La magia delle semifinali dei play off, mentre Modena femminile chiude

25/03/2018

In SuperLega cresce sempre più intensamente il profumo dello scudetto: siamo arrivati alle semifinali e di sicuro ne vedremo delle belle. Intanto anche i play off femminili stanno delineando il loro volto in vista del rush tricolore.
SEMIFINALI PREVISTE. Gira e rigira il campo ha confermato quello che era logico attendersi anche dando uno sguardo indietro, ovvero a quello che successo fin dall’inizio nel resto della stagione. Le due semifinali maschili sono Perugia-Trento e Civitanova-Modena. Le quattro squadre che hanno dato vita a tutti gli appuntamenti di rilievo, incontrandosi proprio con questi accoppiamenti: nella Supercoppa la Lube ha eliminato in semifinale l’Azimut battendola 3-1, esattamente come ha poi replicato anche a Bari nella semifinale di Coppa Italia. Idem la Sir Safety e la Diatec, con una piccolissima variante: sia in Supercoppa che in Coppa Italia l’ha sempre spuntata il sestetto di Bernardi, però la prima volta l’ha fatto nelle Marche per 3-1 e la seconda in Puglia per 3-0. Cosa succederà in queste attesissime semifinali che scattano mercoledì sera per concludersi mercoledì 18 aprile in caso di quinta e decisiva sfida? Pare più che mai difficile ipotizzarlo, soprattutto tra la squadra di Medei e quella di Stoytchev, finalmente al completo dopo un’annata decisamente tribolata per i tanti infortuni che ne hanno condizionato il rendimento. I biancorossi, che hanno eliminato nei quarti Piacenza in due partite, partono comunque con il fattore campo favorevole avendo chiuso la regular season al secondo posto e questo potrebbe alla fine far pesare la bilancia dalla loro parte. Attenzione però ai modenesi, che hanno messo fuori gioco nei quarti Milano in due soli incontri esprimendo una buona pallavolo: il caos che li circonda in tema di mercato – con tante voci che in primis vorrebbero Bruno e Ngapeth in partenza – potrebbero per assurdo risultare un’arma vincente per i gialloblu. Parte invece favorita Perugia nel faccia a faccia con Trento, che in gara 3 dei quarti ha piegato Verona con un perentorio 3-0 (Kovacevic 18 eLanza 15) dimostrando di essere in evidente crescita. Gli umbri oggi possono contare su uno squadrone molto motivato e preparato, condizionato sì dalle condizioni precarie di Russell ma trascinato dal momento strepitoso di Atanasijevic: e poi dopo aver tremato con Ravenna nei quarti venendo costretti al terza partita (chiusa con facilità per 3-0), adesso scenderanno in campo molto più attenti e determinati. Tutte queste parole lasceranno comunque a breve il posto ai fatti, come sempre inappellabili. E allo spettacolo che di certo sapranno regalarci queste quattro grandi protagoniste.
TEMPO DI PLAY OFF. Domenica giorno di Pasqua scattano anche i quarti di finale dei play off Challenge: Vibo Valentia dopo aver eliminato Sora con estrema fatica (l’ha spuntata 15-12 al tie break dopo essere stata sotto 2-0) affronta adesso Verona, mentre Padova gioca con Ravenna, Latina inizia ospitando Milano e Monza dà vita a una bella sfida con Piacenza. Gara 2 è in programma per domenica 8 aprile: in caso di parità si disputerà il golden set. Nei Preliminari dei play off promozione si parte invece con Alessano-Spoleto e Gioia del Colle-Grottazzolinain programma mercoledì sera e domenica pomeriggio. La corsa che porta alla Superlega sta per iniziare.
SEMIFINALI ROSA. I play off femminili hanno definito la prima sfida di semifinale che scatta sabato 31 e si gioca al meglio delle cinque partite: si tratta dell’avvincente e incerta Conegliano-Scandicci. Le venete di Daniele Santarelli hanno infatti messo fuori gioco in due partite Modena, andando a vincere 3-1 sotto la Ghirlandina con 20 punti a testa della Hill e della Fabris dopo essersi imposte nettamente per 3-0 in gara 1. Le toscane di Carlo Parisi si sono invece sbarazzate in due partite di Pesaro: domenica sono andate a espugnare il campo marchigiano per 3-1 con Isabelle Haak ancora una volta best scorer dall’alto dei suoi 25 punti. Tutto invece possibile dall’altra parte del tabellone, dove Novara ha peraltro già staccato il biglietto per semifinali piegando in entrambe le occasioni Firenze per 3-1 (in gara 2 con ben 34 punti di una incontenibile Paola Egonu). Mercoledì sera le campionesse d’Italia conosceranno il nome delle loro avversarie: al Palayamay andrà infatti in scena alle 20.30 il terzo e decisivo atto del derby lombardo tra Busto Arsizio e Monza, che dopo aver festeggiato in gara 1 spuntandola per 3-1, domenica si è arresa in gara 2 con lo stesso punteggio al sestetto di Mencarelli: in Brianza l’ottima regia della Orru ha consentito di sfruttare al meglio tutte le attaccanti, come confermano i 20 punti della Bartsch e i 10 a testa del trio Diouf-Gennari-Stufi. Le emozioni non sono ancora finite.
