Jack Sintini in visita all'ospedale di Perugia: "Gioia scudetto da condividere con chi mi ha guarito"

21/05/2013

Jack Sintini in visita all'ospedale di Perugia: "Gioia scudetto da condividere con chi mi ha guarito"
Dopo essersi concesso per ben otto giorni al tam tam mediatico creatosi in fretta attorno alla sua splendida storia a lieto fine, la giornata odierna Giacomo "Jack" Sintini l'ha voluta dedicare solo a se stesso e a chi lo ha aiutato a vincere la malattia.
In mattinata il palleggiatore della Trentino Volley è infatti tornato assieme alla moglie Alessia e alla figlia Carolina nel reparto di oncologia dell’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia per festeggiare, come aveva promesso pochi secondi dopo la fine di gara 5 di Finale Scudetto con Piacenza, il titolo tricolore con medici e infermieri. Per tre ore Jack è stato quindi ospite delle corsie della struttura ospedaliera, portando con sé la medaglia d’oro e la targa di mvp della Linkem Cup 2013 che ha mostrato orgoglioso a tutti i presenti.
Ci tenevo tanto a essere qui il prima possibile per condividere questa bellissima vittoria con chi mi ha curato e guarito – ha spiegato Sintini nella conferenza stampa organizzata al termine dell’incontro, a cui hanno preso parte anche il Commissario Straordinario dell'Azienda Ospedaliera della Città Walter Orlandi e il Direttore della Struttura Complessa di Ematologia Brunangelo Falini - . La mia visita odierna non vuole solo essere un ringraziamento ma anche un messaggio di speranza per i pazienti malati di cancro. Non bisogna perdere la fiducia e io sono qui a testimoniarlo perché un anno e mezzo fa mi trovavo nelle loro stesse condizioni. Con l’Associazione Giacomo Sintini voglio continuare la mia opera di sensibilizzazione e trovare la maniera migliore per contribuire fattivamente alla ricerca”.
Nell'ultimo anno i ritorni nel reparto umbro che l'aveva curato sono stati molto frequenti per Sintini: l'8 novembre 2012 – il giorno dopo la gara di campionato giocata a Perugia – il regista romagnolo aveva condotto i compagni in una visita in corsia mentre il 17 dicembre aveva consegnato i regali di Natale acquistati con i soldi raccolti dalla sua Associazione ai trentadue bambini ospitati dal Residence “Daniele Chianelli” di Perugia, struttura ricettiva riservata ai pazienti del reparto di Oncoematologia Pediatrica ed Ematologia.
Sigla.com - Internet Partner