Liis Kullerkann a Cremona

30/07/2022

Il roster dell’Esperia Cremona per la Serie A2 femminile si completa con la seconda giocatrice straniera, e si tratta di un graditissimo bis: la centrale estone Liis Kullerkann raggiunge in Italia la sorella Kadi, già annunciata nelle scorse settimane. 
Nata il 2 maggio 1991 a Tallinn, Liis si presenta così al suo nuovo pubblico: “Oltre a Kadi, ho un fratello di 8 anni, Uku. In famiglia siamo tutti molto alti!“. Come la sorella, la nuova centrale dell’Esperia approccia al mondo della pallavolo frequentando la Audentes, la scuola superiore ad indirizzo sportivo presente in Estonia, per poi volare oltreoceano frequentando la Ohio University e poi la Duquesne University. Terminata l’esperienza americana, gioca nelle Filippine con la Meralco Power Spikers (2014-15) per poi tornare in Europa a vestire la maglia dello Schwarz-Weiss Erfurt (Germania) l’anno successivo. 
Kullerkann approda in Francia, dove vive le esperienze con le casacche di Vandoeuvre Nancy e Levallois, tra il 2018 e il 2020. Nell’annata successiva torna in patria giocando per la Tal Tech, con cui arriva seconda in Baltic League e vince la Coppa di Estonia; infine ritorna in Francia nel 2020, militando per un anno nel Volero Le Cannet di Lorenzo Micelli, disputando la Coppa di Francia, e poi, nella scorsa stagione, al Pays d’Aix Venelles con Alessandro Orefice, che è anche il tecnico della nazionale estone. 
“Gioco con la nazionale – racconta la centrale – da quando è stata fondata nel 2013. Ho giocato sia da opposto, sia da centrale. Quest’estate ho raggiunto le cento gare giocate ed il nostro miglior risultato è stata la qualificazione ai Campionati Europei del 2019, la prima volta nella storia, oltre ad aver disputato la final four della Silver League nel 2018”. 
“È stato il mio allenatore in nazionale Alessandro Orefice – spiega Kullerkann – a raccontarmi qualcosa del mondo Esperia, riguardo al club e alla sua storia. Ho scelto l’Esperia perché ho sempre voluto giocare in Italia e ritengo sia un’occasione rara per giocare una stagione da professionista assieme a mia sorella. Giocherò con la maglia numero 5, è stato lo stesso per molti anni in nazionale e con le ultime squadre di club con cui ho giocato; in origine, probabilmente ho scelto questo numero perché in lingua estone, cinque si dice ‘viis’, che fa rima col mio nome. Ai tifosi dico che sono molto emozionata di giocare con la maglia gialloblù e auguro a tutti noi una stagione piena di successi e divertimento“.
Sigla.com - Internet Partner