In archivio il primo atto dei quarti di finale femminili

17/04/2013

Chieri-Bergamo, sfida dei quarti di finale: Francesca Piccinini ritrova il suo passatoChieri-Bergamo, sfida dei quarti di finale: Francesca Piccinini ritrova il suo passato
Chieri-Bergamo, sfida dei quarti di finale: Francesca Piccinini ritrova il suo passato
Va a MC Carnaghi Villa Cortese e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza il primo round dei quarti di finale dei Play Off Scudetto di Serie A1 Femminile. Nelle rispettive serie - al meglio delle tre gare - contro Imoco Volley Conegliano e KGS Robursport Pesaro, cortesine e piacentine sfruttano il fattore campo per involarsi 1-0 imponendosi rispettivamente per 3-1 e per 15-9 al tie break. Venerdì alle 20.30 entrambe le Gare-2, al PalaVerde di Villorba e al Banca Marche Palas di Pesaro.

(4) MC Carnaghi Villa Cortese - (5) Imoco Volley Conegliano 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-22) - Serie 1-0
Nella prima diretta televisiva della post-season, l'MC Carnaghi Villa Cortese conserva l'imbattibilità del PalaBorsani nei Play Off Scudetto, superando 3-1 l'Imoco Volley Conegliano. Un match comandato agevolmente dalle biancoblù nei primi due parziali, quindi divenuto estremamente combattuto grazie alla grinta delle pantere, che dilapidano un vantaggio considerevole nel quarto e ora dovranno vincere due partite di fila per rimanere in corsa.

Nel primo set funziona a meraviglia l'attacco dell'MC Carnaghi, meno quello dell'Imoco (che chiuderà con il 22% di squadra nel parziale). Sul servizio di Giulia Rondon Villa Cortese si stacca (13-9), quindi mantiene le distanze (16-12). Attacco di Caterina Bosetti e muro di Raphaela Folie e 19-13, coach Gaspari costretto al time-out. Cristina Barcellini prova a spingere la rimonta (16-19), il block-in di Bosetti su Emiliya Nikolova riapre il divario. Sara Paris è ovunque, Rondon inventa il tocco di seconda dopo uno scambio interminabile e 21-16. Fuori la pipe di Valentina Fiorin e set point. L'Imoco ne annulla due, ma il servizio al salto in rete di Barcellini scrive il 25-20.

Equilibrio a inizio secondo set, l'errore in ricezione di Jenny Barazza è pareggiato dal pallonetto troppo corto di Katarina Barun (7-7). La capitana delle biancoblù abbatte Carla Rossetto, poi muro su Fiorin e 11-8. Fa male la battuta flottante di Alexandra Klineman e le pantere moltiplicano le imprecisioni (8-14). Nikolova spedisce a metà rete e il secondo time out tecnico è provvidenziale per tentare di schiarire le idee (9-16). Il muro cortesino tocca tutto e le attaccanti trevigiane vanno in tilt. Primo tempo di Folie e Villa è già 19-10. Le ospiti si risollevano e rosicchiano qualche punto fino al 18-21, ma Klineman torna decisiva con due punti consecutivi. Out la pipe di Barcellini (24-18). Come nel primo set, l'Imoco annulla qualche set point (21-24 con l'ace di Barazza). Chiude il muro di Veljkovic per il 25-21.

Raffaella Calloni prova a prendere per mano le compagne in avvio del terzo, slash del 4-2 e muro del 6-4. L'Imoco non vuole lasciare il PalaBorsani senza graffiare, Fiorin tiene il +2 (10-8). La ricezione di Klineman è un altro invito a Calloni (12-9), l'attacco in rete di Bosetti induce Chiappafreddo a fermare il gioco (10-14). Con il muro, il fondamentale distintivo delle biancoblù, Villa Cortese si riavvicina (13-15). Barcellini capisce le intenzioni di Rondon e 17-13. Barun è caldissima e passa, Fiorin le replica con attacco e muro a uno (21-16). Bosetti invade e l'arbitro se ne accorge (17-23). Dalla panchina di Villa esce Sanja Malagurski, ma Calloni fa il punto numero 24. Dal 18-24, cinque punti di fila riaprono incredibilmente il parziale: Rondon mura Barcellini (20-24), Barun trova il mani-out (21-24), Veljkovic risolve un punto combattuto (22-24), Nikolova spara out (23-24). Ad allungare il match ci pensa Barazza, con un dolce pallonetto.

