La Lube Banca Marche Macerata alza la Supercoppa 2012

30/09/2012

La Lube Banca Marche Macerata conquista la Supercoppa Italiana 2012La Lube Banca Marche Macerata conquista la Supercoppa Italiana 2012
La Lube Banca Marche Macerata conquista la Supercoppa Italiana 2012
Risultato Del Monte Supercoppa
Cucine Lube Banca Marche Macerata - Itas Diatec Trentino 3-2 (25-23, 19-25, 28-26, 20-25, 15-11)

CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Savani 20, Zaytsev 23, Parodi 13, Stankovic 15, Kovar 4, Monopoli, Henno (L), Travica 3, Starovic, Podrascanin 9. N.e. Pajenk. All. Alberto Giuliani.
ITAS DIATEC TRENTINO: Kaziyski 21, Birarelli 5, Juantorena 12, Vieira De Oliveira 4, Uchikov, Lanza, Djuric 12, Colaci (L), Stokr 17, Chrtiansky Jr, Bari (L), Burgsthaler. N.e. Sintini. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Nico Castagna e Simone Santi.
NOTE - Spettatori 4905, incasso 54000, durata set: 29', 29', 32', 29', 16'; tot: 135'.

Il PalaCasaModena è uno spettacolo. Gremito in ogni ordine di posto, è sold out per la Del Monte Supercoppa: 4905 presenze. Cucine Lube Banca Marche Macerata ed Itas Diatec Trentino si erano lasciate con un mozzafiato tie break che ha consegnato lo Scudetto alla formazione marchigiana; da un quinto set iniziano la nuova stagione, con la Cucine Lube Banca Marche Macerata che replica il successo del V-Day, aggiudicandosi, dopo due ore e quindici minuti di gioco, la Del Monte Supercoppa 2012.
La targa Del Monte MVP è finita tra le mani di Ivan Zaytsev, che alla sua prima apparizione con la maglia di Macerata porta a casa il riconoscimento come migliore giocatore dell’evento.

Le formazioni:
Cucine Lube Banca Marche MACERATA: Travica-Zaytsev, Savani-Parodi, Podrascanin-Stankovic, Henno (L)
Itas Diatec TRENTINO: Raphael-Stokr, Kaziyski-Juantorena, Djuric-Birarelli, Bari (L):

È Zaytsev ad essere schierato opposto a Travica per Macerata ed è proprio il nuovo acquisto marchigiano a mettere a segno il primo punto della Del Monte Supercoppa. Il match è subito appassionante, povero di errori (soprattutto dalla parte di Trento) e giocato con grande intensità per la gioia del PalaCasaModena. L’uomo del primo set è Ivan Zaytsev capace, prima di portare i suoi in vantaggio di tre punti (11-8) e poi di ribaltare la situazione sul 21-21 con tre ace consecutivi (24-21). E’ la chiave del primo set: Macerata è premiata dalla volontà di forzare il servizio, arginando la grande attenzione di Trento in attacco (0 errori nel parziale) e la pressione di Kaziyski in battuta sul finale di parziale (ace del 24-23, errore per il 25-23 per Macerata). Singolare per l’Itas Diatec Trentino i 12 punti totali messi a segno, equamente divisi tra Kaziyski, Juantorena, Stokr e Djuric (3 a testa).
Nel secondo parziale i riflettori si spostano dalla parte di Trento. Raphael trova in Kaziyski il punto di riferimento. La maggior determinazione in partenza della squadra di Stoychev mina le sicurezze di Macerata che in poco tempo si trova a rincorrere gli avversari: 4-8, 8-13, 10-16 il crescendo di Trento con Kazisky, Juantorena e Stokr superlativi. Giuliani intanto prova a cambiare le carte in tavola inserendo Starovic e Monopoli per Zaytsev e Travica. Le sostituzioni non distraggono l’Itas Diatec Trentino che mantengono il distacco e volano fino al 19-25 finale.
Tornano Travica e Zaytsev. Quest’ultimo si risveglia dopo un secondo set incolore (1 punto rispetto agli 11 messi a terra nel parziale d’apertura): suoi i tre ace consecutivi che spezzano l’equilibrio del terzo set (11-8). Sul servizio di Juantorena, l’Itas Diatec Trentino prima ricuce lo strappo e poi allunga sul 17-19, complice anche le due invasioni di Macerata: 20-23 Trento e il set sembra finito. Non lo è: Stankovic ferma a muro Juantorena (22-23) e Parodi accarezza la linea con l’ace del pareggio (23-23). La stessa cosa fa Zaytsev per il 26-25 dopo due palle set per Trento. Henno e Savani compiono un miracolo sulla bomba dai nove metri di Juantorena (27-26) e alla seconda occasione la Cucine Lube Banca Marche Macerata chiude con l’ace dello schiacciatore bresciano (28-26).
Le due squadre continuano a dare grande spettacolo al PalaCasaModena nonostante sia la prima partita ufficiale della stagione. Incredibile è l’azione del vantaggio di Macerata sul 13 a 12 con le grandi difese di Zaytsev ed Henno, come grandi sono il recupero di Colaci a ridosso delle panchine e l’ace di Kaziyski (13-16). Da sottolineare i due block consecutivi di Birarelli e Raphael che spianano il terreno a Trento e costringono Giuliani al tempo (15-19). Il set di fatto finisce qui: l’Itas Diatec Trentino si tiene stretta il vantaggio e chiude con un muro di Djuric il parziale (20-25).
Nel quinto set Giuliani mantiene in campo Jiri Kovar al posto di Parodi, entrato a metà del parziale precedente. Il lungo punto a punto iniziale viene spezzato proprio da Kovar con due punti consecutivi in attacco e dal muro sontuoso di Stankovic su Djuric (11-8 tempo Stoytchev). Tre palle match per Macerata dopo l’errore al servizio del centrale greco. Macerata chiude subito la pratica con l’out di Stokr che le regala la terza Supercoppa.

