Le gare dell'undicesima giornata di A1 femminile

11/12/2015

Le gare dell'undicesima giornata di A1 femminile
Solo tre giornate al termine del girone di andata, primo importante traguardo della stagione della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 Femminile. Tra l'imminente weekend e martedì 22 dicembre, infatti, si delineerà il quadro degli accoppiamenti dei quarti di finale di Coppa Italia: le prime otto della classifica al giro di boa si affronteranno secondo i classici incroci (1^ contro 8^, 2^ contro 7^ e così via) in gara secca a metà febbraio, le vincenti accederanno alle Finali del 19-20 marzo. Quattro squadre sono già matematicamente qualificate: Igor Gorgonzola Novara, Imoco Volley Conegliano, Pomì Casalmaggiore e Nordmeccanica Piacenza, irraggiungibili dalle squadre che ora occupano le posizioni oltre l'ottava. Per i restanti quattro posti, favorite innanzitutto Liu Jo Modena e Savino Del Bene Scandicci, rispettivamente a 17 e 16 punti. Dietro la bagarre coinvolgerà presumibilmente fino al 22 dicembre almeno 5 squadre, Club Italia compreso.
Flebili speranze di chiudere il girone tra le prime 8 ce le ha anche il Sudtirol Bolzano, che deve assolutamente vincere le tre partite che la separano dalle vacanze di Natale. A cominciare dall'anticipo del sabato sera contro la Liu Jo Modena, in diretta alle 20.45 su Rai Sport 1 e Rai Sport HD (canali 57 e 557 del digitale terrestre) con il commento di Marco Fantasia e Andrea Lucchetta. Un match certamente difficile per le altoatesine, reduci da cinque sconfitte consecutive ma mai così nette: sia con Casalmaggiore che con Piacenza le ragazze di Fabio Bonafede si sono mostrate all'altezza, con la dominicana Brayelin Martinez sempre più a suo agio nel campionato italiano (quarta migliore realizzatrice del torneo): Possibile il rientro al palleggio di Brcic, che ha avuto dei problemi fisici al collo che l'hanno costretta a guardare da fuori alcune partita, in diagonale con la brasiliana Mari. Al PalaResia arriverà dunque il team di Alessandro Beltrami e della bolzanina Raphaela Folie, alla ricerca di punti per non perdere contatto dalle primissime della classe. Sabato scorso le bianconere si sono arrese a Conegliano, ma anche a detta del giovane coach, non hanno espresso una cattiva pallavolo. La diagonale tinta di azzurro formata da Valentina Diouf e Francesca Ferretti è pronta a colpire: "Bolzano è una squadra che lotta, combatte e ha anche giocatrici di qualità", ha avvertito Beltrami negli scorsi giorni.
Il programma domenicale, interamente in live streaming su LVF TV, si aprirà con il big match tra Pomì Casalmaggiore e Nordmeccanica Piacenza, ovvero le due formazioni che condividono la terza posizione dietro la coppia al comando. Sia le casalasche di Massimo Barbolini che le biancoblù di Marco Gaspari nel corso della settimana hanno affrontato e vinto l'impegno esterno di CEV DenizBank Volleyball Champions League: se Piacenza con il 3-0 al Rocheville Le Cannet è già certa della qualificazione ai Play Off 12 e dovrà 'solo' preoccuparsi di mantenere la prima posizione, le rosa grazie al 3-1 al Prostejov occupano attualmente la vetta della propria Pool ma dovranno sudare a gennaio per resistere agli assalti di Chemik Police ed Eczacibasi Istanbul. Tornando al Campionato, il ruolino di marcia è identico - 6 vittorie e 3 sconfitte - ma le due formazioni arrivano allo scontro del PalaRadi da strade diverse: la Pomì nelle ultime uscite ha sofferto un comprensibile calo fisico, come dimostra la sconfitta di Scandicci, e sta dando fondo a tutte le proprie energie nervose e alla classe delle sue atlete per chiudere al meglio un anno indimenticabile; la Nordmeccanica ha fatto fronte con grinta agli infortuni di Meijners e Ognjenovic - rientrata in Champions ma di nuovo infortunata - e ha inanellato due belle vittorie con Bergamo e Bolzano.