Le pantere si caricano e ripartono agguerrite (2-0), Barun sale quasi sul seggiolone dell'arbitro e mura nella stessa azione (2-2). Comincia a macinare anche Nikolova (5-2), Chiappafreddo richiama in panchina Bosetti e inserisce Natalia Viganò. Due punti della numero 2 non rallentano l'Imoco, che con Fiorin e il muro di Calloni salgono 9-4. La capitana, ex del match, ci aggiunge l'ace dell'11-6. Veljkovic infallibile in primo tempo, ma il divario non si accorcia (9-14). Servizio in rete di Barun e Conegliano ne approfitta (16-11). Muro di Folie, Calloni va lunga e 14-16. Paris e Barun confezionano il -1 di grinta e astuzia. Calloni ancora out e parità a quota 16. Sorpasso di Klineman (18-17), Viganò vola in seconda linea e l'MC Carnaghi scappa (19-17), ancor più quando Veljkovic stampa Nikolova. Non è finita, perché Barazza si fa valere sotto rete e fa 19-20. Ma è un altro muro biancoblù, questa volta di Klineman, a fare di nuovo +2. La statunitense è inarrestabile e firma il 22-19. Conegliano non molla, ma sono Veljkovic (proclamata MVP) e Barun a scolpire l'1-0 nella serie.


(2) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza - (7) KGS Robursport Pesaro 3-2 (25-15, 24-26, 22-25, 25-18, 15-9) - Serie 1-0
Se la vede brutta la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza all'esordio nei Play Off. Una delle squadre più indicate come favorita per il tricolore, soffre a lungo contro la KGS Robursport Pesaro e la spunta solo al tie-break. A dimostrazione dell'equilibrio e dell'imprevedibilità che regnano nella stagione di Serie A1 Femminile. Le ragazze di Giovanni Caprara si portano in vantaggio 1-0 nella serie, le colibrì di Andrea Pistola potranno tentare di allungarla al Banca Marche Palas venerdì sera.

Il primo set sembra il preludio di una partita con poca storia. Le biancoblù attaccano con forza e precisione, mentre Kenny Moreno Pino e Valentina Tirozzi litigano con le linee del campo. Dall'8-3 al 16-6, fino al 25-15 che disegna un'immagine scintillante della corazzata emiliana, nuovamente al completo con Stefania Sansonna ritrovata nel ruolo di libero. E invece le ospiti cambiano faccia, pronte a dimostrare che l'1-3 ottenuto al PalaBanca in Regular Season non è stato un caso.

Noemi Signorile distribuisce il gioco maggiormente al centro, dove Lauren Gibbemeyer e Elisa Manzano giganteggiano: le zampate della statunitense (chiuderà con 15 attacchi punto) e i muri della friulana (6 alla fine) spostano l'ago della bilancia. Piacenza si scopre vulnerabile e, quando è chiamata a lottare punto a punto, scricchiola. Nel secondo set Pesaro tenta più volte di scappare (18-16, 21-19, 22-22), ma la Rebecchi Nordmeccanica impatta a quota 24. La volata è appannaggio della KGS, proprio con attacco di Gibbemeyer e muro di Manzano.

Nel terzo parziale le colibrì mantengono la testa senza scomporsi, giovandosi del contributo delle attaccanti di palla alta. Il muro di Piacenza, guidato da Martina Guiggi, è spesso impenetrabile, ma Daiana Muresan, Tirozzi e Moreno Pino prendono qualche misura. Sul 17-20 Caprara chiama time-out per spezzare il ritmo alle marchigiane, che invece al secondo set point si portano in vantaggio. Il pubblico del palazzetto riprende fiato quando dal 9-8 del quarto set, Lucia Bosetti, Carmen Turlea e Floortje Meijners producono un break sensazionale che lancia le biancoblù fino al 16-9, di fatto chiudendo i conti.

Il tie-break vive sui tentativi di fuga di Piacenza e i recuperi di Pesaro. Al cambio di campo è 8-5, due punti consecutivi ospiti convincono Caprara a chiamare time-out. Pistola ci crede, ma la classe delle attrici di casa fa la differenza: pipe di Bosetti, ace di Meijners (10-7), Guiggi a segno (12-8) insieme a Turlea. Il punto finale è un mani-fuori su cui Monica De Gennaro e compagne non possono arrivare e 15-9.

(1) Unendo Yamamay Busto Arsizio - (9) Banca Reale Yoyogurt Giaveno 3-0 (25-20, 25-21, 25-18) - Serie 1-0
Pronostico rispettato nel match del Palayamamay, gremito da 3200 spettatori. La Unendo Yamamay Busto Arsizio esordisce nei Play Off Scudetto con un perentorio 3-0 sulla Banca Reale Yoyogurt Giaveno. Le campionesse in carica, a 18 giorni dall'ultimo impegno ufficiale (e un anno e due giorni dopo il 15 aprile 2012, la notte del tricolore biancorosso), dimostrano un buono stato di forma e impiegano meno di un'ora e mezza per portarsi avanti 1-0 nella serie, che vivrà la sua Gara-2 sabato 20 aprile alle ore 17.00 al PalaRuffini di Torino.