CIAO MODENA. Era nell'aria da tempo, da quando la Nordmeccanica aveva lasciato Piacenza per trasferirsi sotto la Ghirlandina e dar vita un connubio con la Liu-Jo. La famiglia Cerciello e i fratelli Marchi hanno deciso di porre fine all'esperienza del volley femminile comunicandolo appena è terminata l'avventura nei play off: il movimento perde così una società importante, e purtroppo potrebbe non essere l'unica a conferma del momento difficile che vive il vertice rosa in contrapposizione a una base sempre più estesa. Che qualcosa non funzioni mi pare dunque più che evidente: sono sempre più le ragazze che si avvicinano a questo sport, sono sempre meno le squadre che hanno un futuro disegnato in A1. Con Modena che chiude, ce n'è un'altra che ha lanciato un preoccupante grido di allarme per il proprio domani: si tratta di Pesaro, altra recente protagonista dei play off. Se non trovano le risorse necessarie a breve, i dirigenti hanno già comunicato che potrebbero lasciare. Senza dimenticare la situazione complicata di Bergamo e i ben noti problemi di Legnano. Quattro su dodici: direi che le cose non vanno benissimo, no?
SOGNANDO L’EUROPA. La settimana dopo Pasqua sarà dedicata ai play off a 6 della Champions League. In campo maschile ci sono ancora in corsa ben 3 squadre italiane: Civitanova e Trento danno vita alla sfida fratricida che spalanca le porte della Final Four (in programma a Kazan in Russia il 12 e il 13 maggio) giocando l’andata nelle Marche e il ritorno nel cuore delle Dolomiti. La Lube parte con i favori del pronostico, ma la Diatec ultimamente è in crescita. Perugia se la vede invece con i russi del Lokomotiv Novosibirsk, ostacolo difficile ma alla portata degli umbri (che giocheranno gara 1 al PalaEvangelisti). L’altro faccia a faccia vede invece impegnati i polacchi del Kedzierzyn con i tedeschi del Friedrichshfen: i favori del pronostico arridono alla formazione allenata da Andrea Gardini. In campo femminile ci sono due squadre italiane che continuano a sognare. Novara deve vedersela con il Galatasaray Istanbul, l’ex squadra del suo allenatore Massimo Barbolini, mentre Conegliano affronta le russe dellaDinamo Kazan: entrambe iniziano in casa, entrambe possono farcela ma non devono commettere disattenzioni. Nell’altro confronto le campionesse d’Europa del Vakifbank Istanbul incontrano le svizzere del Volero Zurigo: il sestetto di Giovanni Guidetti è grande favorito non solo per passare il turno, ma pure per festeggiare l’ennesimo titolo nelle finali in programma a Bucarest in Romania il 5 e il 6 maggio. Il sogno è quello di tornare sul trono d’Europa, ma l’impresa pare dura assai.
RAVENNA FINALISTA. Facciamo un tifo sfrenato fin d’ora per i romagnoli di Fabio Soli, strepitosi finalisti della Challenge Cup maschile: dopo aver perso il match di andata per 3-0 contro i turchi del Maliye Ankara, hanno ribaltato la situazione nel ritorno spuntandola nel golden set 16-14. Impresa da applausi. Adesso nella sfida che vale il trofeo continentale devono vedersela con i greci dell’Olympiakos Piero, riusciti a metter fuori gioco i russi dei Surgut. L’Olympiakos è protagonista anche della finale femminile di Challenge, in cui giocherà con le turche del Bursa. In Cev femminile la finale è invece tra le bielorusse del Minsk e le turche dell’Eczacibasi Istanbul, quella di Cev maschile tra i russi del Belgorod e i turchi del Bankasi Ankara. Bei tempi quelli in cui festeggiavamo sempre il tris in Europa, sia con gli uomini che con le donne…
MONDO SOCIAL. La rete sta sempre più spopolando e anche noi ci diamo da fare: da tempo siamo attivi proponendovi news e interviste su youtube, Instagram e Facebook, dove vi invito a mettere mi piace nella pagina dallarivolley se non lo avete ancora fatto. Ci trovate news, curiosità, foto e interviste. Vi aspetto.
SNAI SPORTNEWS. Chiudo raccomandandovi di seguire i miei pronostici sui play off della Superlega e del campionato femminile con le relative quote su snaisportnews. Ci vediamo anche lì.
Buona pallavolo a tutti!
Sigla.com - Internet Partner