Leonardo Battista a Siena

20/07/2016

Leonardo BattistaLeonardo Battista
Leonardo Battista
Leonardo Battista è un nuovo giocatore della Emma Villas Siena. Il giovane libero, classe 1995, va a rinforzare la squadra del Presidente Giammarco Bisogno per la prossima stagione agonistica. Battista, che ha effettuato le giovanili alla Materdomini Castellana Grotte, arriva quindi a Siena per vivere un campionato che si preannuncia molto importante sia per lui che per tutta la formazione biancoblu.
LA CARRIERA Battista, 21 anni, è nato a Bari il 29 marzo 1995. Ha effettuato il percorso delle giovanili a Castellana Grotte, dove è rimasto dal 2009 al 2014. In quelle cinque stagioni ha giocato un anno in serie D, poi ha disputato due campionati di B2, uno di B1 e uno di A2. Nel 2014/2015 ha giocato in B1 al Club Italia e la scorsa stagione, 2015/2016, ha vestito la casacca di Aversa, ancora in B1.
LE DICHIARAZIONI “E’ il progetto della Emma Villas che mi ha spinto ad accettare questa proposta – commenta Battista –. A Siena si è creato un gruppo molto forte, con atleti di esperienza e probabilmente di categoria anche superiore rispetto alla serie A2. Per me è una vetrina importante ed il mio obiettivo è quello di migliorare e di dare tutto ogni giorno, sfruttando ogni singolo allenamento per crescere anche da un punto di vista tecnico. Il contesto dove andrò a lavorare mi interessa molto e mi stimola a fare molto bene. Quando ci sarà l’opportunità di giocare voglio farmi trovare pronto e sfruttarla al meglio”.
E avere un allenatore come Paolo Tofoli che è stato ed è un simbolo della pallavolo anche per i suoi straordinari trionfi da giocatore è un altro grande richiamo. “Da giocatore – commenta Battista – è stato un grande campione e quindi può immedesimarsi nelle situazioni e nei problemi che ciascuno di noi può avere ed incontrare. Sicuramente Tofoli può trasmettere molto alla squadra e può farci crescere”.
“Dei miei nuovi compagni – prosegue il libero – conosco e ritrovo Di Tommaso e Spadavecchia. Conosco Gradi e ritrovo Fabroni e Padura Diaz che ho affrontato”.
Poi un commento sulla prossima stagione e sulla riforma del campionato. “Questa serie A2 sarà molto più impegnativa rispetto al passato – prosegue Battista –. Ci saranno più partite, turni infrasettimanali, sicuramente ci aspetta un’annata dura e non semplice. E credo che con così tanti impegni ci sarà spazio per tutti. Noi dovremo sfruttare l’esperienza che tanti giocatori di questo gruppo possiedono grazie a molti campionati già disputati a questi e anche a livelli superiori. Spero che si possa creare un bel gruppo e che potremo essere protagonisti. Affronteremo tante squadre ben costruite, penso alle due squadre di Castellana Grotte e a Santa Croce. Io sono molto contento anche di arrivare a Siena, una città che conosce bene lo sport visti i successi raggiunti nel basket e nel calcio. So che nella passata stagione proprio a Siena si è registrato il numero di spettatori più alto di tutta la serie A2 e spero che questo dato di pubblico e di tifosi possa aumentare ancora”.
Sigla.com - Internet Partner