Carlo Parisi deve fare a meno di Giulia Pisani, ferma ai box per un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio riportato martedì in allenamento. In panchina la giovanissima Veronica Taborelli. Tutte disponibili le atlete di Bruno Napolitano, con l'ex Chiara Dall'Ora - tra le protagoniste della tripletta di un anno fa - al centro insieme a Berit Kauffeldt. Le farfalle guidano il gioco con estrema sicurezza, affidandosi a Margareta Kozuch - top scorer con 18 punti - e alla coppia di centrali Christina Bauer e Valentina Arrighetti (rispettivamente al 60% e al 67% in attacco), ben innescate da Valeria Caracuta.

Il coach delle bustocche fa assaporare il campo a tutte le sue giocatrici (fuorché la baby classe '94), compresa Ana Grbac, che comincia a sentirsi a suo agio al palleggio della fuoriserie Unendo Yamamay. Da valutare l'infortunio occorso a Gilda Lombardo, che esce dal campo pochi scambi dopo esservi entrata.

I tre parziali procedono su tracciati simili. Solo nel secondo le cuattine riescono a mantenersi a galla nel punteggio prima che le padrone di casa imprimano l'accelerazione. Curiosamente il muro di Busto produce solo due punti diretti (meno di quanti ne abbia fatti Dall'Ora da sola, ovvero 4), ma tocca tantissimi palloni e consente frequentemente comodi contrattacchi. Le farfalle dominano la partita anche dall'alto del 70% di ricezione perfetta, marchio di fabbrica di Giulia Leonardi (63%), Francesca Marcon (78%) e anche Maren Brinker (79%). A chiudere tutti e tre i set è Kozuch.

(3) Foppapedretti Bergamo - (6) Duck Farm Chieri Torino 3-1 (25-19, 21-25, 25-22, 25-21) - Serie 1-0
Round numero 1 alla Foppapedretti Bergamo, che supera 3-1 e per la prima volta in stagione la Duck Farm Chieri Torino al termine di una partita tirata e decisa in volata. Il PalaNorda assiste a un successo che mancava dal 24 marzo (poi tre sconfitte in chiusura di Regular Season), ma le piemontesi potranno allungare la serie in casa propria sabato alle 20.30, in diretta su Rai Sport 1.

Non c'è Francesca Piccinini, la grande ex della sfida. La schiacciatrice azzurra resta in panchina per tutto il match, sostituita da Alessia Gennari (che non va oltre 6 punti con il 15% in attacco e il 22% di ricezione perfetta). Dall'altra parte un set e mezzo per Valentina Diouf, opposto delle orobiche ancora alla ricerca della perfetta condizione fisica dopo il problema alle vertebre cervicali. Stefano Lavarini, sempre privo di Sara Klisura, inserisce Blair Brown e la statunitense, anch'essa reduce da fastidi fisici, risponde presente come dimostrano i 14 punti.

Come accaduto in Campionato, quando la Duck Farm espugnò 3-2 il palazzetto rossoblù, la migliore tra le atlete di Francois Salvagni è Samanta Fabris, preferita a Monica Ravetta nel ruolo di opposto e autrice di 26 punti, con 19 palloni messi a terra su 52 attacchi e addirittura 7 muri. Bene le centrali Chiara Borgogno e Amaranta Fernandez, sotto tono Liesbet Vindevoghel.

Il terzo e il quarto parziale vivono su un sottile equilbrio fino a metà inoltrata, poi Chiara Di Iulio e Jelena Blagojevic, migliori realizzatrici di Bergamo con rispettivamente 18 e 16 punti all'attivo, scavano il solco. Affidabile come d'abitudine Alexis Crimes, dà il suo contributo anche Francesca Devetag, nel sestetto iniziale del quarto set e prontissima a muro.

Giovedì sarà giorno di pausa, i Play Off Scudetto torneranno venerdì con le Gare-2 dal Palaverde di Villorba e dal Banca Marche Palas di Pesaro: l'Imoco Volley Conegliano dovrà battere la MC Carnaghi Villa Cortese per mantenersi aggrappata alla post-season, identico obiettivo della KGS Robursport Pesaro opposta alla Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. Il match nelle Marche sarà trasmesso in diretta da Sportube 2.


