Le parole degli azzurri dopo la vittoria contro la Serbia

di Lanfranco Dallari e Sergio Martini

28/11/2011

Le parole degli azzurri dopo la vittoria contro la Serbia
Dragan Travica: "L'importante era vincere oggi, i 3 punti erano fondamentali; li conoscevamo poco anche perchè la Serbia ha messo in campo una squadra nuova, di giovanissimi. Perso il terzo set abbiamo avuto paura di perdere il quarto in quanto c'era il timore di perdere un punto in classifica se fossimo arrivati al tie break. Questo tipo di gare è strano, succede quando si affronta un match contro giocatori che sulla carta hanno qualcosa in meno; non erano quelli della finale dell'Europeo. Anche in questa situazione siamo riusciti a portare fuori qualcosa di concreto, aver perso un set ci aiuterà ad addrizzare ancora più le orecchie domani contro l'Argentina".
Alessandro Fei: "Oggi era una partita particolare, loro hanno giocato con le riserve e siamo entrati in campo un pò rilessati, sbaglio che si commette. Possiamo ancora qualificarci dopo questa vittoria, vogliamo farlo, la batosta di Cuba è stata pesante, non l'abbiamo ancora superata al 100%. Comunque oggi abbiamo messo grande grinta nell'ultimno set, e ci servirà molto per domani. Da opposto ero più coinvolto in attacco, qui serviva una mia mano da centrale e la sto dando volentieri, speriamo di tenere la mentalità che c'era fino a prima della gara contro Cuba. Gruppo super, dove stiamo bene, lottiamo sempre tutti insieme per l'obiettivo della qualificazione a Londra".
Il centrale Emanuele Birarelli è entrato in campo durante il corso del match. "Non ci sono tanti discorsi da fare. Si doveva vincere e fare i tre punti e questa era la cosa più importante. Abbiamo affrontato una squadra molto giovane e non avevamo punti di riferimento e devi avere un atteggiamento particolare. Ci siamo fatti sfuggire il terzo set perdendo stupidamente di vista le cose che era prioritario fare, sbagliando proprio quelle facili. Il quarto set ci ha messo pressione perchè è subentrato il timore di arrivare al tie-break. E' suonata la sveglia per fortuna e abbiamo vinto daa tre punti". 
Sigla.com - Internet Partner