In amichevole Trento batte il VfB Friedrichshafen 3-1

20/03/2013

un primo tempo di Emanuele Birarelliun primo tempo di Emanuele Birarelli
un primo tempo di Emanuele Birarelli
Ad una settimana esatta dall’esordio nei Play Off Scudetto 2013, l’Itas Diatec Trentino offre confortanti segnali sul proprio stato di forma. L’occasione propizia è stata fornita dall’amichevole non ufficiale disputata nel tardo pomeriggio odierno al PalaTrento contro i tedeschi del VfB Friedrichshafen, regolati per 3-1 dopo un’ora e mezza di partita divertente e gradevole per gli oltre duecento spettatori presenti.
L’assenza di impegni ufficiali che ha contraddistinto gli ultimi dieci giorni non ha quindi intaccato lo smalto dei Campioni del Mondo, che anche in questa circostanza hanno dimostrato di aver sfruttato bene il periodo di lavoro fra sala pesi e campo per migliorare la propria condizione generale. Dopo un avvio contratto, la squadra di Stoytchev ha sfoderato una pallavolo sempre più convincente, in cui a fare la figura migliore sono stati i centrali Djuric e Birarelli e l’opposto Stokr. Il greco e l’azzurro hanno attaccato sempre con profitto (rispettivamente 80% e 64%) mostrando un ottimo piglio anche a muro (dieci dei quattordici totali gialloblù portano la loro firma) mentre il ceco si è scatenato in fase di break point e sui palloni difficili (54%). Più appesantiti Kaziyski e Juantorena che però spesso hanno contenuto gli attacchi di Simeonov (15 punti col 50% per l’ex Padova e Vibo).
La cronaca dell’amichevole. Stoytchev propone lo starting six tipo per testare immediatamente lo stato di forma dei titolari; a partire meglio sono gli ospiti che con Bratoev e Josè prima e Simeonov poi fanno 1-4 e 2-6. Un muro di Djuric e due break point di Stokr riportano subito in linea di galleggiamento i gialloblù (7-7); due ace consecutivi di Günthör e un attacco dell’ex Bratoev riaprono la forbice in favore dei tedeschi (11-14) costringendo Stoytchev a chiedere tempo. Per il nuovo ricongiungimento servono quindi ancora i muri di Djuric (17-17); proprio un suo block offre in seguito il primo vantaggio all’Itas Diatec Trentino (18-17), che poi allunga con Juantorena (altro muro su Simeonov per il 20-18). Un parziale di 0-4 (20-22) vede ripartire il VfB, ma non è lo spunto decisivo perchè Birarelli sigla la nuova parità ; a dirimere la questione ci pensa un altro muro, stavolta di Rivera su Stokr per il 23-25.
L’Itas Diatec Trentino prova a scuotersi in avvio di secondo set (3-1), ma il Friedrichshafen si dimostra sempre in palla ed in un attimo impatta (4-4) e passa a condurre con Simeonov scatenato (5-7). Raphael inizia a coinvolgere di più nel gioco Kaziyski e Stokr e la squadra ne trae subito beneficio pareggiando sul 12-12 e poi mettendo la freccia (14-12) sempre col capitano a segno. Simeonov non ci sta (14-14) ma poi deve arrendersi perchè i Campioni del Mondo non concedono più nulla in fase di break point, capitalizzando al massimo la vena del fuoriclasse bulgaro e gli errori di Rivera che trasformano un 19-18, prima in 21-19 e poi nel definitivo 25-23 (attacco finale di Stokr).
L’avvio di terza frazione è bruciante per Trento; Kaziyski passa con regolarità, Birarelli e Stokr murano e il Friedrichshafen va subito in debito di ossigeno (4-1, 9-2). Non basta un buon momento di Braotev (attacco e ace) per riportare in partita i tedeschi; la squadra di Stoytchev ora è più brillante e sciorina un cambiopalla efficacissimo unito ad un’attenzione in difesa che allargano ulteriormente il divario (13-5). Simeonov prova ad aiutare il posto 4 bulgaro nel tentativo di rimonta; Trento concede qualcosa (17-13) ma poi riparte sicura con Djuric in bella mostra (20-14) e chiude sul 25-19.
Sulla stessa falsariga anche il quarto periodo, con i gialloblù subito efficaci fra muro e difesa. Birarelli alza una diga al di sopra della rete e trova anche un ace (8-3); Stoytchev allora getta nella mischia anche Burgsthaler (al posto di Djuric) e poi pure Uchikov. Il Friedrichshafen cerca di risalire la china (12-9 e 15-14) ma poi deve alzare definitivamente bandiera bianca (21-15) anche perchè l’apporto dell’opposto bulgaro e anche di Lanza (dentro per Juantorena) è convincente: 25-17.
“Il risultato ci interessava relativamente, anche perché arrivavamo a questa sfida con alle spalle una pesante seduta fisica svolta nella mattinata precedente – ha commentato al termine Radostin Stoytchev - . Proprio per questo motivo non siamo stati quindi particolarmente brillanti nella prima parte di gara, momento in cui abbiamo oggettivamente faticato ad imporre il nostro ritmo in battuta. Quando è cresciuto questo fondamentale, ovvero nella seconda parte del match, tutto è diventato più facile e siamo riusciti ad esprimere una pallavolo più convincente. Abbiamo ancora una settimana per preparare l’esordio nei Play Off Scudetto, tempo da sfruttare al massimo per farci trovare pronti”.
L’Itas Diatec Trentino riprenderà gli allenamenti già domani pomeriggio; l’ultima amichevole prima dei Play Off Scudetto 2013 è programmata per sabato 23 marzo (ore 17.30) sempre al PalaTrento ma in tale circostanza contro Casa Modena.

Di seguito il tabellino dell’amichevole non ufficiale giocata questa sera al PalaTrento.

Itas Diatec Trentino-VfB Friedrichshafen 3-1 (23-25, 25-23, 25-19, 25-17)
ITAS DIATEC TRENTINO: Djuric 14, Raphael 3, Juantorena 4, Birarelli 13, Stokr 14, Kaziyski 12, Bari (L), Colaci (L), Lanza 4, Burgsthaler 1, Sintini, Uchikov 2, Chrtiansky e Valsecchi. All. Radostin Stoytchev.
VFB FRIEDRICHSHAFEN: Rivera 4, Günthör 11, Simeonov 15, Bratoev 14, Josè 6, Zatko 1, Rosic (L); Zass 5, Denmark, Krause 2, Harms. N.e. Bonnesen, Jovovic e Batista. All. Stelian Moculescu.
ARBITRI: De Biasi e Giglio di Trento.
DURATA SET: 22’, 23’, 21’, 21’; tot 1h e 27’.
NOTE: 200 spettatori circa. Itas Diatec Trentino: 14 muri, 3 ace, 16 errori in battuta, 8 errori azione, 52% in attacco, 62% (37%) in ricezione. VfB Friedrichshafen: 6 muri, 8 ace, 25 errori in battuta, 7 errori azione, 45% in attacco, 64% (19%) in ricezione.
Sigla.com - Internet Partner