Il punto sulla Champions League femminile delle formazioni italiane femminili

di Maurilio Anfuso

08/12/2020

SCANDICCI APPROFITTA DEL FATTORE CAMPO MENTRE BUSTO CAMBIA ALLENATORE; CONEGLIANO PRONTA AD OSPITARE LA POOL B: OCCHIO AL CONTAGIO
Scandicci sfrutta al massimo il vantaggio di ospitare la pool A, chiudendo la “bolla” con tre vittorie. La partita più combattuta è stato il derby contro Busto, che lotta ma deve arrendersi  ai 25 punti di Stysiak. Ottima prestazione di Lucia Bosetti nel ruolo di libero dove si esalta con alcune ottime difese. Busto lavora bene a muro (14) ma fatica troppo a tenere la ricezione e deve anche fare i conti con le condizioni non ottimali di Leonardi.
Scandicci ha poi fatto percorso netto vincendo contro le tedesche dello Schwerin e le polacche del Rzeszow:  contro la formazione tedesca, oltre alla solita Stysiak, buone le prestazioni di Pietrini (18 punti e il 52% di positività in attacco) e Courtney (15 punti di cui 4 a muro) che, dopo aver perso il primo set, si impongono senza particolari difficoltà alle offensive di Szakmary (14 punti con il 70% di ricezione positiva e il 40% di perfetta) e compagne; contro le polacche invece i 19 punti di Stysiak mettono in discesa la sfida che chiude la “bolla”.
Un po’ in difficoltà la ricezione toscana, come detto senza Merlo e con Bosetti nel ruolo di libero, complice probabilmente anche il cambio di pallone di gioco rispetto al campionato.  
Per Busto invece questo turno di andata di Champions ha portato alla decisione della società di separarsi da Marco Fenoglio, promuovendo Marco Musso nel ruolo di head coach. Per le bustocche, come detto, buona prestazione contro Scandicci, ma poi la vittoria arrivata solo al tie-break dopo essere state sopra per 2-0 contro il Rzeszow e il crollo contro lo Schwerin sotto i colpi dell’americana Spelman (19 punti con il 49% di positività in attacco), hanno portato alla decisione di affrontare il girone di ritorno sia in campionato che in Champions con un altro allenatore.
Occhio però al Covid, che sembra non voler lasciare scampo a Busto e al nostro campionato: infatti al ritorno in Germania sono state riscontrate delle positività nel gruppo dello Schwerin che hanno portato a dei controlli anche per Scandicci e Busto. Purtroppo anche qui sono state trovate atlete positive o con sintomatologia che possa essere collegata al virus, da qui la decisione della Lega di rinviare le gare che Busto e Scandicci avrebbero dovuto recuperare.
Nella speranza che ciò non accada nella bolla di Conegliano, oggi le pantere si apprestano ad iniziare il loro assalto alla Champions. Contro di loro, nella Pool B, ci saranno le francesi del Nantes, le slovene del Kamnik e soprattutto le turche del Fenerbahce:  Kamnik e Nants senza dubbio un gradino sotto le altre squadre del girone, con le slovene guidate in regia dall’ex Filottrano Pogacar e le francesi in testa al proprio campionato che puntano sulla fisicità della cubana ex Ravenna Leyva.
Il livello si alza parlando del Fenerbahce che in panchina è guidato dal CT della nazionale campione del mondo della Serbia Terzic, che può contare sulle connazionali Busa e Mihajlovic in banda, al centro la capitana della nazionale turca (guidata dal nostro Giovanni Guidetti) Erdam e come opposto la forte cubana Vargas. Il tutto orchestrato dalle mani di Aydemir Naz che, dopo un anno di pausa per maternità, è tornata vincendo la medaglia d’argento agli europei con la nazionale turca nel 2019. Una squadra a forte trazione offensiva, con praticamente due opposti in campo e un sistema di ricezione che Terzic utilizza anche in nazionale. Le turche sono un’ottima squadra e probabilmente per Conegliano sarà la prima vera sfida della stagione contro una squadra che può avvicinarsi al livello di gioco espresso dalle venete. In attesa di goderci lo spettacolo e sperando che questo maledetto virus non porti nuovi problemi, non mi resta che augurarvi una buona Festa dell’Immacolata.
Sigla.com - Internet Partner