Le dichiarazioni:

Alberto Giuliani (allenatore Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Zaytsev ha anche ricevuto bene questa sera, un modulo che comincia a funzionare a quanto pare e siamo contenti anche per questo. Risultato che ci rende fiduciosi per il futuro. Credo che ci sia stato un bel gioco soprattutto quando la palla era sul nostro campo, forse anche merito del pallone”.

Cristian Savani (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Abbiamo iniziato benissimo la stagione e non ci credevamo anche noi per qualche problemino avuto durante la preparazione. Arrivavamo a questa partita con qualche punto di domanda, perché abbiamo disputato dei test non con squadre come Trento. Questa era la prima partita con una squadra tosta ed è andata bene”.

Dragan Travica (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Sono felicissimo per la vittoria: è stata una battaglia come l’altra in Finale Scudetto ed in Coppa Italia. Abbiamo iniziato la stagione come è finita quella dello scorso anno. Siamo stati bravi a spuntarla noi nei momenti decisivi davanti ad una bellissima cornice di pubblico che secondo me si è divertita molto e credo che oggi sia stata una giornata di grande pubblicità per questo sport”.

Ivan Zaytsev (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Sono contentissimo perché arrivare alla Lube e avere la possibilità di giocare trofei e vincerli è veramente una bella sensazione. Sono stato emozionato al punto giusto: i ragazzi sono stati tutti bravi in questo durissimo match, il primo di una lunghissima stagione. Una vittoria che dedico alla società che ha avuto il coraggio di portarmi a Macerata da Roma e a tutti i tifosi che seguono con grande passione questa squadra. Mi diverto con il nuovo modulo, non ci penso troppo e cerco di fare tutto al meglio senza fare troppi danni. Ci divertiamo a giocare in questo modo”.

Radostin Stoytchev
(allenatore Itas Diatec Trentino): “Loro sono stati più bravi di noi nelle situazioni di palla staccata, questo ha fatto la differenza. Noi siamo una squadra che punta a vincere su tutti i fronti e non abbiamo sottovalutato questo appuntamento. Lavoreremo meglio e dobbiamo imparare a stare con i piedi per terra, riconoscere i nostri punti deboli e migliorare”.

Matey Kaziyski (Itas Diatec Trentino): “Non siamo stati bravi a gestire gli scambi di fine partita perché Macerata ha rischiato molto più di noi e gli è andato tutto molto bene. Nei momenti importanti loro hanno preso qualche rischio in più mentre noi abbiamo aspettato troppo e non siamo riusciti a organizzarci meglio. Adesso ci dobbiamo concentrare al prossimo appuntamento anche se è difficile dopo una sconfitta così”.

Osmany Juantorena (Itas Diatec Trentino): “Non siamo ancora al 100% del nostro potenziale ma questa non è una giustificazione. Abbiamo perso. Sono state due/tre palle che hanno fatto la differenza. Complimenti a Macerata che ha vinto, rischiando di più in battuta, sbagliando sì tanto ma capace di metterci comunque in difficoltà”.

Emanuele Birarelli
(Itas Diatec Trentino): “ La partita si poteva portare a casa ma abbiamo sprecato troppo nel quinto parziale con delle disattenzioni che non potevamo regalare. Questo era solo il primo appuntamento e a breve avremo il Mondiale per Club da giocare e dovremo scendere in campo con maggiore attenzione”.

Albo d’oro Supercoppa Italiana
1996 Alpitour Traco Cuneo
1997 Casa Modena Unibon
1998 Sisley Treviso
1999 TNT Alpitour Cuneo
2000 Sisley Treviso
2001 Sisley Treviso
2002 Noicom Brebanca Cuneo
2003 Sisley Treviso
2004 Sisley Treviso
2005 Sisley Treviso
2006 Lube Banca Marche Macerata
2007 Sisley Treviso
2008 Lube Banca Marche Macerata
2009 CoprAtlantide Piacenza
2010 Bre Banca Lannutti Cuneo
2011 Itas Diatec Trentino
2012 CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA

Nicola Baldo si aggiudica il premio intitolato a Milena Pastore

Nicola Baldo, corrispondente da Trento della Gazzetta dello Sport, giornalista del “Trentino” e collaboratore del portale Sportrentino.it, si aggiudica l’edizione 2011/12 del Premio Milena Pastore. Il riconoscimento viene consegnato ogni anno dalla Lega Pallavolo Serie A ai giornalisti under 35 che scrivono di volley, scelto dalle firme più autorevoli del giornalismo sportivo nazionale. Il riconoscimento 2011/12 è stato consegnato a Nicola Baldo da Carlo Gobbi prima dell’inizio della Del Monte Supercoppa.
Sigla.com - Internet Partner