Le polemiche dimissioni della Pedrini dal Cda della Lega volley

06/03/2016

Catia PedriniCatia Pedrini
Catia Pedrini
Ho alcune cose da dire sulle polemiche (da cortile) che hanno accompagnato l'ultima giornata della regular season.
La prima. Ho sempre trovato curioso che un or...gano neutrale come la Lega sia presieduta da un amabile signore, l'amico Massaccesi, che mi pare legato a un notissimo club.
La seconda. Massimo Righi, il direttore generale dell'ente neutrale, fa sempre più rimpiangere la figura di Roberto Ghiretti, non a caso manager dell'ente neutrale in tempi ben più felici per la pallavolo italiana.
La terza. Escludo che l'ente neutrale (si fa per dire) abbia il diritto di sindacare le scelte tecniche del nostro coach. Angelo Lorenzetti è un galantuomo e non ha mai pensato di favorire o danneggiare altre squadre con le sue decisioni.
La quarta. Il calendario (assurdo) non lo abbiamo stilato io e Lorenzetti, tra l'altro l'avremmo pure fatto meglio.
La quinta. Giusto per ridere un pò, in un altro sport l'allenatore di una squadra chiamata Juventus, il signor Allegri, ha lasciato a riposo più di un titolare per una semifinale di Coppa Italia. Nessuno l'ha sospettato di mala fede .
La sesta e ultima. Mi dimetto dal consiglio di Lega. Ma sono grata per le occasioni di buon umore che mi sono state fin qui offerte .
P.s. Spero di non essere deferita per aver semplicemente tutelato gli interessi della mia società, fino a prova contraria un simbolo del movimento tutto.
Catia Pedrini 
Sigla.com - Internet Partner