30° Play Off Scudetto - I tabellini: 
MC CARNAGHI VILLA CORTESE - IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-22)
MC CARNAGHI VILLA CORTESE: Malagurski, Viganò 3, Klineman 17, Folie 11, Veljkovic 16, Paris (L), Barun 23, Bosetti 8, Rondon 2. Non entrate Nomikou, Garzaro, Parrocchiale, Rosso Margherita. All. Chiappafreddo.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Agostinetto, Fiorin 16, Camera, Zanotto, Rossetto (L), Calloni 8, Nikolova 15, Crozzolin, Barcellini 11, Barazza 12. Non entrate Maruotti, Daminato. All. Gaspari.
ARBITRI: Tanasi, Piana.
NOTE - Spettatori 1000, durata set: 29', 26', 26', 27'; tot: 108'.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA - KGS ROBURSPORT PESARO 3-2 (25-15, 24-26, 22-25, 25-18, 15-9)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Valeriano, Leggeri 6, Turlea 14, Meijners 25, Nicolini 1, Ferretti 1, Sansonna (L), Guiggi 14, Radenkovic, Bosetti 24. Non entrate Secolo. All. Caprara.
KGS ROBURSPORT PESARO: Moreno Pino 17, Valpiani, Gibbemeyer 17, De Gennaro (L), Manzano 16, Dekani, Signorile 1, Tirozzi 12, Muresan 11. Non entrate Lestini, Chirichella. All. Pistola.
ARBITRI: Prandi, Goitre.
NOTE - Spettatori 1300, incasso 4800, durata set: 22', 29', 28', 28', 16'; tot: 123'.

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - BANCA REALE YOYOGURT GIAVENO 3-0 (25-20, 25-21, 25-18)
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Faucette 2, Grbac, Brinker 10, Leonardi (L), Marcon 3, Bauer 12, Kozuch 18, Lombardo 1, Arrighetti 13, Caracuta, Bisconti. Non entrate Taborelli Veronica. All. Parisi.
BANCA REALE YOYOGURT GIAVENO: Togut 12, Dall'Ora 10, Saccomani 2, Molinengo (L), Donà 5, Luciani 1, Kauffeldt 8, Dalia 1, Napolitano Senkova 7. Non entrate Cecchetto, Pincerato. All. Napolitano.
ARBITRI: Florian, Zanussi.
NOTE - Spettatori 3200, durata set: 27', 28', 25'; tot: 80'.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO - DUCK FARM CHIERI TORINO 3-1 (25-19, 21-25, 25-22, 25-21)
FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Crimes 12, Brown 14, Weiss, Blagojevic 16, Merlo (L), Di Iulio 18, Devetag 4, Diouf 7, Zambelli 3. Non entrate Klisura, Bruno, Balboni. All. Lavarini.
DUCK FARM CHIERI TORINO: Frigo, Borgogno 10, Bechis 3, Sirressi (L), Gennari 6, Fernandez Navarro 12, Fabris 26, Zauri, Vindevoghel 9. Non entrate Ravetta, Vietti, Piccinini. All. Salvagni.
ARBITRI: Zucca, Gentile.
NOTE - Spettatori 1464, incasso 12604, durata set: 28', 29', 29', 30'; tot: 116'.

30° Play Off Scudetto - Quarti di finale - Programma Gara 2 (19-20 aprile):
Banca Reale Yoyogurt Giaveno - Unendo Yamamay Busto Arsizio Arbitri Padoan-Pozzato sabato 20 aprile, ore 17.00
Imoco Volley Conegliano - MC Carnaghi Villa Cortese Balboni-Cerquoni venerdì 19 aprile, ore 20.30
KGS Robursport Pesaro - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza Vagni-Oranelli venerdì 19 aprile, ore 20.30 DIRETTA SPORTUBE 2
Duck Farm Chieri Torino - Foppapedretti Bergamo Longo-Gini sabato 20 aprile, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1

30° Play Off Scudetto - Quarti di finale - Programma eventuale Gara 3 (22-23 aprile):
Unendo Yamamay Busto Arsizio - Banca Reale Yoyogurt Giaveno martedì 23 aprile, ore 20.30 *
MC Carnaghi Villa Cortese – Imoco Volley Conegliano lunedì 22 aprile, ore 20.30
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – KGS Robursport Pesaro lunedì 22 aprile, ore 20.30
Foppapedretti Bergamo - Duck Farm Chieri Torino martedì 23 aprile, ore 20.30 *
*se prevista, una delle due gare in diretta su Rai Sport 2
Sigla.com - Internet Partner