Grande classica al PalaNorda tra Foppapedretti Bergamo e Igor Gorgonzola Novara, due squadre e due città che si sono scontrate per anni per grandi trofei e si ritrovano di fronte domenica pomeriggio. Nelle menti dei tifosi e degli appassionati c'è ancora lo splendido coro "Bergamo, Bergamo, noi cantiamo tutti insieme Bergamo" che i tifosi azzurri intonarono in occasione dei quarti di finale dei Play Off della scorsa primavera, quando si addensavano nubi sul futuro della società orobica. E invece la squadra di Stefano Lavarini è ripartita di slancio, puntando anche su giocatrici come Paola Cardullo e Katarina Barun che di Novara hanno scritto la storia. La Foppapedretti ha finora incontrato alcune difficoltà, alternando prestazioni convincenti ad altre deludenti, e non può permettersi di perdere per non mettere a repentaglio la qualificazione ai quarti di Coppa: "Novara è ai vertici della classifica come l’anno scorso - il pensiero della capitana Paola Paggi - e si dimostra ancora una volta una squadra altamente competitiva. Sia l’opposto che i due attaccanti sono di altissimo livello: ho giocato con Samanta Fabris, la conosco bene, è una forza della natura. Quindi è una squadra che può competere per le altissime posizioni. Noi abbiamo cercato di rimanere vicine, di parlare il più possibile dei problemi per risolverli. E questo ci sta aiutando soprattutto in allenamento, perché si sta alzando il livello". Le azzurre di Luciano Pedullà sono appunto al comando grazie ai tre successi consecutivi, ma si presentano al PalaNorda con il pesante ko in Champions League sulle spalle che ha di fatto complicato molto il cammino europeo e in qualche modo fatto riaffiorare le incertezze e le paure di un roster che d'altra parte ha recuperato tutte le infortunate, da Aurea Cruz a Caterina Bosetti.
L'altra capolista è l'Imoco Volley Conegliano, seppure con una partita disputata in più rispetto a Novara. Le pantere di Davide Mazzanti ospitano la Savino Del Bene Scandicci e confidano di prolungare la serie di vittorie al PalaVerde, tuttora inviolato in stagione, al cospetto di un team in crescita. Il successo di Modena, il primo in trasferta contro una candidata allo Scudetto, ha rafforzato la consapevolezza delle gialloblù, che progressivamente stanno assumendo le sembianze di una macchina pressoché perfetta, nonostante l'infortunio che continua a tenere Valentina Arrighetti fuori dal campo. Vivranno un tuffo nel passato Emiliya Nikolova e Valentina Fiorin, protagoniste della 'prima' Imoco, quella che nel 2013 fu capace di arrivare fino alla Finale Scudetto. L'opposta bulgara, colonna gialloblù per tre stagioni, è già uno dei punti di riferimento del team toscano. La schiacciatrice veneziana, che dell'Imoco è stata anche capitana, sta trovando meno spazio nello scacchiere di Bellano ma resta una sicurezza in prima e seconda linea: "Sarà bello rientrare al PalaVerde e rivedere amici e tifosi, con cui ho vissuto degli anni magnifici - commenta Fiorin sulle colonne del Corriere del Veneto -. Proverò grandi emozioni, perché comunque Conegliano è un pezzo importante della mia carriera, dove penso di aver espresso il mio volley migliore. Poi il Palaverde farà il suo effetto, ne sono sicura. Detto ciò, penso a preparare al meglio la partita".
