirocinio debbono inserirli nel loro Camp 3, nell’apposito spazio previsto nel modulo. E’
compito di ogni CP stabilire come gli arbitri dovranno comunicare la presenza in panchina di
tale figura. L’allenatore “Praticante”risponde del suo comportamento come tutti gli altri dello
staff di cui fa parte.
E’ consentito che l'allenatore praticante sia anche atleta, alla stessa stregua
di allenatore e assistente allenatore.

127. Durante una gara va a servire il N.5 e L2 rimpiazza il posto 6 che è una banda. L'azione
termina, il libero L2 esce e rientra la banda. L'atleta che ha servito esce ed entra il
libero L1.
Una delle Regole basilari del sistema dei due Liberi è la 19.3.2.1 "i rimpiazzi che coinvolgono
i Libero non sono conteggiati come sostituzioni. Essi sono illimitati, ma ci deve essere una
azione completata tra due rimpiazzi del Libero (a meno che ci sia una rotazione forzata alla
posizione 4, per penalizzazione, del Libero attivo o questi si infortuni/ammali senza poter far
passare una azione completata)”.
Se l’atleta di posizione 6 viene rimpiazzato da L2, che esce dopo il servizio della sua squadra,
nello stesso tempo non può entrare L1 per l’atleta che ha servito, perché non è trascorsa
almeno una azione di gioco tra i due rimpiazzi coinvolgenti i due Liberi, che devono essere
considerati come un’unica entità.

128. Una squadra presenta nella lista degli atleti uno infortunato che si muove con le
stampelle: gli arbitri debbono accettare che tale atleta sia ammesso alla gara e possa
sostare in panchina?
No, perché gli atleti debbono essere idonei a giocare come requisito per poter essere inseriti nella lista a disposizione per la gara.

129. Nel caso il nominativo di un allenatore sia riportato a penna sul CAMP 3, quali
documenti deve presentare la squadra per tale allenatore?
Oltre al documento di identità, il certificato di avvenuto tesseramento dall’online o dal CP di
appartenenza. In alternativa la Società potrà mostrare il Mod. TEC 1 ove sono riportati tutti i
nominativi degli allenatori tesserati per quella Società con la rispettiva serie di campionato.
L’allenatore anche in questo caso deve essere ammesso alla gara ed il primo arbitro deve
riportarlo nella sua relazione.

130. Nell’intervallo tra due set, a 2’30”, il Protocollo prevede che il 2° arbitro fischi l’ingresso
in campo delle due squadre, accompagnando il fischio con un gesto a braccia allargate e
rivolte verso il campo. Il 1° arbitro deve ripetere tale gestualità?
Si, opportunamente. Il gesto del 2° è con le braccia portate in avanti partendo con le stesse dietro già distese, mentre quello del 1° arbitro è il portare semplicemente le braccia dal corpo in avanti verso il campo, senza portarle da dietro distese in avanti.

131. Al cambio dei campi a fine set o all’8° punto del set decisivo, il primo arbitro mostra il
gesto ufficiale. Il secondo arbitro?
Non deve ripetere tale gesto (Fig. 11 N. 3).
Sigla.com - Internet Partner