Italia superata dalla Russia nella semifinale del Grand Prix

09/09/2006

Non sono bastati i 15 punti di Elisa TogutNon sono bastati i 15 punti di Elisa Togut
Non sono bastati i 15 punti di Elisa Togut
Reggio Calabria. Ecco i commenti dei protagonisti di Italia-Russia.
Marco Bonitta (all. Italia): Oggi non abbiamo avuto una via di mezzo.
Siamo passati dal giocare molto bene al molto male. Siamo andati bene per un set e mezzo e abbiamo avuto una timida reazione alla fine del terzo ma la squadra non ha dimostrato quella solidità e costanza che avrebbe dovuto avere. Complimenti alla Russia che ha saputo tenere viva la partita nonostante fosse stata sotto tutto il primo set. Loro hanno avuto maggiore fiducia e hanno giocato meglio. Piccinini non è mai entrata in partita ma ha almeno assicurato qualcosa in ricezione dove abbiamo fatto piuttosto male. La partita la Russia l’ha vinta a muro. Brutto il nostro atteggiamento nel quarto set, per questo abbiamo meritato di perdere.
Simona Rinieri (cap. Italia): All’inizio è andata bene, non abbiamo sprecato quasi nulla, il secondo set è invece iniziato un po’ nervoso. Loro ci hanno creduto di più, abbiamo provato a riprenderci ma il nostro problema della poca regolarità è emerso. Alterniamo momenti ottimi a black out completi. Dobbiamo essere più ostinate. Loro ci hanno creduto fino in fondo e hanno vinto.

Sara Anzanello (centrale Italia): Abbiamo iniziato bene, poi abbiamo preso a ricevere e battere male e non siamo più riuscite a rientrare in partita. E se la ricezione non è buona, con un muto forte come quello russo, è difficile vincere.

Eleonora Lo Bianco (alzatrice Italia): Abbiamo smesso di giocare. Loro sono state superiori a muro e in difesa. Domani abbiamo di nuovo Cuba ma non è questo il punto. Il fatto è che potevamo benissimo andare in finale. Il demerito è tutto nostro.

Giovanni Caprara (all. Russia): Sono immensamente felice per questa vittoria e poter giocare domani la finale. La gara si è risolta a muro, ma abbiamo finalmente iniziato a difendere come le altre grandi squadre, prima eravamo troppo pigri per buttarci sui palloni. Giocare domani la finale con il Brasile è un’ottima cosa perché ci permette di fare ulteriore esperienza in vista dei Mondiali.

Natalia Safronova (cap. Russia): Abbiamo iniziato male ma abbiamo poi dimostrato grande forza e carattere nel tronare in partita, vincere il tie-break e guadagnare un posto in finale.

BRASILE-RUSSIA LA FINALE PER L’ORO
Reggio Calabria. Saranno Brasile e Russia a giocarsi la vittoria nella finale del World Grand Prix, in programma domani sera alle ore 20. Le sudamericane hanno superato in semifinale con grande personalità Cuba per 3-0.
Risultati: Finale 5-6 posto Cina-Giappone 3-0; Semifinali: Brasile-Cuba 3-0 (25-20 25-15 25-18); Italia-Russia 2-3
Programma di domani 10 settembre: ore 17.30 Finale 3-4 posto Italia-Cuba; ore 20.00 Finale 1-2 posto Brasile-Russia.
Sigla.com - Internet Partner