"Attenzione al Club Italia" è la frase classica di ogni squadra che si appresta ad affrontare le azzurrine e ne sanno qualcosa specialmente Firenze, Bergamo e Bolzano, formazioni contro le quali le giovani di Lucchi e Bonitta hanno trovato le loro attuali 3 vittorie - conquistate nelle ultime 4 giornate - dopo avere strappato un punto anche a Montichiari... esattamente le stesse quattro squadre contro le quali l’Obiettivo Risarcimento Vicenza ha ottenuto i suoi successi. E "attenzione al Club Italia" è anche la raccomandazione di coach Delio Rossetto, soprattutto perché le due squadre hanno un solo punto di differenza in classifica e si tratta quindi di una partita il cui risultato potrebbe pesare di più sul piano della bilancia del campionato e, perché no, dell'accesso ai quarti di Coppa Italia. In casa Club Italia il clima è assolutamente positivo. Dopo la bella vittoria su Firenze la squadra di Cristiano Lucchi si è concessa due giorni di completo riposo, ma ha ripreso gli allenamenti a pieno ritmo già da mercoledì e nella serata di giovedì ha disputato un’amichevole contro la Beng Rovigo, imponendosi con il punteggio di 4-1. Positive le impressioni del capitano Sofia D’Odorico: "Giocare il più possibile, anche in settimana, ci aiuta a crescere e a preparare meglio le partite. Abbiamo studiato le avversarie, sappiamo che domenica ci troveremo di fronte una squadra molto forte e che dovremo tenere sempre alta la concentrazione. Stiamo provando diverse soluzioni, sia in allenamento sia in gara, poi ovviamente la scelta della formazione spetta all’allenatore, ma tutte stiamo dando il massimo. L’atmosfera nel gruppo è buona: ognuna di noi si sta prendendo le sue responsabilità e a mio avviso stiamo migliorando tantissimo".
Il Bisonte Firenze ha una nuova occasione per sbloccare la sua classifica, in casa contro la Metalleghe Sanitars Montichiari. Le toscane di Francesca Vannini occupano l'ultimo posto con 3 punti, quota raggiunta ormai un mese fa, e hanno bisogno di ossigeno per rilanciarsi e rasserenare l'atmosfera cupa. Qualche segnale di miglioramento, come ha sottolineato la capitana Raffaella Calloni, si è intravisto nel terzo set del match perso contro il Club Italia. Per questo Fiamma Mazzini, subentrata al palleggio in quel frangente alla belga Van de Vywer, potrebbe essere utilizzata da subito nell'incontro di domenica. Proprio Calloni, con la sua proverbiale grinta, tenta di scuotere le compagne: "Ora dobbiamo portare a casa punti: non dovevamo essere lì nella classifica e non vogliamo starci. Bisogna assolutamente trovare una soluzione, stiamo lavorando ed è difficile non mollare di testa, perché quando sei lì è dura, ma dobbiamo assolutamente riuscirci". Certo è che Montichiari rappresenta uno dei peggiori clienti da affrontare, una squadra sempre mentalmente in partita e che regala assai poco. Una settimana fa Gioli e compagne si arresero alla potenza di Celeste Plak, perdere ancora significherebbe rischiare una qualificazione ai quarti di Coppa - già centrata l'anno scorso - che finora apparirebbe meritata. "Oggi la classifica ci dà molto morale - spiega coach Leonardo Barbieri -. Dobbiamo provare a salvarci e sappiamo che sarà dura fino alla fine: ora andiamo a Firenze che ha il nostro stesso obiettivo e cercheremo di capitalizzare la crescita che stiamo continuando ad avere".
Il turno di riposo tocca alla Unendo Yamamay Busto Arsizio, che rientrerà in campo il 19 dicembre nel match in diretta su Rai Sport contro il Club Italia.

Il programma dell'undicesima giornata di A1 femminile:
Sabato 12 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Sudtirol Bolzano - Liu Jo Modena ARBITRI: Lot-Zavater
Domenica 13 dicembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Pomì Casalmaggiore - Nordmeccanica Piacenza ARBITRI: Goitre-Pozzato
Domenica 13 dicembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano - Savino Del Bene Scandicci ARBITRI: Feriozzi-Pasquali
Foppapedretti Bergamo - Igor Gorgonzola Novara ARBITRI: Sobrero-Lot
Il Bisonte Firenze - Metalleghe Sanitars Montichiari ARBITRI: Saltalippi-Oranelli
Obiettivo Risarcimento Vicenza - Club Italia ARBITRI: Sampaolo-Turtù
Riposa: Unendo Yamamay Busto Arsizio

LA CLASSIFICA:
Igor Gorgonzola Novara 21, Imoco Volley Conegliano* 21, Pomì Casalmaggiore 20, Nordmeccanica Piacenza 20, Liu Jo Modena 17, Savino Del Bene Scandicci 16, Foppapedretti Bergamo 13, Metalleghe Sanitars Montichiari* 12, Unendo Yamamay Busto Arsizio* 12, Obiettivo Risarcimento Vicenza 10, Club Italia 9, Sudtirol Bolzano 6, Il Bisonte Firenze 3.
* una gara in più
Sigla.com - Internet Partner