Italia qualificata alla Final Six del Grand Prix

20/08/2010

Italia qualificata alla Final Six del Grand Prix
Italia - Olanda 3-0 (29-27, 25-16, 25-15)
Italia: Barazza 12, Ortolani 16, Bosetti 9, Gioli 7, Lo Bianco 3, Del Core 10, Merlo (L), Crisanti, Arrighetti. N.e. Barcellini, Rondon, Piccinini. All. Barbolini.
Olanda: Grothues 9, Huurman 5, Flier 14, Staelens 10, Wensink 5, Dijkema 2, Van Tienen (L), De Kruijf, Stam, Koolhaas, Blom. N.e. Blansjaar. All. Selinger.
Arbitri: Concia (Arg) e Li (Cin).
Tokyo. L’Italia batte con un secco ed eloquente 3-0 l’Olanda ed in virtù anche della contemporanea sconfitta della Germania contro gli Usa, acquisisce la certezza aritmetica della qualificazione per le Final Six di Ningbo, in programma da mercoledì 25 a domenica 29. La squadra di Barbolini ha raggiunto l’obiettivo della qualificazione giocando una buona gara, molto positiva in ricezione e nella fase muro-difesa, abbastanza concreta in attacco dove ancora una volta Serena Ortolani è stato l’elemento decisivo per scardinare i muri olandesi. Barbolini ha lasciato in panchina Francesca Piccinini, ancora non al meglio dopo la stato febbrile della scorsa settimana ed ha rilanciato la capitana Lo Bianco in cabina di regia. L’Italia ha dato subito l’impressione di avere una marcia in più rispetto all’Olanda, apparsa spenta e poco reattiva. Le azzurre hanno controllato il gioco per tutto il primo parziale, allungando più volte, ma commettendo errori, a volte evitabili, che hanno permesso alle ragazze di Selinger di rimanere agganciate nel punteggio. L’allungo italiano sino al 22-18 è sembrato quello decisivo, ma non è stato così. L’Olanda in qualche maniera ha rimontato ed avuto due set-point, prima che spinta da Del Core ed Ortolani l’Italia risistemasse il punteggio e chiudesse 29-27. È stato questo l’unico momento difficile del match tricolore. Nel secondo e nel terzo set, la squadra di Barbolini ha avuto perentorie accelerazioni nel gioco e nel punteggio ed ha chiuso senza fatica 25-16 e 25-15. Domani secondo match del week alle 10 italiane (diretta su LA7d, differita ore 18 LA7), contro il Giappone: si gioca per migliorare la classifica, che serve per la formulazione del calendario delle finali, e per riscattare la sconfitta subita in Brasile nel primo torneo.
BARBOLINI: “Sono contento della vittoria, che ci qualifica per le finali di Ningbo: il nostro primo traguardo. Domani contro il Giappone ci attende una partita molto difficile.
LO BIANCO: “Per noi era molto importante battere l’Olanda e ci siamo riusciti giocando una bella partita. Siamo state brave in battuta ed abbiamo difeso molto bene. Sono contenta della qualificazione.”
ORTOLANI: “Speriamo di continuare così. Volevamo vincere per guadagnarci la qualificazione e ci siamo riuscite giocando un buon incontro.”
MERLO:Questa è una vittoria che vale, perché ci apre le porte delle finali. Abbiamo giocato una buona partita e siamo state brave a fare il nostro gioco senza farci trascinare al loro ritmo che era molto lento.”
TERZO WEEK END - 20 agosto Pool G (Hong Kong): Germania-Stati Uniti 0-3 (15-25 18-25 13-25), Cina-Thailandia; Pool H (Taipei): Brasile-Porto Rico, Polonia-Taipei; Pool I (Tokyo): Italia-Olanda 3-0 (29-27 25-16 25-15), Giappone-Rep.Dominicana. 21 agosto Pool G: Thailandia-Stati Uniti, Cina-Germania; Pool H: Porto Rico-Polonia, Taipei-Brasile; Pool I: Rep.Dominicana, Giappone-Italia (ore 10 diretta su LA7d, differita ore 18 LA7). 22 agosto Pool G: Germania-Thailandia, Cina-Stati Uniti; Pool H: Taipei-Porto Rico, Brasile-Polonia; Pool I: Rep.Dominicana-Italia (ore 7), Giappone-Olanda. Classifica: Brasile, Italia, Stati Uniti, Giappone e Polonia 15, Cina 13, Olanda 8, Germania 7, Dominicana 5, Porto Rico e Thailandia 3, Taipei 0.
Sigla.com - Internet Partner